Indietro

Advertising

trovacuccilibannere

traovalosubitobanner

LA PECORA SARDA 

PECORA SARDA 

 

Origine e diffusione: razza originaria della Sardegna, probabilmente discende dal muflone(Ovis musimon). Oltre che nella sua terra di origine è allevata in diverse zone della penisola tra cui: il Lazio,la Toscana,L'Umbria, l'Abruzzo e le Marche nel centro Italia,la Sicilia e la Calabria nel meridione e gruppi meno consistenti nel nord i più importanti sono in Liguria, Piemonte e in Emilia Romagna.Mentre all'estero si registrano nuclei in vari paesi del meditteraneo tra cui la Tunisia e la Spagna.Allo stato attuale gli ovini di tale razza presenti in Italia sono circa 4.000.000 di capi, di cui un buon 60 per cento allevato solo in Sardegna(la pecora sarda costituisce oltre il 50% del patrimonio ovino italiano).

Tipologia di allevamento:  E' una razza rustica e molto produttiva e viene allevata in modo estensivo e transumante nelle zone di origine; stanziale (con pascolo) negli allevamenti continentali. La principale caratteristica per la quale viene allevata è la produzione del latte che oscilla dai 60 litri in100 giorni per le primipare(in un allevamento estensivo) ai 180 litri in 180 giorni per le pluripare (in un allevamento intensivo). Per quello che riguarda la carne occorre dire che, nonostante sia la pecora sarda ad attitudine lattifera anche la produzione della carne ha una sua importanza.Infatti molto richiesta sul mercato è la carne dell'agnello tra gli 8 e i 10 kg di peso,mentre nella sua zone d'origine ha un buon riscontro di mercato anche la carne dei soggetti adulti impiegata nella preparazione di diversi piatti della tradizione sarda.Infine la produzione della lana ha un ruolo marginale essendo di qualità grossolana, adatta per tappeti e materassi.

GLI ALLEVAMENTI CONSIGLIATI DA INSEPARABILE SONO:

Link sponsorizzati

Nessun allevamento da segnalare 
se vuoi sapere come segnalare il tuo, contatta: marketing@inseparabile.it 



Caratteristiche vitali:
di taglia media il suo peso si aggira tra i 40-50kg nelle femmine tra i 60-70kg nei maschi, il vello è bianco e raramente possiedono corna.

Caratteristiche riproduttive:
- fertilità annua (intesa come rapporto percentuale tra il numero delle pecore partorite ed il
numero delle pecore matricine): 96%. Prolificità (intesa come rapporto percentuale tra gli agnelli nati ed il numero delle pecore partorite): da 110% (in condizioni estensive) a 150% (in condizioni intensive).
-Fecondità annua (intesa come rapporto percentuale tra gli agnelli nati ed il numero delle pecore matricine): da 106% (in condizioni estensive) a 144% (in condizioni intensive).

-periodo del primo parto si aggira intorno ai 15 mesi

- basso il tasso di gemellarità (8-10%) in condizioni estensive; discreta gemellarità (40-50%) in condizioni intensive.


Indirizzo di miglioramento:

-esaltare l'attitudine alla produzione del latte sotto l'aspetto quantitativo e qualitativo;

- migliorare le caratteristiche della mammella per facilitare la mungitura meccanica

- incrementare la prolificità sopratutto il tasso di gemellarità

 

Per la realizzazione di questa scheda ringraziamo il signor Sebastiano Moreddu

 

Utility di Inseparabile

Spot

Le Schede