Indietro

Advertising

trovacuccilibannere

traovalosubitobanner

Papiro Cyperus.

Papiro - Cyperus papyrus

Papiro (Cyperus papyrus) - Foto tratta da: www.tourisme-tandem.com

 

Il significato simbolico attribuito a questa pianta è "tutte le cose che non saprei mai dirti a voce", e si riferisce al fatto che gli Egizi ricavavano dal papiro una specie di carta su cui scrivevano messaggi, poesie, testi di storia, ecc.

È proprio grazie alla perfetta conservazione degli antichi papiri che gli studiosi hanno potuto apprendere moltissime notizie riguardanti l'antica civiltà egiziana.

 

Storia.

Il nome scientifico Cyperus è un vocabolo greco ricorda l'isola di Cipro; anticamente con questo nome veniva indicata una specie aromatica che gli Sciti usavano per imbalsamare i corpi dei loro re.
Non è molto chiaro perchè il grande naturalista Linneo abbia scelto proprio questo nome per indicare i papiri.


Descrizione.

La famiglia: Ciperacee.
Il genere comprende circa 700 specie.
L'origine: quasi tutte le regioni a clima caldo.
L'aspetto: erbacee annuali o perenni.
Le foglie sono sottili, ma piene, a sezione triangolare, raccolte a ciuffo sulla cima di fusti eretti I fiori sono poco interessanti, molto piccoli, riuniti in infiorescenze a ombrella.
La fioritura avviene solitamente in estate.

L'utilizzazione: per adornare vasche o stagni; è possibile anche la coltura in vaso, soprattutto in idrocoltura.


Esigenze e cure.

L'esposizione: in pieno sole o a mezz'ombra se coltivati in piena aria; in buona luce, ma non al sole, se in appartamento; nelle regioni meridionali e in Riviera resistono all'aperto anche d'inverno.
Il terreno deve essere composto da 1/3 di terra di foglie, 1 /3 di torba e sabbia, 1/3 da orto.

I papiri, nelle diverse specie (ovviamente prendendo in considerazione soltanto quelli dotati di sicure doti ornamentali), vivono bene solo in terra molto umida o addirittura piantati sul fondo di stagni o laghetti, oppure anche messi in vaso e collocati sott'acqua nelle vasche dove si coltivano anche ninfee e nelumbi.

In appartamento, oltre alla conservazione in recipienti di terracotta immersi in un vaso contenente acqua, i papiri possono essere coltivati in idrocoltura. Il papiro ha inoltre bisogno di molta luce e di costante calore.


Piantagione.

La piantagione si esegue in primavera, quando la temperatura è ben calda.


Moltiplicazione.

La moltiplicazione si esegue in primavera per divisione delle radici oppure per talea, tagliando la sommità di un fusto, accorciando fino a 5 cm il ciuffo di foglie e dove vi sia costantemente dell'acqua; il recipiente così preparato deve stare in luogo caldo e molto luminoso.

 

Concimazione.

Se la coltivazione avviene in idrocoltura non esistono problemi di concimazione; basta irrorare il fogliame una volta ogni 10 giorni con stimolante ormonico 66/F, nella dose di 6 gocce per litro d'acqua; se invece la coltivazione avviene in terra bisogna annaffiare ogni 15-20 giorni con estratto di alghe da alternare con fertilizzante minerale completo.


I papiri più ornamentali.

- C. Papyrus o "carta degli Egiziani": specie perenne, alta anche 3 m presenta ricchi ciuffi di foglie di un bel verde vivo
- C. alternifolius: perenne, alto da 30 a 70 cm, è molto simile alla specie precedente, ma ha foglie più larghe, riunite in un ciuffo a forma di stella; molto interessanti le sue varietà gracilis alta solo 50 cm, particolarmente adatta per appartament0, e variegatus con fgoglie variegate di bianco
- C. diffusus: perenne, a radici fibrose, alte circa 1 m, dagli eleganti o ciuffi di foglie sostenute da steli sottili; questa specie viene utilizzata anche per la preparazione di composizioni floreali data la particolare disposizione del fogliame che può essere anche variegato di bianco
- C. esculentus, in Italia noto come "chufa" o "nocciole degli zulù": spontaneo in Italia ha radici fibrose con ingrossamenti a forma di tuberi, gialli, dolci e zuccherini che vengono usati come frutta, ben ghiacciati, oppure vengono impiegati al posto delle mandorle per la preparazione di dolci.

Scheda realizzata da Marco Finco

Utility di Inseparabile

Spot

Le Schede