Indietro

Advertising

trovacuccilibannere

traovalosubitobanner

SOMMINISTRARE LE MEDICINE AL NOSTRO AMICO

Dopo che saremo andati dal veterinario e lui ci avrà prescritto un ciclo di cura per il nostro amico; dovremo noi somministrare alcuni medicinali.

Pillole, sciroppi e gocce

I medicamenti molte volte possono essere forniti con il cibo. In questo caso la loro somministrazione non pone problemi. Quando però il veterinario ce lo sconsigli o il cane rifiuti il cibo perché non gradisce il sapore della medicina, occorre somministrarlo direttamente.

Pillole

Mentre capsule e confetti vengono deglutiti facilmente, le compresse, con  superficie più ruvida, possono creare problemi è utile quindi ungerle con un poco di olio di vaselina o di olio alimentare, per renderle più scivolose. Chiedere comunque al veterinario se, nel caso specifico, non vi è qualche controindicazione.

Come somministrare:

- afferrare la compressa tra il pollice e il dito medio;

- con l'altra mano costringere l'animale ad aprire la bocca premendo, con il pollice da un lato e con l'indice e il medio dall'altro lato, le labbra superiori contro i denti subito dietro ai canini; appena si sarà formata una fessura, con il dito indice della mano che tiene la compressa abbassare la mandibola

- quando l'animale avrà spalancato la bocca, spingere la pillola o la compressa verso la

base della lingua;

-     se serve, costringere l'animale a bere un poco d'acqua prima che possa sputare il medicamento.

Sciroppi e gocce

 Nella maggior parte dei casi la soluzione più pratica è quella di utilizzare una siringa senza ago e ben lavata, riempita della dose necessaria.

Per somministrare dosi modeste di liquido:

- introdurre la punta della siringa tra i canini e i premolari posteriori tenendo la testa

dell'animale leggermente sollevata

- premere lo stantuffo. Appena il liquido esce dalla siringa l'animale comincia a deglutire. La somministrazione dovrà avvenire con rapidità ma lasciando al cane il tempo di deglutire, per evitare che una parte del farmaco raggiunga la trachea, inducendo la tosse.

Se la quantità di liquido è maggiore:

-utilizzare un bicchiere o il piccola bottiglia e versa: contenuto all'interno della guancia, utilizzando il labbro inferiore come imbuto

Se l'animale rifiuta di deglutire basta sollevargli la testa e divaricargli i denti per lasciar scorrere il farmaco verso la gola.

Link sponsorizzati
 

Medicamenti oftalmici

Per l'estrema sensibilità della parte il cane oppone una resistenza che sarà facile superare agendo con sicurezza e calma.

Colliri. Dopo aver pulito accuatamente l'occhio con una garza imbevuta di acqua borica procedere nel modo seguente:

- con una mano sollevare la testa dell'animale tenendo il muso tra pollice e indice e contemporaneamente abbassare la palpebra inferiore con il dito medio;

- con l'altra mano, tenere il flacone o il contagocce, lasciando cadere il numero di gocce previsto Si raccomanda di tenere il flacone a una distanza di almeno due centimetri dall'occhio per evitare di urtano.

Pomate Per evitare di urtare l'occhio con il tubetto agire nel seguente modo:

- stendere la quantità di pomata necessaria sul dito indice della mano;

- con l'altra trattenere il muso e aprire l'occhio;

- collocare la pomata all'interno della palpebra inferiore;

- con il dito medio della stessa mano chiudere la palpebra.

 

Farmaci auricolari

Di solito questi medicamenti sono preparati nella forma di gocce, pomate o creme. 
Gocce, pomate, creme

Dopo aver pulito accuratamente l'orecchio agire nel seguente modo:

- con una mano tenere sollevato il padiglione auricolare per rendere visibile l'imbocco del canale;

- con l'altra lasciarvi cadere la dose prevista;

- massaggiare la base del padiglione per favorire la penetrazione del medicamento.

 

Ringraziamo Francesco Rossi per la realizzazione di questa scheda 

 

 

Utility di Inseparabile

Spot

Le Schede