Pagina 1 di 10 123 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 96

Discussione: ABC della genetica sui dm

  1. #1
    Senior Member

    User Info Menu

    ABC della genetica sui dm

    <h4>Per aiutare i molti utenti che si mostrano sempre più interessati e fanno sempre più domande ricorrenti sulle mutazioni della genetica del diamante mandarino faremo questa piccola guida dove cercheremo di imparare le nozioni essenziali.

    INNANZITUTTO I TERMINI:
    Fenotipo: insieme dei caratteri esteriori di un soggetto (aspetto)
    Genotipo: insieme dei caratteri genetici di un soggetto (corredo cromosomico)

    Recessivo: gene incapace di esprimersi se non portato da entrambi i cromosomi omologhi
    Dominante: contrario di recessivo, capace di esprimersi anche se presente in un solo cromosoma di una coppia di cromosomi omologhi

    Sesso-legato: carattere legato ai cromosomi sessuali, che negli uccelli sono XX per i maschi e XY per le femmine
    Autosomico: carattere legato ai cromosomi non sessuali

    Eumelanina: melanina nera
    Feomelanina: melanina bruna</h4>




  2. #2
    Senior Member

    User Info Menu

    <h4>Le mutazioni più conosciute nel dm sono

    DOMINANTI:
    ciuffato, arruffato, faccia nera, guancia, diluito
    RECESSIVE:
    guancia nera, petto nero, pinguino, isabella, petto arancio, becco giallo
    SESSOLEGATE (e recessive):
    Bruno, dorso chiaro, ino, mascherato (occhi neri e occhi rossi)
    INCOMPLETE:
    Bianco, pezzato, scudato

    </h4>

  3. #3
    Senior Member

    User Info Menu

    <h4>Le mutazioni più conosciute nel dm sono

    DOMINANTI:
    ciuffato, arruffato, faccia nera, guancia, diluito
    RECESSIVE:
    guancia nera, petto nero, pinguino, isabella, petto arancio, becco giallo
    SESSOLEGATE (e recessive):
    Bruno, dorso chiaro, ino, mascherato (occhi neri e occhi rossi)
    INCOMPLETE:
    Bianco, pezzato, scudato

    </h4>

  4. #4
    Senior Member

    User Info Menu

    <h4>Gli accoppiamenti più facili sono quelli tra dominanti e recessivi, che si rifanno alla prima legge di Mendel

    PRIMA LEGGE DI MENDEL (legge della dominanza):
    Accoppiando due individui, uno con caratteristiche genetiche dominanti, e l'altro con caratteristiche genetiche recessive, daranno vita a prole mostrante solo il carattere dominante. Il carattere recessivo sarà però presente nel genotipo, allo stato latente

    Esempio: Se acoppiamo un Grigio (GG dominante) con un Guancia nera (gg recessivo) la prole sarà tutta grigia, ma tutti saranno portatori allo stato latente del fattore guancia nera (Gg ovvero Grigio/guancia nera)



    SECONDA LEGGE DI MENDEL (legge della disgiunzione)
    Accoppiando due individui portatori di un gene recessivo daranno vita a prole mista: il 25% sarà di mutazione dominante e non porterà geni allo stato latente, il 25% mostrerà la mutazione nel fenotipo (quindi sarà un mutato) e il restante 50% sarà di mutazione dominante ma portatrice del gene recessivo

    Esempio: Se accoppiamo due Grigi portatori di Guancia nera (Gg) su quattro pulli otterremo: un Grigio normale (GG), un Guancia nera (gg) e due Grigi portatori di guancia nera (Gg)



    TERZA LEGGE DI MENDEL (legge dell'indipendenza)
    Ogni gene si trasmette indipendentemente dagli altri, rispettando le regole precedenti. Questo significa che i fattori che determinano i caratteri sono indipendenti

    Per affrontare meglio questa legge ci occorrerà in seguito specificare un soggetto particolare: IL PASSEPARTOUT, ovvero un portarore di più mutazioni</h4>

  5. #5
    Senior Member

    User Info Menu

    <h4>Gli accoppiamenti più facili sono quelli tra dominanti e recessivi, che si rifanno alla prima legge di Mendel

    PRIMA LEGGE DI MENDEL (legge della dominanza):
    Accoppiando due individui, uno con caratteristiche genetiche dominanti, e l'altro con caratteristiche genetiche recessive, daranno vita a prole mostrante solo il carattere dominante. Il carattere recessivo sarà però presente nel genotipo, allo stato latente

    Esempio: Se acoppiamo un Grigio (GG dominante) con un Guancia nera (gg recessivo) la prole sarà tutta grigia, ma tutti saranno portatori allo stato latente del fattore guancia nera (Gg ovvero Grigio/guancia nera)



    SECONDA LEGGE DI MENDEL (legge della disgiunzione)
    Accoppiando due individui portatori di un gene recessivo daranno vita a prole mista: il 25% sarà di mutazione dominante e non porterà geni allo stato latente, il 25% mostrerà la mutazione nel fenotipo (quindi sarà un mutato) e il restante 50% sarà di mutazione dominante ma portatrice del gene recessivo

    Esempio: Se accoppiamo due Grigi portatori di Guancia nera (Gg) su quattro pulli otterremo: un Grigio normale (GG), un Guancia nera (gg) e due Grigi portatori di guancia nera (Gg)



    TERZA LEGGE DI MENDEL (legge dell'indipendenza)
    Ogni gene si trasmette indipendentemente dagli altri, rispettando le regole precedenti. Questo significa che i fattori che determinano i caratteri sono indipendenti

    Per affrontare meglio questa legge ci occorrerà in seguito specificare un soggetto particolare: IL PASSEPARTOUT, ovvero un portarore di più mutazioni</h4>

  6. #6
    Senior Member

    User Info Menu

    <h4>MUTAZIONI INCOMPLETE
    La genetica del diamante mandarino ospita un gene che ha fatto dannare tantissimi allevatori: il gene BIANCO o APIGMENTATO
    Molti lo considerano un gene "recessivo", ma non è proprio così:
    Accoppiando un grigio ed un bianco infatti troviamo una bella sorpresa tra i pulli. Essi dovrebbero risultare (per le leggi precedenti citate) tutti grigi portatori di bianco. Invece troviamo soggetti intermedi, ovvero pezzati. Questo perchè il gene del bianco è a "dominanza incompleta" e quindi compare solo in parte nel fenotipo della progenie


    In pratica il gene bianco può non manifestarsi (pulli grigi portatori di bianco), manifestarsi incompletamente (pulli pezzati) e in particolari condizioni manifestarsi completamente (pulli bianchi, di solito si ottengono da grigi portatori di bianco)


    Inoltre i grigi portatori di bianco possono dare vita a pulli pezzati anche se accoppiati con una mutazione dominante e il gene potrà rispuntare nei nipoti e nei pronipoti e in tutta la progenie...


    Ecco perchè è buona regola, per non inquinare il genotipo, accoppiare i bianchi e i pezzati solo tra di loro e non coi melanici. E' da tenere a mente però che molti accoppiamenti tra bianchi puri riducono sensibilmente la taglia e danno vita a pulli più delicati




    </h4>

  7. #7
    Senior Member

    User Info Menu

    <h4>MUTAZIONI INCOMPLETE
    La genetica del diamante mandarino ospita un gene che ha fatto dannare tantissimi allevatori: il gene BIANCO o APIGMENTATO
    Molti lo considerano un gene "recessivo", ma non è proprio così:
    Accoppiando un grigio ed un bianco infatti troviamo una bella sorpresa tra i pulli. Essi dovrebbero risultare (per le leggi precedenti citate) tutti grigi portatori di bianco. Invece troviamo soggetti intermedi, ovvero pezzati. Questo perchè il gene del bianco è a "dominanza incompleta" e quindi compare solo in parte nel fenotipo della progenie


    In pratica il gene bianco può non manifestarsi (pulli grigi portatori di bianco), manifestarsi incompletamente (pulli pezzati) e in particolari condizioni manifestarsi completamente (pulli bianchi, di solito si ottengono da grigi portatori di bianco)


    Inoltre i grigi portatori di bianco possono dare vita a pulli pezzati anche se accoppiati con una mutazione dominante e il gene potrà rispuntare nei nipoti e nei pronipoti e in tutta la progenie...


    Ecco perchè è buona regola, per non inquinare il genotipo, accoppiare i bianchi e i pezzati solo tra di loro e non coi melanici. E' da tenere a mente però che molti accoppiamenti tra bianchi puri riducono sensibilmente la taglia e danno vita a pulli più delicati




    </h4>

  8. #8
    Senior Member

    User Info Menu

    <h4>MUTAZIONI SESSOLEGATE
    Le mutazioni sessolegate forse sono le più ardue da capire. Nel dm ne esistono quattro (delle quali tre sono alleliche, cioè i geni responsabili si trovano nello stesso cromosoma) e sono tutti recessive. Anche nell'uomo abbiamo esempi di geni sessolegati. Malattie genetiche come il daltonismo o la distrofia muscolare vengono trasmesse in forma attiva solo dalle donne.
    Nei diamantini è il maschio a portare il gene del sessolegato. Le femmine sessolegate non trasmettono il gene e quindi i loro figli non lo mostrano nel piumaggio. Accoppiando due sessolegati ovviamente nascono tutti sessolegati. Accoppiando un maschio sessolegato ed una femmina dominate il maschio passerà il gene ai figli ma mentre le femmine saranno sessolegate i maschi saranno dominanti e portatori di sessolegato. Se invee si accoppia una femmina sessolegata ad un maschio dominanti i figli saranno tutti grigi ma i maschi porteranno il gene sessolegato (non le femmine perhè ovviamente non possono esprimerlo!)


    Esempio:
    M bruno x F bruna= tutti bruni
    M bruno x F grigia= Maschi grigi/bruni, femmine brune
    M grigio x F bruna= Maschi grigi/bruni, femmine grigie


    Una partiolarità delle mutazioni sessolegate è che accoppiando un dominate portatore di sessolegato e una dominante si ottengono femmine mutate

    Esempio:
    M grigio/bruno x F grigia=Maschi grigi, femmine grigie, maschi grigi/bruni, femmine brune

    e inoltre accoppiando due mutazioni sessolegate differenti le otterremo scambiate nella progenie

    Esempio:
    M dorso chiaro x F mascherata= M mascherati/dorso chiaro x F dorso chiaro


    MUTAZIONI ALLELICHE:
    Nel diamante mandarino come detto prima ci sono quattro mutazioni sessolegate (che poi se contiamo la doppia variante del mascherato diventano cinque). Una è la mutazione BRUNO che consiste semplicemente nella trasformazione della eumelanina in feomalanina. Le altre quattro mutazioni sono alleliche e meritano un discorso a parte: Una possibile mutazione è il Dorso Chiaro. Un particolare gene, cioè una piccolissima zona del DNA (la molecola che descrive tutto il patrimonio genetico di un essere vivente), del DM può essere "difettoso". Questo difetto consiste nell'impedire al piumaggio di esprimere in pieno il colore grigio (che diventa color cenere chiaro). Ma il colore grigio del DM è formato anche da bruno mischiato al grigio, specialmente nelle ali, e anche questo bruno risulta meno evidente. Quindi l'ala del Dorso chiaro sarà colore nocciola chiaro.
    Anche la guancia e il fianco del maschio sono un pò più chiari. Rimangono invece neri la riga dell'occhio, la coda, il petto.
    Questo "difetto" (mutazione) agli allevatori è piaciuto per cui ne hanno fatto una varietà, la Dorso Chiaro appunto.
    Bene, questo gene, che può mutare in Dorso Chiaro, può mutare anche in un altro "difetto", ancora più "schiarente". Infatti questa schiarisce talmente il grigio del fondo e il bruno del fondo che il corpo del DM diventa crema chiaro quasi bianco. Le guance e il fianco schiariscono un pò come nel dorso chiaro, ma si vedono ancora bene. Invece il disegni neri di occhio, petto e coda rimangono inalterati. Questa è chiamata mutazione Mascherato Occhi Rossi.
    Questo gene birichino, è incredibile, perché ha altre due varianti. Una è conosciuta da molto tempo ed è chiamata mutazione Mascherato Occhi Neri. E' simile alla precedente, ma il fondo è talmente chiaro che si avvicina al bianco puro, e la coda è molto slavata. Questo fatto della coda slavata, mentre la riga dell'occhio rimane ben nera, rende il soggetto Mascherato Oo.nn. non esponible alle mostre. Prenderebbe un pessimo punteggio nella voce "Disegno". Sopravvive solo perchè è l'unico soggetto che produce tramite accoppiamenti mirati, degli ottimi Dorso chiaro.
    L'ultima variante, scoperta di recente, udite udite, è la mutazione INO !!! Il fatto che sia fatta su una linea bruna o grigia, ne fa un soggetto Bruno Ino o Grigio Ino. E' il massimo dello schiarimento: corpo bianco, riga dell'occhio, petto e coda quasi neri, guancia appena visibile, fianco schiarito, occhi rossi anche da adulto, mentre nel mascherato occhi rossi nascono con gli occhi rossi, ma poi diventano scuri crescendo.
    </h4>


    Per questa parte della scheda ringrazio tantissimo il mio amico fabrizio Borghesi, ex allevatore che mi ha insegnato tutto quello che sò sulle mut. sessolegate

  9. #9
    Senior Member

    User Info Menu

    <h4>MUTAZIONI SESSOLEGATE
    Le mutazioni sessolegate forse sono le più ardue da capire. Nel dm ne esistono quattro (delle quali tre sono alleliche, cioè i geni responsabili si trovano nello stesso cromosoma) e sono tutti recessive. Anche nell'uomo abbiamo esempi di geni sessolegati. Malattie genetiche come il daltonismo o la distrofia muscolare vengono trasmesse in forma attiva solo dalle donne.
    Nei diamantini è il maschio a portare il gene del sessolegato. Le femmine sessolegate non trasmettono il gene e quindi i loro figli non lo mostrano nel piumaggio. Accoppiando due sessolegati ovviamente nascono tutti sessolegati. Accoppiando un maschio sessolegato ed una femmina dominate il maschio passerà il gene ai figli ma mentre le femmine saranno sessolegate i maschi saranno dominanti e portatori di sessolegato. Se invee si accoppia una femmina sessolegata ad un maschio dominanti i figli saranno tutti grigi ma i maschi porteranno il gene sessolegato (non le femmine perhè ovviamente non possono esprimerlo!)


    Esempio:
    M bruno x F bruna= tutti bruni
    M bruno x F grigia= Maschi grigi/bruni, femmine brune
    M grigio x F bruna= Maschi grigi/bruni, femmine grigie


    Una partiolarità delle mutazioni sessolegate è che accoppiando un dominate portatore di sessolegato e una dominante si ottengono femmine mutate

    Esempio:
    M grigio/bruno x F grigia=Maschi grigi, femmine grigie, maschi grigi/bruni, femmine brune

    e inoltre accoppiando due mutazioni sessolegate differenti le otterremo scambiate nella progenie

    Esempio:
    M dorso chiaro x F mascherata= M mascherati/dorso chiaro x F dorso chiaro


    MUTAZIONI ALLELICHE:
    Nel diamante mandarino come detto prima ci sono quattro mutazioni sessolegate (che poi se contiamo la doppia variante del mascherato diventano cinque). Una è la mutazione BRUNO che consiste semplicemente nella trasformazione della eumelanina in feomalanina. Le altre quattro mutazioni sono alleliche e meritano un discorso a parte: Una possibile mutazione è il Dorso Chiaro. Un particolare gene, cioè una piccolissima zona del DNA (la molecola che descrive tutto il patrimonio genetico di un essere vivente), del DM può essere "difettoso". Questo difetto consiste nell'impedire al piumaggio di esprimere in pieno il colore grigio (che diventa color cenere chiaro). Ma il colore grigio del DM è formato anche da bruno mischiato al grigio, specialmente nelle ali, e anche questo bruno risulta meno evidente. Quindi l'ala del Dorso chiaro sarà colore nocciola chiaro.
    Anche la guancia e il fianco del maschio sono un pò più chiari. Rimangono invece neri la riga dell'occhio, la coda, il petto.
    Questo "difetto" (mutazione) agli allevatori è piaciuto per cui ne hanno fatto una varietà, la Dorso Chiaro appunto.
    Bene, questo gene, che può mutare in Dorso Chiaro, può mutare anche in un altro "difetto", ancora più "schiarente". Infatti questa schiarisce talmente il grigio del fondo e il bruno del fondo che il corpo del DM diventa crema chiaro quasi bianco. Le guance e il fianco schiariscono un pò come nel dorso chiaro, ma si vedono ancora bene. Invece il disegni neri di occhio, petto e coda rimangono inalterati. Questa è chiamata mutazione Mascherato Occhi Rossi.
    Questo gene birichino, è incredibile, perché ha altre due varianti. Una è conosciuta da molto tempo ed è chiamata mutazione Mascherato Occhi Neri. E' simile alla precedente, ma il fondo è talmente chiaro che si avvicina al bianco puro, e la coda è molto slavata. Questo fatto della coda slavata, mentre la riga dell'occhio rimane ben nera, rende il soggetto Mascherato Oo.nn. non esponible alle mostre. Prenderebbe un pessimo punteggio nella voce "Disegno". Sopravvive solo perchè è l'unico soggetto che produce tramite accoppiamenti mirati, degli ottimi Dorso chiaro.
    L'ultima variante, scoperta di recente, udite udite, è la mutazione INO !!! Il fatto che sia fatta su una linea bruna o grigia, ne fa un soggetto Bruno Ino o Grigio Ino. E' il massimo dello schiarimento: corpo bianco, riga dell'occhio, petto e coda quasi neri, guancia appena visibile, fianco schiarito, occhi rossi anche da adulto, mentre nel mascherato occhi rossi nascono con gli occhi rossi, ma poi diventano scuri crescendo.
    </h4>


    Per questa parte della scheda ringrazio tantissimo il mio amico fabrizio Borghesi, ex allevatore che mi ha insegnato tutto quello che sò sulle mut. sessolegate

  10. #10
    Senior Member

    User Info Menu

    <h4>MUTAZIONI OSSIDANTI & SCHIARENTI

    Il diamante mandarino non smetterà mai di sorprenderci colle sue molteplici mutazioni che ne modificano il piumaggio già splendido nella forma ancestrale, rendendolo di tantissime gradazioni differenti. Di solito si tende a fare un gran brodo negli accoppiamenti per la semplice curiosità di dire: che ne uscirà?
    Così si accoppiano sconsideratamente mutazioni talvolta incompatibili tra di loro che portano a risultati mediocri, pulli bruttini e il genotipo ridotto ad un soqquadro di mutazioni portate allo stato latente

    Alcune mut. si possono racchiudere in una famiglia: le mutazioni ossidanti. Per ossidante si intende la capacità di fissare in certe parti del corpo più melanina di quella che dovrebbe esserci nel piumaggio ancestrale (grigio). Le mutazioni ossidanti sono la guancia nera, la petto nero e la faccia nera. La prime due sono recessive, l'ultima è dominante. E' facile, grazie al loro nome capire quali parti del corpo sono capaci di alterare rendendole totalmente nere.

    Una famiglia un pò più vasta è invece quella delle mutazioni schiarenti: guancia, diluito, isabella, dorso chiaro, ino, mascherato nelle due versioni, isabella e pinguino. Tra queste ce ne sono di dominanti, di sessolegate e di recessive. Non tutte hanno lo stesso grado di diluizione. Si và infatti dal grigio perla del dorso chiaro al bianco opaco dell'ino


    Fino a quando queste mutazioni si accoppiano tra di loro non sorgono eccessivi problemi, anzi coi dovuti accoppiamenti riescono dm molto belli (come ad esempio i dorso chiaro diluiti). Un discorso un pò diverso và fatto invece per le mutazioni ossidanti. Infatti le piume troppo cariche di eumelanina si mostrano più sottili e sfibrate e inoltre si hanno spesso problemi di metabolismo. Questi due motivi sono uno dei freni principali che hanno ostacolato e ostacolano tutt'ora la nascita di diamanti mandarini molto "scuri"


    Molte volte, come detto in precedenza, la voglia di nidiate multicolori spinge a formare coppie miste, formate cioè da un esemplare ossidato ed uno schiarito. E i pessimi risultati non tardano ad arrivare: eccessive pigmentazioni sul vertice (la parte superiore del capo) dei pulli chiari, soggetti con parti melaniche e parti normali (come guancie imperfette o fianchi marroni, difetto grave nel guancia nera), pulli con corpi bianchi a chiazze nere. Tutto questo perchè le mutazioni schirenti tendono a cancellare quelle zone che invece le ossidanti caricano (per fare un esempio un pinguino guancia nera sarebbe sempicemente un pinguino senza guancia, perchè la guancia nera carica di eumelanina e la pinguino leva tutta la eumalanina in zone particolari proprio come le guance)


    Con questo però non voglio dire che gli accoppiamento ossidato-schiarito non sono da fare. Per ottenere questi risultati però bisogna avere molta pazienza, ottime conoscenze in genetica, tante generazioni di passepartout e portatori vari e un pizzico di fortuna![/Ecco alcuni esempi:


    Diamante mandarino mascherato occhi rossi guancia nera (foto presa dal sito di efinch)

    35*KB


    Diamante mandarino isabella guancia nera (foto scattata a zebra's dall'allevatore Dimitri, gentilmente concessa dal sito di Sabina Romoli)

    56,28*KB


    Diamante mandarino diluito petto nero (foto scattata a zebra's dall'allevatore Dimitri, gentilmente concessa dal sito di Sabina Romoli)

    55,68*KB
    </h4>

Pagina 1 di 10 123 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. genetica
    Di cesca nel forum PSITTACIFORMI
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 16-09-10, 12:37 PM
  2. genetica
    Di maryella69 nel forum PSITTACIFORMI
    Risposte: 17
    Ultimo Messaggio: 13-08-10, 09:12 PM
  3. Genetica
    Di Lupo nel forum FRINGILLIDI
    Risposte: 11
    Ultimo Messaggio: 19-05-10, 06:02 PM
  4. un pò di genetica
    Di ilbernaonline nel forum FRINGILLIDI
    Risposte: 8
    Ultimo Messaggio: 19-05-07, 03:31 PM
  5. Genetica
    Di dallatower nel forum PSITTACIFORMI
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 06-04-05, 06:55 AM

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato