Indietro

Advertising

trovacuccilibannere

traovalosubitobanner

 

TORTORA DAL COLLARE ORIENTALE

coppia TORTORA DAL COLLARE ORIENTALE
Foto tortora da collare: ( www.digiscoped.com/ woodpeckers.html )

Le Tortore in generale fanno parte dell'Ordine dei Columbiformi, sottordine Columbae, famiglia Columbidae che comprende appunto i Colombi e le Tortore. La discriminante tra Tortore e Colombi non è netta, tuttavia si possono notare alcune principali differenze anatomiche che permettono di individuare i due tipi di animali, come la maggiore robustezza e dimensione nei colombi e la maggior grazia nelle tortore.

Caratteristiche delle tortore sono generalmente il corpo allungato, la testa piccola, il becco debole e la coda piuttosto lunga. Importantissime caratteristiche di tali animali e comuni a tutti i Columbiformi sono la capacità di produrre una particolare sostanza secreta dal gozzo, chiamata anche "latte dei colombi" e, differentemente da quello che fanno gli altri uccelli, la capacità di bere senza interruzione immergendo il becco e rialzandolo sola­mente a sete saziata.

Due cose nei columbiformi balzano all'occhio:

le prime due o tre remiganti primarie che assumono una particolare forma e la prima remigante primaria che non è mai la più lunga.

La Tortora domestica (Streptopelia risoria domestica)

Tre anni fa passai le vacanze in Emilia Romagna, in una casa al Lido delle Nazioni. Appena arrivato vidi sui fili della luce due Tortore che mi stupirono perché, pur essendo simili alla nostra Tortora dal collare domestica (simili non uguali, anche se a prima vista non avevo notato le differenze), si erano allontanate dal loro posatoio emettendo dei suoni che non erano familiari con le Tortore dal collare domestiche in mio possesso. Al momento non ci pensai più di tanto, ma il giorno dopo, quando risentii quei suoni, mi resi conto che nel loro canto c'erano due differenze sostanziali, non vi erano suoni contenenti la consonante R e neanche la "risatina" che accompagna il verso delle nostre tortore; al suo posto c'era una specie di guuu prolungato. All'epoca pensai fossero delle Tortore selvatiche, anche se ero un po' confuso perché la Tortora selvatica (Streptopelia turtur) è assai diversa dalla Tortora dal collare, mentre quelle erano molto simili a quest'ultima, diversificandosi nel colore generale del mantello che appariva più freddo; inoltre il colore del lato inferiore delle remiganti primarie era di tonalità scura ed era possibile notare questa caratteristica dal basso quando le tortore planavano. Disposizione dei colori questa del tutto simile a molte altre tortore, come ad esempio la Tortora diamantina che possiede le remiganti primarie di colore nero e marrone visibile inferiormente soprattutto ad ala spiegata.

Pur non risolvendo il mio dilemma, ipotizzai che vi fosse un'altra specie di tortora selvatica in circolazione, simile alla Tortora dal collare domestica (all'epoca non sapevo delle differenze tra la Tortora dal collare domestica e la Tortora dal col­lare orientale) ma con differenze fisiche e soprat­tutto etologiche date dal canto.

Più tardi venni in possesso di un vecchio libricino del signor Alulah M. Taibel, intitolato "Tortore ornamentali e da voliera" edito dalla Edagricole, che risolse i miei dubbi. Quelle Tortore che avevo visto al mare ed occasionalmente anche dalle mie parti, erano Tortore dal collare orientali (Streptopelia decaocto decaocto) e non avevano niente a che fare con la Tortora dal collare dome­stica.

Qualcuno infatti potrebbe a prima vista concludere che la decaocto sia la progenitrice della risoria. Secondo Taibel, e non solo per lui, la decaocto non è assolutamente la forma ancestrale della risoria, dalla quale differisce sopratutto per il canto che non contiene, come abbiamo già detto prima, la consonante R.

Nelle regioni del nord Africa esiste però una specie di tortora, la Tortora ridente (Streptopelia roseogrisea) che al contrario della decaocto possiede una caratteristica risatina simile a quella della risorta (chiamata appunto così perché "ride").

Si è perciò concluso che la Tortora dal collare domestica, non deriva assolutamente dalla Tortora dal collare orientale (proveniente dagli Urali e dalle Indie) bensì dalla Tortora ridente.

A provare il tutto è stato poi un esperimento ef­fettuato da Mainardi che ha confrontato il patrimonio antigenico della risoria con quello della decaocto, osservando che esso è solo in parte uguale contenendo antigeni specifici diversi nelle due specie.

Dopo che si è stabilito che la roseogrisea è la forma ancestrale presente in natura della Streptopelia risoria domestica, si è deciso di cambiarne il nome da Streptopelia roseogrisea a Streptopelia risoria considerando quest'ultima, dove non appare il nome domestica, la specie ancestrale della Stre­ptopelia risoria domestica.

Per ultimo è da sottolineare che le specie del genere Streptopelia presentanti il caratteristico collarino nero e cioè la risoria, la decaocto e la decipiens e forse anche qualche altra, potrebbero essere considerate addirittura come sottospecie di una specie collettiva, dato che gli ibridi ottenuti dalla risoria per la decaocto e dalla risoria per la decipiens, sono risultati completamente fecondi, sia maschi che femmine. Si può quindi dedurre, come dice Taibel, che queste specie siano in via di un lento differenziamento in attesa che si verifichino le condizioni di isolamento ambientale necessarie per la speciazione di tali animali.

GLI ALLEVAMENTI E I PET SHOP CONSIGLIATI DA INSEPARABILE SONO:

Link sponsorizzati

Nessun allevamento da segnalare, vuoi sapere come segnalare il tuo, contatta: marketing@inseparabile.it 

 

 In conclusione

 Ci sarebbe ancora moltissimo da dire su questi bellissimi animali, ma per questa volta ho deciso di parlare solamente di questa confusione che esiste tra le specie risoria e decaocto, decaocto che pur sembrando a pri­ma vista la specie "madre", non costituisce la forma ancestrale della risoria.

Le Tortore sono comunque animali molto belli, ma anche molto sottovalutati. La selezione è portata avanti da pochi allevatori che svolgono intensamente questa attività, e lo stimolo verso l'ibridazione è fortemente frenato dal fatto che gli ibridi non sono ammessi nelle mostre.

Le Tortore sono anche disprezzate da molti allevatori essendo ritenute certamente a torto portatrici di pestilenze varie pericolose in una mostra ornitologica. Personalmente sono invece dell'idea che questi animali vadano tenuti in maggiore considerazione ed in questo concordo perfettamente con quanto scritto dal sig. Neri ("1.0." novembre '96). Esistono infatti numerosissime specie di Tortore esotiche dai colori sgargianti o dalle forme graziose come la Tortora ali verdi, le Tortore frugivore, le Tortore diamantine (che fra l'altro contano già diverse mutazioni). Inoltre le tortore possiedono un carattere docile e confidente verso l'allevatore, cosa non riscontrabile in tutte le specie di uccelli. Nella speranza quindi di poter osservare nelle prossime mostre ornitocolturali una più vasta gamma di esemplari di questi bellissimi uccelli.

PER APPROFONDIRE L'ARGOMENTO INSEPARABILE CONSIGLIA:

LIBRI  

Tortore e Colombi Tortore e Colombi esotici Manuale per il riconoscimento degli uccelli italiani Medicina degli uccelli da gabbia

DVD

Come allevare un cucciolo - DVD CANI E GATTI Razza, curiosità e comportamenti dei nostri amici - DVD


Altri Uccelli dalla P alla Z
PARROCCHETTO DELLA SIERRA PARROCCHETTO DI LESSON PARROCCHETTO FRONTE RUGGINE
PARROCCHETTO SPLENDIDO PASSERO DORATO DAL DORSO MARRONE PAVONE
PIGLIAMOSCHE DAL PETTO ROSSO PITTA COL CIUFFO PITTA DEL BENGALA
PYTILIA MELBA PYTILIA PHOENICOPTERA QUAGLIA COMUNE
QUAGLIA CINESE QUAGLIA DELLA CALIFORNIA QUELEA QUELEA
RHODOSPINGUS CRUENTUS ROSELLA COMUNE ROSELLA DI STANLEY
RUPICOLA SCARLATTA SHAMA STORNO DAL PETTO DORATO
STORNO DELLE COSTE STORNO DELLE PAGODE STORNO DI BALI
STORNO TRICOLORE TACCOLA TANAGRA VIOLACEA
TANGARA CHILENSIS TANGARA CHRYOSOTIS TANGARA CYANICOLLIS
TANGARA FASTOSA TANGARA PURPUREO TANGARA VERDE ORO
TAHARA AFRA TEXTOR VITELLINUS TIMALIA DAGLI OCCHI D'ORO
TIMALIA NANA TORDO DAL VENTRE GIALLO TORDO DEL MALABAR
TORDO GRIGIO ARANCIO TORTORA DAL COLLARE ORIENTALE TUCANO
TUCANO VERDE TUCANO SOLFORATO UCCELLO DAGLI OCCHIALI DEL GANGE
URAEGINTHUS BENGALUS URAEGINTHUS CYANOCEPHALUS URAEGINTHUS GRANATIUS
USIGNOLO DEL GIAPPONE UPUPA USIGNOLO
VEDOVA DOMENICANA VEDOVA PARADISEA VIDUINAE
ZIGOLO COL CIUFFO

Scheda realizzata da Andrea Coldi

 

 

Utility di Inseparabile

Spot

Le Schede