Indietro

Advertising

trovacuccilibannere

traovalosubitobanner

 

PARROCCHETTO BARRATO

PARROCCHETTO BARRATO

Foto Urs Niederhauser
 

Italiano: Parrocchetto Barrato
Inglese: Lineolate Parakeet
Tedesco: Katarinasittich

Tra i rappresentanti del genere Bolborynchus, senza dubbio, il più rappresentato negli allevamenti non solo italiani ma mondiali è il lineola; originario del Messico, di Panama, Colombia e Venezuela è tra tutti i Bolbo il più robusto e adattabile a quello che si riproduce con maggiore facilità.

L'unico segno di dimorfismo attendibile è quello delle ultime due penne della coda che nel maschio sono quasi totalmente nere e nella femmina invece o sono completamente verdi o presentano solo la punta nera. Il maschio nel complesso ha colori più brillanti e le barrature sono più nere e meglio definite.

Lunghezza: 15-16 centimetri

Distribuzione: Messico, Panama, Colombia e Venezuela

Habitat: foreste aperte, savana co cespugli e alberi e zone sutropicali del Centro America.

Dieta naturale: frutti e loro semi, bacche e occasionalmente larve di insetto.

GLI ALLEVAMENTI E I PET SHOP CONSIGLIATI DA INSEPARABILE SONO:

Link sponsorizzati

Nessun allevamento da segnalare, vuoi sapere come segnalare il tuo, contatta: marketing@inseparabile.it 

Allevamento in natura: il periodo d'allevamento comincia dopo la stagione delle piogge, da dicembre fino alla fine di maggio in centro America mentre in Venezuela ei Colombia la stagione riproduttiva va da maggio a luglio; i nidi sono solitamente situati in alberi morti.

Alimentazione: miscela di semi per piccoli parrocchetti con pochissimo girasole piccolo e molta scagliola; frutta e verdure (carota, pera, mela, mais, ecc.); pastoncino proteico per l'allevamento dei piccoli.Personalmente metto a disposizione dei riproduttori un pastone fatto in casa addizionato di semi bolliti e frutta.Osso di seppia (o blocchetti di sali minerali), grit e acqua fresca sempre a disposizione.

Allevamento in cattività: Ormai ben stabilizzati in cattività, uccelli nati in allevamento si riproducono anche in contenitori poco spaziosi tipo gabbie da cova di 50 x 40 x 40. Onde evitare che i soggetti ingrassino troppo, bisognerebbe, però, alloggiarli in gabbie di almeno 70x 40x40, oppure sistemarli in volierette, al di fuori del periodo riproduttivo.

Il carattere di questi parrocchetti è straordinario, non vengono mai stressati dai cambiamenti, ma anzi in poco tempo si adattano alle situazioni più disparate. tendelziamente un poco timidi perdono presto ogni timore diventando confidenti con l'allevatore.

Tendelzialmente sono molto robusti anche se la selezione spinta dall'uomo (soprattutto in consaguineità) ha portato a soggetti di piccola taglia e poco resistenti alle malattie.

Ricordiamoci che la taglia ideale di un barrato è 16 cm; soggetti più piccoli sono spesso poco robusti e prolifici.


Resistono a temperature minime di 5°C, se hanno la possibilità di rifugiarsi in un nido ben coibentato ma vivono meglio in ambienti leggermente riscaldati durante l'inverno.
La riproduzione principale comincia in primavera ma, se alloggiati in ambienti riscaldati e ben illuminati per almeno 14 ore la giorno, si riproducono tutto l'anno.
Depongono da 4 a 6 uova, ad intervalli tra 24 e 48 ore ed iniziano ad incubare dal secondo uovo.

Incubazione 21 - 24 giorni; i piccoli sono nutriti nel nido,dalla femmina imbeccata dal maschio, per quattro - sei settimane ed i giovani che escono dal nido sono normalmente indipendenti dopo una settimana -dieci giorni dall'involo.

Può succedere a volte che femmine giovani ed inesperte non imbecchino a sufficienza i piccoli provocandone la morte. Non bisogna però disperare. Femmine che al primo anno di riproduzione hanno problemi di allevamento spesso la secondo anno si riveleno eccellenti madri.

Nido :

nido di PARROCCHETTO BARRATO

 

 

In figura è riprodotta una cassetta nido che personalmente utilizzo. La separazione interna è fondamentale per la soppravvivenza dei piccoli. le feci di questi ultimi, infatti, sono molto liquide ed imbrattano in poco tempo la camera nido. Aquesto punto i piccoli che ormai sono parzialmente impiumati si spostano nella camera rimasta libera che è ancora pulita evitando pericolosi focolai di infezione.

MUTAZIONI DI COLORE DEL PARROCCHETTO BARRATO

Esistono molte mutazioni di colore del parrocchetto barrato; tutte le mutazioni riscontrate sono recessive e nessuna sesso-legata.

 

MUTAZIONI A SINGOLO FATTORE
 

MUTAZIONE BLU

PARROCCHETTO BARRATOLa mutazione blu è la prima fissata in belgio all'inizio degli anni '80 e, probabilmente, rimane la più affascinante e spettacolare. La colorazione blu differisce fra soggetti e va da un blu morbido fino all'azzurro cielo.

MUTAZIONE LUTINO

PARROCCHETTO BARRATO

Foto Steven Geeraert

La mutazione Lutino è molto bella, l'unica diffcoltà è riconoscere i sessi defli uccelli essendo sparito tutto il nero. Le gradazioni di giallo indicano la provenienza del soggetto. I soggetti giallo-dorato provengono da oliva portatori di lutino.

MUTAZIONE VERDE INTENSO

PARROCCHETTO BARRATO

Foto Gherard Salzeer

E' la prima mutazione riscontrata nei barrati e probabilmente è dovuta ad una sottospecie o megio ad un eco- tipo. Il verde è più intenso e meno luminoso che nella forma originale.

MUTAZIONE VERDE OLIVA

PARROCCHETTO BARRATO

I soggetti sono colorati in verde oliva.

MUTAZIONI A DOPPIO FATTORE
 

I soggetti di parrocchetto barrato a " doppio fattore " sono uccelli che richiedono due geni di colore di mutazione per produrre il colore.

MUTAZIONE COBALTO

PARROCCHETTO BARRATO

Foto Steven Geeraert

E' la combinazione della mutazione blu e di quella verde intenso. I soggetti risultanti sono di un colore blu molto intenso chiamato appunto cobalto.

MUTAZIONE MALVA

PARROCCHETTO BARRATO

E' la combinazione della mutazione blu e di quella oliva. I soggetti risultanti sono di un colore blu marcio chiamato appunto malva.

MUTAZIONE CREMINO

PARROCCHETTO BARRATO

Foto Steven Geeraert

Nei barrati non esiste la mutazione albina in quanto i soggetti pur perdendo tutte le melanine conservano una certa carica di carotenoidi. Il risultato è un soggetto giallino chiaro con gli occhi rossi. E' la combinazione della mutazione blu e di quella lutina.

PER APPROFONDIRE L'ARGOMENTO INSEPARABILE CONSIGLIA:

LIBRI  

Pappagalli del mondo. Tutte le specie riconosciute e classificate Pappagalli e pappagallini Perchè il mio pappagallo fa così? Il manuale dei pappagalli

DVD

Come allevare un cucciolo - DVD CANI E GATTI Razza, curiosità e comportamenti dei nostri amici - DVD


Altri Uccelli dalla D alla P
DIAMANTE CODA ROSSA DIAMANTE CODALUNGA DIAMANTE DI GOULD
DIAMANTE MANDARINO ESTRILDA CAERULESCENS ESTRILDA MELPODA
ESTRILDA TROGLODYTES EUPLECTES HORDEATUS FAGIANO
FALCO NANO INDIANO FRINGUELLO DELLE RISAIE. FRINGUELLO NANO DI CUBA
GAZZA GHIANDAIA GAZZA LADRA GENDARME
GHIANDAIA DEGLI ABETI GOLA TAGLIATA GRANATINO COMUNE
GRANATINO VIOLACEO GUANCE ARANCIO IGNICOLORE
INSEPARABILE IRENA PUELLA KAKARIKI
LONCHURA PUNCTULATA LORICOLO DALLA CORONA BLU LUCHERINO
LUCHERINO DAL PETTO NERO MEGALAIMA DALLA FRONTE ROSSA MELBA DEL SUDAN
MERLO INDIANO MINISTRO OCA
PADDA PAPA DELLA LUISIANA PAPA LECLANCHER
PASSERO PAPPAGALLO AUSTRALIANO PAPPAGALLO CENERINO
PAPPAGALLO DEL SENEGAL PAPPAGALLO REALE PAPPAGALLETTO DI LESSON
PAPPAGALLINO ONDULATO PARROCCHETTO MONACO PARROCCHETTO BARRATO
PARROCCHETTO DAL COLLARE PARROCCHETTO DAL GROPPONE ROSSO PARROCCHETTO DELLE MONTAGNE

 

Ringraziamo l'allevamento Agata per averci fornito questa scheda

 

Utility di Inseparabile

Spot

Le Schede