Indietro

Advertising

trovacuccilibannere

traovalosubitobanner

 

DOBERMANN

DOBERMANN

La sua storia

L’inventore di questo stupendo cane da guardia e da difesa, Frederic Louis Dobermann, svolgeva diverse funzioni, tra cui quella del recupero delle imposte e di impiegato municipale autorizzato alla cattura dei cani randagi. A partire da un insieme eterogeneo di cani, quest'uomo andò man mano a "costruire" gli antenati del futuro Dobermann. In seguito, il suo lavoro venne proseguito dai futuri fondatori del Dobermann Verein (club di razza tedesco), che imposero la loro "creazione" negli anni Trenta, dapprima in Europa e poi anche negli Stati Uniti.

In generale

Il Dobermann ha fatto il suo ingresso nel nostro secolo nelle vesti di cane dei servizi d'ordine. Se questa immagine è all’origine della sua notorietà altrettanto si può dire per la sua plastica corporale, che fa oggi di lui un cane che unisce perfettamente eleganza e potenza . In questi ultimi vent'anni, la Germania, che rimane detentrice dello standard e paese di origine della razza, si è vista togliere Lo scettro di mano dagli allevatori olandesi e italiani, che hanno prodotto soggetti di ottima qualità Sono stati privilegiati soggetti atti al lavoro ma eleganti e fieri, come prescrive lo standard.

Carattere

E' un cane che incute timore a prima vista, forse anche per il modo in cui la razza è stata presentata nel mondo cinofilo. Nevrile, deciso nell'attaccare, dal morso lacerante adatto in modo eccelso alla guardia ma anche alla difesa personale. Agilissimo e dalle forme atletiche, è molto veloce nella corsa e potente nello scatto che gli permette balzi acrobatici negli attacchi lanciati. Ma è anche dolcissimo e morbosamente attaccato al suo padrone. Per indirizzare i suoi istinti necessita di un addestramento, che però assimila in breve tempo data la sua eccezionale sensibilità. Per il suo caratteristico mantello a pelo corto, fitto, liscio, è un cane che si adatta bene alla vita di appartamento e ha bisogno di un riparo all'aperto. Il suo equilibrio psichico è di norma molto buono e spesso è colpa di un padrone sbagliato se vengono meno in lui quei tratti peculiari del carattere che talvolta hanno fatto dire cose inesatte sul conto di questa razza. Il maschio e la femmina hanno temperamento diverso. La femmina è tranquilla, sensibile, affettuosa in famiglia, diffidente con gli estranei. Il maschio invece è impetuoso , intelligente, spesso aggressivo e va dominato dalla mano energica del padrone.
Nato come cane da guardia e da difesa , il dobermann ha continuato ad esserlo durante tutti i suoi cento anni di vita. E' stato utilizzato dalle polizie, dai militari in guerra
(i marines se ne sono serviti per stanare i franchi tiratori), nella difesa della proprietà, cantieri, fattorie, ville. La femmina si adatta meglio alla vita di appartamento.

Caratteristiche

Il Dobermann, in particolare il maschio, è inscrivibile in un quadrato. Fondamentalmente socievole e pacifico, deve tuttavia essere un guardiano efficace e coraggioso, dal carattere forte e sicuro

Il Dobermann è un cane di taglia media, forte e muscoloso. Malgrado la sua "sostanza", si distingue per una silhouette ricca di eleganza e distinzione.
Deve avere tutte le qualità del cane da compagnia, da guardia, da difesa e di famiglia..

Taglia: maschi 68-72 cm al garrese; femmine 63-68 cm 

Coda: attaccata alta, viene tagliata corta in modo da mantenere due vertebre caudali. Nei paesi in cui la caudectomia è vietata, la coda può essere lasciata intera.

Colori: nero o marrone, con macchie focate di colore rosso ruggine ben pronunciate e nettamente delimitate.

Da evitare

. Mancanza di denti

. Occhi gialli, di colori diversi tra loro

. Prognatismo

. Dentatura articolata a tenaglia

. Inversione pronunciata dei caratteri connessi al sesso

. Pavidità nervosismo, eccessiva aggressività

. Taglia al disopra o al disotto di cm 2 rispetto ai valori prescritti dallo standard

. Macchie bianche, pelo lungo o ondulato

GLI ALLEVAMENTI CONSIGLIATI DA INSEPARABILE SONO:

Link sponsorizzati

Nessun allevamento da segnalare 
se vuoi sapere come segnalare il tuo, CLICCA QUI

LO STANDARD

 

ASPETTO GENERALE

Cane di taglia media, robusto e muscoloso. Grazie alle linee eleganti del suo corpo, al suo portamento fiero, al suo carattere pieno di temperamento e al suo sguardo dall'espressione decisa, esso corrisponde alla figura ideale del cane.

MISURE E PROPORZIONI

Il tronco del dobermann, soprattutto nel maschio, è praticamente iscrivibile in un quadrato.

Nel maschio la lunghezza del tronco non deve superare più del 5% l'altezza al garrese; nella femmina tale lunghezza non deve superare più del 10% l'altezza al garrese.

CARATTERE E COMPORTAMENTO

Il dobermann deve essere fondamentalmente socievole e pacifico; in famiglia è molto affettuoso e molto legato ai bambini.

Si ricerca un temperamento medio, un'aggressività media e una soglia di reazione media.

E' un cane facile da addestrare ed entusiasta del lavoro e contemporaneamente deve essere deciso e dimostrare un carattere molto forte. Poiché il dobermann è un cane molto attento a tutto ciò che si verifica attorno a esso e ha una reazione adeguata alle circostanze si apprezza il fatto che sia molto sicuro di sé e coraggioso.

TESTA

REGIONE DEL CRANIO

Il cranio è forte e in armonia con l'insieme del cane.

Visto dall'alto ha la forma di un cono tronco.

La linea trasversale dell'occipite, vista di fronte, deve apparire quasi orizzontale, cioè non deve incurvarsi verso gli orecchi. Il profilo superiore della canna nasale continua quasi in linea retta verso il cranio per poi scendere verso la nuca formando una leggera convessità.

Le arcate sopraccigliari sono ben sviluppate, senza essere troppo prominenti. Il solco mediano del cranio è ancora visibile. L'apofisi occipitale non deve essere troppo evidente. Viste di fronte e dall'alto, le facce laterali del cranio non devono apparire sporgenti (evidenti). Le leggere salienze laterali determinate dalle arcate zigomatiche e dalla regione masseterina devono essere in armonia con la lunghezza della testa. I muscoli devono essere ben sviluppati.

DEPRESSIONE NASO-FRONTALE (STOP)

La depressione naso-frontale deve essere poco sviluppata ma perfettamente percettibile.

FACCIA E MUSO

TARTUFO

Ben sviluppato e largo, con narici ben aperte, il tartufo non deve essere sporgente nel suo insieme. La pigmentazione è di colore nero nei soggetti neri, in quelli di colore marrone è di tonalità' più chiara e in sintonia con il colore del pelo.

MUSO

Il muso deve essere ben proporzionato al cranio e ben sviluppato. Deve essere ben largo anche a livello degli incisivi inferiori e superiori. La commessura labiale deve arrivare fino all'altezza dei molari.

LABBRA

Le labbra devo essere sode, ben stirate, ben aderenti alle mascelle e garantire una perfetta chiusura della bocca. Il pigmento deve essere scuro, nei marroni la tonalità ha una tonalità un po' più chiara.

MASCELLE, DENTATURA E DENTI

Le mascelle devono essere robuste e larghe; gli incisivi chiudono a forbice. La dentatura deve essere di 42 denti corrispondenti alla formula dentaria con uno sviluppo normale.

OCCHI

Media grandezza, ovali; l'iride è di colore scuro; nei marroni è ammessa una tonalità un po' più chiara. Le palpebre devono essere ben aderenti alla forma del globo oculare. La rima palpebrale è munita di ciglia.

ORECCHI

L'orecchio è attaccato alto, e' tagliato a una lunghezza proporzionata a quella della testa e portato eretto.

Nei paesi in cui la caudectomia e' vietata, l'orecchio intero, ai fini del giudizio, ha lo stesso valore di quello tagliato (si ricerca un orecchio di grandezza media il cui bordo anteriore sia ben accostato alla guancia).

COLLO

Di lunghezza ben proporzionata al corpo e alla testa, il collo è asciutto e ben muscoloso; il suo profilo superiore presenta una elegante convessità; il portamento del collo è eretto e mostra gran distinzione.

TRONCO

GARRESE

Il garrese, soprattutto nei maschi, è molto evidente; la sua altezza e la sua lunghezza determinano l'andamento della linea superiore del dorso che è leggermente ascendente a partire dalla groppa.

DORSO

Corto e solido deve avere una lunghezza adeguata ed e' fasciato da muscoli ben sviluppati.

LOMBI

Di buona lunghezza e ben ricoperti di muscoli. Nelle femmine possono essere un po' più lunghi per consentire un adeguato spazio alle mammelle.

GROPPA

A partire dall'osso sacro in direzione della radice della coda, la groppa è inclinata quasi impercettibilmente. Di aspetto ben arrotondato, il profilo superiore della groppa non deve risultare né troppo orizzontale né troppo inclinato. La groppa deve essere di buona larghezza e ricoperta di muscolatura possente.

PETTO E TORACE

L'altezza e la profondità del torace devono essere ben proporzionate alla lunghezza del tronco. Le coste sono solo leggermente ricurve, in maniera che l'altezza toracica corrisponda quasi alla metà dell'altezza al garrese.

Il petto è di buona larghezza ed è particolarmente sviluppato sul davanti (avampetto).

