Indietro

Advertising

trovacuccilibannere

traovalosubitobanner

CORDON BLU

CORDON BLU

Nome scientifico: Uraeginthus bengalus
Nome inglese: Red-cheeked Cordon - bleu

Il genere uraeginthus comprende alcune delle più belle specie di astrildidi presenti nelle nostre voliere e il Cordon blu, probabilmente rappresenta il componente più comune e più a buon mercato reperibile in commercio

DISTRIBUZIONE

Sud est della Mauritania, Senegal e Gambia, Mali, parte settentrionale del Ghana, parte meridionale del Niger, del Ciad e del Sudan, sud dell'Etiopia fino all'Uganda, parte occidentale del Kenya, Camerun, Repubblica Centro Africana, Zaire e Rwanda
E' distribuito nella maggior parte dell'Africa centro occidentale sopra i 1800 metri di altezza. Nelle sue terre di origine è un uccello molto confidente abituandosi a vivere nelle vicinanze di villaggi, parchi e giardini.

DESCRIZIONE

E' un uccello lungo intorno agli 12,5 13 cm. La livrea del maschio adulto è inconfondibile Le guance, la parte superiore del petto e dei fianchi e la coda sono di una bella tonalità di blu, le parti superiori sono brune e il ventre color camoscio. Sulla guancia spicca una bella macchia rosso brillante. La femmina manca della macchia rossa e le parti blu sono meno estese e di una tonalità più sbiadita.
La femmina di cordon blu è facilmente confondibile con quella dell'astrilde blu da cui differisce soltanto per la taglia e per il becco che presenta il rosso più esteso che nella cugina.
I giovani assomigliano alle femmine ma presentano il becco completamente scuro.

MANTENIMENTO E ALIMENTAZIONE

Appena importato necessita di caldo e di cure in quanto piuttosto delicato ma, una volta acclimatato risulta piuttosto rustico e ben si adatta alla vita in gabbia. Necessita di una miscela di semi di tipo B, verdura. Il mangime vivo è essenziale per mantenerlo in buona salute. Può essere alloggiato in gabbie di 45 cm di lunghezza, ma difficilmente si riprodurrà. Se alloggiato in una gabbia di almeno 100 cm o in una voliera invece si riprodurrà prontamente.

COMPATIBILITA'

E' un uccello non aggressivo che può convivere tranquillamente con altre specie di astrildidi. Nello stesso contenitore non possono però coesistere più maschi insieme nell'epoca della riproduzione.

GLI ALLEVAMENTI E I PET SHOP CONSIGLIATI DA INSEPARABILE SONO:

Link sponsorizzati

Nessun allevamento da segnalare, vuoi sapere come segnalare il tuo, contatta: marketing@inseparabile.it

RIPRODUZIONE

La danza di corteggiamento del maschio è uno degli spettacoli più belli ai quali si può assistere. Scelta una pagliuzza, si ferma nel punto più in vista della gabbia e inizia a cantare dondolando il capo su e giù. Il canto è molto bello e ricorda quello dell'allodola.
Una volte ambientata una coppia si riproduce abbastanza facilmente. Il nido è costituito da una struttura globulare che costruito indifferentemente sia in una cassettina a frontale aperto che in un cestino chiuso. Se nel contenitore sono disponibili rami sempre verdi preferisce costruire ex novo il proprio nido.
La covata comprende di solito 4-6 uova bianche che la femmina cova per circa 12 giorni. Alla schiusa i genitori necessitano di una grande quantità di prede vive per allevare i piccoli. In caso di assenza di mangiare vivo la femmina non scaraventa i piccoli fuori del nido, come fanno la maggior parte degli astrildidi, ma continua a riscaldarli fino alla loro morte Conviene, perciò, affidare le uova ad un'affidabile coppia di passere del Giappone preventivamente abituate a cibarsi di un pastoncino altamente proteico. Da notare è che i nidiacei del genere uraeginthus chiedono il cibo senza alzare la testa, ma dondolandola di traverso, perciò soltanto poche coppie di passere del Giappone sono in grado di nutrirli fin dai primi giorni.
E' necessario pertanto selezionare queste coppie di passeri e riservarli esclusivamente all'allevamento dei piccoli dei componenti del genere uraeginthus.
I piccoli escono dal nido intorno ai 14 giorni di vita e non sono ancora in grado di volare. Sono indipendenti dopo almeno altre tre settimane.

PER APPROFONDIRE L'ARGOMENTO INSEPARABILE CONSIGLIA:

LIBRI

ENCICLOPEDIA DEGLI UCCELLI Guida agli uccelli esotici domestici* Manuale per il riconoscimento degli uccelli italiani Medicina degli uccelli da gabbia

DVD

Come allevare un cucciolo - DVD CANI E GATTI Razza, curiosità e comportamenti dei nostri amici - DVD


Altri Uccelli dalla A alla C
AMARANTO BECCO BLU AMARANTO DEL SENEGAL AMARANTO FIAMMANTE
AMARANTO RARO AMAZILIA CODA ROSSA LE AMAZZONI
AMAZZONE FRONTE GIALLA AMAZZONE FRONTE BLU AMBLYRHAMPHUS HOLOSERICEUS
ANTHREPTES COLLARIS ARA ARARAUNA ARA MACAO
ASTRILDE BLU BECCO D'ARGENTO BECCO DI CORALLO
BECCO DI PIOMBO BECCO DI PIOMBO A TESTA GRIGIA BECCOFRUSONE DEL GIAPPONE
BENGALINO COMUNE BULBUL ORECCHIE ROSSE CACATUA DI LEADBEATER
CACATUA DELLE MOLUCCHE CACATUA SANGUINEO CACATUA SULFUREO
CAICCO TESTA NERA CALOPSITTE CANARINO
CANARINO DEL MONZAMBICO CARDINALE NANO CAPITONE RAMFASTINO
CAPPUCCINO TESTA BIANCA CAPPUCCINO TRICOLORE CARDELLINO
CARDINALE DAL CIUFFO ROSSO CARDINALE ROSSO CARDINALE VERDE
CARDINALINO DEL VENEZUELA CIGNO CIUFFOLOTTO o MONACHINO
COLIBRì COLIUSPASSER ALBONOTATUS COLOMBELLA DIAMANTE
COMBASSU CORDON BLU COTINGA AMABILE
COTURNICE

Ringraziamo l'allevamento Agata per averci fornito questa scheda

Utility di Inseparabile

Spot

Le Schede