Pagina 1 di 5 123 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 49

Discussione: IL CANARINO DI COLORE - Varietà e genetica

  1. #1
    Senior Member

    User Info Menu

    IL CANARINO DI COLORE - Varietà e genetica

    I canarini di colore sono senza dubbio i più conosciuti e i più allevati. Come lo stesso nome indica, si tratta di canarini selezionati principalmente per il colore del piumaggio, colore al quale molto hanno contribuito gli incroci selettivi con un'altro fringillide, il Cardinalino del Venezuela.
    Le varietà di colore sono moltissime; prima di partire con delle descrizioni più dettagliate è utile soffermarci alla comprensione di alcuni termini, qui spiegati in maniera molto semplice per non dilungarci troppo.


    <center>LE MELANINE</center>

    Sono granuli microscopici di colore nero o bruno, che si trovano nelle piume, nella pelle e nell'occhio del canarino e hanno la tendenza a raggrupparsi in aree ben definite del piumaggio, andando praticamente a costituire il "disegno" dell'animale.

    <center>I LIPOCROMI</center>

    Sono sostanze carotenoidi che determinano il colore del piumaggio. Questi possono essere di colore rosso, giallo o mancare del tutto. Nel primo caso la colorazione andrà dal rosso al bronzo, nel secondo dal giallo al verde e nel terzo dal bianco all'ardesia.
    Anche la distribuzione dei lipocromi cambia: se arrivano fino all'apice delle piume avremo la colorazione INTENSA, se mancano sul bordo esterno la colorazione sarà BRINATA, se sono limitate solo in alcune aree (per lo più sopracciglia, spalline e codione), avremo la colorazione MOSAICO.

    Melanine e lipocromi ci aiutano a definire il "tipo" e la "varietà" del canarino, termini con i quali indichiamo rispettivamente il disegno melanico per il tipo e il colore lipocromico per la varietà.
    Al "tipo" e alla "varietà" subentrerà poi anche la "categoria" che definirà se il nostro canarino sarà un intenso, un brinato oppure un mosaico.

    Detto questo, possiamo ancora tracciare una successiva differenza, quella tra
    canarini lipocromici e canarini melanici , cioè soggetti a fondo chiaro e a fondo scuro. Non è consigliato accoppiare melanici e lipocromici tra loro perchè si otterebbero solo novelli pezzati, poco appetiti in commercio e non graditi alle esposizioni.
    Se fossi piu\' simpatico sarei meno antipatico.

  2. #2
    Senior Member

    User Info Menu

    Resta sempre valido il discorso sulle categorie, che saranno sempre: Intenso, Brinato e Mosaico.
    Categorie di cui dovremo sempre tener conto per gli accoppiamenti


    <center>ACCOPPIAMENTI CONSIGLIATI E RISULTATI TEORICI</center>

    INTENSO X BRINATO = 50% Intensi e 50% Brinati

    MOSAICO X MOSAICO = 100% MOSAICO

    MOSAICO maschio X INTENSO femmina = maschi Intenso portatori di Mosaico e femmine Mosaico.

    In teoria l'Intenso è dominante nei confronti del brinati, mentre il fattore Mosaico è legato al sesso.
    La categoria Mosaico presenta inoltre una caratteristica molto utile, specie ai principianti, che aiuta a distinguere i maschi dalle femmine in base alla colorazione. Un esempio:


    <center>Mosaico Giallo maschio</center>

    <center></center>

    <center>Mosaico Giallo femmina</center>

    <center></center>

    Foto: E.Descamps
    Se fossi piu\' simpatico sarei meno antipatico.

  3. #3
    Senior Member

    User Info Menu

    <center>CANARINI LIPOCROMICI</center>

    Questi canarini hanno perso la melanina presente nel piumaggio anche se ne conservano ancora una piccola quantità nell'organismo, per cui l'occhio sarà scuro.
    Questo comporta anche la scomparsa del disegno e quindi, del tipo, per cui parleremo in questo caso solo di "varietà".
    Rientrano nei lipocrimici le varietà:
    Giallo, Rosso, Bianco Dominante e Recessivo e l'Avorio.

    Meglio fare un'ulteriore precisazione per quel che riguarda il Bianco e l'Avorio.

    Il Bianco Dominante (o Soffuso)presenta delle sfumature gialle o arancio sulle penne delle ali, il Bianco Recessivo invece è completamente bianco.

    L'Avorio è l'unico fattore di diluizione dei lipocromici per cui il colore giallo degraderà fino a diventare color crema, mentre il rosso assumerà una colorazione rosata (Avorio Rosa).


    <center>ACCOPPIAMENTI CONSIGLIATI E RISULTATI TEORICI</center>

    Per snellire un po' il discorso, una / davanti al colore significa "portatori". Ecco gli accoppiamenti che sono da preferire :

    GIALLO X GIALLO = 100% Gialli

    GIALLO X BIANCO DOMINANTE = 50% Gialli e 50% Gialli/Bianco Dominante

    GIALLO X BIANCO RECESSIVO = 100% Gialli/Bianco recessivo

    GIALLO/BIANCO REC. X GIALLO/BIANCO REC. = 25% Gialli, 25% Bianchi rec., 50% Gialli/Bianco rec.

    GIALLO/BIANCO REC. X BIANCO REC. = 50% Gialli/Bianco rec. e 50% Bianco rec.

    ROSSO ARANCIO X ROSSO ARANCIO = 100% Rossoarancio


    <center>ACCOPPIAMENTI SCONSIGLIATI</center>

    BIANCO REC. X BIANCO REC. = 100% Bianco rec. con un'alta percentuale di prole debole

    BIANCO DOMINANTE X BIANCO DOMINANTE = il doppio fattore Bianco dom. è un carattere letale, gli embrioni moriranno nell'uovo

    GIALLO X BIANCO RECESSIVO = 100% Gialli/Bianco recessivo

    GIALLO X ROSSO ARANCIO = 100% Rosso arancio con colore sbiadito

    BIANCO X ROSSO ARANCIO = 50% Bianchi con soffusioni alari arancio e 50% arancio sbiadito.
    Se fossi piu\' simpatico sarei meno antipatico.

  4. #4
    Senior Member

    User Info Menu

    <center>CANARINI MELANICI</center>

    Per questi canarini ovviamente la melanina è ben presente, per cui torneremo a parlare di "tipo".
    Tra i Melanici va fatta ancora una distinzione, ossia, ci sono MELANICI OSSIDATI e MELANICI DILUITI.

    <center>MELANICI OSSIDATI - NERO BRUNO</center>

    Tipo: disegno formato da linee continue su dorso, ali, fianchi, spalle e coda, di colore nero su fondo bruno.
    L'ossidazione è uniforme su tutto il corpo e avremo perciò canarini i cui becco, occhi, zampe ed unghie saranno molto scuri.

    NERO BRUNO A FATTORE GIALLO che dà al piumaggio una tonalità verde ardesia.

    NERO BRUNO A FATTORE BIANCO : corpo ardesia con soffusioni verdastre sulle remiganti.

    NERO BRUNO A FATTORE ROSSO (BRONZO) caratterizzato da una tonalità rosso scuro con tonalità mogano.

    <center>MELANICI OSSIDATI - BRUNO</center>

    BRUNO : si differenzia dai precedenti perchè pur presentando lo stesso disegno, quest'ultimo non è nero ma marrone scuro. Inoltre becco e zampe non sono scure ma carnicine.


    <center>ACCOPPIAMENTI CONSIGLIATI</center>

    Il comportamento genetico è legato al sesso, e bisogna tenerne conto quando si predispongono gli accoppiamenti.
    Per mantenere una buona ossidazione, i Nero bruno andrebbero accoppiati tra loro o al limite con dei Bruni.

    <center>MELANICI DILUITI</center>

    Tipo AGATA: in questo caso la melanina nera viene notevolmente ridotta mentre quella bruna viene quasi totalmente eliminata. L'Agata perciò avrà un disegno non piu' uniforme come negli ossidati, ma formato da striature nere e sottili, spezzettate e mancanti di fondo bruno.
    Un altro particolare inconfondibile sono le sopracciglia chiare e due linee nere ai lati del becco (i "mustacchi"), striature sul dorso dette a "semi di scagliola", becco e zampe carnicine.

    Il tipo AGATA presenta le varietà Agata Giallo (corpo verde-giallo), Agata Argento (grigio argento) e Agata Rosso Arancio (corpo rosso scuro).

    Tipo ISABELLA: in questo caso è la melanina nera a scomparire quasi totalmente, per cui il disegno sarà molto sottile e discontinuo, appena percettibile. Becco e zampe chiari.

    Varietà: Isabella Giallo, Argento (corpo marrone chiaro) e Rosso arancio (rosso chiaro).



    <center>ACCOPPIAMENTI CONSIGLIATI</center>

    Il comportamento genetico è legato al sesso.

    AGATA X AGATA = 100% Agata

    ISABELLA X ISABELLA = 100% Isabella

    Maschio ISABELLA X Femmina AGATA = Maschi Agata/Isabella e femmine ISABELLA

    Maschio AGATA/ISABELLA X Femmina ISABELLA = M. Agata/Isabella, M. Isabella, F. Agata e F. Isabella.




    Se fossi piu\' simpatico sarei meno antipatico.

  5. #5
    Senior Member

    User Info Menu

    Bravissimo Solnyshko

  6. #6
    Senior Member

    User Info Menu

    se si accoppia un bruno x un agata nascono gli isabella...! cioè nascono piccoli con melanine ridotte dalla mutazione bruna e pheomelanine ridotte dall'agata e danno origine agli isabella....Per sogetti destinati a mostre ornitologiche è meglio non accoppiare tra di loro fattori diversi esempio giallo x rosso!

  7. #7
    Senior Member

    User Info Menu

    Luigi88, se accoppi bruno X agata nascono tutti nero-gialli (verdi) e i maschi saranno portatori di bruno e agata, sono i famosi passepartout, che con particolari accoppiamenti ti daranno: verdi, bruni, agata e eccezionalmente un isabella.
    Farlo ai nostri giorni, con l'attuale selezione, vuol dire regredire e peggiorare tutti i tipi.
    Ciao.Giulio G.
    Piano piano,senza fretta,un passo alla volta.

  8. #8
    Senior Member

    User Info Menu

    Parlando di lipocromici, mi permetto di fare alcune correzioni e precisazioni.
    L'Avorio è una mutazione (diluizione)presente sia nei lipocromici che nei melaninici.
    Bianco recessivo X Bianco recessivo si può fare, ma con soggetti di buona taglia e x un numero limitato di accoppiamenti.
    Dopo 2/3 anni è meglio "tagliare" con un Giallo portatore di Bianco rec. altrimenti si indeboliscono troppo, come ha detto Solnyshko.
    Bianco domin. X Bianco domin. dà il 25% di morti in embrione, il 25% di gialli e il 50% di Bianchi domin.(sconsigliato)
    Il Bianco domin. con le due remiganti rosse NON si può più esporre alle mostre.
    Intenso X Mosaico è un accoppiamento cosidetto da "lavoro" serve x migliorare il lipocromo del mosaico, roba da esperti.
    Ciao.Giulio G.
    Piano piano,senza fretta,un passo alla volta.

  9. #9
    Senior Member

    User Info Menu

    Citazione:Messaggio inserito da Giulio G.

    Luigi88, se accoppi bruno X agata nascono tutti nero-gialli (verdi) e i maschi saranno portatori di bruno e agata, sono i famosi passepartout, che con particolari accoppiamenti ti daranno: verdi, bruni, agata e eccezionalmente un isabella.
    Farlo ai nostri giorni, con l'attuale selezione, vuol dire regredire e peggiorare tutti i tipi.
    parlo di Bruno e non di nero non si usa + dire nero bruni il bruno è la mutazione ove le melanine vengono ridotte e rimangono le feomelanine La caratteristica principale di questi Canarini è la grande quantità di feomelanina bruna presente sul loro mantello. Il disegno eumelaninico deve essere simile a quello del nero, con la variante che invece di essere nero è di colore bruno ossidato.
    canarina bruna rosso mosaico

    Immagine:

    13,38*KB
    canarino bruno pastello



    Immagine:

    36,4*KB

  10. #10
    Senior Member

    User Info Menu

    Luigi, per favore, leggi attentamente quello che ho scritto. Non ho scritto Nero bruno, ma Nero giallo, spiegando il xchè.
    Ciao.Giulio G.
    Piano piano,senza fretta,un passo alla volta.

Pagina 1 di 5 123 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Risposte: 114
    Ultimo Messaggio: 26-01-10, 02:30 PM
  2. consiglio colore canarino
    Di di fabio nel forum FRINGILLIDI
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 20-11-09, 04:12 PM
  3. Colore Canarino
    Di Giallobrinato nel forum FRINGILLIDI
    Risposte: 45
    Ultimo Messaggio: 13-09-06, 10:08 AM
  4. gloster x canarino di colore
    Di vitto3@clarence.com nel forum FRINGILLIDI
    Risposte: 16
    Ultimo Messaggio: 13-03-05, 10:15 AM
  5. genetica colore cocorite
    Di jody nel forum PSITTACIFORMI
    Risposte: 8
    Ultimo Messaggio: 19-01-05, 04:47 PM

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato