PDA

Visualizza Versione Completa : DA VEDERE



Pagine : [1] 2 3 4 5 6 7 8 9

sandy
19-05-05, 09:25 AM
Grazie a Fabry ho riscoperto questo sito, questo filmato è da vedere è forte come video

http://www.bairo.info/fabbriche_infernali.wmv

Plutarco:
Vi state chiedendo perché Pitagora si astenesse dal mangiare carne? Io, da parte mia, mi domando piuttosto per quale ragione e con quale animo un uomo, per primo, abbia potuto avvicinare la sua bocca al sangue coagulato e le sue labbra alla carne di una creatura morta; come abbia potuto mettere sulla propria mensa dei cadaveri di animali e definire cibo e nutrimento quegli esseri che fino a poco prima muggivano o belavano, si muovevano, vivi. Come abbia potuto sopportare la vista del massacro, la gola squarciata, la pelle scuoiata, gli arti staccati; sopportare il cattivo odore... come abbia fatto a non provare ribrezzo a contatto delle piaghe degli altri esseri succhiandone addirittura succhi e siero dalle ferite...! L'uomo non si nutre certo di leoni e di lupi per autodifesa... ma, al contrario, uccide creature innocue, mansuete, prive di pungiglioni o di zanne. Per un pezzo di carne, l'uomo le priva del sole, della luce, della durata naturale della vita alla quale hanno diritto per il fatto di essere nate. Se sostenete che la natura vi ha destinato questo tipo di nutrimento, ebbene, allora uccidete voi stessi, da soli, quel che volete mangiare, ma fatelo con le vostre sole forze, senza clava, senza mazza, né altre armi.

terry
19-05-05, 09:54 AM
no.. a metà mi sono fermata....

terry
19-05-05, 09:54 AM
no.. a metà mi sono fermata....

yvlohorse
19-05-05, 11:39 AM
Molti pensano che sia nella natura dell'uomo mangiare carne ed in effetti è così.
Io sono tra gli ipocriti che non ucciderebbero mai un animale con le proprie mani, ma mangiano carne.

Ne mangio pochissima e solo manzo, pollo e maiale, vorrei smettere, ma non posso mangiare neanche tante verdure e legumi, cosa mi mangio???? Sto di continuo a prendere pasticchette per il ferro.

Cmq prima o poi riuscirò a smettere, dovrò in ogni caso continuare ad acquistare la carne per mio marito, mia figlia e i miei animali.

Cosa dai da mangiare al tuo cane???? Sai che cani e gatti hanno bisogno di carne per evitare di incorrere in gravissimi problemi di salute???

La scelta è complicata e difficile, non possiamo certo tornare a fare i contadini e gli allevatori di bestiame, anche se probabilmente sarebbe meglio. Contro la caccia è una lotta continua. Cosa fare?? Tutti vegetariani???? Utopia

L'uomo dovrebbe sparire dalla faccia della terra e sicuramente tutto il pianeta ne guadagnerebbe in equilibrio e salute. Grossissima Utopia.[:137]
[:142][:142][:142]
L'unica cosa da fare è rendere la breve vita di questi poveri animali il più decorosa possibile e fare in modo che la loro morte sia veloce e indolore. Su questo bisogna lottare se si vuole avere qualche possibilità di vittoria.

yvlohorse
19-05-05, 11:39 AM
Molti pensano che sia nella natura dell'uomo mangiare carne ed in effetti è così.
Io sono tra gli ipocriti che non ucciderebbero mai un animale con le proprie mani, ma mangiano carne.

Ne mangio pochissima e solo manzo, pollo e maiale, vorrei smettere, ma non posso mangiare neanche tante verdure e legumi, cosa mi mangio???? Sto di continuo a prendere pasticchette per il ferro.

Cmq prima o poi riuscirò a smettere, dovrò in ogni caso continuare ad acquistare la carne per mio marito, mia figlia e i miei animali.

Cosa dai da mangiare al tuo cane???? Sai che cani e gatti hanno bisogno di carne per evitare di incorrere in gravissimi problemi di salute???

La scelta è complicata e difficile, non possiamo certo tornare a fare i contadini e gli allevatori di bestiame, anche se probabilmente sarebbe meglio. Contro la caccia è una lotta continua. Cosa fare?? Tutti vegetariani???? Utopia

L'uomo dovrebbe sparire dalla faccia della terra e sicuramente tutto il pianeta ne guadagnerebbe in equilibrio e salute. Grossissima Utopia.[:137]
[:142][:142][:142]
L'unica cosa da fare è rendere la breve vita di questi poveri animali il più decorosa possibile e fare in modo che la loro morte sia veloce e indolore. Su questo bisogna lottare se si vuole avere qualche possibilità di vittoria.

terry
19-05-05, 11:50 AM
quoto yvlohorse.

terry
19-05-05, 11:50 AM
quoto yvlohorse.

sandy
19-05-05, 01:27 PM
Citazione:Messaggio inserito da yvlohorse
L'unica cosa da fare è rendere la breve vita di questi poveri animali il più decorosa possibile e fare in modo che la loro morte sia veloce e indolore. Su questo bisogna lottare se si vuole avere qualche possibilità di vittoria.


che vittoria sarebbe?[:211][:211][:211]
x me è troppo poco questo, è come dargli un contentino,
in fin dei conti chi siamo noi x torgliergli la vita?
chi ha detto che spetta a noi una simile decisione?
che grossa responsabilità!!!

sandy
19-05-05, 01:27 PM
Citazione:Messaggio inserito da yvlohorse
L'unica cosa da fare è rendere la breve vita di questi poveri animali il più decorosa possibile e fare in modo che la loro morte sia veloce e indolore. Su questo bisogna lottare se si vuole avere qualche possibilità di vittoria.


che vittoria sarebbe?[:211][:211][:211]
x me è troppo poco questo, è come dargli un contentino,
in fin dei conti chi siamo noi x torgliergli la vita?
chi ha detto che spetta a noi una simile decisione?
che grossa responsabilità!!!

brutta
19-05-05, 01:38 PM
comunque, al di là che anche per me sarebbe già una bella vittoria dare vita e morte senza dolori e torture a questi animali, diventare TUTTI vegetariani sarebbe un'ennesima catastrofe ambientale. Via a tutte le foreste e boschi e habitat selvaggi per gli animali per fare spazi alle colture per gli uomini. Perchè non basterebbero +. E gli animali selvatici cosa mangiano, se tutto è occupato da colture? Anzi, io credo che mucche, ovini & c. morirebbero, saprirebbero comunque, visto la loro "inutilità" e anzi, diventerebbero dei nostri "nemici" che devono mangiare le nostre stesse cose.....

brutta
19-05-05, 01:38 PM
comunque, al di là che anche per me sarebbe già una bella vittoria dare vita e morte senza dolori e torture a questi animali, diventare TUTTI vegetariani sarebbe un'ennesima catastrofe ambientale. Via a tutte le foreste e boschi e habitat selvaggi per gli animali per fare spazi alle colture per gli uomini. Perchè non basterebbero +. E gli animali selvatici cosa mangiano, se tutto è occupato da colture? Anzi, io credo che mucche, ovini & c. morirebbero, saprirebbero comunque, visto la loro "inutilità" e anzi, diventerebbero dei nostri "nemici" che devono mangiare le nostre stesse cose.....

Selene
19-05-05, 01:40 PM
E' assolutamente inutile stare qui a fare gli ipocriti. La carne è buona e da quello che so io e che mi ha detto il dietologo, fa bene. E di sicuro è inutile stare a scandalizzarsi per questo perchè è la verità. Punto. La questione è questa...non si smetterà di mangiare carne per aver visto un video. Sicuramente io non smetterò e come me penso quasi tutti gli altri. Come dicevo già in un altro post simile (mi pare quello sugli agnelli pasquali) è il modo in cui viene fatto tutto ciò che fa inorridire. O si cambia il modo di macellare questi animali o s'inventa una pillola che sostituisca i pasti. Ma dubito fortemente che si andrà verso un futuro dove mucche, maiali, pecore, galline ecc ecc saranno liberi di corre su d'un verde prato. Certo è triste non sarà nemmeno giusto ma i barbecue non smetteranno d'esistere per questo.
Io (e questa è solo la mia opinione) sono per combattere il modo in cui questo viene fatto. Ma mi spiace non per il non mangiare + carne.

Selene
19-05-05, 01:40 PM
E' assolutamente inutile stare qui a fare gli ipocriti. La carne è buona e da quello che so io e che mi ha detto il dietologo, fa bene. E di sicuro è inutile stare a scandalizzarsi per questo perchè è la verità. Punto. La questione è questa...non si smetterà di mangiare carne per aver visto un video. Sicuramente io non smetterò e come me penso quasi tutti gli altri. Come dicevo già in un altro post simile (mi pare quello sugli agnelli pasquali) è il modo in cui viene fatto tutto ciò che fa inorridire. O si cambia il modo di macellare questi animali o s'inventa una pillola che sostituisca i pasti. Ma dubito fortemente che si andrà verso un futuro dove mucche, maiali, pecore, galline ecc ecc saranno liberi di corre su d'un verde prato. Certo è triste non sarà nemmeno giusto ma i barbecue non smetteranno d'esistere per questo.
Io (e questa è solo la mia opinione) sono per combattere il modo in cui questo viene fatto. Ma mi spiace non per il non mangiare + carne.

terry
19-05-05, 01:47 PM
selene quoto perfettamente! io fino a poco tempo fa mangiavo pochissima carne, ma adesso la dietologa mi fa mangiare più quella che altro.... la cosa non mi fa tanto piacere, ma lo faccio, anche dopo aver visto il video (non tutto!). Come hai detto tu, bisogna combattere il modo, non il fatto in sè!
(opinione opinabile, ma è la mia!)

terry
19-05-05, 01:47 PM
selene quoto perfettamente! io fino a poco tempo fa mangiavo pochissima carne, ma adesso la dietologa mi fa mangiare più quella che altro.... la cosa non mi fa tanto piacere, ma lo faccio, anche dopo aver visto il video (non tutto!). Come hai detto tu, bisogna combattere il modo, non il fatto in sè!
(opinione opinabile, ma è la mia!)

Selene
19-05-05, 01:56 PM
Si Terry anche perchè io per esempio per motivi di salute devo integrare l'alimentazione con delle pastiglie di ferro ma a quello che so io (se altri sanno diversamente me lo possono pure dire) non fa bene ai reni per esempio prendere per un periodo prolungato queste pastiglie. E l'unica alternativa che hanno dato a me ( e non parlo di amici e parenti ma medici) è di mangiare abbondante carne soprattutto rossa. Sono egoista a pensare alla mia salute? Forse ma io ci penso. Poi c'è un altro motivo perchè si mangia carne. E' buona ( a chi piace ovviamente) e tra le persone che conosco io non ce n'è nemmeno una che smetterebbe di mangiare la carne. Siamo cattivi ed egoisti? Forse anche questo ma io vedo poche persone che smetterebbero di mangiare carne.

Selene
19-05-05, 01:56 PM
Si Terry anche perchè io per esempio per motivi di salute devo integrare l'alimentazione con delle pastiglie di ferro ma a quello che so io (se altri sanno diversamente me lo possono pure dire) non fa bene ai reni per esempio prendere per un periodo prolungato queste pastiglie. E l'unica alternativa che hanno dato a me ( e non parlo di amici e parenti ma medici) è di mangiare abbondante carne soprattutto rossa. Sono egoista a pensare alla mia salute? Forse ma io ci penso. Poi c'è un altro motivo perchè si mangia carne. E' buona ( a chi piace ovviamente) e tra le persone che conosco io non ce n'è nemmeno una che smetterebbe di mangiare la carne. Siamo cattivi ed egoisti? Forse anche questo ma io vedo poche persone che smetterebbero di mangiare carne.

sandy
19-05-05, 02:04 PM
Citazione:Messaggio inserito da Selene
tra le persone che conosco io non ce n'è nemmeno una che smetterebbe di mangiare la carne. Siamo cattivi ed egoisti? Forse anche questo ma io vedo poche persone che smetterebbero di mangiare carne.


non devi guardare quello che fanno gli altri, ognuno deve pensare con propria testa e non seguire la folla solo x non essere soli.
la carne è buona è vero, ma il sacrificio è troppo (x me)! e poi c'e' ne sono tante di cose altrettanto buone!!!!

se vuoi un consiglio x la tua carenza di ferro, mangia tante barbabietole crude e radicchi, ne hanno tantissimo, sono sicuramente meglio delle pastiglie


dimenticavo questo particolare

Il latte diminuisce l'assorbimento di ferro.
Il tè diminuisce l'assorbimento di ferro.
Il caffè diminuisce l'assorbimento di ferro.

sandy
19-05-05, 02:04 PM
Citazione:Messaggio inserito da Selene
tra le persone che conosco io non ce n'è nemmeno una che smetterebbe di mangiare la carne. Siamo cattivi ed egoisti? Forse anche questo ma io vedo poche persone che smetterebbero di mangiare carne.


non devi guardare quello che fanno gli altri, ognuno deve pensare con propria testa e non seguire la folla solo x non essere soli.
la carne è buona è vero, ma il sacrificio è troppo (x me)! e poi c'e' ne sono tante di cose altrettanto buone!!!!

se vuoi un consiglio x la tua carenza di ferro, mangia tante barbabietole crude e radicchi, ne hanno tantissimo, sono sicuramente meglio delle pastiglie


dimenticavo questo particolare

Il latte diminuisce l'assorbimento di ferro.
Il tè diminuisce l'assorbimento di ferro.
Il caffè diminuisce l'assorbimento di ferro.

Selene
19-05-05, 02:15 PM
Sandy qui non si tratta di seguire quello che fanno gli altri e inseguire come una pecora la massa. Quello che intendevo dire io con la frase che hai quotato tu è che sarà ben difficile che si smetta di mangiare carne e che tra le mie conoscenze appunto nessuno ha intenzione di farlo.
Per quanto riguarda la storia del ferro ecc ecc...che ti devo dire a me il medico dietologo m'ha dato una dieta con una marea di carne rossa al posto delle barbabietole e dei radicchi. Non sto dicendo che quello che hai detto tu non sia vero eh! Semplicemente che, per quanto mi riguarda, il mangiare carne è dovuto anche ma non solo da una questione di salute. Ma è interessante quello che hai scritto...magari qualcuno non lo sapeva. Anche per il fatto che ci sono alimenti che ne diminuiscono l'assorbimento.

Selene
19-05-05, 02:15 PM
Sandy qui non si tratta di seguire quello che fanno gli altri e inseguire come una pecora la massa. Quello che intendevo dire io con la frase che hai quotato tu è che sarà ben difficile che si smetta di mangiare carne e che tra le mie conoscenze appunto nessuno ha intenzione di farlo.
Per quanto riguarda la storia del ferro ecc ecc...che ti devo dire a me il medico dietologo m'ha dato una dieta con una marea di carne rossa al posto delle barbabietole e dei radicchi. Non sto dicendo che quello che hai detto tu non sia vero eh! Semplicemente che, per quanto mi riguarda, il mangiare carne è dovuto anche ma non solo da una questione di salute. Ma è interessante quello che hai scritto...magari qualcuno non lo sapeva. Anche per il fatto che ci sono alimenti che ne diminuiscono l'assorbimento.

Liska
19-05-05, 02:19 PM
ahahahah...io sono caffè e latte dipendente...e piuttosto che smettere col caffè smetto di fumare...

