Indietro

Advertising

trovacuccilibannere

traovalosubitobanner

 

KOMONDOR

KOMONDOR

 Nazionalità Ungheria.

Origine Discendente dal cane del Tibet, il Komondor è stato portato in Ungheria mille anni fa dai nomadi magiari. La sua diffusione nel mondo si è iniziata nel 1920. quando la razza è stata presentata alle esposizioni canine.

Descrizione Cane massiccio dall’andatura altera, il Komondor è alto circa 80 cm e raggiunge e spesso supera il peso di 60 chili. Per la femmina i dati vanno ridotti del 10 per cento, lI corpo è totalmente ricoperto da uno straordinario mantello feltrato e cordato, lungo da 20 a 27 cm, sempre di colore bianco. Occhi bruno scuro; orecchie ricadenti a forma di U; testa larga; ossatura generale massiccia; coda ricadente; dentatura a forbice molto vigorosa.

Carattere  

GLI ALLEVAMENTI CONSIGLIATI DA INSEPARABILE SONO:

Link sponsorizzati

Nessun allevamento da segnalare 
se vuoi sapere come segnalare il tuo, CLICCA QUI

Si dice che pure in fase di attacco il Komondor ubbidisca immediatamente se il proprietario gli ordina di fermarsi. L'ubbidienza è infatti una delle doti più spiccate di questo imponente cane amato dai pastori Magiari. È un cane che grazie al suo aspetto morfologico non passa inosservato, nel contempo ha un'indole perlopiù tranquilla ma sempre attenta e diffidente. In passato è stato selezionato anche per il combattimento. Solo dopo molte generazioni ed un accurato lavoro di selezione dei riproduttori, si è potuto ottenere il cane attuale, fedele e dolcissimo con il proprietario, tollerante con i bambini e compagno di vita di sicuro effetto. È un ottimo cane da guardia, sempre pronto a difendere in modo ineccepibile la famiglia ed il territorio dove vive.

Utilizzazione: Tipico cane pastore per grandi mandrie in luoghi isolati. all’erta soprattutto nelle ore notturne. É stato anche utilizzato dalla polizia con Ottimi risultati nelle regioni nevose. Recentemente ha trovato allevatori che ne hanno addolcito il carattere, per cui è stato apprezzato come cane da compagnia.

Cure: Una volta avviata la formazione delle tipiche "corde", non c'è più bisogno di effettuare una particolare toelettatura. Come nel caso del Pastore bergamasco anche per il Komondor il mantello non rappresenta quindi un grosso problema. Anche in questo caso però, bisogna presentare particolare attenzione al pericolo dei parassiti esterni che possono annidarsi in un pelame così folto e provocare danni anche seri alla salute generale del cane.

PER APPROFONDIRE L'ARGOMENTO INSEPARABILE CONSIGLIA:

LIBRI  

I cani da pastore dell'est L'Enciclopedia Internazionale dei Cani - storia, caratteristiche, consigli e tutte le razze Piccolo manuale del cane Cani di razza

DVD

IL LINGUAGGIO DEL CANE - DVD  QUAL'E' IL CANE PER TE? - DVD


Guarda il Video di un KOMONDOR

 

Utility di Inseparabile

Spot

Le Schede