LINEA INFERIORE

Il ventre risulta nettamente ritratto a partire dall'estremità posteriore dello sterno fino al bacino.

CODA

Attaccata alta e tagliata corta in maniera da mantenere visibili due vertebre caudali. Nei Paesi in cui la legge vieta la caudectomia, la coda puo' 'essere conservata integra.

ARTI

ARTI ANTERIORI

Nel loro insieme gli arti anteriori, da qualunque lato siano visti, debbono apparire sufficientemente robusti, quasi diritti e perpendicolari al suolo.

SPALLA

La scapola deve essere saldamente aderente al torace e ricoperta di muscoli ben sviluppati da entrambi i lati della spina acromiale; essa sporge in alto rispetto alle apofisi spinose delle vertebre dorsali. La scapola deve essere obliqua, ben orientata all'indietro e formare un angolo di circa 50 gradi con l'orizzontale.

BRACCIO

Buona lunghezza e muscolo. L'angolo scapolo-omerale varia tra i 105 e i 110 gradi.

GOMITI

I gomiti devono essere ben aderenti al costato e non ruotati in fuori.

AVAMBRACCIO

L'avambraccio è forte, diritto e ben ricoperto di muscoli; la sua lunghezza deve essere in armonia con l'insieme del corpo.

CARPO

L'articolazione del carpo è solida.

METACARPO

Deve avere un'ossatura solida. Visti di fronte, i metacarpi seguono la linea verticale dell'avambraccio; visti di profilo, i metacarpi devono apparire alquanto stesi (al massimo 10 gradi).

PIEDE

I piedi anteriori sono corti con dita ben chiuse e ben curve verso l'alto (piede di gatto). Le unghie sono corte e nere.

ARTI POSTERIORI

Visto da dietro il dobermann, data la possente muscolatura del bacino (anche e groppa), dà l'impressione di essere largo e arrotondato.

I muscoli che vanno dal bacino alla coscia e alla gamba evidenziano una larghezza egualmente apprezzabile, sia nella regione della coscia che in quella della grassella e della gamba. Gli arti posteriori appaiono robusti, perpendicolari al suolo e paralleli fra loro.

COSCIA

Le cosce sono ben lunghe, larghe e ben ricoperte di muscoli. L'anca deve avere una buona inclinazione. La coscia forma un angolo di circa 80 gradi rispetto all'orizzonte.

GINOCCHIO

Il femore, la tibia e la rotula formano la robusta articolazione del ginocchio, la cui angolazione è di circa 130 gradi.

GAMBA

E' di media lunghezza, in armonia con la lunghezza del posteriore

GARRETTI

Mediamente robusti e paralleli fra loro; la tibia e il metatarso formano un angolo di circa 140 gradi.

METATARSO

Il metatarso è corto e perpendicolare al suolo

PIEDE

Come per il piede anteriore, le dita del piede posteriore sono corte, ben chiuse e ben ricurve verso l'alto. Le unghie sono corte e nere.

ANDATURA

L'andatura è molto importante sia per l'impiego per cui il cane è destinato, sia al fine della valutazione morfologica. Il passo è elastico, elegante, agile e sciolto e copre molto terreno; l'arto anteriore fa un ampio balzo in avanti, mentre il posteriore imprime l'impulso necessario attraverso l'ampiezza e l'elasticità del suo movimento.

Il cane avanza simultaneamente l'arto anteriore da un lato e quello posteriore dall'altro. In movimento, il dorso, i legamenti e le articolazioni sono ben saldi.

PELLE

La pelle è ben pigmentata e aderisce in maniera perfetta dappertutto.

MANTELLO

NATURA DEL PELO

Il pelo deve essere corto, fitto, liscio, semivitreo, ben aderente e uniformemente distribuito su tutta la superficie del corpo. Non è ammesso sottopelo.

COLORE DEL PELO

I colori sono nero o marrone con focature rosso ruggine ben marcate e nettamente delimitate.

Le focature si trovano sul muso; come macchie sulle guance, sulle sopracciglia, sulla gola e sul petto (due macchie); sui metacarpi e sui metatarsi, sui piedi, sulle facce interne delle cosce, sul cercine anale e sulla protuberanza ischiatica.

DIMENSIONI E PESO

TAGLIA

Maschi 68-72 cm.

Femmine 63-68 cm.

Per entrambi i sessi la taglia ideale è quella media.

PESO

Maschi circa 40-45 kg.

Femmine circa 32-35 kg.

PER APPROFONDIRE L'ARGOMENTO INSEPARABILE CONSIGLIA:

LIBRI  

A proposito di Dobermann Il dobermann Il Dobermann  Il Dobermann

DVD

DVD IL DOBERMANN  Il Dobermann - DVD  


Guarda un video di un DOBERMANN che gioca a freesbie

Utility di Inseparabile

Spot

Le Schede