Indietro

Advertising

trovacuccilibannere

traovalosubitobanner

TARTARUGA AZZANNATRICE

Chelydra serpentina

TARTARUGA AZZANNATRICE

Il nome comune di «Tartaruga azzannatrice»la dice lunga sulle sue abitudini alimentari e sulla sua voracità anche se secondo qualche autore, accetterebbe talvolta anche alimenti vegetali accanto a pesci, rane, girini, uccelli e piccoli mammiferi acquatici dei quali abitualmente si nutre. Può raggiungere una lungezza di quasi mezzo metro con trenta e più chili di peso corporeo!

Allevamento

Appartiene alla famiglia Chelydridae, sottordine Cryptodira. Caccia all'agguato, ma non disdegna, se necessario, di inseguire le sue prede o di insidiarle con una manovra di avvicinamento a mo' di coccodrillo. Non è infrequente il cannibalismo ancor più in cattività se diversi esemplari sono allevati in paludari troppo stretti e/o sovraffollati. Preda anche testuggini di genere diverso che attacca nelle parti non protette. Va maneggiata con estrema cautela perché i suoi morsi possono avere serie conseguenze anche per l'uomo, soprattutto se si allevano esemplari adulti.L 'azzannatrice è ampiamente diffusa nel continente americano, dal Canada al sud America nord occidentale comprese vaste zone degli USA; se ne conoscono almeno quattro diverse sottospecie.

Riproduzione

In cattività ha bisogno di un ampio paludario (almeno un metro per 60 cm) con una piccola zona emersa. Solo gli esemplari giovani sono comunque adatti per un contenitore domestico. Agli adulti andrebbe riservato uno stagno all'aperto nel quale possono riprodursi. Ciascuna femmina depone un gran numero di uova (anche 80) tra la primavera e la tarda estate, scavando una buca profonda una ventina di centimetri. I piccoli nascono tra 9 e 18 settimane dopo, in relazione alla temperatura. A volte i piccoli possono svernare nel nido e uscire in superficie nella primavera successiva.

GLI ALLEVAMENTI CONSIGLIATI DA INSEPARABILE SONO:

Link sponsorizzati

Nessun allevamento da segnalare 
se vuoi sapere come segnalare il tuo, contatta: marketing@inseparabile.it 

Alimentazione

Può essere nutrita con qualsiasi alimento di origine animale (soprattutto carne),purché sostanzioso e in gran quantità.

 

PER APPROFONDIRE L'ARGOMENTO INSEPARABILE CONSIGLIA:

LIBRI  

Guida alle tartarughe acquatiche (nuova edizione) Tartarughe acquatiche e palustri: la guida completa Il grande libro delle tartarughe Guide fotografiche. Terralog. Tartarughe del mondo. Vol 2  

DVD 

COFANETTO VITA A SANGUE FREDDO - DVD

 

Altri Rettili dalla S alla Z
TARTARUGA ARRAU TARTARUGA AZZANNATRICE TARTARUGA COLLO DI SERPENTE
TARTARUGA HERMANNI TARTARUGA GRECA TARTARUGA GUANCE ROSSE
TERRAPEDE CAROLINA TESTUDO HORSFIELDI TESTUDO KLEIMANNI
TRACHEMYS TRACHEMYS CALLIROSTRIS CALLIROSTRIS TRACHEMYS CALLIROSTRIS CHICHIRIVICHE
TRACHEMYS DECORATA TRACHEMYS DECUSTATA AUGUSTA TRACHEMYS DORBIGNI BRASILIENSIS
TRACHEMIYS DECUSSATA DECUSSATA TRACHEMYS DORBIGNI DORBIGNI TRACHEMYS GAIGEAE GAIGEAE
TRACHEMYS GARGEAE HARTWEGI TRACHEMYS MOLLII TRACHEMYS ORNATA
TRACHEMIS SCRIPTA ELEGANS TRACHEMYS SCRIPTA SCRIPTA TRACHEMYS SCRIPTA TROOSTII
TRACHEMYS STEJNEGERI MALONEI TRACHEMYS  STEJNEGERI STEJNEGERI TRACHEMYS VENUSTA CATASPILA
TRACHEMYS VENUSTA GRAYI TRACHEMYS VENUSTA VENUSTA IL TERRARIO

 

Utility di Inseparabile

Spot

Le Schede