INDIETRO

Ti piace questa pagina? Consigliala!

STERNOTHERUS ODORATUS 
(tartaruga del muschio comune)

 STERNOTHERUS ODORATUS 

 

Ordine:           Testudines
Sottordine:     Cryptodira
Famiglia:        Emydidiae
Genere:          Sternotherus

 

Caratteristiche

Lo sternotherus odoratus è una delle più piccole tartarughe acquatiche del nord America, le femmine adulte non superano i 14cm e i maschi i 10cm.
Sternotherus dal greco stenon "cassa"e thairos "cerniera" per gli scuti del piastrone provvisto di cardini.
Odoratus parola latina che significa "avere un odore", questo nome, lo deve a due ghiandole poste sotto il ponticello fra il carapace ed il piastrone che se l'animale è infastidito emettono un liquido giallastro con un odore pungente che tiene lontani gli eventuali predatori, questa sua peculiarità pressoché scompare, quando è allevata in cattività.
Questa tartaruga è prettamente acquatica, ma non è un'abile nuotatrice per lo più passeggia sul fondo di piccoli laghetti o in ogni caso in luoghi con acqua ferma  cercando cibo.
Nonostante la loro piccola dimensione soprattutto i maschi sono molto aggressivi.
Carapace stretto e molto arcuato di colore marrone oliva striato con delle marcature nere, spesso ricoperto di alghe, da qui il suo nome tartaruga del muschio. Il piastrone è piccolo con della pelle fra gli scuti di colore giallastro o marrone. Il muso appuntito ed usualmente compaiono due strisce gialle ai lati occhi grandi e neri, la coda è molto corta nelle femmine poco più grande e tozza nei maschi che termina con un chiodo corneo smussato.

 

GLI ALLEVAMENTI CONSIGLIATI DA INSEPARABILE SONO:

Nessun allevamento da segnalare 
se vuoi sapere come segnalare il tuo, contatta: marketing@inseparabile.it 

Distribuzione

Questa tartaruga si può trovare dal lago Ontario in Canada sino ai corsi d'acqua della Florida e più ad ovest dal Wisconsin sino al Texas.

 diffusione STERNOTHERUS ODORATUS  Area di distribuzione

 

Abitudini in natura

Come già detto lo Sternotherus è una tartaruga acquatica e raramente si spinge all'asciutto, solo nella stagione della riproduzione. E' un'abile cacciatrice e passa lunghi periodi sott'acqua e questo fa si che il suo carapace si ricopra di alghe e muschio che l'animale sfrutta per essere invisibile alle prede e ai predatori, questa qualità è dovuta al fatto che sott'acqua rallenta il suo metabolismo sino a ridurre il consumo di ossigeno a 1/8 di quello utilizzato fuori dall'acqua.
Nella stagione calda, come tutti i rettili, amano crogiolarsi al sole su tronchi semi sommersi, ma sono anche abili scalatori e si spingono anche su rami alti degli alberi in riva ai fiumi, grazie al piastrone stretto ha una grande mobilità delle zampe e fa si che l'animale può arrampicarsi sino ad un'altezza di 2m.

Dieta in natura

Questa tartaruga ha abitudini notturne con i suoi grandi occhi ha una buona visione al buio, è onnivora ma, predilige un'alimentazione animale, piccoli pesci, uova o larve d'insetti acquatici, granchi e gamberi di fiume sono i cibi preferiti me a volte si nutre anche di piante acquatiche.

Riproduzione

Il corteggiamento può avvenire anche più volte l'anno ma il picco è in primavera.
Come tutte le tartarughe acquatiche, la danza di corteggiamento avviene in acqua e così pure l'accoppiamento.
La femmina depositerà le uova, da 2 a 5, in nidi comuni con altre tartarughe sulle sponde dei fiumi o laghi dove vivono.
La determinazione del sesso, come per molti rettili è dipendente dalla temperatura d'incubazione che durerà dalle 9 alle 12 settimane.
I piccoli nasceranno perciò da agosto a novembre a seconda della latitudine di dove vivono. La loro maturazione sessuale è molto veloce dai 2 ai 4 anni e possono vivere un massimo di 54 anni.

Allevamento in cattività

L'acquario per questo tipo di tartaruga, dato le sue limitate dimensioni, deve essere minimo di 50x30 cm ma con un'ampia zona asciutta scaldata da una lampada spot in modo che la temperatura esterna sia di circa 30°.
Questa area di basking deve essere facilmente raggiungibile con una rampa che parte dal fondo perché queste tartarughe non sono abili nuotatrici, ma preferiscono camminare sul fondo, altra abitudine di questi rettili è quella di nascondersi in piccoli anfratti sommersi per la caccia, per questo sarebbe utile costruire una piccola grotta sommersa dove l'animale possa nascondersi.
Ovviamente il livello dell'acqua non deve essere elevato, ma tale per cui l'animale può respirare toccando con le zampe posteriori il fondo, fra gli 8cm e i 12cm..
La temperatura ottimale dell'acqua è fra i 23° e i 25° con un escursione termica fra notte e giorno di 2 o 3  gradi.
 Per il filtraggio valgono le regole già viste per le altre tartarughe acquatiche; l'impianto deve essere sovradimensionato rispetto ai litri reali della vasca nella misura minima di uno a quattro ad esempio un acquario con 50 litri d'acqua deve avere un filtro per vasche da 200 litri, ed oltre ad un buon filtraggio si consiglia un cambio parziale frequente, ogni 2 o 3 giorni con acqua decantata.
Come per tutti i rettili è d'obbligo l'installazione di una lampada UVA-B che aiuta il metabolismo dell'animale a sintetizzare la vitamina D3 e la formazione di un robusto carapace.
L'inserimento di piante acquatiche può essere utile perché, come già detto, lo Sternotherus ama nascondersi e le piante aiutano il filtraggio.
La cosa migliore è la costruzione di un laghetto per l'allevamento estivo, anche non particolarmente grande.

Dieta in allevamento

Lo sternotherus e un rettile onnivoro ma predilige cibi animali quindi piccoli pesci lumachine, lombrichi, insetti sono la dieta preferita, anche se non disdegna anche piante acquatiche.
Cibi in pellet galleggianti non sono indicati perché questi animali potrebbero aver difficoltà a riconoscerli come cibo, preferiscono, infatti, alimentarsi rovistando fra i sassi sul fondo.
L'alimentazione con alimenti surgelati dovrebbe essere integrata con complessi vitaminici perché il processo di congelamento distrugge la vitamina E utile per la crescita della tartaruga.
Data la gran voracità dello sternotherus è facile sovranutrirlo. Un esemplare adulto dovrebbe mangiare ogni due giorni invece per gli esemplari più giovani è  consigliata un'alimentazione giornaliera.

 

STERNOTHERUS ODORATUS 

STERNOTHERUS ODORATUS 

 

PER APPROFONDIRE L'ARGOMENTO INSEPARABILE CONSIGLIA:

LIBRI  

Guida alle tartarughe acquatiche (nuova edizione) Tartarughe acquatiche e palustri: la guida completa Il grande libro delle tartarughe Guide fotografiche. Terralog. Tartarughe del mondo. Vol 2  

DVD 

COFANETTO VITA A SANGUE FREDDO - DVD

 

Altri Rettili dalla A alla S
ANFIBOLURO APALONE SPINIFERA BOA CONSRICTOR
CAIMANO CAMALEONTE CHRISEMYS PICTA BELLI
DEIROCHELYS RETICULATA DEIROCHELYS RETICULARIA MIARIA DEIROCHELYS RETICULARIA RETICULARIA
DRAGO BARBUTO ELAPHE GUTTATA GECO LEOPARDO
GEOCHELONE PARDALIS GEOMYDA SPINOSA GLIPTEMYS INSCULPTA
GRAPTEMYS BARBOURI GRAPTEMYS CAGLEI GRAPTEMYS ERNSTI
GRAPTEMYS FLAVIMACULATA GRAPTEMYS GEOGRAPHICA GRAPTEMYS GIBBOSI
GRAPTEMYS KOHNII GRAPTEMYS NIGRINODA GRAPTEMYS OCULIFERA
GRAPTEMYS OUACHITENSIS GRAPTEMYS PSEUDOGEOGRAPHICA GRAPTEMYS PULCHRA
GRAPTEMYS VERSA HEOSEMYS SPINOSA IGUANA
KACHUGA TECTA KINOSTERNON SUBRUBRUM LUCERTOLA DELLA SAVANA
MATA MATA OCADIA SINENSIS PALEOMEDUSA SUBRUFA
PITONE REALE RHINOCLEMMYS PULCHERRIMA MANNI SERPENTE RE - Lampropeltis getulus
STERNOTHERUS ODORATUS

Ringraziamo il sito TARTAPORTAL per la realizzazione di questa scheda.

 

 

 

  .Forum
  .Pubblicizzati
  .CONCORSI  
  .Pet shop

 

 

google

cani
gatti
piccoli mammiferi
uccelli
rettili
anfibi
pesci
del cortile e della stalla
Piante, Alberi, Arbusti

Autore: Manuel Battafarano

. DISCLAIMER  . PUBBLICIZZATI SU INSEPARABILE
Copyright Inseparabile 18/12/2000 - 2014 contact info@inseparabile.com