INDIETRO

Ti piace questa pagina? Consigliala!

IL TAGLIO DELLE UNGHIE

Le unghie del cane si allungano nella stessa misura in cui si consumano a contatto con il suolo. Tale usura si verifica solo quando l'animale compie un adeguato esercizio di moto e cammina su terreni duri; ma se conduce vita prevalentemente "salottiera" e si muove su terreni cedevoli, le unghie crescono a dismisura e si incurvano su se stesse con la conseguenza di una fastidiosa penetrazione nella carne del polpastrello. In casi del genere l'animale soffre intensamente ogni qualvolta appoggia il piede e procede zoppicando a fatica. Pertanto le Unghie vanno periodicamente controllate e, quando sono sproporzionate, devono essere accorciate.  

Per stabilire se le unghie sono lunghe, fate salire l'animale sui piano di un tavolo: se le unghie toccano, senza possibilità di dubbio, il tavolo, vanno accorciate.  

Per il taglio delle unghie servitevi di una tronchesina molto robusto e ben tagliente perché, specie nei cani di grossa mole, l'unghia oppone una notevole resistenza ai taglio.  

Prima di spiegare come va effettuato il taglio delle unghie occorre fare qualche precisazione anatomica. L'unghia appare come una sorta di cono corneo, di differenti dimensioni a seconda della taglia dell'animale; all'interno è posta una parte carnosa, il cosiddetto "polpa dell'unghia", ricca di vasi sanguigni e di diramazioni nervose, che non raggiunge l'estremità libera della parte cornea ma si arresta qualche millimetro prima. Durante il taglio, attenzione dunque ad amputare solo la parte in eccesso, facendo in modo di non ferire l'interno carnoso dell'unghia. Se il cane ha le unghie bianche l'operazione risulta abbastanza agevole, perché la parte viva è facilmente individuabile esternamente per la coloritura rosata, mentre le unghie nere rendono più ardua l'impresa.  

 

Per individuare la giusta linea di taglio occorre sapere che un'unghia è di normale lunghezza quando non sorpassa il piano tangente alla superficie di appoggio dei polpastrello. Questa superficie corrisponde esattamente alla parte di polpastrello a contatto con il suolo; se appoggiamo a essa un cartoncino rigido sarà da ta­gliare quella porzione di unghia che sorpasserà detto cartoncino. È naturalmente preferibile accorciare l'unghia di un millimetro di meno piuttosto che di un millimetro di troppo. Prima di compiere l'operazione accertatevi che l'ambiente sia sufficientemente illuminato e richiedete un aiutante che si incarichi di immobilizzare il muso dell'animale. Tenete sollevato il piede servendovi della mano sinistra mentre con la destra impugnate l'apposito strumento. Nel caso malaugurato di un taglio sul vivo dell'unghia, è prevedibile che l'animale accuserà un certo dolore e che dalla parte ferita gocciolerà una non trascurabile quantità di sangue. Non allarmatevi: questa emorragia si arresta facilmente facendo uso di un cauterizzatore elettrico o più semplicemente di un comune cacciavite riscaldato al fuoco e appoggiato per un istante sul taglio.  

    

 

 

 

  .Forum
  .Pubblicizzati
  .CONCORSI  
  .Pet shop

 

 

google

cani
gatti
piccoli mammiferi
uccelli
rettili
anfibi
pesci
del cortile e della stalla
Piante, Alberi, Arbusti

Autore: Manuel Battafarano

. DISCLAIMER  . PUBBLICIZZATI SU INSEPARABILE
Copyright Inseparabile 18/12/2000 - 2014 contact info@inseparabile.com