Risultati da 1 a 4 di 4

Discussione: Trasferimento. E il cane?

  1. #1
    Senior Member

    User Info Menu

    Trasferimento. E il cane?

    Ciao a tutti. Non scrivo da un po' ma vi seguo sempre. Non so chi di voi si ricorda di me e del mio Igor.







    Adesso il cucciolone ha 4 anni. quattro anni passati in campagna. Non ha mai amato gli ambienti chiusi, nonostante potesse stare in casa, ma ha sempre preferito stare fuori (nel terreno recintato).

    Adesso si avvicina il momento di andare a vivere con il mio ragazzo, che è di Torino, e staremmo in un piccolo appartamento in città.
    Ho sempre avuto in testa l'idea che quando fossi andata via di casa lui sarebbe venuto via con me. E non ho cambiato il modo di pensare a proposito del mio cucciolone.
    Mio padre però dice che secondo lui Igor vedendosi costretto di colpo in appartamento ne soffrirebbe. E' un cane molto molto attivo, passa le giornate correndo , giocando, scavando buche ovunque, seppellendo cibo e giochi, senza stancarsi mai.
    Mi ero messa in testa magari, per farlo sentire meno costretto, di portarlo spesso a correre.. ma questo posso farlo magari 2 volte la settimana.
    Voi cosa mi consigliate? Qualcuno ha vissuto un esperienza simile? come si è comportato il cane?




  2. #2
    Senior Member

    User Info Menu

    Io penso che per un cane la cosa migliore sia stare con il suo padrone (o la sua padrona, in questo caso)... Ovviamente cambiare abitudini non è semplice, nè per te, nè per lui! Forse portarlo a correre 2 volte la settimana è un po' poco, ti consiglierei di farlo più spesso! Ma sicuramente c'è qualcuno più esperto di me su questo forum!

  3. #3
    Senior Member

    User Info Menu

    Ti porto subito la mia esperienza personale"
    1° barboncino taglia nana svezzato e cresciuto per 1 anno in giardino poi per 1 anno in appartamento, poi appartaento con giardino poi appartamento poi ancora appartamento con giardino (totale 18 anni)

    2° Cocker americano 3 anni e mezzo in casa con giardino e poi in appartamento
    Certo il tuo cane sembra essere di taglia superiore a quelli che ho avuto io ma quello di cui io mi preoccuperei di più sarebbero i vicini di casa nel caso arrecasse disturbo purtroppo sono anch'io di Torino e so come sono fatti :delicati di orecchio (sentivano il gatto camminare)......stendiamo un velo pietoso, ad ogni buon conto puoi sempre provare e al limite riportarlo a casa dei tuoi
    Magari un po' di pazienza per abituarlo ai tuoi nuovi orari e cercare di abituarlo gradatamente ad aspettarti da solo a casa, ma se tu sei per lui il suo capo ti seguirà in capo al mondo, sta a te farlo stare al meglio
    Ciao e auguri

  4. #4
    Senior Member

    User Info Menu

    com'è che ho la sensazione che tuo padre se lo terrebbe volentieri?
    A parte la battuta, è più legato a te o a tuo padre? O meglio, è il tuo cane inseparabile o è il cane di famiglia? Se è il cane di famiglia si adatterebbe senz'altro a restare nella casa con i tuoi.

Discussioni Simili

  1. trasferimento
    Di martdal nel forum COMPORTAMENTO&EDUCAZIONE
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 22-02-11, 08:16 AM
  2. trasferimento, che fare?
    Di SMeRAlda nel forum RETRIEVERS
    Risposte: 10
    Ultimo Messaggio: 09-09-08, 03:41 PM
  3. trasferimento dm
    Di franco nel forum ESTRILDIDI
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 24-07-03, 09:11 AM

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •