Indietro

Advertising

trovacuccilibannere

traovalosubitobanner

ACETOSELLA - OXALIS.

Acetosella - Oxalis  - Foto tratta da www.fungoceva.it

Anticamente la pianta era dedicata a Venere, dea dell'amore, e secondo una credenza popolare aveva il potere di proteggere le giovani madri.
Particolarmente di buon augurio, quindi, inviare un vaso di "quadrifoglio" o di "trifoglio da fiore" a una puerpera.

Il nome deriva dal greco "oxys", che significa acido, ad indicare il sapore acidulo delle foglie dell'acetosella.
Varie specie di Oxalis, di buon valore ornamentale, sono chiamate anche quadrifoglio da fiore o trifoglio da fiore.
L'acetosella fiorisce lungo tutti i dorsali alpini e appenninici. In Sicilia, verso maggio, interi prati si ricoprono di acetosella a fiori gialli; spesso anche il terreno degli agrumeti è tappezzato da questa graziosa erbacea.

 

Descrizione.

La famiglia: Oxalidacee
Il genere comprende circa 800 specie fra erbacee annuali, biennali e perenni.
L'origine: è spontanea nel nostro paese l'O. Acetosella; le altre specie provengono dall'Africa e dall'America tropicale.
L'aspetto: pianticelle alte da 5 cm a un palmo, con portamento compatto
Le foglie a forma di trifoglio o di un quadrifoglio hanno lungo picciolo; di colore verde tenero, brillante.
I fiori piccoli, eleganti, a forma di calice; di colore bianco, rosa, giallo, lilla.
La fioritura: in primavera per l'Oxalis acetosella; tra l'inverno e la primavera per l'Oxalis cernua e l'Oxalis versicolor; in estate per quasi tutte le altre specie.
L'utilizzazione: formazione di bordure, decorazione di rocce, coltura in vaso.
Tuttavia in molte regioni italiane a queste pianticelle si fanno anche altri nomi a seconda della forma delle loro foglie che possono essere a 3, a 4 e più lobi.
L'acetosella diviene così trifoglio da fiore oppure quadrifoglio da fiore.
Secondo questa empirica suddivisione , vediamo quali sono le specie più decorative: n trifoglio da fiore: O. Acetosella, O. cernua, O. verscicolor; la loro fioritura è rispettivamente di color bianco screziato di porpora; giallo; bianco marginato di violetto. L.O. acetosella fiorisce a primavera, le altre due specie tra l'inverno e la primavera a seconda del clima n quadrifoglio da fiore: O. tetraphylla, O. adenophylla, O. lasiandra: fioritura estiva rispettivamente nei colori rosa, viola e cremisi



Esigenze.

L'esposizione: vivono bene in pieno sole, ma anche in mezz'ombra Il terreno deve essere mescolato a 1/3 di sabbia.
La piantagione: circa tre mesi prima del periodo di fioritura di ciascuna specie
La moltiplicazione: avviene principalmente in due modi: per semina, da eseguire in primavera per divisione dei cespi, da effettuare tre mesi prima del periodo di fioritura delle varie specie.

Le annaffiature abbondanti (un bicchiere d'acqua al giorno per vasetti di 15 cm di diametro); dopo la fioritura le annaffiature devono essere gradualmente diminuite e quindi sospese per almeno un mese per consentire alla pianticella di riposare Gli Oxalis vengono chiamati comunemente acetosella, che è il nome volgare, ossia non scientifico, dell'O. Acetosella.

.

Scheda realizzata da Marco Finco

Utility di Inseparabile

Spot

Le Schede