Indietro

Advertising

trovacuccilibannere

traovalosubitobanner

CRIOLLO

testa Criollo

In tutte le foto della scheda il bellissimo Criollo di Giuseppe Resani

Origine: Sud America
Altezza al garrese: Da 1,33 m a 1,50 m.
Mantello: Il mantello più comune è il falbo con la riga mulina sulla schiena. I crini e le estremità sono nere, come la linea del garrese. Gli arti sono zebrati. Altri mantelli comuni sono roano scuro o vinoso, caffellatte, palomino, e colori composti come il blu ed il bianco. Sono presenti anche il mantello sauro, grigio, morello e baio.

Criollo al pascolo


Carattere: E' un soggetto dl carattere particolarmente duro, ma volenteroso e notevolmente resistenza. Fisico: Ha una testa corta e larga, con orecchie piccole. L'incollatura è muscolosa, con spalle profonde e forti. Il petto è ampio. Il corpo è raccolto, robusto ed armonioso. La schiena è corta e con reni possenti, la groppa è possente e rotonda. Gli arti sono corti, con pastorali corti e dall'ossatura forte. Gli zoccoli sono duri e piccoli.

GLI ALLEVAMENTI CONSIGLIATI DA INSEPARABILE SONO:

Link sponsorizzati

Nessun allevamento da segnalare 
se vuoi sapere come segnalare il tuo, contatta: marketing@inseparabile.it 


Storia
L'origine del Criollo è dal Sud America, che nasce come monta dei gauchos del centro continente, perché è una delle razze più resistenti al mondo. Se ne conoscono diversi tipi, che vengono suddivisi in classi in base alla taglia e ad alcune caratteristiche.
1) Il Criollo dell'Argentina e dell'Uruguay;
2) Il Criollo del Brasile;
3) I Costeno ed i Morochuco del Perù;
4) I Llanero del Venezuela.

Criollo


Anche se alcuni non corrispondono alla descrizione specifica del Criollo, tutti hanno in comune la discendenza: dai cavalli spagnoli importati dai conquistatori nel XVI secolo. Le differenze di modello sono dovute alle differenza dei climi e dei pascoli, delle condizioni di vita (in montagna o in pianura) e degli allevamenti selettivi dettati dalle esigenze di ogni singola regione. Le razze fondatrici del Criollo sono l'Andaluso, il Berbero e l'Arabo. La piccola taglia e la grande resistenza sono il risultato di tre anni di rigorose selezioni durante le quali i Criollo correvano allo stato brado, o quasi, nelle pianure. Inoltre l'origine della strana variazione del mantello, che saltano dal color sabbia al falbo (particolarità del Criollo), deriva da una colorazione protettiva aquisita allo stato brado. Ogni anno in Argentina tutti gli allevatori preparano una competizione durante la quale i cavalli devono percorrere 750 chilometri in quindici giorni, portando un peso di 100 chilometri, senza bere, senza mangiare, se non ciò che si trova durante il cammino.

Altri Cavalli dalla A alla L
ALBINO ALTER REAL ANDALUSO
ANGLO ARABO ANGLO ARABO SARDO ANGLO ARABO SPAGNOLO
APPALOOSA ARABO ARABO SHAGYA
ARDENNESE AUSTRALIAN WALER AVELIGNESE
BAVARESE BELGA BERBERO
BOULONNAIS BRUMBY BUDJONNY
CAMARGUE CHAROLAIS CONNEMARA
CRIOLLO DOLE - Gudbrandsdal DON
EQUUS PRZEWALSKII EXMOOR FALABELLA
FELL FJORD FREDERIKSBORG
FRISONE HACKNEY HANNOVER
HOLSTEIN HUNTER IRISH COB
IRISH DRAUGHT KNABSTRUP LIMOUSIN


Questa scheda ci è stata inviata da Alfeo R.

 

Utility di Inseparabile

Spot

Le Schede