Pagina 2 di 9 PrimaPrima 1234 ... UltimaUltima
Risultati da 11 a 20 di 83

Discussione: ahhh! ma è un pinscher medio!

  1. #11
    Member

    User Info Menu

    concordo con tutto quello che hai scritto qui sopra,e' per questo che sono pro peedigree,proprio per la selezione e se tutti noi comprassimo cani in allevamento anziche' in negozio o nelle cucciolate casalinghe forse questa pratica andrebbe pian piano scemando.Qui si sta parlando del pincher ma ci sono un infinita' di razze con tare e difetti genetici che se non ben selezionate creano dei soggetti malati.

  2. #12
    Senior Member

    User Info Menu

    Io credo che le critiche non siano sulle incerte provenienze dato che si parla di incroci pinscher/chiwhawha, ma si riferiscono al fatto che i padroni di questi se ne vantano non sapendo nemmeno i rischi che corrono questi poveri piccoli e per di più quasi prendendo noi per il culo.
    Anche il mio Dylan è senza pedigree (ho già spiegato tutto in un altro topic...) ma appena è possibile, come mi è stato consigliato quest'estate durante un esposizione, ho intenzione di ottenere l'attestato di tipicità, nonostante superi i fatidici 30 cm (il che per me è un bene!) mi hanno detto che è un ottimo esemplare, certo, di sicuro non potrà essere un campione come gli zwerg di Kristianden (i migliori secondo me!) ma secondo esperti è molto bello e per me, inutile dirlo, è stupendo! [:158]
    C'è da dire che a volte si vedono cani con pedigree che sono ùrendi e purtroppo ho visto "allevamenti" che allevano 20.000 razze con il suffisso dell'ENCI, secondo me i controlli dovrebbero essere un po' più severi! [:106]

    Cooomunque, tornando all'argomento del topic aperto da rana...capita spessissimo anche a me, ho deciso che il prossimo che mi viene a dire che il mio non è nano ma è medio e che il pinscher nano è grosso quanto il chiwhawha si becca una testata! [:258]

    <div align="center" id="quote2"><table class="quote"><tr><td class="quotetd"></td></tr><tr><td class="quotetd2"><span class="quotetext">Martinetta ha scritto:

    faremo meglio a cambiare la nostra risposta... diremo d'ora in poi, che abbiamo un meticcio talmente bello da poter passare per un esemplare pluri blasonato!</span></td></tr></table></div align="center" id="quote2">
    Questa è stupenda, me la segno almeno la prossima volta risponderò così!
    <center><i> Un cane non se ne fa niente di macchine costose, case grandi o vestiti firmati, un bastone marcio per lui è sufficiente. A un cane non importa se sei ricco o povero, brillante o imbranato, intelligente o stupido...se gli dai il tuo cuore lui ti darà il suo...Di quante persone si può dire lo stesso? Quante persone ti fanno sentire unico, puro, speciale? Quante persone possono farti sentire...straordinario?</i></center><div align=\"right\"><i>Io & Marley</i></div id=\"right\">
    <center>http://pdgf.pitapata.com/2Bcdp2.png</center>

  3. #13
    Member

    User Info Menu

    scusate,non voglio essere rompiballe,daccordissimo sul fatto che si tende dannatamente a rimpicciolire incrociando a discapito della salute di questi piccoli cani.Questo avviene anche nei chihuahua.Lo standard va da 1chilo emmezzo ai 3 emmezzo, ma spesso si trovano poveri cagnolini da 800 grammi un chilo da adulti.Per non parlare degli yorkshire,che rimpiccioliti sembrano quasi spennacchiati,con quel pelo fine e sottile che si ritrovano.Ma spesso,anche un pincher perfettamente tipico e in standard,puo' nascondere dietro qualche meticciamento con qualche cane toy.Io conosco una persona che ha una femmina di pincher di tre chili,e un maschietto di un chilo emmezzo. Ha fatto qualche cucciolata e gli ultimi tre cuccioli,sono diventati da adulti,piu' tipici e grossi della mamma,pur avendo un papa' toy.Probabilmente,chi lo ha acquistato,e' convinto di avere un pincher perfettamente in standard e tipico.Penso che il peedigree,a qualcosa servira',o no?E comunque,ribadisco.I veri zwergpincher non sono quelli che si vedono in giro adesso,anche se in misura,sono un altra cosa...

  4. #14
    Senior Member

    User Info Menu

    ma infatti annella...come ha ben sottolineato shane qui volevo sottolineare più una pratica ahimè diffusa e sicuramente tragica per una futura vagonata di canini che, costretti a seguir la moda, nasceranno con problemi vari, saran piccolissimi, come moda prevede, ma avranno anche tutta una serie di acciacchi che proprio tipici della razza non sono (anzi avranno acciacchi talmente variabili da non poter essere nemmeno preventivati causati proprio dal mixaggio forzato e reiterato con esemplari sempre più piccoli).
    Quando si parla di pedigree mi trovi in perfetto accordo sulla loro valenza e importanza.
    ma meno male che ci sono allevatori (seri) che fan di tutto per preservar le caratteristiche di una razza specifica!
    se adottassimo tutti solo canini meticci facendo anche meritevolissime opere di buon cuore, sia chiaro, prendendoli al canile...molte, moltissime razze se non proprio tutte, sparirebbero dalla faccia della terra (che brutto, lo so che par quasi un discorso sulla purezza della razza di hitleriana memoria ma in fondo di questo davvero si tratta!)...
    quando dici che se tutti noi amanti dei cani mediamente piccoli (chiamiamoli così valà così anche i passanti saran contenti ) comprassimo solo cani certificati sarebbe meglio...dici anche una cosa sacrosanta ma ben poco applicabile proprio per un discorso puramente economico, lo dico senza vergogna, io non spendo certe cifre a cuor leggero (molte manco potrei permettermele e altre non riesco a concedermele per educazione improntata al risparmio in previsione di tempi bui -e meno male visto e consdierato che per me son già arrivati-)...
    non so quindi cosa auspicare...forse se le cifre richieste (anche in modo motivato nè) dai vari allevatori fossero più basse (e non dico nemmeno ragionevoli proprio perchè forse quello già lo sono), ecco forse a quel punto ci sarebbe un commercio parallelo ridotto o nullo visto e consdierato che al momento ho visto cifre per me già folli che chiedono per un pinscher nano senza pedegree dai 450 ai 500 euro (e c'è un mercato a questi prezzi!)...
    il mio intervento un po' rognoso voleva quasi proseguire sul filo di questa http://www.inseparabileforum.com/for...C_ID_41529.htm discussione applicandola, ovviamene, a questa razza specifica, una forse di quelle più massacrate dal "virus del toysmo"...(e proseguo questa polemica proprio con la forza rognosa che hanno i fumatori pentiti contro al fumo e ai fumatori, proprio io che, non intendendomene per nulla, ero a caccia di un canetopo! )
    p.s. per senso di responsabilità civile son certa che molti di noi possessori di microcani non li faremo riprodurre apposta, anzi molti di noi li sterilizzano subito sapendo che comunque sia un mercato parallelo ci sarà sempre e comunque... e non vogliamo entrare in quei circuiti più di quanto, per un motivo o per l'altro, abbiamo in pratica già fatto (posso parlare per me, in pratica ho quasi fatto un'adozione di emergenza pagando davvero solo le spese veterinarie, insomma il padrone della mamma di asdru non credo ci abbia guadagnato granchè e va benissimo così, anche per lui che voleva comunque far sopravvivere questo incidentino di percorso non preventivato! )

  5. #15
    Member

    User Info Menu

    ripeto,sono d'accordo con quello che dici,ma se dobbiamo pensare che un cane in un buon allevamento costa troppo e non possiamo permetterci un cane di razza,allora sarebbe bene andare in canile,visto che di cani sventurati ce ne sono un infinita'.Io sto cercando di risparmiare per comprarmi un cane della razza che mi piace,ma stai certa che,se non potro' permettermi 1200 euro,sicuramente non cerchero' di spenderne la meta',per risparmiare,per trovarmi un cane simil razza,di cui non conosco assolutamente niente.Parlare di salute significa anche questo.Ogni razza e' portatrice di diverse malattie genetiche.Il labrador puo' essere displasico,il cavalier e' soggetto a crisi epilettiche,ecc ecc...,il pincher ha problemi di rotule.Tutti fattori che se non vengono controllati dalla selezione,e non dico il multirazza,ma allevatori seri,possono saltare fuori.E tutti noi,comprando cani senza peedigree e senza selezione,contribuiamo al non controllo della salute di questi poveri cuccioli.Per quanto riguarda il costo del cucciolo in allevamento,se vogliamo guardare il lavoro,controlli,visite,integratori,soldi che spende l'allevatore per le mostre ecc..e per dare il meglio a chi SPENDE soldi per comprare un cucciolo,a m io parere se li guadagna tutti.Sembra quasi che vogliamo trovare una giustificazione per aver peccato di 'ignoranza' nel comprare un cucciolo senza pp.Ripeto,senza offesa,ma e' il mio punto di vista.

  6. #16
    Senior Member

    User Info Menu

    ma va benissimo il tuo punto di vista...figurati...
    io l'ho sempre detto: ho cercato, già anni fa, un cucciolo, di qualsiasi razza, ma piccolo, in canile.
    mi sarebbe andato benissimo...
    aitando in appartamente per me la taglia era davvero fodnamentale.
    lì ahimè serve la congiunzione astrale favorevole...o trovi una delle due richieste o l'altra...anche perchè c'è comunque sempre il rischio di portare a casa un cucciolo che rimarrà piccolo sulla carta ma che poi crescerà in maniera assolutamente imprevista e ben oltre un limite di tolleranza abitativa preventivato...(e ad una mia amica è capitato proprio quello, cane meraviglioso preso da cucciolo per taglia piccola e da adulto rivelatosi al limite massimo della taglia media...e in appartamento per tutto il bene che le può volere...son comunque problemi), prendendo un meticcetto presumibilmente di quella similrazza, con genitori conosciuti, si sa che la futura taglia da adulto potrà essere comunque variabile ma entro certi limiti che io chiamo, appunto, di tolleranza preventivata .
    in agosto avevo anche trovato un pinscher di 3 anni in cerca di adozione...ok, mio, lo adotto al volo! ma lì ci fu il veto della veterinaria che conoscendo molto bene il carattere, tostissimo, del mio gattone, sentenziò senza appello: quella pantera può provare ad affezionarsi solo ad un cucciolo, un cane adulto in casa e sarebbe un massacro, per tutti.
    quindi son tornata in caccia del cucciolo..e di taglia piccola...

    e qui vorrei anche aprire una parentesi rivolta soprattutto agli allevatori o a chi ha preso cani di razza...
    ma com'è che in giro si sente anche molto parlare (e bene) di quel tal allevamento di quel tal allevatore ecc...
    si vedon le foto...vengon lanciati avvisi di nascita con conseguente velato annuncio di vendita...
    ma di prezzi non si parla mai?!
    ma mai mai mai nè...
    girovagando per la rete tempo fa inciampai in un sito di vendita di cani di razze varie, tutti con pedegree, tutto assolutamente regolare...peccato che proponessero anche l'eventuale spedizione del cucciolo (tutto seguendo la legge e le normative, sia chiaro!), pratica che mi lasciò effettivamente un po' gelata soprattutto una volta constatato l'indirizzo ...all'estero (est, casualmente)...
    non sapendo i prezzi degli allevatori italiani (segretissimi da sempre per carità non sia mai che vengan nemmeno bisbigliati all'orecchio di chicchesssia) pensai anche che quei prezzi fossero effettivamente concorrenziali...
    parlandone in altri fora di settore è saltato fuori che son perfettamente allineati con quelli italiani.
    a quel punto mi chiedo: perchè comrpar là allo stesso prezzo di qua con però rischi sicuramente più alti di far fare un brutto viaggio ad un cucciolo spedito ovunque tipo busta preaffrancata?!
    e mi son pure data la risposta da sola, son meglio di marzullo quando mi ci metto...
    molte, moltissime persone, non avendo idea delle cifre di cui si parla per cani di allemaneti italiani, pensan di rispamriare comprando altrove.
    quindi, appello diretto a tutti gli allevatori in ascolto:
    state facendo un lavoro serio? avete tarato il prezzo di vendita tenendo conto dei costi effettivi e del giusto margine di guadagno di quello che per voi è un lavoro fatto con onestà e passione?
    per molti di voi direi che le risposte son sì a tutte le mie domande...
    quindi parlate anche in pubblico di cifre...vi prego, forse facendolo senza vergogna (e non si capisce che ci sarebbe da vergognarsi tra l'altro!), forse si andrebbe anche a far diminuire un mercato parallelo basato sicuramente anche sull'ignoranza (della consapevolezza dei rischi effettivi, dell'illegalità stessa di molte compravendite e ultimo ma non ultimo, dell'igonranza delle cifre ufficiali che spesso, anche erroneamente, vengono immaginate follemente alte, così tanto da non arrivare nemmeno a chiederle !).

  7. #17
    Senior Member

    User Info Menu

    Se andata a rileggere gli interventi in questa sezione molto spesso si è parlato di questo problema.
    Bisogna considerare che esistono linee di sangue differenti. Alcune tendevano a superare i limiti di taglia. Certo è che lo zwerg non è nato come microcane e non dovrebbe avere nulla a che vedere col "toy".
    Poi non è una novità, perché ostinarsi a negarla, che nella formazione di qualsiasi razza vi sono razze diverse.
    Quello che dico io è che, pedigree o meno, questa pericolosa virata verso il così detto pinscher toy snatura completamente la razza e le sue origini.
    Il cane con pedigree non è milgiore in termini di "qualità" del cane che non lo ha.
    Tutti ben sappiamo che il cane non è un oggetto, quindi il pedigree non è un certificato o un blasone!
    Ci sono vari motivi per avere o non avere il pedigree, uno semplicemente può essere legato al fatto che per ragioni ignote opinabili o meno non ne è stata fatta richiesta all'enci.
    Indipendentemente da questo anche il cane con pedigree (vedi Susy, ha un pedigree che tra l'altro era nolto vicino a quello di un cane che ha vinto più di un titolo il cui proprietario scriveva qui ma ha dei difetti da un punto di vista estetico e strutturale) può non essere particolarmente in linea con quelli che sono i criteri del bel pinscher nano per la cinoflila del momento. Di fatto, lo standard e il cane si evolvono e se andiamo a controllare quelli che erano i pastori tedeschi di 40 anni fa li vedremo differenti da quelli di oggi.
    Il pedigree dovrebbe essere la dimostrazione del lavoro che dovrebbe fare un allevatore serio amante della razza.
    Se questo lavoro non c'è, il pezzo di carta da solo serve a poco.
    Alessandra e Susy (zwergpinscher, 14 Nov 2004)

    Il problema dell\'umanità è che gli stupidi sono strasicuri, mentre gli intelligenti sono pieni di dubbi.
    (B. Russell)

    Non c\'è prepotenza che possa fare un uomo debole che lo renda forte agli occhi degli altri

  8. #18
    Senior Member

    User Info Menu

    <div align="center" id="quote2"><table class="quote"><tr><td class="quotetd"></td></tr><tr><td class="quotetd2"><span class="quotetext">rananera ha scritto:


    quindi parlate anche in pubblico di cifre...vi prego, forse facendolo senza vergogna (e non si capisce che ci sarebbe da vergognarsi tra l'altro!), forse si andrebbe anche a far diminuire un mercato parallelo basato sicuramente anche sull'ignoranza (della consapevolezza dei rischi effettivi, dell'illegalità stessa di molte compravendite e ultimo ma non ultimo, dell'igonranza delle cifre ufficiali che spesso, anche erroneamente, vengono immaginate follemente alte, così tanto da non arrivare nemmeno a chiederle !).
    </span></td></tr></table></div align="center" id="quote2">

    Rananera però quello che scrivi nno è il corretto modo di approcciarsi alla scelta di un cucciolo di razza!
    Non che io abbia fatto meglio eh... con tutto ciò non ho speso le cifre esorbitanti di cui parlate.
    Detto questo se si sceglie un cane di razza non lo si fa per la taglia, almeno non solo per la taglia, si sceglie in base alla caratteristiche nella sua indole, le esigenze di movimento, si cerca di capire quali sono i problemi più ricorrenti in questo tipo di cane e quindi si visitano degli allevamenti per farsi un'idea.
    Poi eventualmente si sceglie il cucciolo.
    Altrimenti si va a fortuna.
    La mia non è una critica, è solo un voler sensibilizzare sui motivi per cui speculano tanti cagnari (soprattutto in questo periodo di Natale, aihmé) trattando i cani come una merce.
    Alessandra e Susy (zwergpinscher, 14 Nov 2004)

    Il problema dell\'umanità è che gli stupidi sono strasicuri, mentre gli intelligenti sono pieni di dubbi.
    (B. Russell)

    Non c\'è prepotenza che possa fare un uomo debole che lo renda forte agli occhi degli altri

  9. #19
    Member

    User Info Menu

    Lilo,mi trovo con quello che dici,pero' la mia opinione resta sempre la stessa.Se si vuole pagare un cane di razza,esso deve essere di razza,e,fino a prova contraria,il peedigree e' l'unico documento che lo puo' attestare.E' vero, ci sono dei cani con peedigree,con difetti e magari meno belli di uno che non cel'ha,ma se si sceglie un allevatore serio,che seleziona per bene in tutto e per tutto,penso che questo tipo di problema si riduca di parecchio.Non trovo corretto giustificare che un cane senza peedigree possa essere migliore di uno con peedigree,altrimenti la gente continuera' a convincersi che il peedigree,non serve a niente e invece di rivolgersi ad allevamenti seri,prendera' altre strade,pensando,risparmiando,trovo lo stesso un cucciolo bello e sano,alimentando i cagnari.

  10. #20
    Senior Member

    User Info Menu

    lilo...prima di decidere per l'entrata in famiglia di un cane...chhiunque immagino si porrà determinate domande (vabbè chiunque per modo di dire...ci son poi migliaia di persone che lo regalano o se lo regalano per natale per poi scoprire di non poterlo gestire abbandonandolo prima di pasqua...ma di questi essere poco umani preferisco non parlare, ovvio).
    le domande saranno innanzitutto sulle motivazioni morali, epatiche, affettive ecc che ti portano a desiderare un quadrupde...
    poi si passerà all'attento esame dei tempi personali, ore libere, ore da dedicare al bestio, tempo passato fuori casa e dentro casa ecc (io ad esempio, sicuramente sbagliando, comprendo poco i tantissimi ottimi padroni di cani che affermano di star fuori casa dalle 7 di mattina alle 19...ma appunto forse davvero basterà organizzarsi con dog sitter e affini, mah, qui mi tengo le mie perplessità e son prontissima ad esser smentita o convinta anche in senso opposto a come la penso ora).
    una volta presa la decisione la prima, primissima scelta da fare sarà proprio la taglia del cane, anche prima dell'eventuale indole e delle possibili compatibilità con il carattere dell'umano convivente.
    per capirci...io sicuramente, pigrissima e tendente al llllento, so che sarei perfetta come affinità con un alano, una splendida statua, oh yeah...
    'ndo lo metto che abito in appartamento nemmeno immenso???!
    ...ma ribadisco: parliamo, parlate di prezzi degli allevamenti, fatelo almeno nei siti personali, mettete un prezzo indicativo specificando anche che potrà variare...ma mettete un numero, è brutto da ammettere ma viviamo nella società dei consumi, si paga tutto, anche l'aria che respiriamo...amici quadrupedi compresi!


Pagina 2 di 9 PrimaPrima 1234 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Medio o Grande
    Di Lalletta nel forum BARBONE
    Risposte: 63
    Ultimo Messaggio: 03-11-13, 02:09 PM
  2. Spitz medio
    Di Coccinella95 nel forum LE RAZZE
    Risposte: 23
    Ultimo Messaggio: 29-06-10, 07:48 PM
  3. Toy- nano- medio
    Di yack670 nel forum BARBONE
    Risposte: 49
    Ultimo Messaggio: 05-04-07, 06:46 PM
  4. Il Barbone medio
    Di Lo nel forum IL CUCCIOLO
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 21-08-05, 01:01 AM
  5. Ahhh le donne
    Di Fabry nel forum ANIMALZELIG
    Risposte: 35
    Ultimo Messaggio: 09-07-04, 08:58 PM

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato