Indietro

Advertising

trovacuccilibannere

traovalosubitobanner

Piracanta - Pyracantha. 

Pyracantha - Piracanta

Piricanta (Pyracantha) - Foto tratta da: www.plantcare.com

 

"Non badare alle apparenze": questo è il significato attribuito ai piracanta.
Tale simbologia è pienamente giustificata dall'aspetto quasi insignificante che queste piante hanno in primavera e in estate, mentre appena giunge l'autunno esplodono in una straordinaria macchia di colore, coprendosi di bacche variopinte.


Storia.

Il nome scientifico Pyracantha deriva dai vocaboli greci "pyr = fuoco" e "àkantha = spina", col significato di "fiamma spinosa", in riferimento sia alla forma piramidale della chioma, simile appunto a una fiamma, sia al vivido color rosso delle bacche.

Descrizione.

La famiglia: Rosacee.
Il genere comprende 6 (secondo altri studiosi 7) specie.
L'origine: bacino del Mediterraneo, Asia Minore, Cina e Himalaya.
L'aspetto: arbusti sempreverdi.
Le foglie sono ovali o rotonde, lucenti, piuttosto coriacee, di color verde vivo I fiori piuttosto piccoli, simili a minuscole roselline, raccolti in ricchi ciuffi; il colore può essere bianco, rosa, arancio o rosso.
La fioritura avviene solitamente in maggio e dura circa 15 giorni.
I frutti sono a forma di piccole bacche rotonde, riunite in gruppi come i fiori; i colori variano dal giallo all'arancio al rosso vivo; raggiungono il momento di maggior valore decorativo in autunno; gli uccelli, e soprattutto i merli, ne sono molto ghiotti.

L'utilizzazione per siepi, gruppi isolati, pendii, scarpate o roccaglie, oppure per la decorazione del balcone (in cassette profonde 70 cm).

Esigenze e cure.

L'esposizione: in pieno sole o a mezz'ombra, in clima non eccessivamente freddo.
Il terreno deve essere sciolto, non umido, un po' sabbioso.

Per ottenere splendide fruttificazioni è opportuno concimare queste piante due o tre volte durante la buona stagione con sangue secco da alternare a fitocromos. In autunno, prima di provvedere a eventuali coperture del suolo con torba e foglie secche, è bene spargere sul terreno, preventivamente zappato, un po' di concime organico in polvere.
La copertura con torba e foglie secche è indispensabile nelle regioni dell'Italia settentrionale, dove il clima è piuttosto rigido e il terreno è un po' umido.

Per quanto riguarda le annaffiature, se la stagione estiva si presenta molto asciutta, è opportuno intervenire ogni 10 giorni nella misura di un secchio di acqua; se invece si susseguono i temporali, le annaffiature si rivelano superflue, soprattutto se la terra è compatta e poco permeabile.

Assai utili le irrorazioni settimanali con stimolante ormonico nella dose di 6 gocce per litro. Oltre a costituire un ottimo motivo ornamentale per il balcone e il giardino, i piracanta, se opportunamente sistemati, possono servire anche a rivestire brevi tratti di muro; in tal caso bisogna legare i tralci ad appositi ganci o tralicci.


Piantagione.

La piantagione si esegue alla fine dell'inverno.


Moltiplicazione.

La moltiplicazione avviene per seme direttamente a dimora in parile o in settembre; oppure per talea semilegnosa in luglio-agosto.

Le sei specie.

- P. coccinea: alta anche 5 m, ha fiori bianchi, mentre le bacche sono di un vivido rosso-corallo; molto bella la var. Lalandei con frutti arancio-rosso;

- P. crenatoserrata: alta 6 m, ha fiori molto piccoli e bianchi, mentre le bacche, che permangono sull'arbusto per tutto l'inverno, sono di color rosso vivo;

- P. crenulata: alta 3 m , predilige climi miti; per la lentezza della crescita si dimostra adatta per piccoli giardini o per la coltura in vaso; i fiori e i frutti possono essere di vario colore: dal giallo all'arancio al rosso;

- P. Rogersiana: alta 3 m, molto spinosa, a portamento compatto, è caratterizzata da foglie molto piccole e fiorellini bianchi; le bacche, numerosissime ma non molto grandi, sono di color giallo vivo; molto belle le varietà aurantiaca a bacche arancio; flava a frutti giallo chiaro; semiplena di particolare valore decorativo;

- P. angustifolia: alta 3-4 m, con fiori bianchi in ciuffi compatti e bacche dapprima grigio-verdi e quindi di colore arancio vivo;

- P. atalantioides: alta 6 m, è fra le specie meno spinose; la forma della pianta è compatta ed eretta, i fiori bianchi e le bacche scarlatte; è una specie molto vigorosa e rustica.

.

Scheda realizzata da Marco Finco

Utility di Inseparabile

Spot

Le Schede