Risultati da 1 a 2 di 2

Discussione: I gatti preferiscono le donne?

  1. #1
    Junior Member

    User Info Menu

    I gatti preferiscono le donne?

    Ho trovato questi 3 articoli...cosa ne pensate?


    Ora c'è la prova scientifica: i gatti preferiscono le donne .

    Se il cane e’ il miglior amico dell’uomo, il gatto sembra essere quello della donna.

    Lo afferma una ricerca pubblicata dalla rivista Behavioural Processes, secondo cui non solo il felino preferisce avere interazioni con la padrona, ma riesce anche a ‘manipolarla’, utilizzando tecniche molto simili a quelle che userebbe un neonato con la propria mamma.

    Lo studio dell’universita’ di Vienna ha analizzato con dei video il comportamento di 41 gatti, studiando le interazioni con i padroni, sottoponendo le osservazioni ad un’analisi statistica e determinando anche il carattere dell’animale con una serie di test.

    Il risultato principale e’ che il felino preferisce avere contatti sociali con le donne, che sono oggetto di fusa e miagolii tre volte piu’ degli uomini: “I gatti approcciano le padrone piu’ frequentemente - conferma Manuela Wedl, uno degli autori della ricerca, al sito di Discovery Channel - e cerca il contatto molto piu’ frequentemente, saltando loro addosso ad esempio, piu’ di quanto non facciano con i padroni maschi. Di sicuro il rapporto e’ piu’ stretto tra le donne e il gatto, qualunque sia il sesso dell’animale”.

    Uno degli ambiti principali dove il gatto utilizza le sue tattiche, spiegano gli esperti, e’ quello del cibo: “Questo tipo di interazione - continua Wedl - e’ molto simile a quella che c’e’ tra un neonato e la mamma, e come in quel caso anche in questo e’ il cucciolo che comanda”.

    Il rapporto fra gatto e padrona pero’ non si limita solo al cibo: la ricerca ha scoperto che l’animale riesce a influenzare il comportamento dei padroni con tutta una serie di gesti, che vanno dal semplice muovere la coda a tutta una serie di modi diversi di fare le fusa.

    I felini sembrano anche ricambiare i favori dei padroni, che se sono bravi a capire e soddisfare le loro esigenze avranno in premio qualche coccola in piu’ piu’ tardi: “Un uomo e un gatto sviluppano una serie di complessi rituali - si legge nello studio - che prevedono la comprensione dei bisogni e delle inclinazioni reciproche”.

    Lo studio ha confermato una serie di osservazioni che avevano fatto gli altri scienziati, tutti convinti che i gatti abbiano dei mezzi di ‘coercizione psicologica’ nei confronti dei padroni. La piu’ sorprendente e’ stata pubblicata pochi mesi fa sulla rivista Current Biology, secondo cui i felini riescono a modulare le fusa sulla stessa frequenza dei pianti dei bambini, rendendole irresistibili, se hanno qualche desiderio particolare.

    I gatti preferiscono le donne
    Per il gatto, il rapporto fondamentale è quello con la madre. Si potrebbe dire che questo è valido per tutti i mammiferi. Ma i gatti, nel seguito della loro vita, non avranno un branco organizzato con le sue regole e non andranno a scuola. È dalla madre che ricevono cibo, affetto ed educazione. È la gatta che insegna come comportarsi, come cacciare, cosa mangiare e chi considerare amico. Insomma, i micini apprendono dalla madre quelle che saranno poi le loro “tradizioni culturali”. E a questo rapporto primario, torna il gatto quando chiede qualcosa agli umani. Torna ad essere il bambino che fa le richieste alla mamma, un cucciolo affamato che chiede cibo e affetto (e le due cose non sono poi così diverse) e a questo richiamo è molto più facile che risponda una femmina piuttosto che un maschio. Dall'altra parte abbiamo la donna, indiscutibilmente sensibile ai richiami infantili, alla richiesta di cibo e di accudimento. Ed ecco che le due esigenze si incontrano: un eterno bambino che chiede, anche se pesa otto chili ed ha la forza di una tigre e una "mamma" pronta a nutrire e accudire.
    Gli esseri umani hanno questo di distintivo fra le specie: tendono a costruire relazioni con tutti. Ma secondo un recente studio, anche i gatti non se la cavano male in proposito: si 'relazionano' egregiamente con gli uomini per esempio, fino addirittura a manipolarli. E privilegiano con decisione le donne. A sfatare il mito dell’indifferenza felina alla convivenza con gli umani è un gruppo di ricercatori dell’Università di Vienna, guidati dal Dott. Kurt Kotrschal della Konrad Lorenz-Research Station: il team ha video-documentato e analizzato il comportamento di 41 coppie gatto-padrone per quattro archi di tempo piuttosto lunghi, ed ha annotato i comportamenti di entrambe le parti sia come singoli che come coppie.

    Dall’osservazione e lo studio di questi comportamenti è emerso che le due parti si influenzano moltissimo a vicenda, e benché i gatti risultino bendisposti verso il contatto sociale in generale, la preferenza per le donne è netta (l’emissione di fusa o miagolii è tre volte maggiore che verso degli uomini).

    Gatto e padrona sviluppano infatti “una serie di complessi rituali” secondo quanto si legge nello studio, “che prevedono la comprensione dei bisogni e delle inclinazioni reciproche”: ciò vuol dire che anche il fascinoso felino di casa impara a conoscere e capire la sua padrona, e questo gli consente in alcune occasioni di persuaderla per i suoi scopi.

    E’ quello che succede per esempio nel caso eclatante della richiesta cibo: nell’esprimere il loro bisogno di mangiare, i gatti usano tecniche di coercizione il cui atteggiamento è paragonabile a quello di un neonato con la propria mamma: e ovviamente il risultato è che sono irresistibili. Alcuni scienziati ritengono che i felini domestici possano persino modulare fusa e miagolii sulla stessa frequenza dei pianti di un bambino, se necessario.

    C’è poi tutta una lista di altri segnali più sottili con cui influenzano il comportamento umano; non sono necessariamente legati al cibo e vanno dal semplice movimento della coda alle diverse tipologie di effusioni.

    Se però il sesso sembra aver fatto la differenza nella componente umana della coppia, c’è da dire che nei gatti non risulta avere alcuna rilevanza ai fini dell’interazione: maschi o femmine che siano, la loro inclinazione a socializzare più con le donne non cambia, né cambiano le tecniche di ‘seduzione’ con cui ottengono da loro ciò che desiderano.

  2. #2
    Senior Member

    User Info Menu

    Trovo gli articoli interessanti. Dimostrano quanto il mondo felino sia complesso e interessante da capire
    Deisy

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato