Displasia dell’anca

displasia dell'anca

Displasia dell’anca nel pastore tedesco

Questo è l’approfondimento sulla displasia dell’anca che colpisce i soggetti di pastore tedesco

Per tornare alla scheda del pastore tedesco clicca qui

displasia dell'anca

Introduzione

Quando la displasia dell’anca è stata descritta nel 1930, si è pensato che fosse un evento raro. Oggi si conosce come il problema ereditario più comune ai cani di razza di grande taglia. Malgrado vi siano stati moltissimi ricercatori e allevatori impegnati per evitare il dilagare di questa “malattia” in molte razze questa è ancora massicciamente presente. La diagnosi è basata sulla razza,

La storia, i risultati fisici e in particolare con una radiografia eseguita in anestesia totale dove il cane viene posizionato sul tavolo con le zampe allungate posteriormente e divaricate Questo esame è oggi praticamente obbligatorio per gli allevamenti seri che devono garantire che i genitori dei cuccioli da vendere siano esenti dalla displasia.

Purtroppo anche con questi esami si ha un 5% di possibilità che i cuccioli presentino questa patologia se i genitori non la manifestano ma ne sono portatori recessivi.

La diagnosi

Il vostro cane ha la displasia dell’anca.” Una diagnosi temuta che conferma i timori più gravi del proprietario, e che lo induce a pensare che i genitori del suo cucciolo non fossero sani anche se avevano il certificato di assenza di displasia e che quindi l’allevatore era poco serio, ma questo nella maggior parte dei casi non corrisponde al vero. Infatti anche se la displasia all’anca sembra una malattia “semplice” in realtà è una malattia poligenetica, che è causata da parecchi geni, con un’influenza ambientale.

Così alcuni cani che sono predisposti  alla malattia dai loro geni non la svilupperanno se nelle loro vite mancheranno i fattori ambientali . L’ articolazione dell’anca è composta dalla “sfera” della testa del femore e dall’acetabolo della cinta pelvica.

oltre che dal complesso dei tendini e dei legamenti. La malformazione della testa del femore o dell’acetabolo o della struttura dei tendini e dei muscoli da la “malattia”. Ma la malattia non è semplice come questa descrizione. Un cane può essere displasico in uno o entrambe le anche, possono avere un acetabolo poco profondo e una sfera normale, una sfera deforme e uno acetabolo normale.

Uno acetabolo poco profondo e una sfera deforme, un giunto mal allineato, i legamenti allentati, o una combinazione di questi problemi strutturali complicati dai fattori ambientali quale il tasso di crescita, il livello di nutrizione e l’esercitazione. I cuccioli a crescita rapida di grandi razze sono i più a rischio, anche se entrambi i genitori avessero anche eccellenti, perché le loro ossa, muscoli, tendini e legamenti possono svilupparsi a tassi differenti. 

sana
media
displasia dell'anca grave

sopra articolazione normale al centro con lieve displasia mentre sotto displasia grave

Link Sponsorizzati:

Trattamento

L’ambulatorio è auspicabile per cani con displasia grave e i medici veterinari possono sostituire l’anca con un giunto artificiale.

Tuttavia, per la maggior parte dei cani si cerca di diminuire soltanto il dolore diminuendo l’esercizio fisico e mettendolo a dieta. Molti cani displasici sono di peso eccessivo e questo esercita una pressione eccessiva sulle sue anche. Un metodo che può avere degli ottimi risultati perché rinforza i muscoli e i legamenti senza pero sforzare la già precaria articolazione dell’anca sono dai 15 ai 20 minuti di nuoto al giorno.

Le terapie farmacologiche Utili sono analgesici e antinfiammatori sotto stretto controllo del medico veterinario.. Ci sono casi in cui l’ambulatorio è necessario. Se il cane non risponde alle terapie scelte e continua ad essere dolorante, un veterinario può suggerire uno di seguenti ambulatori:

· Triplice osteotomia pelvica , una procedura per stabilizzare il giunto e per impedire i cambiamenti degeneranti che accompagnano lo sforzo del peso- su un’anca anormale;

· Rimontaggio totale dell’anca.

La decisione sul tipo di chirurgia è basata sull’età del cane, del progresso della malattia e della salute generale dell’animale.

Please follow and like us: