Indietro

Advertising

trovacuccilibannere

traovalosubitobanner

 

IL PERSIANO

 

PERSIANO

Storia

Le sue origini sono controverse, al punto che è stato chiamato gatto cinese, indiano, russo, ma non per dare indicazioni certe circa la sua vera provenienza, quanto piuttosto per il misterioso ed esotico fascino che questi nomi evocano Il vero motivo di discussione è stato senza dubbio l'origine del caratteristico mantello e l'introduzione in Europa del gene pelo lungo, un mutante recessivo non presente nei comuni gatti domestici presenti nel Vecchio continente, Per questo alcuni ipotizzano che possa discendere dal gatto manul, un felino selvatico a pelo lungo, che viveva e vive tuttora in Tibet, nella Mongolia e nella Cina occidentale, gatto che si sarebbe poi insediato in Anatolia al seguito di mercanti e commercianti di spezie e di sete, Altri, invece, sostengono l'ipotesi della mutazione spontanea e cioè di una forma di adattamento dell'animale all'ambiente circostante era infatti necessario un pelo lungo e folto per sopravvivere ai lunghi e rigidi inverni della Turchia. In ogni caso, questo gatto sembra essere giunto in Occidente nel XVII secolo grazie al ricchissimo esploratore Pietro Della Valle, che lo portò in Italia al ritorno da un viaggio in Turchia, e da qui venne poi contrabbandato in Francia, Altre fonti sostengono che fù portato prima in Provenza e poi a Parigi direttamente da Ankara, da un certo antiquario, Nicolas Fabri de Peirex, Comunque sia, in Francia divenne ben presto il gatto dei nobili e, a testimonianza di queste regali frequentazioni, gli è rimasto il nome di "gatto francese", Autorevoli studiosi asseriscono che, una volta giunto in Inghilterra, venne ibridato con i gatti a pelo lungo provenienti dalla provincia del Khorazan in Persia, gatti molto più robusti e pesanti da cui deriverebbe il persiano odierno.

Selezione

Il persiano attuale è ben diverso da quello presentato alla prima mostra felina del Crystal Palace di Londra, nel 1871, In effetti non esiste razza di gatti al mondo ad avere subito tante e tali modificazioni dettate dalla moda e dal gusto del momento Si può tranquillamente affermare che la vera patria del persiano è stata l'Inghilterra; va infatti proprio agli allevatori inglesi il merito di essersi dedicati alla selezione e all'allevamento di questa razza e di averne fissato il "tipo".La selezione del persiano ha sostenuto un'importantissima svolta nell'immediato dopoguerra e in particolare al principio degli anni Cinquanta Dall'iniziale persiano inglese  un gattone un po' pesante con il naso non cortissimo ma dai bellissimi colori e dalla magnifica tessitura del mantello  lavorando molto sul tipo degli americani ottengono un gatto ancora più raccolto, pesante, massiccio e, soprattutto, con il naso incredibilmente corto, al punto che la differenza tra le due tipologie diventa davvero Sostanziale. Negli anni Ottanta scoppia in Europa il vero boom del persiano made in USA, e la nuova moda del gatto "schiacciatissimo" con il pelo lungo contagia veramente tutti. 

Gli allevatori cominciano così a importare soggetti delle migliori linee di sangue al fine di perfezionare e rinnovare i propri allevamenti. E i risultati non si sono fatti attendere! Oggi il livello dei soggetti allevati è di straordinaria qualità pur favorendo il tipo estremo, i persiani allevati attualmente sono davvero molto armoniosi e hanno una sontuosa livrea dai magnifici colori.

ALLEVAMENTI CONSIGLIATI DA INSEPARABILE

Link sponsorizzati

Nessun allevamento da segnalare 
se vuoi sapere come segnalare il tuo, contatta: marketing@inseparabile.it

 

Consigli e cure

Per il suo lungo e folto mantello, il persiano è un gatto che richiede una manutenzione particolare. La pelliccia deve essere spazzolata tutti i giorni, perché il pelo non può rischiare di infeltrire o annodarsi, pena la drastica rimozione dei nodi a colpi di forbice. Per questo il gatto deve  essere abituato al pettine e  alla spazzola fin da piccolo  (è particolarmente indicato un petti ne a maglie larghe). Allo scopo si può iniziare simulando il gioco e, soprattutto, pettinarlo nelle zone che ,sicuramente gli Procureranno piacere come ,la testa e il collo. Ben presto lo si .condizionerà a questo rituale, che non verrà più vissuto come un momento doloroso e da evitare ma come una piacevole parentesi da trascorrere insieme. Durante il periodo del la muta la rimozione dei peli morti si rende ancor più necessaria  per evitare che la loro ingestione porti alla formazione di pericolose palle di pelo che possono provocare occlusioni intestinali. 
Anche il bagno è un momento importante per il persiano, che vi si deve abituare fin da piccolo, ed è necessario utilizzare prodotti specifici particolarmente adatti alla lunghezza, alla struttura e alla tessitura del pelo. 

Anche la frequenza del bagno è importante. il gatto deve essere lavato in media una volta al mese, periodo variabile in funzione del tipo di pelo, del colore, della ,stagione e di eventuali concorsi in calendario.
Dopo il lavaggio è indispensabile una perfetta asciugatura. Allo scopo dopo averlo frizionato con un asciugamano, si possono utilizzare una stufetta termoconvettrice o un phon silenzioso ma potente Gli occhi devono essere puliti una o due volte al giorno con un fazzoletto di carta morbido o una garzina di cotone Spesso la lacrimazione abbondante, favorita dalla particolare conformazione dell'occhio e del naso e dalla frequente occlusione del canale nasolacrimale, porta nel soggetti chiari a un ingiallimento della zona sottorbitale. Nel caso si possono impiegare deterrenti facilmente reperibili in commercio, atti a smacchiare il pelo. È un gatto di indole pacifica, molto tranquillo e affettuosissimo.
Per questo e per la sua estrema adattabilità si adegua perfettamente alla vita casalinga e anche 1 piccolo spazio gli sono congegnali  viene considerato il gatto da compagnia ideale. La sua dolcezza trasmette tranquillità i suoi modi pacati e gentili lo rendono un amico discreto e gradevole, la sua disponibilità al gioco un piacevole compagno. si addice, quindi, alle persone sole, agli anziani e ai bambini.  

PER APPROFONDIRE L'ARGOMENTO INSEPARABILE CONSIGLIA:

LIBRI  

IL GATTO PERSIANO GATTI Conoscere, riconoscere e allevare tutte le razze di gatti Il grande libro dei Gatti Tutto quello che avreste voluto sapere sui Gatti

DVD

Il Persiano e l'Exotic shorthair - DVD Come allevare un cucciolo - DVD CANI E GATTI Razza, curiosità e comportamenti dei nostri amici - DVD


 

Utility di Inseparabile

Spot

Le Schede