Liska
19-05-05, 02:19 PM
ahahahah...io sono caffè e latte dipendente...e piuttosto che smettere col caffè smetto di fumare...

sandy
19-05-05, 02:20 PM
Citazione:Messaggio inserito da Selene
Semplicemente che, per quanto mi riguarda, il mangiare carne è dovuto anche ma non solo da una questione di salute. Ma è interessante quello che hai scritto...magari qualcuno non lo sapeva. Anche per il fatto che ci sono alimenti che ne diminuiscono l'assorbimento.




se parli di salute tieni sempre in considerazione che la carne rossa è tra le più cancerogene (Veronesi oncologo convinto vegetariano dice di assumere la carne rossa molto poco) quindi forse ti conviene farti centrifugati di barbabietole[:249]

sandy
19-05-05, 02:20 PM
Citazione:Messaggio inserito da Selene
Semplicemente che, per quanto mi riguarda, il mangiare carne è dovuto anche ma non solo da una questione di salute. Ma è interessante quello che hai scritto...magari qualcuno non lo sapeva. Anche per il fatto che ci sono alimenti che ne diminuiscono l'assorbimento.




se parli di salute tieni sempre in considerazione che la carne rossa è tra le più cancerogene (Veronesi oncologo convinto vegetariano dice di assumere la carne rossa molto poco) quindi forse ti conviene farti centrifugati di barbabietole[:249]

Selene
19-05-05, 02:21 PM
Citazione:Messaggio inserito da sandy


Citazione:Messaggio inserito da Selene
Semplicemente che, per quanto mi riguarda, il mangiare carne è dovuto anche ma non solo da una questione di salute. Ma è interessante quello che hai scritto...magari qualcuno non lo sapeva. Anche per il fatto che ci sono alimenti che ne diminuiscono l'assorbimento.




se parli di salute tieni sempre in considerazione che la carne rossa è tra le più cancerogene (Veronesi oncologo convinto vegetariano dice di assumere la carne rossa molto poco) quindi forse ti conviene farti centrifugati di barbabietole[:249]


Chi lo sa Sandy...comunque chiederò un parere anche al medico che mi segue:) Grazie per il suggerimento;)

Selene
19-05-05, 02:21 PM
Citazione:Messaggio inserito da sandy


Citazione:Messaggio inserito da Selene
Semplicemente che, per quanto mi riguarda, il mangiare carne è dovuto anche ma non solo da una questione di salute. Ma è interessante quello che hai scritto...magari qualcuno non lo sapeva. Anche per il fatto che ci sono alimenti che ne diminuiscono l'assorbimento.




se parli di salute tieni sempre in considerazione che la carne rossa è tra le più cancerogene (Veronesi oncologo convinto vegetariano dice di assumere la carne rossa molto poco) quindi forse ti conviene farti centrifugati di barbabietole[:249]


Chi lo sa Sandy...comunque chiederò un parere anche al medico che mi segue:) Grazie per il suggerimento;)

sandy
19-05-05, 02:24 PM
[/quote]

Chi lo sa Sandy...comunque chiederò un parere anche al medico che mi segue:) Grazie per il suggerimento;)
[/quote]


fidati, queste cose le so da medici e nutrizionisti vegetariani!!!

sandy
19-05-05, 02:24 PM
[/quote]

Chi lo sa Sandy...comunque chiederò un parere anche al medico che mi segue:) Grazie per il suggerimento;)
[/quote]


fidati, queste cose le so da medici e nutrizionisti vegetariani!!!

freegiampi
19-05-05, 02:24 PM
continuerò a mangiare bistecche come prima... comunque grazie..

freegiampi
19-05-05, 02:24 PM
continuerò a mangiare bistecche come prima... comunque grazie..

sandy
19-05-05, 02:27 PM
Citazione:Messaggio inserito da freegiampi

continuerò a mangiare bistecche come prima... comunque grazie..



prego!! [:83]

sandy
19-05-05, 02:27 PM
Citazione:Messaggio inserito da freegiampi

continuerò a mangiare bistecche come prima... comunque grazie..



prego!! [:83]

sandy
19-05-05, 02:31 PM
io per prima so che una scelta dura!!
che a volte viene di getto, ma il più delle volte è un'esigenza che cresce lentamente dovuta al troppo amore, rispetto e uguaglianza che si prova x loro [:160]

sandy
19-05-05, 02:31 PM
io per prima so che una scelta dura!!
che a volte viene di getto, ma il più delle volte è un'esigenza che cresce lentamente dovuta al troppo amore, rispetto e uguaglianza che si prova x loro [:160]

Koa
19-05-05, 02:45 PM
Domandone: perchè se mangiano i cani (vedi indocina) scoppiano le lacrime e se ammazzano un agnellino (non si può fare a meno della carne....)?
Lo so è una domandaccia!!! Ma credo che ogni animale abbia dei diritti....e ammazzare agnellini o vitellini perchè la fettina fa bene...mi innervosisce!!! Scusate la crudeltà della domanda!!! Ma sul forum ci si sbatte se un cane mangia bene o mangia male, ma un vitellino "si può" ammazzare......almeno non mangiate carne di vitellino o di agnellino!!!!!:(:(:( Io la carne la mangio (pochissima tanto che alle volte non sto in piedi).....ma non di vitello o di agnello o capretto!!!
Lo so sono scema!!!! [xx(] O forse......no?
Ditemelo voi...

Koa
19-05-05, 02:45 PM
Domandone: perchè se mangiano i cani (vedi indocina) scoppiano le lacrime e se ammazzano un agnellino (non si può fare a meno della carne....)?
Lo so è una domandaccia!!! Ma credo che ogni animale abbia dei diritti....e ammazzare agnellini o vitellini perchè la fettina fa bene...mi innervosisce!!! Scusate la crudeltà della domanda!!! Ma sul forum ci si sbatte se un cane mangia bene o mangia male, ma un vitellino "si può" ammazzare......almeno non mangiate carne di vitellino o di agnellino!!!!!:(:(:( Io la carne la mangio (pochissima tanto che alle volte non sto in piedi).....ma non di vitello o di agnello o capretto!!!
Lo so sono scema!!!! [xx(] O forse......no?
Ditemelo voi...

sandy
19-05-05, 02:50 PM
Citazione:Messaggio inserito da Koaletta
Io la carne la mangio (pochissima tanto che alle volte non sto in piedi).....ma non di vitello o di agnello o capretto!!!

Ditemelo voi...



che significa scusa? vitello no, ma altra si è uguale mi sembra!!

sandy
19-05-05, 02:50 PM
Citazione:Messaggio inserito da Koaletta
Io la carne la mangio (pochissima tanto che alle volte non sto in piedi).....ma non di vitello o di agnello o capretto!!!

Ditemelo voi...



che significa scusa? vitello no, ma altra si è uguale mi sembra!!

Koa
19-05-05, 02:53 PM
No...non è uguale!!!! Vitello e vitellone vivono di meno.....e pure capretto e pure agnello!!!! Scusa....eh?

Koa
19-05-05, 02:53 PM
No...non è uguale!!!! Vitello e vitellone vivono di meno.....e pure capretto e pure agnello!!!! Scusa....eh?

Selene
19-05-05, 02:57 PM
Citazione:Messaggio inserito da Koaletta

Io la carne la mangio (pochissima tanto che alle volte non sto in piedi)

Scusa ma questa frase la trovo strappalacrime e basta. Suppongo che questo tipo di sacrificio sia risolvibile e che stare in piedi pur senza mangiare carne sia possibile altrimenti i vegetariani sarebbero già bell'e morti. Bisogna vedere se si è d'accordo.
Secondo me non si può paragoranre il mangiarsi un cane con un mangiarsi un agnello oppure un vitello. Ma è la mia opinione.

Selene
19-05-05, 02:57 PM
Citazione:Messaggio inserito da Koaletta

Io la carne la mangio (pochissima tanto che alle volte non sto in piedi)

Scusa ma questa frase la trovo strappalacrime e basta. Suppongo che questo tipo di sacrificio sia risolvibile e che stare in piedi pur senza mangiare carne sia possibile altrimenti i vegetariani sarebbero già bell'e morti. Bisogna vedere se si è d'accordo.
Secondo me non si può paragoranre il mangiarsi un cane con un mangiarsi un agnello oppure un vitello. Ma è la mia opinione.

sandy
19-05-05, 03:00 PM
Citazione:Messaggio inserito da Koaletta

No...non è uguale!!!! Vitello e vitellone vivono di meno.....e pure capretto e pure agnello!!!! Scusa....eh?



io parlo di rispetto della vita, non dell'età x la quale la si perde, chiaro che un cucciolo faccia più tenerezza, ma non cambia lo stesso la sua futura fine, io non faccio queste discriminazioni!

sandy
19-05-05, 03:00 PM
Citazione:Messaggio inserito da Koaletta

No...non è uguale!!!! Vitello e vitellone vivono di meno.....e pure capretto e pure agnello!!!! Scusa....eh?



io parlo di rispetto della vita, non dell'età x la quale la si perde, chiaro che un cucciolo faccia più tenerezza, ma non cambia lo stesso la sua futura fine, io non faccio queste discriminazioni!

Koa
19-05-05, 03:01 PM
Dimmi qual'è la differenza? Io non la trovo! E poi non è strappalacrime è la verità.....esiste della gente che rinuncia...
Il fatto che non mi reggo in piedi...non significa che striscio sui marciapiedi....e poi arriva l'ambulanza per farmi una trasfusione....è che mi stanco di più.

Koa
19-05-05, 03:01 PM
Dimmi qual'è la differenza? Io non la trovo! E poi non è strappalacrime è la verità.....esiste della gente che rinuncia...
Il fatto che non mi reggo in piedi...non significa che striscio sui marciapiedi....e poi arriva l'ambulanza per farmi una trasfusione....è che mi stanco di più.

sandy
19-05-05, 03:03 PM
Citazione:Messaggio inserito da Selene


Suppongo che questo tipo di sacrificio sia risolvibile e che stare in piedi pur senza mangiare carne sia possibile altrimenti i vegetariani sarebbero già bell'e morti.




infatti!!!!!!!!!!!

sandy
19-05-05, 03:03 PM
Citazione:Messaggio inserito da Selene


Suppongo che questo tipo di sacrificio sia risolvibile e che stare in piedi pur senza mangiare carne sia possibile altrimenti i vegetariani sarebbero già bell'e morti.




infatti!!!!!!!!!!!

sandy
19-05-05, 03:04 PM
Citazione:Messaggio inserito da Koaletta

Dimmi qual'è la differenza? Io non la trovo! E poi non è strappalacrime è la verità.....esiste della gente che rinuncia...
Il fatto che non mi reggo in piedi...non significa che striscio sui marciapiedi....e poi arriva l'ambulanza per farmi una trasfusione....è che mi stanco di più.



kaoletta forse mangi poco i carboidrati?

sandy
19-05-05, 03:04 PM
Citazione:Messaggio inserito da Koaletta

Dimmi qual'è la differenza? Io non la trovo! E poi non è strappalacrime è la verità.....esiste della gente che rinuncia...
Il fatto che non mi reggo in piedi...non significa che striscio sui marciapiedi....e poi arriva l'ambulanza per farmi una trasfusione....è che mi stanco di più.



kaoletta forse mangi poco i carboidrati?

terry
19-05-05, 03:09 PM
adesso potete pure darmi addosso, ma: io mangio carne, quando ero piccola pensavo "quando divento maggiorenne e i miei non mi possono rompere +, divento vegetariana", non l'ho fatto! e non so se in futuro lo farò. sostanzialmente credo che l'uomo abbia bisogno di mangiare carne. si, potrebbe essere sostituita con altri cibi, ma non mi sembra molto naturale. Certo, se dipendesse da me, nel senso che se dovessi andare io ad uccidere un animale per nutrirmene, credo che diventerei vegetariana subito, e ovviamente vedere e sapere come muoiono quei poveri animali mi dispiace e vorrei che ci fossero modi più soft per fare certe cose.... ma: mangio carne e per ora continuerò a mangiarne.

terry
19-05-05, 03:09 PM
adesso potete pure darmi addosso, ma: io mangio carne, quando ero piccola pensavo "quando divento maggiorenne e i miei non mi possono rompere +, divento vegetariana", non l'ho fatto! e non so se in futuro lo farò. sostanzialmente credo che l'uomo abbia bisogno di mangiare carne. si, potrebbe essere sostituita con altri cibi, ma non mi sembra molto naturale. Certo, se dipendesse da me, nel senso che se dovessi andare io ad uccidere un animale per nutrirmene, credo che diventerei vegetariana subito, e ovviamente vedere e sapere come muoiono quei poveri animali mi dispiace e vorrei che ci fossero modi più soft per fare certe cose.... ma: mangio carne e per ora continuerò a mangiarne.

Selene
19-05-05, 03:09 PM
Per come la penso io ( e per carità è assolutamente criticabile quello che dico ma è quello che penso) uno che dice "non mi reggo in piedi" fa esattamente intendere che fa fatica a vivere in pratica.
Ora...a me questa sembra un'esagerazione. Suppongo che nel 2005 ci siano modi per stare in piedi pure non mangiando carne. Esistono integratori che "ti fanno stare in piedi" anche senza. Bisogna vedere chi è disposto a riunnciare alla fetta di carne o meno. Io non sono tra quelli che rinuncerebbero. Quello che mi fa pensare non è il mangiare carne ma è il modo in cui questi animali vengono macellati (sono ripetitiva lo so!)
Non si può obbligare nessuno a diventare vegetariano perchè povere bestie fanno pena ma si può e si dovrebbe severamente punire quello che si è visto nel video. Quel ragazzo che aveva in testa una parte del maiale per esempio! QUESTO deve essere punito ed è sbagliato senza possibilità di replicare!

Selene
19-05-05, 03:09 PM
Per come la penso io ( e per carità è assolutamente criticabile quello che dico ma è quello che penso) uno che dice "non mi reggo in piedi" fa esattamente intendere che fa fatica a vivere in pratica.
Ora...a me questa sembra un'esagerazione. Suppongo che nel 2005 ci siano modi per stare in piedi pure non mangiando carne. Esistono integratori che "ti fanno stare in piedi" anche senza. Bisogna vedere chi è disposto a riunnciare alla fetta di carne o meno. Io non sono tra quelli che rinuncerebbero. Quello che mi fa pensare non è il mangiare carne ma è il modo in cui questi animali vengono macellati (sono ripetitiva lo so!)
Non si può obbligare nessuno a diventare vegetariano perchè povere bestie fanno pena ma si può e si dovrebbe severamente punire quello che si è visto nel video. Quel ragazzo che aveva in testa una parte del maiale per esempio! QUESTO deve essere punito ed è sbagliato senza possibilità di replicare!

Koa
19-05-05, 03:12 PM
No...Sandy mangio tanti carboidrati per compensare....cmq...ogni tanto la mangio perchè purtroppo dalle verdure non assimilo bene...e poi sai...noi donnine.....insomma bhè col fatto del problemino mensile.....perdiamo molto più le nostre scorte di ferro (parlo per me, ma pendso anche le altre chi più chi meno).
Non sono ipocrita ma so che capretto, agnello e vitello sono vizi a cui posso rinunciare.....

Koa
19-05-05, 03:12 PM
No...Sandy mangio tanti carboidrati per compensare....cmq...ogni tanto la mangio perchè purtroppo dalle verdure non assimilo bene...e poi sai...noi donnine.....insomma bhè col fatto del problemino mensile.....perdiamo molto più le nostre scorte di ferro (parlo per me, ma pendso anche le altre chi più chi meno).
Non sono ipocrita ma so che capretto, agnello e vitello sono vizi a cui posso rinunciare.....

masutti elisa
19-05-05, 03:13 PM
Io il video ho deciso di non vederlo...capisco il tuo punto di vista..

masutti elisa
19-05-05, 03:13 PM
Io il video ho deciso di non vederlo...capisco il tuo punto di vista..

brutta
19-05-05, 03:18 PM
allora difendiamo anche gli insetti, che sono mangiati dalle popolazioni africane..... io credo che ognuno mangia quello che è abituato a mangiare, l'importante è evitare sofferenze e torture inutili agli animali stessi. Per esempio la cottura delle aragoste vive...a che serve? E sempre parlando di come mangiamo, io stessa sono ipocrita, perchè le ostriche mi piacciono tanto e me le mangio crude. [V]

brutta
19-05-05, 03:18 PM
allora difendiamo anche gli insetti, che sono mangiati dalle popolazioni africane..... io credo che ognuno mangia quello che è abituato a mangiare, l'importante è evitare sofferenze e torture inutili agli animali stessi. Per esempio la cottura delle aragoste vive...a che serve? E sempre parlando di come mangiamo, io stessa sono ipocrita, perchè le ostriche mi piacciono tanto e me le mangio crude. [V]

sandy
19-05-05, 03:24 PM
Citazione:Messaggio inserito da Koaletta

No...Sandy mangio tanti carboidrati per compensare....cmq...ogni tanto la mangio perchè purtroppo dalle verdure non assimilo bene...e poi sai...noi donnine.....insomma bhè col fatto del problemino mensile.....perdiamo molto più le nostre scorte di ferro (parlo per me, ma pendso anche le altre chi più chi meno).




con una giusta alimentazione questi problemi svaniscono, anzi meglio di prima, vedrai!

sandy
19-05-05, 03:24 PM
Citazione:Messaggio inserito da Koaletta

No...Sandy mangio tanti carboidrati per compensare....cmq...ogni tanto la mangio perchè purtroppo dalle verdure non assimilo bene...e poi sai...noi donnine.....insomma bhè col fatto del problemino mensile.....perdiamo molto più le nostre scorte di ferro (parlo per me, ma pendso anche le altre chi più chi meno).




con una giusta alimentazione questi problemi svaniscono, anzi meglio di prima, vedrai!

terry
19-05-05, 03:26 PM
brutta io queste cose sto cercando di evitarle....
non so se da voi si mangiano, ma quà si mangiano le lumache e da piccola (ovviamente) le mangiavo pure io.... ed erano pure buone!
ricordo quando ho preso la decisione di non mangiarle più: guardavo la pentola in cui venivano messe a bollire vive e ho pensato: chissà come stanno soffrendo... e da quel giorno: fine.

terry
19-05-05, 03:26 PM
brutta io queste cose sto cercando di evitarle....
non so se da voi si mangiano, ma quà si mangiano le lumache e da piccola (ovviamente) le mangiavo pure io.... ed erano pure buone!
ricordo quando ho preso la decisione di non mangiarle più: guardavo la pentola in cui venivano messe a bollire vive e ho pensato: chissà come stanno soffrendo... e da quel giorno: fine.

Koa
19-05-05, 03:31 PM
Citazione:Messaggio inserito da Selene

Per come la penso io ( e per carità è assolutamente criticabile quello che dico ma è quello che penso) uno che dice "non mi reggo in piedi" fa esattamente intendere che fa fatica a vivere in pratica.
Ora...a me questa sembra un'esagerazione. Suppongo che nel 2005 ci siano modi per stare in piedi pure non mangiando carne. Esistono integratori che "ti fanno stare in piedi" anche senza. Bisogna vedere chi è disposto a riunnciare alla fetta di carne o meno. Io non sono tra quelli che rinuncerebbero. Quello che mi fa pensare non è il mangiare carne ma è il modo in cui questi animali vengono macellati (sono ripetitiva lo so!)
Non si può obbligare nessuno a diventare vegetariano perchè povere bestie fanno pena ma si può e si dovrebbe severamente punire quello che si è visto nel video. Quel ragazzo che aveva in testa una parte del maiale per esempio! QUESTO deve essere punito ed è sbagliato senza possibilità di replicare!


UHM.....qualcosa mi dice che è meglio che non scriva come parlo....[xx(]

Koa
19-05-05, 03:31 PM
Citazione:Messaggio inserito da Selene

Per come la penso io ( e per carità è assolutamente criticabile quello che dico ma è quello che penso) uno che dice "non mi reggo in piedi" fa esattamente intendere che fa fatica a vivere in pratica.
Ora...a me questa sembra un'esagerazione. Suppongo che nel 2005 ci siano modi per stare in piedi pure non mangiando carne. Esistono integratori che "ti fanno stare in piedi" anche senza. Bisogna vedere chi è disposto a riunnciare alla fetta di carne o meno. Io non sono tra quelli che rinuncerebbero. Quello che mi fa pensare non è il mangiare carne ma è il modo in cui questi animali vengono macellati (sono ripetitiva lo so!)
Non si può obbligare nessuno a diventare vegetariano perchè povere bestie fanno pena ma si può e si dovrebbe severamente punire quello che si è visto nel video. Quel ragazzo che aveva in testa una parte del maiale per esempio! QUESTO deve essere punito ed è sbagliato senza possibilità di replicare!


UHM.....qualcosa mi dice che è meglio che non scriva come parlo....[xx(]

brutta
19-05-05, 03:36 PM
terry, so che qui fanno le lumache, ma non ho la + pallida idea di come. Ti ricordi del patè di oca? Io credevo che non potessero + ingozzare le oche, invece sbagliavo.... ecco, se già ci fosse una legge che impedisce queste torture, sarebbe un bel risultato....
per quanto riguarda il "non reggersi in piedi", io a 12 anni entravo e uscivo regolarmente dalla cattedra di ematologia, per una grave e pericolosa anemia di ferro. Ragazzi, se si sta male non c'è cibo che tenga, le medicine sono l'unica salvezza. Io potevo mangiare carne CRUDA e non risolvevo niente.

brutta
19-05-05, 03:36 PM
terry, so che qui fanno le lumache, ma non ho la + pallida idea di come. Ti ricordi del patè di oca? Io credevo che non potessero + ingozzare le oche, invece sbagliavo.... ecco, se già ci fosse una legge che impedisce queste torture, sarebbe un bel risultato....
per quanto riguarda il "non reggersi in piedi", io a 12 anni entravo e uscivo regolarmente dalla cattedra di ematologia, per una grave e pericolosa anemia di ferro. Ragazzi, se si sta male non c'è cibo che tenga, le medicine sono l'unica salvezza. Io potevo mangiare carne CRUDA e non risolvevo niente.

sandy
19-05-05, 03:37 PM
Citazione:Messaggio inserito da Koaletta



UHM.....qualcosa mi dice che è meglio che non scriva come parlo....[xx(]
[/quote]


ma figurati, devi sempre dire la tua!!![:42]

sandy
19-05-05, 03:37 PM
Citazione:Messaggio inserito da Koaletta



UHM.....qualcosa mi dice che è meglio che non scriva come parlo....[xx(]
[/quote]


ma figurati, devi sempre dire la tua!!![:42]

sandy
19-05-05, 03:41 PM
Citazione:Messaggio inserito da brutta
[ Io potevo mangiare carne CRUDA e non risolvevo niente.


mangi carne cruda senza risultato?

ferro non vuol dire carne x forza ricordatevelo!

sandy
19-05-05, 03:41 PM
Citazione:Messaggio inserito da brutta
[ Io potevo mangiare carne CRUDA e non risolvevo niente.


mangi carne cruda senza risultato?

ferro non vuol dire carne x forza ricordatevelo!

Koa
19-05-05, 03:59 PM
sandy....pensavo fossi maschietto!!!! scusa!!!!! [xx(][xx(]
in effetti il problema è l'assorbimento....e siccome che nella verdura c'è la molecola F3....e nella carne F2....io scindo meglio la f2....e zero la F3[V]

Koa
19-05-05, 03:59 PM
sandy....pensavo fossi maschietto!!!! scusa!!!!! [xx(][xx(]
in effetti il problema è l'assorbimento....e siccome che nella verdura c'è la molecola F3....e nella carne F2....io scindo meglio la f2....e zero la F3[V]

Selene
19-05-05, 04:14 PM
Citazione:Messaggio inserito da Koaletta


Citazione:Messaggio inserito da Selene

Per come la penso io ( e per carità è assolutamente criticabile quello che dico ma è quello che penso) uno che dice "non mi reggo in piedi" fa esattamente intendere che fa fatica a vivere in pratica.
Ora...a me questa sembra un'esagerazione. Suppongo che nel 2005 ci siano modi per stare in piedi pure non mangiando carne. Esistono integratori che "ti fanno stare in piedi" anche senza. Bisogna vedere chi è disposto a riunnciare alla fetta di carne o meno. Io non sono tra quelli che rinuncerebbero. Quello che mi fa pensare non è il mangiare carne ma è il modo in cui questi animali vengono macellati (sono ripetitiva lo so!)
Non si può obbligare nessuno a diventare vegetariano perchè povere bestie fanno pena ma si può e si dovrebbe severamente punire quello che si è visto nel video. Quel ragazzo che aveva in testa una parte del maiale per esempio! QUESTO deve essere punito ed è sbagliato senza possibilità di replicare!


UHM.....qualcosa mi dice che è meglio che non scriva come parlo....[xx(]


Tu sei liberissima di scrivere come parli ( non ho esattamente capito cosa intendi comunque) come poi noi siamo lieri di ribattere. E' ovvio che ognuno esprime la propria opinione. Ed ogni opinione è criticablie. La tua così come la mia pure.

Selene
19-05-05, 04:14 PM
Citazione:Messaggio inserito da Koaletta


Citazione:Messaggio inserito da Selene

Per come la penso io ( e per carità è assolutamente criticabile quello che dico ma è quello che penso) uno che dice "non mi reggo in piedi" fa esattamente intendere che fa fatica a vivere in pratica.
Ora...a me questa sembra un'esagerazione. Suppongo che nel 2005 ci siano modi per stare in piedi pure non mangiando carne. Esistono integratori che "ti fanno stare in piedi" anche senza. Bisogna vedere chi è disposto a riunnciare alla fetta di carne o meno. Io non sono tra quelli che rinuncerebbero. Quello che mi fa pensare non è il mangiare carne ma è il modo in cui questi animali vengono macellati (sono ripetitiva lo so!)
Non si può obbligare nessuno a diventare vegetariano perchè povere bestie fanno pena ma si può e si dovrebbe severamente punire quello che si è visto nel video. Quel ragazzo che aveva in testa una parte del maiale per esempio! QUESTO deve essere punito ed è sbagliato senza possibilità di replicare!


UHM.....qualcosa mi dice che è meglio che non scriva come parlo....[xx(]


Tu sei liberissima di scrivere come parli ( non ho esattamente capito cosa intendi comunque) come poi noi siamo lieri di ribattere. E' ovvio che ognuno esprime la propria opinione. Ed ogni opinione è criticablie. La tua così come la mia pure.

Koa
19-05-05, 04:18 PM
No nel senso che magari.....tra i miei amici....o non so a casa mia....dire non sto in piedi....si dice anche alla fine di una giornata faticosa....però stai in piedi....!!! e stai bene....! ecco perchè era meglio che scrivessi subito: mi stanco di più e specialmente durante il periodo "problemino":D

Koa
19-05-05, 04:18 PM
No nel senso che magari.....tra i miei amici....o non so a casa mia....dire non sto in piedi....si dice anche alla fine di una giornata faticosa....però stai in piedi....!!! e stai bene....! ecco perchè era meglio che scrivessi subito: mi stanco di più e specialmente durante il periodo "problemino":D

Selene
19-05-05, 04:19 PM
Ok ho capito. Così è chiaro

Selene
19-05-05, 04:19 PM
Ok ho capito. Così è chiaro

sandy
19-05-05, 05:00 PM
pure questa lettura fa riflettere

di Ivàn Della Bella

Se non sei credente, se non credi che esista un Dio ed una vita dopo la morte allora tieni presente che questa è l'unica vita non solo tua, ma anche di ogni essere che vive sul pianeta ed allora è grave il non concedere agli animali la possibilità di vivere una vita secondo natura.

Se invece credi in Dio, se hai un sentimento religioso, allora ricorda che tutto quanto esiste è stato creato da quello stesso Dio che ha creato te, lo stesso alito divino che ritieni esserci in te c'è anche in tutto quanto ti circonda.
Gli animali, tutti, in quanto esseri creati da Dio hanno un'anima che partecipa della natura divina. Se solo gli esseri umani fossero dotati di anima immortale quando questa gli sarebbe stata fornita nel corso dell'evoluzione?
Il peccato originale consiste nell'essere usciti da uno stato di totale identificazione con la natura e nell'esserci appropriati del libero arbitrio che consente di renderci conto se il nostro operare reca danno a qualcun altro e quindi di doverci chiedere se ciò sia o no morale.
Sta scritto nel Vangelo che non c' è nell'universo neanche un granello di polvere dove Dio non sia presente, perché non dovrebbe essere presente negli animali che ha dotato di vita? Per quale motivo solamente l'uomo dovrebbe essere titolare di questo privilegio?
Nel giardino dell'Eden Adamo ed Eva non potevano peccare fino a quando non hanno mangiato dell'albero del bene e del male, solo allora si sono accorti della loro nudità e se ne sono vergognati.
Non è forse questa la condizione di vita degli animali non umani? Essi non compiono peccato perché non hanno la capacità di distinguere il bene dal male e le loro azioni anche quando recano danno ad altri esseri viventi non sono mai improntate ad animo malvagio. Gli Animali non hanno la possibilità di agire diversamente da come agiscono: un leone non uccide più prede di quante gliene servano per nutrire se stesso e le sua famiglia, e non può fare a meno di farlo poiché la sua costituzione corporea gli impedisce di ricavare le sostanze di cui ha bisogno per vivere dai vegetali.
Gli animali non si vestono, vivono nudi e coperti solo del pelo o delle penne o squame che Dio ha fornito loro e non se ne vergognano.
Dio ha dovuto mandare suo Figlio sulla terra per redimerci dal peccato, non lo ha dovuto fare per gli animali non umani perché essi non hanno peccato. Questo, quindi, non ci autorizza a servirci di loro per i nostri fini, al contrario dà loro una valentia anche maggiore.
Possiamo pensare che Dio non metta il suo spirito in ogni sua creatura?, che nel corso dell'evoluzione della nostra specie solo ad un certo punto si sia degnato di darci l'anima immortale?
Ritengo che in ogni essere che Dio ha creato sia presente il suo "soffio vitale" e che l'animale umano in quanto dotato di libero arbitrio abbia la responsabilità di valutare il suo agire e sottoporlo sempre ad un giudizio morale, non solo nei confronti degli esseri della sua specie, ma di tutto il creato.
Il creato è come i talenti che il padrone aveva dato ai suoi servi quando si è assentato da casa, questi non andavano dilapidati, ma amministrati.
Dobbiamo quindi agire nel completo rispetto del creato e ciò significa tante cose: non inquinarlo con le nostre attività, non distruggere le foreste e gli ecosistemi terrestri e marini, non fare soffrire quelle creature che, come gli animali, sono capaci di sofferenza sia fisica che psicologica.

sandy
19-05-05, 05:00 PM
pure questa lettura fa riflettere

di Ivàn Della Bella

Se non sei credente, se non credi che esista un Dio ed una vita dopo la morte allora tieni presente che questa è l'unica vita non solo tua, ma anche di ogni essere che vive sul pianeta ed allora è grave il non concedere agli animali la possibilità di vivere una vita secondo natura.

Se invece credi in Dio, se hai un sentimento religioso, allora ricorda che tutto quanto esiste è stato creato da quello stesso Dio che ha creato te, lo stesso alito divino che ritieni esserci in te c'è anche in tutto quanto ti circonda.
Gli animali, tutti, in quanto esseri creati da Dio hanno un'anima che partecipa della natura divina. Se solo gli esseri umani fossero dotati di anima immortale quando questa gli sarebbe stata fornita nel corso dell'evoluzione?
Il peccato originale consiste nell'essere usciti da uno stato di totale identificazione con la natura e nell'esserci appropriati del libero arbitrio che consente di renderci conto se il nostro operare reca danno a qualcun altro e quindi di doverci chiedere se ciò sia o no morale.
Sta scritto nel Vangelo che non c' è nell'universo neanche un granello di polvere dove Dio non sia presente, perché non dovrebbe essere presente negli animali che ha dotato di vita? Per quale motivo solamente l'uomo dovrebbe essere titolare di questo privilegio?
Nel giardino dell'Eden Adamo ed Eva non potevano peccare fino a quando non hanno mangiato dell'albero del bene e del male, solo allora si sono accorti della loro nudità e se ne sono vergognati.
Non è forse questa la condizione di vita degli animali non umani? Essi non compiono peccato perché non hanno la capacità di distinguere il bene dal male e le loro azioni anche quando recano danno ad altri esseri viventi non sono mai improntate ad animo malvagio. Gli Animali non hanno la possibilità di agire diversamente da come agiscono: un leone non uccide più prede di quante gliene servano per nutrire se stesso e le sua famiglia, e non può fare a meno di farlo poiché la sua costituzione corporea gli impedisce di ricavare le sostanze di cui ha bisogno per vivere dai vegetali.
Gli animali non si vestono, vivono nudi e coperti solo del pelo o delle penne o squame che Dio ha fornito loro e non se ne vergognano.
Dio ha dovuto mandare suo Figlio sulla terra per redimerci dal peccato, non lo ha dovuto fare per gli animali non umani perché essi non hanno peccato. Questo, quindi, non ci autorizza a servirci di loro per i nostri fini, al contrario dà loro una valentia anche maggiore.
Possiamo pensare che Dio non metta il suo spirito in ogni sua creatura?, che nel corso dell'evoluzione della nostra specie solo ad un certo punto si sia degnato di darci l'anima immortale?
Ritengo che in ogni essere che Dio ha creato sia presente il suo "soffio vitale" e che l'animale umano in quanto dotato di libero arbitrio abbia la responsabilità di valutare il suo agire e sottoporlo sempre ad un giudizio morale, non solo nei confronti degli esseri della sua specie, ma di tutto il creato.
Il creato è come i talenti che il padrone aveva dato ai suoi servi quando si è assentato da casa, questi non andavano dilapidati, ma amministrati.
Dobbiamo quindi agire nel completo rispetto del creato e ciò significa tante cose: non inquinarlo con le nostre attività, non distruggere le foreste e gli ecosistemi terrestri e marini, non fare soffrire quelle creature che, come gli animali, sono capaci di sofferenza sia fisica che psicologica.

Selene
19-05-05, 05:04 PM
Allora Sandy non dovremmo uccidere gli insetti come per esempio le zanzare...e se camminando pestassimo una formica? Hanno un anima anche loro non è che solo perchè sono + piccoli di un vitello non ce l'hanno a questo punto che si deve fare?
Io personalmente tengo fuori Dio da questa cosa.

Selene
19-05-05, 05:04 PM
Allora Sandy non dovremmo uccidere gli insetti come per esempio le zanzare...e se camminando pestassimo una formica? Hanno un anima anche loro non è che solo perchè sono + piccoli di un vitello non ce l'hanno a questo punto che si deve fare?
Io personalmente tengo fuori Dio da questa cosa.

sandy
19-05-05, 05:13 PM
Citazione:Messaggio inserito da Selene

Allora Sandy non dovremmo uccidere gli insetti come per esempio le zanzare...e se camminando pestassimo una formica? Hanno un anima anche loro non è che solo perchè sono + piccoli di un vitello non ce l'hanno a questo punto che si deve fare?
Io personalmente tengo fuori Dio da questa cosa.



ma chi ha detto che gli insetti non sono degni della loro vita? io no!
io sto attenta x quanto possibile pure a loro

io Dio lo lascio fuori xchè sono responsabile IO delle mie azioni e non lui, Dio li ha creati e sono sue creature come lo siamo noi!

sandy
19-05-05, 05:13 PM
Citazione:Messaggio inserito da Selene

Allora Sandy non dovremmo uccidere gli insetti come per esempio le zanzare...e se camminando pestassimo una formica? Hanno un anima anche loro non è che solo perchè sono + piccoli di un vitello non ce l'hanno a questo punto che si deve fare?
Io personalmente tengo fuori Dio da questa cosa.



ma chi ha detto che gli insetti non sono degni della loro vita? io no!
io sto attenta x quanto possibile pure a loro

io Dio lo lascio fuori xchè sono responsabile IO delle mie azioni e non lui, Dio li ha creati e sono sue creature come lo siamo noi!

Selene
19-05-05, 05:19 PM
Citazione:Messaggio inserito da sandy


Citazione:Messaggio inserito da Selene

Allora Sandy non dovremmo uccidere gli insetti come per esempio le zanzare...e se camminando pestassimo una formica? Hanno un anima anche loro non è che solo perchè sono + piccoli di un vitello non ce l'hanno a questo punto che si deve fare?
Io personalmente tengo fuori Dio da questa cosa.



ma chi ha detto che gli insetti non sono degni della loro vita? io no!
io sto attenta x quanto possibile pure a loro

io Dio lo lascio fuori xchè sono responsabile IO delle mie azioni e non lui, Dio li ha creati e sono sue creature come lo siamo noi!


Mi pare di non aver MAI scritto che non sono degni della loro vita! Sto dicendo che non è così semplice il discorso che fai tu. Almeno non per me. Quando cammino per strada non guardo se per caso ho calpestato una formica. Di fatto uccido esseri dotati di un anima tutti i giorni stando a quello che hai citato tu prima. Ma è inutile secondo me parlare degli insetti. Qui si parlava di macellazione barbarica di maiali mucche e simili. E torno a ripetere che io non sono d'accordo nel diventare tutti vegetariani ora. NON sono d'accordo sul modo in cui viene fatto. Tutto qui.

Selene
19-05-05, 05:19 PM
Citazione:Messaggio inserito da sandy


Citazione:Messaggio inserito da Selene

Allora Sandy non dovremmo uccidere gli insetti come per esempio le zanzare...e se camminando pestassimo una formica? Hanno un anima anche loro non è che solo perchè sono + piccoli di un vitello non ce l'hanno a questo punto che si deve fare?
Io personalmente tengo fuori Dio da questa cosa.



ma chi ha detto che gli insetti non sono degni della loro vita? io no!
io sto attenta x quanto possibile pure a loro

io Dio lo lascio fuori xchè sono responsabile IO delle mie azioni e non lui, Dio li ha creati e sono sue creature come lo siamo noi!


Mi pare di non aver MAI scritto che non sono degni della loro vita! Sto dicendo che non è così semplice il discorso che fai tu. Almeno non per me. Quando cammino per strada non guardo se per caso ho calpestato una formica. Di fatto uccido esseri dotati di un anima tutti i giorni stando a quello che hai citato tu prima. Ma è inutile secondo me parlare degli insetti. Qui si parlava di macellazione barbarica di maiali mucche e simili. E torno a ripetere che io non sono d'accordo nel diventare tutti vegetariani ora. NON sono d'accordo sul modo in cui viene fatto. Tutto qui.

sandy
19-05-05, 05:21 PM
Citazione:Messaggio inserito da Selene


Citazione:Messaggio inserito da sandy


Citazione:Messaggio inserito da Selene

Allora Sandy non dovremmo uccidere gli insetti come per esempio le zanzare...e se camminando pestassimo una formica? Hanno un anima anche loro non è che solo perchè sono + piccoli di un vitello non ce l'hanno a questo punto che si deve fare?
Io personalmente tengo fuori Dio da questa cosa.



ma chi ha detto che gli insetti non sono degni della loro vita? io no!
io sto attenta x quanto possibile pure a loro

io Dio lo lascio fuori xchè sono responsabile IO delle mie azioni e non lui, Dio li ha creati e sono sue creature come lo siamo noi!


Mi pare di non aver MAI scritto che non sono degni della loro vita! Sto dicendo che non è così semplice il discorso che fai tu. Almeno non per me. Quando cammino per strada non guardo se per caso ho calpestato una formica. Di fatto uccido esseri dotati di un anima tutti i giorni stando a quello che hai citato tu prima. Ma è inutile secondo me parlare degli insetti. Qui si parlava di macellazione barbarica di maiali mucche e simili. E torno a ripetere che io non sono d'accordo nel diventare tutti vegetariani ora. NON sono d'accordo sul modo in cui viene fatto. Tutto qui.



gli insetti li hai citati tu...non io!
ho solo risposto a quello che mi hai chiesto

sandy
19-05-05, 05:21 PM
Citazione:Messaggio inserito da Selene


Citazione:Messaggio inserito da sandy


Citazione:Messaggio inserito da Selene

Allora Sandy non dovremmo uccidere gli insetti come per esempio le zanzare...e se camminando pestassimo una formica? Hanno un anima anche loro non è che solo perchè sono + piccoli di un vitello non ce l'hanno a questo punto che si deve fare?
Io personalmente tengo fuori Dio da questa cosa.



ma chi ha detto che gli insetti non sono degni della loro vita? io no!
io sto attenta x quanto possibile pure a loro

io Dio lo lascio fuori xchè sono responsabile IO delle mie azioni e non lui, Dio li ha creati e sono sue creature come lo siamo noi!


Mi pare di non aver MAI scritto che non sono degni della loro vita! Sto dicendo che non è così semplice il discorso che fai tu. Almeno non per me. Quando cammino per strada non guardo se per caso ho calpestato una formica. Di fatto uccido esseri dotati di un anima tutti i giorni stando a quello che hai citato tu prima. Ma è inutile secondo me parlare degli insetti. Qui si parlava di macellazione barbarica di maiali mucche e simili. E torno a ripetere che io non sono d'accordo nel diventare tutti vegetariani ora. NON sono d'accordo sul modo in cui viene fatto. Tutto qui.



gli insetti li hai citati tu...non io!
ho solo risposto a quello che mi hai chiesto

Selene
19-05-05, 05:24 PM
Si io ho citato gli insetti in base al discordo che gli animali hanno un anima ecc ecc...eh lo so. Ma a questo punto quello che intendevo dire io...è che anche le formiche hanno un anima ma che purtroppo quando camminiamo per strada le pestiamo. E'un uccisione pure questa. Dio ha dato loro l'anima e noi gliela togliamo pestandoli. Mucche e maiali vengono privati della loro vita perchè mangiati. Quello che a me lascia male è il modo in cui viene fatto.

Selene
19-05-05, 05:24 PM
Si io ho citato gli insetti in base al discordo che gli animali hanno un anima ecc ecc...eh lo so. Ma a questo punto quello che intendevo dire io...è che anche le formiche hanno un anima ma che purtroppo quando camminiamo per strada le pestiamo. E'un uccisione pure questa. Dio ha dato loro l'anima e noi gliela togliamo pestandoli. Mucche e maiali vengono privati della loro vita perchè mangiati. Quello che a me lascia male è il modo in cui viene fatto.

brutta
19-05-05, 05:30 PM
veramente l'ho scritto io degli insetti...comunque anche io credo fortamente che gli animali abbiano un'anima, e per questo dico NO alle sofferenze inutili e crudeli. Ma ricordiamoci anche che è la Natura stessa che ci crea cacciatori e predatori.

brutta
19-05-05, 05:30 PM
veramente l'ho scritto io degli insetti...comunque anche io credo fortamente che gli animali abbiano un'anima, e per questo dico NO alle sofferenze inutili e crudeli. Ma ricordiamoci anche che è la Natura stessa che ci crea cacciatori e predatori.

Selene
19-05-05, 05:32 PM
Sono della tua stessa idea Brutta...no alle sofferenze inutili e crudeli

Selene
19-05-05, 05:32 PM
Sono della tua stessa idea Brutta...no alle sofferenze inutili e crudeli

sandy
19-05-05, 05:35 PM
Citazione:Messaggio inserito da brutta

veramente l'ho scritto io degli insetti...comunque anche io credo fortamente che gli animali abbiano un'anima, e per questo dico NO alle sofferenze inutili e crudeli. Ma ricordiamoci anche che è la Natura stessa che ci crea cacciatori e predatori.



si è vero, però c'e' una differenza dal mio punto di vista,
gli animali usano le loro forze x cacciare, mentre noi da soli non siamo in grado di uccidere molti animali, abbiamo bisogno di mezzi non di nostra Natura, tipo:coltelli, pistole etc etc etc

sandy
19-05-05, 05:35 PM
Citazione:Messaggio inserito da brutta

veramente l'ho scritto io degli insetti...comunque anche io credo fortamente che gli animali abbiano un'anima, e per questo dico NO alle sofferenze inutili e crudeli. Ma ricordiamoci anche che è la Natura stessa che ci crea cacciatori e predatori.



si è vero, però c'e' una differenza dal mio punto di vista,
gli animali usano le loro forze x cacciare, mentre noi da soli non siamo in grado di uccidere molti animali, abbiamo bisogno di mezzi non di nostra Natura, tipo:coltelli, pistole etc etc etc

sandy
19-05-05, 05:37 PM
Citazione:Messaggio inserito da Selene

Sono della tua stessa idea Brutta...no alle sofferenze inutili e crudeli



x me al giorno d'oggi è inutile e crudele ammazzare un'animale x sfamarsi, visto che si può vivere sani e belli senza chiedere in cambio la loro vita!

sandy
19-05-05, 05:37 PM
Citazione:Messaggio inserito da Selene

Sono della tua stessa idea Brutta...no alle sofferenze inutili e crudeli



x me al giorno d'oggi è inutile e crudele ammazzare un'animale x sfamarsi, visto che si può vivere sani e belli senza chiedere in cambio la loro vita!

Selene
19-05-05, 05:38 PM
Citazione:Messaggio inserito da sandy


Citazione:Messaggio inserito da Selene

Sono della tua stessa idea Brutta...no alle sofferenze inutili e crudeli



x me al giorno d'oggi è inutile e crudele ammazzare un'animale x sfamarsi, visto che si può vivere sani e belli senza chiedere in cambio la loro vita!


Non sono della stessa idea ma rispetto la tua come quella di tutti gli altri.

Selene
19-05-05, 05:38 PM
Citazione:Messaggio inserito da sandy


Citazione:Messaggio inserito da Selene

Sono della tua stessa idea Brutta...no alle sofferenze inutili e crudeli



x me al giorno d'oggi è inutile e crudele ammazzare un'animale x sfamarsi, visto che si può vivere sani e belli senza chiedere in cambio la loro vita!


Non sono della stessa idea ma rispetto la tua come quella di tutti gli altri.

sandy
19-05-05, 05:39 PM
Citazione:Messaggio inserito da Selene


Citazione:Messaggio inserito da sandy


Citazione:Messaggio inserito da Selene

Sono della tua stessa idea Brutta...no alle sofferenze inutili e crudeli



x me al giorno d'oggi è inutile e crudele ammazzare un'animale x sfamarsi, visto che si può vivere sani e belli senza chiedere in cambio la loro vita!


Non sono della stessa idea ma rispetto la tua come quella di tutti gli altri.



idem [:104]

sandy
19-05-05, 05:39 PM
Citazione:Messaggio inserito da Selene


Citazione:Messaggio inserito da sandy


Citazione:Messaggio inserito da Selene

Sono della tua stessa idea Brutta...no alle sofferenze inutili e crudeli



x me al giorno d'oggi è inutile e crudele ammazzare un'animale x sfamarsi, visto che si può vivere sani e belli senza chiedere in cambio la loro vita!


Non sono della stessa idea ma rispetto la tua come quella di tutti gli altri.



idem [:104]

brutta
19-05-05, 05:41 PM
Citazione:Messaggio inserito da sandy
si è vero, però c'e' una differenza dal mio punto di vista,
gli animali usano le loro forze x cacciare, mentre noi da soli non siamo in grado di uccidere molti animali, abbiamo bisogno di mezzi non di nostra Natura, tipo:coltelli, pistole etc etc etc

però la Natura ci ha dotato di un cervello unico nella specie (anzi, neanche tanto, visto che ci sono scimmie che si fabbricano "armi" per raccogliere le formiche) che ci ha permesso, malgrado le pecche fisiche, di cacciare. Naturalmente poi abbiamo esagerato e distrutto tutto, ma questo è un altro paio di maniche. Comunque io sono fermamente convinta che una vita e una morte senza sofferenze sia un ottimo compromesso, per gli animali.

brutta
19-05-05, 05:41 PM
Citazione:Messaggio inserito da sandy
si è vero, però c'e' una differenza dal mio punto di vista,
gli animali usano le loro forze x cacciare, mentre noi da soli non siamo in grado di uccidere molti animali, abbiamo bisogno di mezzi non di nostra Natura, tipo:coltelli, pistole etc etc etc

però la Natura ci ha dotato di un cervello unico nella specie (anzi, neanche tanto, visto che ci sono scimmie che si fabbricano "armi" per raccogliere le formiche) che ci ha permesso, malgrado le pecche fisiche, di cacciare. Naturalmente poi abbiamo esagerato e distrutto tutto, ma questo è un altro paio di maniche. Comunque io sono fermamente convinta che una vita e una morte senza sofferenze sia un ottimo compromesso, per gli animali.

sandy
19-05-05, 05:42 PM
x chi si fosse messo in discussione su questa scelta penso che questa lettura possa aiutare

La carne e il pesce non sono necessari

Non mangiare carne, pesce, né altri prodotti animali, per molti è un piacere, e per tutti non è poi difficile. Si tratta di imparare l’arte, per bandire dalla nostra tavola una volta per tutte, insieme alla violenza, anche la chimica e tutte le schifezze colorate, pubblicizzate. Preferire la scelta vegetariana o vegan è semplice, soprattutto in un Paese come il nostro ricco di cereali, frutta e verdura. Esistono in commercio anche alternative ai sapori tradizionali e sempre più prodotti a base di proteine vegetali come la soia: sono gustosi, pratici e facili da consumare. Rinunciare alla carne e al pesce è un atto personale ma con profonde implicazioni etiche, ambientali, economiche. La rivoluzione comincia da noi. La riconversione del sistema agroalimentare non avverrà mai se i politici e legislatori non saranno spinti dal cambiamento dei consumi. L’alimentazione vegetariana è il cibo del futuro, parte di un modo sano ed etico di vivere. L’emergenza della “mucca pazza”, costosissima per i contribuenti europei è il prodotto di un sistema zootecnico concentrato nella produzione di enormi ed inutili quantità di carne, latte e uova a bassissimo costo. La somministrazione delle farine animali per i bovini è l’aberrazione più evidente di un sistema di allevamento che ha ridotto milioni di animali a semplice macchine di trasformazione violandone tutte le caratteristiche etologiche, arrivando a somministrare sostanze nocive come antibiotici e promotori della crescita. “Mucca pazza” è solo uno dei prodotti dell’allevamento intensivo: in appena un anno sono emerse l’influenza aviare che ha ucciso dodici milioni di polli, il morbo della lingua blu che ha costretto all’uccisione di oltre duecentomila pecore, l’afta epizootica e i polli alla diossina. Le ricorrenti crisi sanitarie dimostrano l’insostenibilità delle “fabbriche animali” sia per gli animali stessi che per la salute dei consumatori.

Autorevoli studi epidemiologici e clinici hanno dimostrato che i vegetariani, la cui alimentazione è basata su cereali, legumi, frutta, verdura e oli vegetali, hanno una minore mortalità per malattie cardiovascolari e tumori, nonché una maggiore resistenza alle infezioni. La scelta vegetariana protegge la nostra salute ed evita sofferenze agli animali. Ognuno di noi può scegliere di aspettare la prossima emergenza oppure decidere per una sana e sicura alimentazione vegetariana. Essere vegetariani o vegan è sì una rinuncia, ma solo alla morte degli animali!

Nulla sarà più benefico per la salute umana e aumenterà le possibilità di sopravvivenza della Terra dell’evoluzione verso una dieta vegetariana. Albert Einstein

sandy
19-05-05, 05:42 PM
x chi si fosse messo in discussione su questa scelta penso che questa lettura possa aiutare

La carne e il pesce non sono necessari

Non mangiare carne, pesce, né altri prodotti animali, per molti è un piacere, e per tutti non è poi difficile. Si tratta di imparare l’arte, per bandire dalla nostra tavola una volta per tutte, insieme alla violenza, anche la chimica e tutte le schifezze colorate, pubblicizzate. Preferire la scelta vegetariana o vegan è semplice, soprattutto in un Paese come il nostro ricco di cereali, frutta e verdura. Esistono in commercio anche alternative ai sapori tradizionali e sempre più prodotti a base di proteine vegetali come la soia: sono gustosi, pratici e facili da consumare. Rinunciare alla carne e al pesce è un atto personale ma con profonde implicazioni etiche, ambientali, economiche. La rivoluzione comincia da noi. La riconversione del sistema agroalimentare non avverrà mai se i politici e legislatori non saranno spinti dal cambiamento dei consumi. L’alimentazione vegetariana è il cibo del futuro, parte di un modo sano ed etico di vivere. L’emergenza della “mucca pazza”, costosissima per i contribuenti europei è il prodotto di un sistema zootecnico concentrato nella produzione di enormi ed inutili quantità di carne, latte e uova a bassissimo costo. La somministrazione delle farine animali per i bovini è l’aberrazione più evidente di un sistema di allevamento che ha ridotto milioni di animali a semplice macchine di trasformazione violandone tutte le caratteristiche etologiche, arrivando a somministrare sostanze nocive come antibiotici e promotori della crescita. “Mucca pazza” è solo uno dei prodotti dell’allevamento intensivo: in appena un anno sono emerse l’influenza aviare che ha ucciso dodici milioni di polli, il morbo della lingua blu che ha costretto all’uccisione di oltre duecentomila pecore, l’afta epizootica e i polli alla diossina. Le ricorrenti crisi sanitarie dimostrano l’insostenibilità delle “fabbriche animali” sia per gli animali stessi che per la salute dei consumatori.

Autorevoli studi epidemiologici e clinici hanno dimostrato che i vegetariani, la cui alimentazione è basata su cereali, legumi, frutta, verdura e oli vegetali, hanno una minore mortalità per malattie cardiovascolari e tumori, nonché una maggiore resistenza alle infezioni. La scelta vegetariana protegge la nostra salute ed evita sofferenze agli animali. Ognuno di noi può scegliere di aspettare la prossima emergenza oppure decidere per una sana e sicura alimentazione vegetariana. Essere vegetariani o vegan è sì una rinuncia, ma solo alla morte degli animali!

Nulla sarà più benefico per la salute umana e aumenterà le possibilità di sopravvivenza della Terra dell’evoluzione verso una dieta vegetariana. Albert Einstein

sandy
19-05-05, 05:44 PM
Citazione:Messaggio inserito da brutta

[quote
Comunque io sono fermamente convinta che una vita e una morte senza sofferenze sia un ottimo compromesso, per gli animali.



io non sono per i compromessi....

e poi se fosse, un compromesso lo farei su qualcosa che riguardi la mia pelle, non di certo su quella di altri xchè così è facile e indolore soprattutto!

sandy
19-05-05, 05:44 PM
Citazione:Messaggio inserito da brutta

[quote
Comunque io sono fermamente convinta che una vita e una morte senza sofferenze sia un ottimo compromesso, per gli animali.



io non sono per i compromessi....

e poi se fosse, un compromesso lo farei su qualcosa che riguardi la mia pelle, non di certo su quella di altri xchè così è facile e indolore soprattutto!

terry
19-05-05, 05:47 PM
scusa, forse l'avrai scritto da quache parte, mi sarà sfuggito, ma che differenza c'è tra vegetariani e vegan?

terry
19-05-05, 05:47 PM
scusa, forse l'avrai scritto da quache parte, mi sarà sfuggito, ma che differenza c'è tra vegetariani e vegan?

sandy
19-05-05, 05:49 PM
Citazione:Messaggio inserito da terry

scusa, forse l'avrai scritto da quache parte, mi sarà sfuggito, ma che differenza c'è tra vegetariani e vegan?



in poche parole il vegetariano mangia prodotti animali: formaggio uova tutto ciò che non comporta la sua morte; il vegan esclude qualsiasi prodotto animale, queste sono tendenzialmente le differenze

sandy
19-05-05, 05:49 PM
Citazione:Messaggio inserito da terry

scusa, forse l'avrai scritto da quache parte, mi sarà sfuggito, ma che differenza c'è tra vegetariani e vegan?



in poche parole il vegetariano mangia prodotti animali: formaggio uova tutto ciò che non comporta la sua morte; il vegan esclude qualsiasi prodotto animale, queste sono tendenzialmente le differenze

terry
19-05-05, 05:51 PM
Citazione:Messaggio inserito da sandy


Citazione:Messaggio inserito da terry

scusa, forse l'avrai scritto da quache parte, mi sarà sfuggito, ma che differenza c'è tra vegetariani e vegan?



in poche parole il vegetariano mangia prodotti animali: formaggio uova tutto ciò che non comporta la sua morte; il vegan esclude qualsiasi prodotto animale, queste sono tendenzialmente le differenze


ok, ho capito!;)

terry
19-05-05, 05:51 PM
Citazione:Messaggio inserito da sandy


Citazione:Messaggio inserito da terry

scusa, forse l'avrai scritto da quache parte, mi sarà sfuggito, ma che differenza c'è tra vegetariani e vegan?



in poche parole il vegetariano mangia prodotti animali: formaggio uova tutto ciò che non comporta la sua morte; il vegan esclude qualsiasi prodotto animale, queste sono tendenzialmente le differenze


ok, ho capito!;)

brutta
19-05-05, 05:53 PM
però sandy non hai risposto quando ho sollevato dubbi circa la distruzione di foreste e altro per creare campi coltivabili, se tutti diventassimo vegetariani. E naturalmente ovini e bovini e suini sparirebbero dalla faccia della terra......

brutta
19-05-05, 05:53 PM
però sandy non hai risposto quando ho sollevato dubbi circa la distruzione di foreste e altro per creare campi coltivabili, se tutti diventassimo vegetariani. E naturalmente ovini e bovini e suini sparirebbero dalla faccia della terra......

sandy
19-05-05, 05:57 PM
Citazione:Messaggio inserito da brutta

però sandy non hai risposto quando ho sollevato dubbi circa la distruzione di foreste e altro per creare campi coltivabili, se tutti diventassimo vegetariani. E naturalmente ovini e bovini e suini sparirebbero dalla faccia della terra......


ti accontento, però non ti rispondo io

perchè diventare vegetariani
Si calcola che sulla terra ci siano 15 miliardi di capi di bestiame allevati dall'uomo.
L'89% delle terre coltivate viene impiegato per la loro nutrizione.
Se tutti i terreni coltivabili della terra venissero usati esclusivamente per produrre alimenti vegetali, si potrebbe sfamare una popolazione 5 volte superiore a quella attuale: verrebbe quindi risolto il problema della fame nel mondo.
Per ottenere 1 kg di carne occorrono 15 kg di cereali; il resto va in escrementi. Questi, vista la grande quantità, non possono essere riassorbiti immediatamente dal terreno e di conseguenza immettono ammoniaca e metano nell'atmosfera.
L'ammoniaca prodotta dagli allevamenti è riconosciuta come una delle maggiori cause delle piogge acide e il metano va ad aggiungersi a quei gas responsabili dell'effetto serra.
Per poter nutrire un così alto numero di animali da allevamento è necessaria una sovrapproduzione di cereali e per far ciò vengono utilizzate grandi quantità di fertilizzanti (come I'azoto) e pesticidi. L'azoto finisce nei fiumi e nei mari, soffoca i pesci e facilita il formarsi delle alghe (quelle che ci ritroviamo sotto forma di mucillaggine).
l pesticidi vengono ingeriti dagli animali allevati portando la loro carne a una concentrazione di residui che risulta essere 14 volte superiore a quella contenuta nei vegetali.
Ogni anno viene bruciata una parte della foresta amazzonica per far posto a nuove coltivazioni e a nuovi allevamenti (è grande ma finirà... e dopo cosa respiriamo?). Senza la produzione di carne, solo 115 del terreno agricolo verrebbe utilizzato per le coltivazioni, lasciando rigenerare la terra (non avremmo quindi bisogno di utilizzare fertilizzanti chimici).
Statistiche mediche hanno constatato come diabete, trombosi, osteoporosi, artrite, malattie renali, obesità e ipertensione siano strettamente legate al consumo di carne.
Inoltre ricerche dimostrano come i tumori del colon, del seno, della prostata, dell'utero e tanti altri abbiano minor incidenza nei vegetariani e come vi sia, in essi, una totale assenza di forme cancerogene all'apparato digerente. Inoltre questi ultimi risultano essere soggetti al 30% in meno di malattie cardiache dei mangiatori di carne.


Da sole queste ragioni dovrebbero far diminuire il consumo di carne
e se si aggiunge l'amore ed il rispetto verso gli animali possono far diventare vegetariani

sandy
19-05-05, 05:57 PM
Citazione:Messaggio inserito da brutta

però sandy non hai risposto quando ho sollevato dubbi circa la distruzione di foreste e altro per creare campi coltivabili, se tutti diventassimo vegetariani. E naturalmente ovini e bovini e suini sparirebbero dalla faccia della terra......


ti accontento, però non ti rispondo io

perchè diventare vegetariani
Si calcola che sulla terra ci siano 15 miliardi di capi di bestiame allevati dall'uomo.
L'89% delle terre coltivate viene impiegato per la loro nutrizione.
Se tutti i terreni coltivabili della terra venissero usati esclusivamente per produrre alimenti vegetali, si potrebbe sfamare una popolazione 5 volte superiore a quella attuale: verrebbe quindi risolto il problema della fame nel mondo.
Per ottenere 1 kg di carne occorrono 15 kg di cereali; il resto va in escrementi. Questi, vista la grande quantità, non possono essere riassorbiti immediatamente dal terreno e di conseguenza immettono ammoniaca e metano nell'atmosfera.
L'ammoniaca prodotta dagli allevamenti è riconosciuta come una delle maggiori cause delle piogge acide e il metano va ad aggiungersi a quei gas responsabili dell'effetto serra.
Per poter nutrire un così alto numero di animali da allevamento è necessaria una sovrapproduzione di cereali e per far ciò vengono utilizzate grandi quantità di fertilizzanti (come I'azoto) e pesticidi. L'azoto finisce nei fiumi e nei mari, soffoca i pesci e facilita il formarsi delle alghe (quelle che ci ritroviamo sotto forma di mucillaggine).
l pesticidi vengono ingeriti dagli animali allevati portando la loro carne a una concentrazione di residui che risulta essere 14 volte superiore a quella contenuta nei vegetali.
Ogni anno viene bruciata una parte della foresta amazzonica per far posto a nuove coltivazioni e a nuovi allevamenti (è grande ma finirà... e dopo cosa respiriamo?). Senza la produzione di carne, solo 115 del terreno agricolo verrebbe utilizzato per le coltivazioni, lasciando rigenerare la terra (non avremmo quindi bisogno di utilizzare fertilizzanti chimici).
Statistiche mediche hanno constatato come diabete, trombosi, osteoporosi, artrite, malattie renali, obesità e ipertensione siano strettamente legate al consumo di carne.
Inoltre ricerche dimostrano come i tumori del colon, del seno, della prostata, dell'utero e tanti altri abbiano minor incidenza nei vegetariani e come vi sia, in essi, una totale assenza di forme cancerogene all'apparato digerente. Inoltre questi ultimi risultano essere soggetti al 30% in meno di malattie cardiache dei mangiatori di carne.


Da sole queste ragioni dovrebbero far diminuire il consumo di carne
e se si aggiunge l'amore ed il rispetto verso gli animali possono far diventare vegetariani

brutta
19-05-05, 07:10 PM
........mmmhhhhhhhh.......... bisognerebbe essere un po' NON di parte (non dico a te, ma a chi afferma queste cose con assoluta certezza.... è vero che sanno cosa succede allevando animali, ma NON possono sapere cosa succederebbe NON allevandoli, visto che NON succede...per questo sono scettica). Io non credo che il fabbisogno di coltivazioni diminuirebbe, anzi. Poi può darsi che io mi sbagli, non ho prove certe.

brutta
19-05-05, 07:10 PM
........mmmhhhhhhhh.......... bisognerebbe essere un po' NON di parte (non dico a te, ma a chi afferma queste cose con assoluta certezza.... è vero che sanno cosa succede allevando animali, ma NON possono sapere cosa succederebbe NON allevandoli, visto che NON succede...per questo sono scettica). Io non credo che il fabbisogno di coltivazioni diminuirebbe, anzi. Poi può darsi che io mi sbagli, non ho prove certe.

sandy
20-05-05, 08:52 AM
non so, se x qualcuno, questa si può definire una bella vita oltre che breve

Fabbriche animali

Vacche e vitelli brucanti su verdi pascoli, galline razzolanti, maiali alla ricerca di ghiande, tutto ciò corrisponde alle loro esigenze naturali ma ormai nulla è più lontano dalla realtà per il 99% degli animali “da reddito”, rinchiusi negli allevamenti intensivi. Fino agli anni 60, la carne in Europa era molto costosa: ai prezzi correnti una gallina sarebbe costata 50.000 lire. Ciò dipendeva dal fatto che il rapporto fra zootecnia e agricoltura era diretto. Tot cereali o foraggi coltivati in azienda, tot animali allevati. Ad un certo punto avviene il cambiamento, si impone in Europa il modello Usa: gli europei imparano che non serve essere agricoltori e avere terreni per allevare: basta un capannone. Nasce la produzione zootecnica industriale, interi settori della zootecnia tradizionale scompaiono, si riduce sempre più l’area dei pascoli e delle foraggere, aumenta il numero dei capi per azienda.

Condizioni di allevamento
È opinione diffusa che gli animali zootecnici siano abituati alle condizioni di vita degli allevamenti intensivi, non avendone mai conosciute altre. È stato invece accertato che i bisogni e i comportamenti degli animali allevati dalla “moderna” zootecnia sono quasi gli stessi dei loro antenati selvatici. Le caratteristiche fondamentali, non cambiano certo in pochi decenni di allevamento intensivo. Nell’ultimo decennio del secolo, il mondo delle leggi sulla zootecnia è cambiato grazie a efficaci lotte animaliste e a una crescente sensibilità collettiva. Ma tuttora, le leggi europee e italiane per la protezione degli animali da reddito tutelano più i profitti del settore zootecnico e la garanzia di bassissimi prezzi. Nessuna direttiva europea né legge italiana prevede ad esempio il diritto a un sia pur minimo spazio esterno. Negli allevamenti intensivi gli animali trascorrono la loro breve vita in spazi ristretti, sovraffollati, con luce artificiale dove non è possibile per loro esplicare comportamenti naturali. Tutto ciò è causa di gravi sofferenze, stress, sterotipie che sfociano in vere e proprie patologie fisiche.

Farmaci
Per prevenire o curare tali malattie legate ai metodi innaturali di allevamento, agli animali sono somministrati farmaci di sintesi in quantità. Grandi protagonisti della zootecnia intensiva sono gli antibiotici: in Europa gli animali di allevamento ne consumano 5 mila tonnellate, di cui 1500 per favorire, artificialmente, la crescita di polli, suini, tacchini e vitelli. Gli antibiotici sono dati a tutti gli animali, sia sani che malati. basta qualche pollo malaticcio a giustificare una dose somministrata a 100.000 o 200.000 animali. E l’ombrello protettivo di farmaci e antibiotici, somministrati con il mangime, viene continuamente intensificato per via della selezione di microrganismi resistenti con pericolose conseguenze per la salute degli uomini consumatori dei prodotti di origine animali.

Allevatori
La fase propriamente agricola degli allevamenti intensivi ha un peso economico limitato , in Italia l’unica forma di allevamento ancora in mano a conduttori diretti è quello delle razze bovine e ovine autoctone, e delle vacche da latte Tutto il resto della zootecnia è dominato dell’agroindustria, sempre più internazionale. Gli allevatori sono dei semplici ingrassatori, gli animali sono di proprietà di pochi industriali oligopolisti, spesso in grado di concentrare in sé tutta la filiera: produzione dei mangimi, fornitura degli animali e degli input, cure farmaceutiche, trasformazione in carne, distribuzione.

sandy
20-05-05, 08:52 AM
non so, se x qualcuno, questa si può definire una bella vita oltre che breve

Fabbriche animali

Vacche e vitelli brucanti su verdi pascoli, galline razzolanti, maiali alla ricerca di ghiande, tutto ciò corrisponde alle loro esigenze naturali ma ormai nulla è più lontano dalla realtà per il 99% degli animali “da reddito”, rinchiusi negli allevamenti intensivi. Fino agli anni 60, la carne in Europa era molto costosa: ai prezzi correnti una gallina sarebbe costata 50.000 lire. Ciò dipendeva dal fatto che il rapporto fra zootecnia e agricoltura era diretto. Tot cereali o foraggi coltivati in azienda, tot animali allevati. Ad un certo punto avviene il cambiamento, si impone in Europa il modello Usa: gli europei imparano che non serve essere agricoltori e avere terreni per allevare: basta un capannone. Nasce la produzione zootecnica industriale, interi settori della zootecnia tradizionale scompaiono, si riduce sempre più l’area dei pascoli e delle foraggere, aumenta il numero dei capi per azienda.

Condizioni di allevamento
È opinione diffusa che gli animali zootecnici siano abituati alle condizioni di vita degli allevamenti intensivi, non avendone mai conosciute altre. È stato invece accertato che i bisogni e i comportamenti degli animali allevati dalla “moderna” zootecnia sono quasi gli stessi dei loro antenati selvatici. Le caratteristiche fondamentali, non cambiano certo in pochi decenni di allevamento intensivo. Nell’ultimo decennio del secolo, il mondo delle leggi sulla zootecnia è cambiato grazie a efficaci lotte animaliste e a una crescente sensibilità collettiva. Ma tuttora, le leggi europee e italiane per la protezione degli animali da reddito tutelano più i profitti del settore zootecnico e la garanzia di bassissimi prezzi. Nessuna direttiva europea né legge italiana prevede ad esempio il diritto a un sia pur minimo spazio esterno. Negli allevamenti intensivi gli animali trascorrono la loro breve vita in spazi ristretti, sovraffollati, con luce artificiale dove non è possibile per loro esplicare comportamenti naturali. Tutto ciò è causa di gravi sofferenze, stress, sterotipie che sfociano in vere e proprie patologie fisiche.

Farmaci
Per prevenire o curare tali malattie legate ai metodi innaturali di allevamento, agli animali sono somministrati farmaci di sintesi in quantità. Grandi protagonisti della zootecnia intensiva sono gli antibiotici: in Europa gli animali di allevamento ne consumano 5 mila tonnellate, di cui 1500 per favorire, artificialmente, la crescita di polli, suini, tacchini e vitelli. Gli antibiotici sono dati a tutti gli animali, sia sani che malati. basta qualche pollo malaticcio a giustificare una dose somministrata a 100.000 o 200.000 animali. E l’ombrello protettivo di farmaci e antibiotici, somministrati con il mangime, viene continuamente intensificato per via della selezione di microrganismi resistenti con pericolose conseguenze per la salute degli uomini consumatori dei prodotti di origine animali.

Allevatori
La fase propriamente agricola degli allevamenti intensivi ha un peso economico limitato , in Italia l’unica forma di allevamento ancora in mano a conduttori diretti è quello delle razze bovine e ovine autoctone, e delle vacche da latte Tutto il resto della zootecnia è dominato dell’agroindustria, sempre più internazionale. Gli allevatori sono dei semplici ingrassatori, gli animali sono di proprietà di pochi industriali oligopolisti, spesso in grado di concentrare in sé tutta la filiera: produzione dei mangimi, fornitura degli animali e degli input, cure farmaceutiche, trasformazione in carne, distribuzione.

Koa
20-05-05, 01:44 PM
Bhè a monte di tutto c'è un grande problema!!! Siamo in troppi noi umani, ci stiamo letteralmente divorando la terra e tutto quello che ne fa parte......

Koa
20-05-05, 01:44 PM
Bhè a monte di tutto c'è un grande problema!!! Siamo in troppi noi umani, ci stiamo letteralmente divorando la terra e tutto quello che ne fa parte......

Koa
20-05-05, 01:44 PM
Bhè a monte di tutto c'è un grande problema!!! Siamo in troppi noi umani, ci stiamo letteralmente divorando la terra e tutto quello che ne fa parte......

sandy
20-05-05, 02:00 PM
Citazione:Messaggio inserito da Koaletta

Bhè a monte di tutto c'è un grande problema!!! Siamo in troppi noi umani, ci stiamo letteralmente divorando la terra e tutto quello che ne fa parte......



più che altro stiamo maltrattando tutto ciò che ci circonda

sandy
20-05-05, 02:00 PM
Citazione:Messaggio inserito da Koaletta

Bhè a monte di tutto c'è un grande problema!!! Siamo in troppi noi umani, ci stiamo letteralmente divorando la terra e tutto quello che ne fa parte......



più che altro stiamo maltrattando tutto ciò che ci circonda

sandy
20-05-05, 02:00 PM
Citazione:Messaggio inserito da Koaletta

Bhè a monte di tutto c'è un grande problema!!! Siamo in troppi noi umani, ci stiamo letteralmente divorando la terra e tutto quello che ne fa parte......



più che altro stiamo maltrattando tutto ciò che ci circonda

yvlohorse
20-05-05, 05:27 PM
Si in effetti questa terra la stiamo distruggendo e faremmo altrettanto se fossimo vegetariani.

E' un argomento troppo difficile, si potrebbero scrivere infinite pagine e non ci sarebbe mai una conclusione o un accordo.

Credimi Sandy, ti ammiro per la tua scelta e vorrei avere la tua stessa determinazione (anche se io la maggior parte dei vegetali purtroppo non li digerisco e mi provocano forti dolori[:211]), ma putroppo non tutti hanno questa forza e sensibilità verso la vita di tali animali e credimi l'essere umano non cambierà.

yvlohorse
20-05-05, 05:27 PM
Si in effetti questa terra la stiamo distruggendo e faremmo altrettanto se fossimo vegetariani.

E' un argomento troppo difficile, si potrebbero scrivere infinite pagine e non ci sarebbe mai una conclusione o un accordo.

Credimi Sandy, ti ammiro per la tua scelta e vorrei avere la tua stessa determinazione (anche se io la maggior parte dei vegetali purtroppo non li digerisco e mi provocano forti dolori[:211]), ma putroppo non tutti hanno questa forza e sensibilità verso la vita di tali animali e credimi l'essere umano non cambierà.

yvlohorse
20-05-05, 05:27 PM
Si in effetti questa terra la stiamo distruggendo e faremmo altrettanto se fossimo vegetariani.

E' un argomento troppo difficile, si potrebbero scrivere infinite pagine e non ci sarebbe mai una conclusione o un accordo.

Credimi Sandy, ti ammiro per la tua scelta e vorrei avere la tua stessa determinazione (anche se io la maggior parte dei vegetali purtroppo non li digerisco e mi provocano forti dolori[:211]), ma putroppo non tutti hanno questa forza e sensibilità verso la vita di tali animali e credimi l'essere umano non cambierà.

sandy
20-05-05, 05:30 PM
Citazione:Messaggio inserito da yvlohorse

Si in effetti questa terra la stiamo distruggendo e faremmo altrettanto se fossimo vegetariani.



sono d'accordo!! [:11][:11]

noi siamo troppo stupidi ma ci crediamo tanto intelligenti

ci vogliamo autodistruggere, xchè poi alla fine tutto si ribalta su di noi purtroppo

sandy
20-05-05, 05:30 PM
Citazione:Messaggio inserito da yvlohorse

Si in effetti questa terra la stiamo distruggendo e faremmo altrettanto se fossimo vegetariani.



sono d'accordo!! [:11][:11]

noi siamo troppo stupidi ma ci crediamo tanto intelligenti

ci vogliamo autodistruggere, xchè poi alla fine tutto si ribalta su di noi purtroppo

sandy
20-05-05, 05:30 PM
Citazione:Messaggio inserito da yvlohorse

Si in effetti questa terra la stiamo distruggendo e faremmo altrettanto se fossimo vegetariani.



sono d'accordo!! [:11][:11]

noi siamo troppo stupidi ma ci crediamo tanto intelligenti

ci vogliamo autodistruggere, xchè poi alla fine tutto si ribalta su di noi purtroppo

brutta
20-05-05, 06:42 PM
che poi sandy, ti dirò, non sono vegetariana ma poco ci manca. Mangio il petto di pollo 1 volta a settimana, ogni 10 giorni un filetto altrimenti vado avanti a hamburgher di soia, o tofu o quel che è, frutta, verdure, pasta, pizza.... uova mai, solo quando sono costretta a comprarle per qualcos che poi me ne rimangono 2 che mangio appunto perchè costretta....salumi 1 volta ogni 2 mesi...... ma diciamo che capisco chi ama mangiare la carne e non ci trova nulla di sbagliato. E' sbagliato credere che gli animali debbano soffrire per finire mangiati, ma non credo che qui nessuno voglia questo....

brutta
20-05-05, 06:42 PM
che poi sandy, ti dirò, non sono vegetariana ma poco ci manca. Mangio il petto di pollo 1 volta a settimana, ogni 10 giorni un filetto altrimenti vado avanti a hamburgher di soia, o tofu o quel che è, frutta, verdure, pasta, pizza.... uova mai, solo quando sono costretta a comprarle per qualcos che poi me ne rimangono 2 che mangio appunto perchè costretta....salumi 1 volta ogni 2 mesi...... ma diciamo che capisco chi ama mangiare la carne e non ci trova nulla di sbagliato. E' sbagliato credere che gli animali debbano soffrire per finire mangiati, ma non credo che qui nessuno voglia questo....

brutta
20-05-05, 06:42 PM
che poi sandy, ti dirò, non sono vegetariana ma poco ci manca. Mangio il petto di pollo 1 volta a settimana, ogni 10 giorni un filetto altrimenti vado avanti a hamburgher di soia, o tofu o quel che è, frutta, verdure, pasta, pizza.... uova mai, solo quando sono costretta a comprarle per qualcos che poi me ne rimangono 2 che mangio appunto perchè costretta....salumi 1 volta ogni 2 mesi...... ma diciamo che capisco chi ama mangiare la carne e non ci trova nulla di sbagliato. E' sbagliato credere che gli animali debbano soffrire per finire mangiati, ma non credo che qui nessuno voglia questo....

sandy
23-05-05, 01:20 PM
Citazione:Messaggio inserito da brutta

E' sbagliato credere che gli animali debbano soffrire per finire mangiati, ma non credo che qui nessuno voglia questo....



lo penso anche io, ma la realtà non è quella che vorremmo!!! [:11]

stanno male prima, durante e dopo

sandy
23-05-05, 01:20 PM
Citazione:Messaggio inserito da brutta

E' sbagliato credere che gli animali debbano soffrire per finire mangiati, ma non credo che qui nessuno voglia questo....



lo penso anche io, ma la realtà non è quella che vorremmo!!! [:11]

stanno male prima, durante e dopo

sandy
15-07-05, 01:23 PM
un motivo in pù x diventare vegetariani[:81]

Sesso, vegetariano è meglio
Addio Viagra, basta mangiare verde
Per prestazioni da record sotto le lenzuola non serve più la magica pillola blu, bastano frutta e verdura. I fanatici del "verde" cantano vittoria. Del resto loro lo hanno sempre sostenuto: la via per il benessere psicofisico passa per un'alimentazione vegetariana. Ma che anche e soprattutto il sesso ne tragga enormi vantaggi è la provocatoria tesi è del dottor Steven Lamm, un internista e sessuologo newyorchese, star dello show televisivo The View che, insieme allo chef del ristorante Beacon, Waldy Malouf, ha appena pubblicato un libro di ricette che promette di aumentare il sex drive dell'homo americanus, sempre più in crisi di prestazione.



Il libro di ricette è strettamente rivolto all'universo maschile, così spiegano spot pubblicitari del manualetto dal titolo inequivocabile: The Hardness Factor: how to achieve your best health and sexual fitness at any age, ovvero come mantenere attiva salute e vita sessuale ad ogni età.

Banditi dalla tavola hamburger, birra e bistecche, da sostituire con banane, cocomeri, mele, peperoni, finocchi e carote: tutti cibi che, secondo gli esperti, aiutano ad avere e soprattutto a mantenere un'erezione.
Il segreto sta quindi nella dieta. Lo sapevano bene Casanova e Don Giovanni, i quali, rivela Lamm, seguivano una dieta ricca di verdura, frutta e grani integrali.

Uomini di tutto il mondo quindi unitevi e se volete migliorare le vostre prestazioni cominciate... dal fruttivendolo. La lista della spesa pro-performance sessuale comincia dalle banane, piene di potassio, vitamine B6 e C, e acido folico, seguono a ruota asparagi, anch'essi ricchi di acido folico, vitamina C e antiossidanti e poi cocomeri, che contengono ferro e carote, che favoriscono il sistema immunitario.
Altri cibi infallibili? Pere, rucola, avocado, peperoncini, cioccolato, zenzero, uva, aglio, miele, noci, salmone, spinaci, olio extravergine d’oliva, pomodori, tè e tutte le farine e i grani integrali. Associati nel modo giusto e con il regolare supporto di un'attività sportiva, aiutano non solo ad avere ma anche a mantenere una buona erezione.

Cinquanta le ricette per palati fini ed esigenti. Gli ingredienti si attengono rigorosamente alle regole dettate dal dottor Lamm. Ecco quindi gustosi piatti a base di fichi, banane, arance sanguinelle made in Sicilia, rum e spezie varie. Ottima la combinazione del magnesio e del potassio presenti nelle banane con la vitamina C delle sanguinelle che aumentano il flusso del sangue. Il top dell'afrodisiaco arriva però da un piatto molto semplice: asparagi al gratin. Indicato per uomini ansiosi di svegliarsi dal torpore sessuale, dopo mesi di inattività.

Ma se neppure questi elisir di lunga durata funzionano allora è bene, spiega l'esperto, tornare alla vecchia cena afrodisiaca tradizionale a base di caviale, ostriche e, come dessert, "lava cake": torta al cioccolato fondente.

Tema molto caldo per gli uomini, non solo americani, che hanno in media 7200 eiaculazioni durante la loro vita, anche se la maggior parte di loro ignora come migliorare la propria sfera erotica.Per trasformarsi in focosi amanti comunque, questo l'ultimo conisglio del dottor Lamm, alla dieta biosgna tuttavia associare dell'esercizio fisico regolare, il riposo e un sonno adeguato». Quindi al bando fumo, fast food, e stress che compromettono l'erezione. Un po' come dire: sesso sano in corpore sano.

Tgcom

paciugo
15-07-05, 03:46 PM
Citazione:Messaggio inserito da terry

quoto yvlohorse.


Approvo anche io.
Non riuscirei mai ad uccidere, non lo faccio nemmeno con gli insetti!!!!
E non riuscirei mai a mangiare un animale che fino a poco prima ho avuto nel cortile ...
Disapprovo i cacciatori, che uccidono solo per puro divertimento (ne conosco di quelli che REGALANO le loro prede perchè a loro NON PIACCIONO...)
Però io penso che bisogna pur mangiare !!!!!!
Il leone mangia la gazzella, ma se se lo trova davanti mangia anche l'uomo !
Nelle speci viventi ci sono i carnivori, gli erbivori e gli onnivori.
L'uomo è onnivoro ciò vuol dire che deve mangiare di tutto, non solo verdure e poco altro!
Poi ognuno fa le sue scelte di vita, ci mancherebbe, non sono di certo qui per criticare !
Mi ricordo di un episodio, una bambina per un pelo non venne tolta alla sua famiglia: erano vegetariani, e "nutrivano" allo stesso modo la bambina (piccolissima, mi pare circa 2 anni).
La portarono in ospedale per problemi di salute, e li i medici si accorsero che era denutrita e disidratata...
La lasciarono alla famiglia ma con l'obbligo di crescerla con una alimentazione adeguata ad un bambino.
Purtroppo l'uomo ha BISOGNO di carne, come del resto ne ha il cane ... a proposito, ma chi di voi è vegetariano cosa fa mangiare al proprio animale?
Non è sempre carne di un animale quella?

sandy
15-07-05, 04:29 PM
Citazione:Messaggio inserito da paciugo


Citazione:Messaggio inserito da terry

quoto yvlohorse.


Approvo anche io.
Non riuscirei mai ad uccidere, non lo faccio nemmeno con gli insetti!!!!
E non riuscirei mai a mangiare un animale che fino a poco prima ho avuto nel cortile ...
Disapprovo i cacciatori, che uccidono solo per puro divertimento (ne conosco di quelli che REGALANO le loro prede perchè a loro NON PIACCIONO...)
Però io penso che bisogna pur mangiare !!!!!!
Il leone mangia la gazzella, ma se se lo trova davanti mangia anche l'uomo !
Nelle speci viventi ci sono i carnivori, gli erbivori e gli onnivori.
L'uomo è onnivoro ciò vuol dire che deve mangiare di tutto, non solo verdure e poco altro!
Poi ognuno fa le sue scelte di vita, ci mancherebbe, non sono di certo qui per criticare !
Mi ricordo di un episodio, una bambina per un pelo non venne tolta alla sua famiglia: erano vegetariani, e "nutrivano" allo stesso modo la bambina (piccolissima, mi pare circa 2 anni).
La portarono in ospedale per problemi di salute, e li i medici si accorsero che era denutrita e disidratata...
La lasciarono alla famiglia ma con l'obbligo di crescerla con una alimentazione adeguata ad un bambino.
Purtroppo l'uomo ha BISOGNO di carne, come del resto ne ha il cane ... a proposito, ma chi di voi è vegetariano cosa fa mangiare al proprio animale?
Non è sempre carne di un animale quella?






ricordo anche io quel caso, era tanto tempo fa quando i vegetariani erano visto come extra terrestri e ogni problema di salute era riconducibile al fatto di non magiar carne, gli ospedali sono pieni di carnivori o solo vegetariani?
ma oggi fortunatamente le cose sono cambiate, c'e' + informazione e + vegetariani!!
io ricordo sempre che Veronesi oncologo di fama è vegetariano e lui stesso afferma quanto fa male la carne soprattutto quella rossa

sammy
15-07-05, 06:28 PM
sandy hai molta determinazione e ti ammiro molto, io purtroppo non riesco a fare a meno della carne, (non mangio tutti i tipi) però la carne di maiale, pollo e gallina si.. ho già abolito quella di coniglio di agnello e di cavallo anche se i miei continuano a magiarla e a volte non so resistere perchè è buona! ho visto tutto il filmato e mi piange il cuore:( ma io penso che il fatto non sia diventare vegetariani, ma trattare meglio gli animali e non farli soffrire come hanno già detto alcuni qui... alcuni sono troppo str**** da farli soffrire e magari ci provano pure gusto,, quelli sono i veri da ammazzare, certo anche io mi sento colpevole di mangiarla però anche non mangiandola non penso si risolva niente.. però penso che se è stata una tua scelta sei stata molto forte. brava!:)

sandy
19-07-05, 10:16 AM
18/07/2005
MAIALI IN UN TIR SOTTO IL SOLE: L’INTERVENTO DELL’ENPA E DELLA POLSTRADA A REGGIO EMILIA SALVA I SUINI

Quaranta maiali, chiusi in un tir parcheggiato sotto il sole, sono stati salvati grazie all’intervento delle Guardie Zoofile dell’Enpa, della Polstrada e dei servizi veterinari. E’ successo in provincia di Reggio Emilia. Nel corso di un giro di routine, gli uomini della Polizia stradale hanno notato, nei pressi del casello autostradale di Reggiolo, il tir parcheggiato sotto il sole. Gli agenti hanno subito chiamato i servizi veterinari di Guastalla e le Guardie Zoofile dell’Enpa. I volontari della Protezione animali – guidati dalla Guardia Zoofile Giordano Violi – e gli agenti della Polstrada hanno immediatamente tentato di alleviare le sofferenze degli animali bagnandoli. Solo alcune ore dopo sono arrivati sul posto il proprietario dei suini e l’autista del tir. Gli animali sono stati sequestrati e i due uomini sono stati denunciati per maltrattamenti. Contestati inoltre, ai due, diverse infrazioni amministrative. L’Enpa di Reggio Emilia ringrazia la Polizia stradale per la sensibilità, la competenza e la prontezza che ha consentito di salvare i maiali che, altrimenti, sarebbero morti sotto il sole. (18 luglio)

Enpa

sandy
19-07-05, 10:22 AM
Citazione:Messaggio inserito da sammy

sandy hai molta determinazione e ti ammiro molto, io purtroppo non riesco a fare a meno della carne, (non mangio tutti i tipi) però la carne di maiale, pollo e gallina si.. ho già abolito quella di coniglio di agnello e di cavallo anche se i miei continuano a magiarla e a volte non so resistere perchè è buona! ho visto tutto il filmato e mi piange il cuore:( ma io penso che il fatto non sia diventare vegetariani, ma trattare meglio gli animali e non farli soffrire come hanno già detto alcuni qui... alcuni sono troppo str**** da farli soffrire e magari ci provano pure gusto,, quelli sono i veri da ammazzare, certo anche io mi sento colpevole di mangiarla però anche non mangiandola non penso si risolva niente.. però penso che se è stata una tua scelta sei stata molto forte. brava!:)


è una scelta che matura con il tempo, e oltre tutto si è sempre sotto prova, ma ogni volta riconfermo a me stessa la non voglia di cibarmi della vita di altri, sapendo che lo stesso i macelli continueranno a svolgere la loro attività ma io mi sento fuori da tutto ciò e questo mi fa stare bene e in armonia !!!!

sammy
19-07-05, 10:47 AM
sai che dopo questo post mi stà un pò passando la voglia di mangiarla? ieri l'ho rifiutata... ed è un avvenimento! comunque tu sandy lo mangi vero il pesce?? e cosa mangi oltre quello?

sandy
19-07-05, 11:05 AM
Citazione:Messaggio inserito da sammy

sai che dopo questo post mi stà un pò passando la voglia di mangiarla? ieri l'ho rifiutata... ed è un avvenimento! comunque tu sandy lo mangi vero il pesce?? e cosa mangi oltre quello?



si mangiavo il pesce, ma sto cominciando a lavorare pure in questo (io a casa non mangio animali ma a cena fuori a volte capitava il pesce), infatti venerdi sera a cena siamo andati in un rist x solo pesce e ho mangiato un bel risottino alla parmigiana e verdure grigliate con mia soddisfazione e credimi non mi è venuta alcuna voglia a vedere il resto della ciurma anzi.....ogni portata quasi mi ripugnava xchè pensavo all'essere quando è vivo!!! e al fatto che molti crostacei vengono cotti vivi DISUMANO [:150]

sandy
22-07-05, 01:19 PM
ma quante mucche vengono uccise al giorno?
cavalli?
conigli?
polli?
vitelli?
tacchini?
pesci?


e quanti animali vengono turturati fino alla morte per la ns vanità?
creme
trucchi
etc
etc

oddio giuro se solo ci penso mi sento male[:150]

voi non ci pensate mai a quanto male facciamo a tutti loro a volte senza neppure saperlo?

sandy
22-07-05, 01:19 PM
ma quante mucche vengono uccise al giorno?
cavalli?
conigli?
polli?
vitelli?
tacchini?
pesci?


e quanti animali vengono turturati fino alla morte per la ns vanità?
creme
trucchi
etc
etc

oddio giuro se solo ci penso mi sento male[:150]

voi non ci pensate mai a quanto male facciamo a tutti loro a volte senza neppure saperlo?

sammy
22-07-05, 02:22 PM
lo so sandy!! infatti ti giurio che ho pensato molto a questo post e ora provo un pò di ribrezzo verso la carne... non ne mangio più da una settimana e per adesso proprio non mi manca.. però mangio tanto pesce!! lo so le aragoste esempio le cuociono vive poverine!!! essendo più piccoli e muti non mi fa stare tanto male ma so che sbaglio dicendo questo perchè hanno anche loro una loro vita poverini!!! beh se poi pensiamo alle foche o delfini o balene !!! mi vien da piangere:(

sammy
22-07-05, 02:22 PM
lo so sandy!! infatti ti giurio che ho pensato molto a questo post e ora provo un pò di ribrezzo verso la carne... non ne mangio più da una settimana e per adesso proprio non mi manca.. però mangio tanto pesce!! lo so le aragoste esempio le cuociono vive poverine!!! essendo più piccoli e muti non mi fa stare tanto male ma so che sbaglio dicendo questo perchè hanno anche loro una loro vita poverini!!! beh se poi pensiamo alle foche o delfini o balene !!! mi vien da piangere:(

KYCE
22-07-05, 02:49 PM
ank'io sammy!...ieri ho comprato le bistecchine di soia!
ma anche se sn consapevole non penso ke riuscirò mai ad eliminare alcuni prodotti dalla mia alimentazione...

KYCE
22-07-05, 02:49 PM
ank'io sammy!...ieri ho comprato le bistecchine di soia!
ma anche se sn consapevole non penso ke riuscirò mai ad eliminare alcuni prodotti dalla mia alimentazione...

sandy
22-07-05, 03:03 PM
provate pure il Seitan io faccio dei buonissimi spezzatini

sandy
22-07-05, 03:03 PM
provate pure il Seitan io faccio dei buonissimi spezzatini

sandy
22-07-05, 03:04 PM
anche grigliato è buono

sandy
22-07-05, 03:04 PM
anche grigliato è buono

Liska
22-07-05, 03:59 PM
sono stata vegetariana per tre anni, poi ho dovuto smettere per incompatibilità con una dieta dimagrante che stavo facendo sotto controllo medico.
secondo me, senza arrivare per forza al vegetarianesimo, possiamo comunque cominciare a far sentire la nostra voce di consumatori per cambiare quello che non riteniamo giusto.
es: in profumeria/erboristeria chiediamo e compriamo solo prodotti sulle cui confezioni ci sia scritto che nessun ingrediente è testato sugli animali. e il resto dei prodotti non consideriamolo neanche, nonostante la pubblicità. un po' come la campagna contro nike e mcdonald's condotta qualche anno fa insomma...facciamo flettere le vendite dei prodotti testati su animali, facciamo sentire la nostra voce.
cominciamo a chiedere al macellaio come vengono macellati gli animali, e informiamoci se ci può magari fornire carne di animali uccisi con metodi non cruenti...non è detto che lo farà, ma cominciamo a mettergli la pulce nell'orecchio...
evitiamo come la peste le pellicce vere, vantiamoci di portare solo (se proprio le vogliamo) pellicce ecologiche...e sennò facciamo a meno!!ci sono così tanti materiali da usare...
se avete altre idee possiamo metterle in comune!!
come consumatori abbiamo una grandissima forza...usiamola no???ve lo dice una che sta combattendo una personale battaglia con venditori e produttori per sensibilizzarli verso un altro problema...[}:)][}:)][}:)]

KYCE
22-07-05, 04:02 PM
ke problema se non sono indiscreta.....io sn tr curiosa!;)

sandy
22-07-05, 04:17 PM
Citazione:Messaggio inserito da Liska

sono stata vegetariana per tre anni, poi ho dovuto smettere per incompatibilità con una dieta dimagrante che stavo facendo sotto controllo medico.
secondo me, senza arrivare per forza al vegetarianesimo, possiamo comunque cominciare a far sentire la nostra voce di consumatori per cambiare quello che non riteniamo giusto.
es: in profumeria/erboristeria chiediamo e compriamo solo prodotti sulle cui confezioni ci sia scritto che nessun ingrediente è testato sugli animali. e il resto dei prodotti non consideriamolo neanche, nonostante la pubblicità. un po' come la campagna contro nike e mcdonald's condotta qualche anno fa insomma...facciamo flettere le vendite dei prodotti testati su animali, facciamo sentire la nostra voce.
cominciamo a chiedere al macellaio come vengono macellati gli animali, e informiamoci se ci può magari fornire carne di animali uccisi con metodi non cruenti...non è detto che lo farà, ma cominciamo a mettergli la pulce nell'orecchio...
evitiamo come la peste le pellicce vere, vantiamoci di portare solo (se proprio le vogliamo) pellicce ecologiche...e sennò facciamo a meno!!ci sono così tanti materiali da usare...
se avete altre idee possiamo metterle in comune!!
come consumatori abbiamo una grandissima forza...usiamola no???ve lo dice una che sta combattendo una personale battaglia con venditori e produttori per sensibilizzarli verso un altro problema...[}:)][}:)][}:)]


ma la morte e morte a me non basta sapere se sono stati uccisi con più o meno sofferenza sono comunque MORTI x noi!! noi siamo responsabili di questo

Liska
22-07-05, 04:31 PM
sandy...a volte bisogna trovare dei compromessi. è una parola che non piace neanche a me questa, credimi, come nel post di siena, ma il mondo va avanti per compromessi. qualsiasi cosa noi pensiamo. e allora...non ti sembra che intanto questo sia UN passo verso un mondo più giusto?;)
magari non è tanto, ma il mondo non cambia radicalmente da un giorno all'altro.bisogna procedere per gradi.

sandy
22-07-05, 04:51 PM
Citazione:Messaggio inserito da Liska

sandy...a volte bisogna trovare dei compromessi. è una parola che non piace neanche a me questa, credimi, come nel post di siena, ma il mondo va avanti per compromessi. qualsiasi cosa noi pensiamo. e allora...non ti sembra che intanto questo sia UN passo verso un mondo più giusto?;)
magari non è tanto, ma il mondo non cambia radicalmente da un giorno all'altro.bisogna procedere per gradi.


io spero si possa fare di più, io per lo meno ci provo
io non voglio cambiare l'impossibile, voglio solo stare bene con me stessa

Liska
22-07-05, 04:54 PM
certo...anch'io tante volte mi in***** con il mondo e non sopporto come vanno le cose, ma ho capito che, purtroppo, bisogna fare passi lenti ma costanti per raggiungere uno scopo.
non smetteremo di mangiare carne , nè di indossare pellicce, nè di usare prodotti testati da un giorno all'altro; lo faremo solo con passi graduali che ci porteranno ad avere coscienza della sofferenza che le nostre vanità e la nostra ignoranza portano.

sandy
22-07-05, 04:59 PM
Citazione:Messaggio inserito da Liska

certo...anch'io tante volte mi in***** con il mondo e non sopporto come vanno le cose, ma ho capito che, purtroppo, bisogna fare passi lenti ma costanti per raggiungere uno scopo.
non smetteremo di mangiare carne , nè di indossare pellicce, nè di usare prodotti testati da un giorno all'altro; lo faremo solo con passi graduali che ci porteranno ad avere coscienza della sofferenza che le nostre vanità e la nostra ignoranza portano.



l'importante è iniziare, xchè ogni giorno ci sono massacri
noi non li vediamo ma ci sono

sammy
22-07-05, 05:05 PM
Citazione:Messaggio inserito da sandy

provate pure il Seitan io faccio dei buonissimi spezzatini

sandy che cos'è il seitan?
io ho provato le bistecche di soia e non sono male,, certo la carne a confronto è 100 volte meglio!! però ora voglio provare il tofu!! è buono??

Liska
22-07-05, 05:05 PM
si...ma una rivoluzione non si inizia combattendo, ma cominciando a far riflettere e ad inculcare idee e nuove soluzioni.

sammy
22-07-05, 05:06 PM
Citazione:Messaggio inserito da KYCE

ank'io sammy!...ieri ho comprato le bistecchine di soia!
ma anche se sn consapevole non penso ke riuscirò mai ad eliminare alcuni prodotti dalla mia alimentazione...

hey ciao kyce!! ti piacciono le bistecchine di soia? hanno un sapore strano però sembra abbastanza carne:D

sandy
22-07-05, 05:06 PM
Citazione:Messaggio inserito da sammy


Citazione:Messaggio inserito da sandy

provate pure il Seitan io faccio dei buonissimi spezzatini

sandy che cos'è il seitan?
io ho provato le bistecche di soia e non sono male,, certo la carne a confronto è 100 volte meglio!! però ora voglio provare il tofu!! è buono??


il tofu se cucinato non è male, però preferisco la soia e il seitan

Liska
22-07-05, 05:07 PM
Citazione:Messaggio inserito da sammy


Citazione:Messaggio inserito da sandy

provate pure il Seitan io faccio dei buonissimi spezzatini

sandy che cos'è il seitan?
io ho provato le bistecche di soia e non sono male,, certo la carne a confronto è 100 volte meglio!! però ora voglio provare il tofu!! è buono??


il seitan lo puoi fare in casa (poi ti posto la ricetta) ed è molto buono quando prende il sapore delle cose con cui lo cucini...il tofu è come mangiare una spugnetta...[xx(][xx(]

sandy
22-07-05, 05:07 PM
Citazione:Messaggio inserito da Liska

si...ma una rivoluzione non si inizia combattendo, ma cominciando a far riflettere e ad inculcare idee e nuove soluzioni.


qui nessuno combatte!
mi sembra anzi che si rifletta e poi inculcare è un termine brutto, si tratta solo di prendere coscienza

Liska
22-07-05, 05:08 PM
Citazione:Messaggio inserito da sandy


Citazione:Messaggio inserito da Liska

si...ma una rivoluzione non si inizia combattendo, ma cominciando a far riflettere e ad inculcare idee e nuove soluzioni.


qui nessuno combatte!
mi sembra anzi che si rifletta e poi inculcare è un termine brutto, si tratta solo di prendere coscienza


era un eufemismo, un paragone..;)

Liska
22-07-05, 05:09 PM
Citazione:Messaggio inserito da sandy


Citazione:Messaggio inserito da sammy


Citazione:Messaggio inserito da sandy

provate pure il Seitan io faccio dei buonissimi spezzatini

sandy che cos'è il seitan?
io ho provato le bistecche di soia e non sono male,, certo la carne a confronto è 100 volte meglio!! però ora voglio provare il tofu!! è buono??


il tofu se cucinato non è male, però preferisco la soia e il seitan


quoto!!
adoravo il seitan...

sandy
22-07-05, 05:10 PM
Citazione:Messaggio inserito da Liska


Citazione:Messaggio inserito da sandy


Citazione:Messaggio inserito da sammy


Citazione:Messaggio inserito da sandy

provate pure il Seitan io faccio dei buonissimi spezzatini

sandy che cos'è il seitan?
io ho provato le bistecche di soia e non sono male,, certo la carne a confronto è 100 volte meglio!! però ora voglio provare il tofu!! è buono??


il tofu se cucinato non è male, però preferisco la soia e il seitan


quoto!!
adoravo il seitan...


è buonissimo!!!!!!!!!

Liska
22-07-05, 05:15 PM
Citazione:Messaggio inserito da sandy


Citazione:Messaggio inserito da Liska


Citazione:Messaggio inserito da sandy


Citazione:Messaggio inserito da sammy


Citazione:Messaggio inserito da sandy

provate pure il Seitan io faccio dei buonissimi spezzatini

sandy che cos'è il seitan?
io ho provato le bistecche di soia e non sono male,, certo la carne a confronto è 100 volte meglio!! però ora voglio provare il tofu!! è buono??


il tofu se cucinato non è male, però preferisco la soia e il seitan


quoto!!
adoravo il seitan...


è buonissimo!!!!!!!!!


mi aveva dato la ricetta il mio massaggiatore (ammazza quanto era gnocco...e pure vegetariano!!!:D:D:D) e lo facevo in casa...devo solo ritrovare la ricetta...tu lo compri già fatto?

sammy
22-07-05, 05:16 PM
me la posti liska la ricetta?? così poi esprimerò una mia opinione:D ora mi avete fatto venir voglia di provarlo!! quindi il tofu è una schifezza?

Liska
22-07-05, 05:17 PM
Citazione:Messaggio inserito da sammy

me la posti liska la ricetta?? così poi esprimerò una mia opinione:D ora mi avete fatto venir voglia di provarlo!! quindi il tofu è una schifezza?


te l'ho detto...non sada niente, e mi sembrava di mangiare una spugnetta...piuttosto la soia!!

sandy
22-07-05, 05:19 PM
Citazione:Messaggio inserito da Liska


Citazione:Messaggio inserito da sandy


Citazione:Messaggio inserito da Liska


Citazione:Messaggio inserito da sandy


Citazione:Messaggio inserito da sammy


Citazione:Messaggio inserito da sandy

provate pure il Seitan io faccio dei buonissimi spezzatini

sandy che cos'è il seitan?
io ho provato le bistecche di soia e non sono male,, certo la carne a confronto è 100 volte meglio!! però ora voglio provare il tofu!! è buono??


il tofu se cucinato non è male, però preferisco la soia e il seitan


quoto!!
adoravo il seitan...


è buonissimo!!!!!!!!!


mi aveva dato la ricetta il mio massaggiatore (ammazza quanto era gnocco...e pure vegetariano!!!:D:D:D) e lo facevo in casa...devo solo ritrovare la ricetta...tu lo compri già fatto?


gnocco e vegetariano pero'!!!!!visto che esiste la perfezione[:7]
compro già fatto ma proverò ho la ricetta ma sembra un po lungo il procedimento

sammy
22-07-05, 05:22 PM
beh dai vorrà dire che cercherò sul mio amatissmo google!!:D

sandy
22-07-05, 05:31 PM
Il seitan fatto in casa


Il seitan è un alimento molto interessante poiché costituisce un ottima fonte alternativa di proteine, ma soprattutto poiché si presta molto bene alla preparazione di piatti ASI.
Per preparare il seitan bisogna procurarsi il glutine, che rappresenta la parte proteica (o meglio una parte delle proteine) del frumento.
Il glutine è venduto sottoforma di farina, in bustine da 100-150 g, nelle erboristerie e nei negozi di alimentazione biologica, come preparato per seitan. Il costo si aggira intorno ai 2-3 Euro.
Questo prodotto può anche essere utilizzato per panificare, in particolare per "rinforzare" farine deboli.
Preparare il seitan è facilissimo, si ottengono ottimi risultati fin dal primo tentativo.
1) Versate il glutine in una ciotola insieme a una quantità di acqua pari a 3 volte il suo peso.
Mescolate con le mani finché il glutine non sarà diventato una massa elastica e non avrà finito di assorbire acqua.
È incredibile vedere come la massa glutinosa aumenta di volume mano che lavoriamo lla lavoriamo, formando un impasto molto elastico e consistente.

Gettate l'acqua in eccesso, attendete un paio di minuti, poi lavorate l'impasto con le dita per altri 30 secondi.
Lasciate ripostare l'impasto 10-15 minuti.

3) Nel frattempo, in una pentola di almeno 5 litri, portate a ebollizione 3 litri di acqua a cui avrete aggiunto 5 cucchiai di salsa di soia e un cucchiaino raso di sale.
Se volete, potete aggiungere 5 cm di alga kombu, un insaporitore che potete trovare nei negozi di alimentazione biologica e nelle erboristerie.
Sia l'alga kombu che la salsa di soia sono facoltativi, il seitan verrà lo stesso, solo sarà meno saporito.


4) Quando l'acqua bolle, modellate l'impasto in modo da formare un salsicciotto di 20 cm circa. inserite nella pentola il salsicciotto di seitan, abbassate il fuoco al minimo, coprite e fate andare per 45 minuti. Dopo 25 minuti circa, girate il salsicciotto.

5) Una volta cotto, estraetelo dalla pentola e fatelo raffreddare. Se non intendete utilizzarlo subito, conservatelo in frigorifero, in un contenitore di plastica chiuso o in un sacchetto di plastica, insieme a un poco di acqua di cottura.


Tagliando il salsicciotto con un coltello da cucina potrete ricavare hamburger, polpette, bocconcini, che potrete utilizzare nelle vostre ricette al posto della carne.
Per insaporire ulteriormente il seitan potete aggiungere nell'impasto, prima di cuocerlo, aglio tritato, zenzero, olio di oliva e quant'altro vi venga in mente.
Il gusto neutro del seitan lo rende un alimento molto versatile, utilizzabile in mille ricette diverse. L'elevata quantità di proteine e lo scarso apporto di grassi lo rendono un alimento molto saziante che si presta molto bene per essere utilizzato nella preparazione di piatti ASI molto sazanti e ipocalorici, ma altrettanto gustosi.
Nel nostro database troverete alcuni esempi su come si possa sfruttare questo alimento per conciliare buona tavola e salute!



http://www.cibo360.it/cucina/scuola/fai_da_te/seitan.htm

Liska
22-07-05, 05:36 PM
brava sandy...la mia ricetta era più semplice, lunedì ve la posto così poi la provate...la perfezione esiste...eheheheheh...verissimo!!!!

sammy
22-07-05, 05:39 PM
grazie sandy:D c'è anche già fatto però?

sandy
22-07-05, 05:41 PM
si sammy esiste già fatto

sammy
22-07-05, 05:44 PM
si lo proverò!! non ho mai preso il glutine ma sarà una cosa nuova! se lo faccio però lo voglio fare io e non comprarlo :D userò la tua ricetta.. grazie:D

Liska
22-07-05, 05:46 PM
sammy praticamente lo puoi cucinare e insaporire in tutte le maniere...è un piatto passepartout!!

sammy
22-07-05, 05:49 PM
bene a me piace cucinare e inventare cose nuove:D:D anche i funghi assomigliano molto alla carne.. noi a casa li facciamo impanati e fritti o al forno e son buonissimi! mio papà li raccoglie in montagna

FRANCYNA
22-07-05, 05:53 PM
sandy sembra quasi tu voglia insistere a far cambiare le abitudini alimentari dei qui presenti,insomma non è facile come si pensa!!!!quando ho visto il video mi sono venuti giu dei lacrimoni che non ti diko:(ma non posso essere ipocrita e dirti,che da quel giorno non è ho piu mangiata :( mangio petto di pollo, carne di vitello ogni tanto ,e devo essere sincera ,mangio molto spesso prosciutto...TUTTO gli altri tipi di carne no,ma io che sono anemika e x di piu sotto peso cosa faccio???posso mangiare tutti i giorni pasta??io con la verdura non vado molto daccordo e son sicura che levandomi anche quel poco di carne che mangio,diventerei annorressica!!!l unica soluzione sarebbe una morte indolore, e magari evitare di abbuffarsi di carne tutti i giorni come gli amricani che la mangiano anche a colazione!!se lo farebbero tutti ,penso che in commercio c e ne sarebbe meno e quindi si riuscerebbe anche a risparmiare qualche vita.

sammy
22-07-05, 06:05 PM
no francyna io penso che sandy dica quello che pensa e questo è un suo pensiero... io non la mangio da un pò perchè non mi va adesso e poi siamo in estate meglio mangiare insalatone o altro almeno io faccio così.. ma non so se sarà una cosa definitiva perchè la carne fa molto bene alla fin fi ne.. ognuno deve fare ciò che si sente e soprattutto se ha dei problemi come i tuoi... nessuno può obbligarci a fare cose che non vogliamo... nessuno si deve permettere

FRANCYNA
22-07-05, 06:12 PM
SI CERTO ADESSO CHE FA CALDO ANCHE IO PREFERISCO MANGIARE ROBA FRESCA ,MA PENSO CHE OGNI TANTO CI VOGLIA COME HAI SCRITTO PURE TU!!il fatto e che penso che non sia facile come scrive lei il diventare vegetariani o i vegani del tutto!!!a questo punto campiamo d aria!!!:)e comunque chi si nutre di carne non vuol dire che manca di rispetto agli animali E UN ESIGENZA..quando mangio una bistecca non e che sono la che canto dalla felicita ,e diKO:oooo che belloooooo questo vitellino e squisitoo,chissa quante sofferenze che ha patito xro....ma siii chi se ne frega!!!!:)

sammy
22-07-05, 06:39 PM
SI CERTO NON DOBBIAMO ALLA FINE ROVINARCI LA VITA PENSANDOCI,,, è STATO SEMPRE COSì.. ANZI ANTICAMENTE ERA PURE PEGGIO

sammy
23-07-05, 08:20 PM
ho preso il seitan e il tofu già fatti.. perchè erano li a portata di mano e sicuramente sarà più buono di quello che avrei fatto io!! cmq ho preso il seitan alla piastra... che lo devo metere sulla piastra e si rosola.. lo proverò doma perchè stase sono fuori a cena!! non vedo l'ora!!!!!!:D

sammy
24-07-05, 07:34 PM
...........che schifo il tofu!!![xx(]

sammy
24-07-05, 07:34 PM
...........che schifo il tofu!!![xx(]

sammy
24-07-05, 07:37 PM
il seitan un pò più mangiabile e non malaccio ma cacchio non sa di niente!!!!!!!! beh ragazze oggi ho mangiato pure i tortellini con la carne... ma come si fa a resistere a questi piatti!!! io non ci riesco e dopo di questi cibi pessimi non ci resisterò mai più!!!!!! la carne è buonissima!! certo non mangerò tutti i tipi di carne ma non posso resisterci.. e in questa settimana che ho provato a non mangiarla l'ho scoperto ancora di più!

sammy
24-07-05, 07:37 PM
il seitan un pò più mangiabile e non malaccio ma cacchio non sa di niente!!!!!!!! beh ragazze oggi ho mangiato pure i tortellini con la carne... ma come si fa a resistere a questi piatti!!! io non ci riesco e dopo di questi cibi pessimi non ci resisterò mai più!!!!!! la carne è buonissima!! certo non mangerò tutti i tipi di carne ma non posso resisterci.. e in questa settimana che ho provato a non mangiarla l'ho scoperto ancora di più!

KYCE
25-07-05, 01:26 AM
hai rpovato le bistecche impanate di soia della valsoia?!?! quelle sono davvero buone!!!

KYCE
25-07-05, 01:26 AM
hai rpovato le bistecche impanate di soia della valsoia?!?! quelle sono davvero buone!!!

Selene
25-07-05, 02:10 AM
Citazione:Messaggio inserito da sammy

...........che schifo il tofu!!![xx(]


Saranno pure buoni per certi...ma come ti capisco...a me proprio non piace il tofu...e nemmeno tutte quelle cose a base di soia![xx(][xx(][xx(] Io rispetto il pensiero di tutti, per carità, ma per me la soia non è un'alternativa valida alla carne...ovviamente in base al mio gusto, è chiaro.

Selene
25-07-05, 02:10 AM
Citazione:Messaggio inserito da sammy

...........che schifo il tofu!!![xx(]


Saranno pure buoni per certi...ma come ti capisco...a me proprio non piace il tofu...e nemmeno tutte quelle cose a base di soia![xx(][xx(][xx(] Io rispetto il pensiero di tutti, per carità, ma per me la soia non è un'alternativa valida alla carne...ovviamente in base al mio gusto, è chiaro.

arty75
25-07-05, 02:52 AM
ehi calma tutti!!!!
l'uomo e' onnivoro,e DEVE mangiare anche carne.
l'importante e' non disprezzare la natura,ma usarla secondo le sue regole,
l'equilibrio naturale si basa su prede e predatori

arty75
25-07-05, 02:52 AM
ehi calma tutti!!!!
l'uomo e' onnivoro,e DEVE mangiare anche carne.
l'importante e' non disprezzare la natura,ma usarla secondo le sue regole,
l'equilibrio naturale si basa su prede e predatori

sandy
25-07-05, 12:49 PM
Citazione:Messaggio inserito da FRANCYNA

sandy sembra quasi tu voglia insistere a far cambiare le abitudini alimentari dei qui presenti,insomma non è facile come si pensa!!!!quando ho visto il video mi sono venuti giu dei lacrimoni che non ti diko:(ma non posso essere ipocrita e dirti,che da quel giorno non è ho piu mangiata :( mangio petto di pollo, carne di vitello ogni tanto ,e devo essere sincera ,mangio molto spesso prosciutto...TUTTO gli altri tipi di carne no,ma io che sono anemika e x di piu sotto peso cosa faccio???posso mangiare tutti i giorni pasta??io con la verdura non vado molto daccordo e son sicura che levandomi anche quel poco di carne che mangio,diventerei annorressica!!!l unica soluzione sarebbe una morte indolore, e magari evitare di abbuffarsi di carne tutti i giorni come gli amricani che la mangiano anche a colazione!!se lo farebbero tutti ,penso che in commercio c e ne sarebbe meno e quindi si riuscerebbe anche a risparmiare qualche vita.


ti sbagli io non voglio far cambiare alimentazione a chi non vuole farlo, è impossibile!!! (magari fosse così facile, non x me, ma x gli animali, xchè a me non viene in tasca proprio nulla)

sandy
25-07-05, 12:49 PM
Citazione:Messaggio inserito da FRANCYNA

sandy sembra quasi tu voglia insistere a far cambiare le abitudini alimentari dei qui presenti,insomma non è facile come si pensa!!!!quando ho visto il video mi sono venuti giu dei lacrimoni che non ti diko:(ma non posso essere ipocrita e dirti,che da quel giorno non è ho piu mangiata :( mangio petto di pollo, carne di vitello ogni tanto ,e devo essere sincera ,mangio molto spesso prosciutto...TUTTO gli altri tipi di carne no,ma io che sono anemika e x di piu sotto peso cosa faccio???posso mangiare tutti i giorni pasta??io con la verdura non vado molto daccordo e son sicura che levandomi anche quel poco di carne che mangio,diventerei annorressica!!!l unica soluzione sarebbe una morte indolore, e magari evitare di abbuffarsi di carne tutti i giorni come gli amricani che la mangiano anche a colazione!!se lo farebbero tutti ,penso che in commercio c e ne sarebbe meno e quindi si riuscerebbe anche a risparmiare qualche vita.


ti sbagli io non voglio far cambiare alimentazione a chi non vuole farlo, è impossibile!!! (magari fosse così facile, non x me, ma x gli animali, xchè a me non viene in tasca proprio nulla)

sandy
25-07-05, 12:57 PM
Citazione:Messaggio inserito da FRANCYNA

SI CERTO ADESSO CHE FA CALDO ANCHE IO PREFERISCO MANGIARE ROBA FRESCA ,MA PENSO CHE OGNI TANTO CI VOGLIA COME HAI SCRITTO PURE TU!!il fatto e che penso che non sia facile come scrive lei il diventare vegetariani o i vegani del tutto!!!a questo punto campiamo d aria!!!:)e comunque chi si nutre di carne non vuol dire che manca di rispetto agli animali E UN ESIGENZA..quando mangio una bistecca non e che sono la che canto dalla felicita ,e diKO:oooo che belloooooo questo vitellino e squisitoo,chissa quante sofferenze che ha patito xro....ma siii chi se ne frega!!!!:)


è vero non è semplice cambiare alimentazione bisogna avere molta volontà e avere un'ideale molto forte da portare avanti, questa è la mia linea non credo a chi dice "non c'e' la faccio" diciamo "mi costa troppo farlo" un po di sincerità sopratutto con se stessi "sempre"!!
è chiaro che per l'esigenza di mangiar carne non sono d'accordo (ma non vorrei riaprire il discorso già trattato post fa) e il rispetto bhe come fai a rispettare un animale se non rispetti x prima la sua vita?(questa è una mia personale considerazione)

sandy
25-07-05, 12:57 PM
Citazione:Messaggio inserito da FRANCYNA

SI CERTO ADESSO CHE FA CALDO ANCHE IO PREFERISCO MANGIARE ROBA FRESCA ,MA PENSO CHE OGNI TANTO CI VOGLIA COME HAI SCRITTO PURE TU!!il fatto e che penso che non sia facile come scrive lei il diventare vegetariani o i vegani del tutto!!!a questo punto campiamo d aria!!!:)e comunque chi si nutre di carne non vuol dire che manca di rispetto agli animali E UN ESIGENZA..quando mangio una bistecca non e che sono la che canto dalla felicita ,e diKO:oooo che belloooooo questo vitellino e squisitoo,chissa quante sofferenze che ha patito xro....ma siii chi se ne frega!!!!:)


è vero non è semplice cambiare alimentazione bisogna avere molta volontà e avere un'ideale molto forte da portare avanti, questa è la mia linea non credo a chi dice "non c'e' la faccio" diciamo "mi costa troppo farlo" un po di sincerità sopratutto con se stessi "sempre"!!
è chiaro che per l'esigenza di mangiar carne non sono d'accordo (ma non vorrei riaprire il discorso già trattato post fa) e il rispetto bhe come fai a rispettare un animale se non rispetti x prima la sua vita?(questa è una mia personale considerazione)

sandy
25-07-05, 12:58 PM
Citazione:Messaggio inserito da sammy

...........che schifo il tofu!!![xx(]


[:81]
devi cucinarlo

sandy
25-07-05, 12:58 PM
Citazione:Messaggio inserito da sammy

...........che schifo il tofu!!![xx(]


[:81]
devi cucinarlo

sandy
25-07-05, 01:01 PM
Citazione:Messaggio inserito da sammy

il seitan un pò più mangiabile e non malaccio ma cacchio non sa di niente!!!!!!!! beh ragazze oggi ho mangiato pure i tortellini con la carne... ma come si fa a resistere a questi piatti!!! io non ci riesco e dopo di questi cibi pessimi non ci resisterò mai più!!!!!! la carne è buonissima!! certo non mangerò tutti i tipi di carne ma non posso resisterci.. e in questa settimana che ho provato a non mangiarla l'ho scoperto ancora di più!



ricordari che pure chi smette di fumare diventa pazzo di sigarette le vede ovunque, ma pian piano tutto si dimentica, i cibi non sono pessimi bisogna saperli più che altro cucinare

sandy
25-07-05, 01:01 PM
Citazione:Messaggio inserito da sammy

il seitan un pò più mangiabile e non malaccio ma cacchio non sa di niente!!!!!!!! beh ragazze oggi ho mangiato pure i tortellini con la carne... ma come si fa a resistere a questi piatti!!! io non ci riesco e dopo di questi cibi pessimi non ci resisterò mai più!!!!!! la carne è buonissima!! certo non mangerò tutti i tipi di carne ma non posso resisterci.. e in questa settimana che ho provato a non mangiarla l'ho scoperto ancora di più!



ricordari che pure chi smette di fumare diventa pazzo di sigarette le vede ovunque, ma pian piano tutto si dimentica, i cibi non sono pessimi bisogna saperli più che altro cucinare

sandy
25-07-05, 01:05 PM
Citazione:Messaggio inserito da arty75

ehi calma tutti!!!!
l'uomo e' onnivoro,e DEVE mangiare anche carne.
l'importante e' non disprezzare la natura,ma usarla secondo le sue regole,
l'equilibrio naturale si basa su prede e predatori


"che deve" ALT lo dico io, mi sa tanto di imposizione, perdonami
non ne ha bisogno x forza!
ognuno faccia quello che sente ma dire certe cose non mi sebra educativo
e noi che predatori siamo?? con fucili coltelli e altro, ma dai
ammazza tu un suino con la tua sola forza se riesci

sandy
25-07-05, 01:05 PM
Citazione:Messaggio inserito da arty75

ehi calma tutti!!!!
l'uomo e' onnivoro,e DEVE mangiare anche carne.
l'importante e' non disprezzare la natura,ma usarla secondo le sue regole,
l'equilibrio naturale si basa su prede e predatori


"che deve" ALT lo dico io, mi sa tanto di imposizione, perdonami
non ne ha bisogno x forza!
ognuno faccia quello che sente ma dire certe cose non mi sebra educativo
e noi che predatori siamo?? con fucili coltelli e altro, ma dai
ammazza tu un suino con la tua sola forza se riesci

sandy
25-07-05, 01:11 PM
questo deve essere chiaro, non cerco battibecchi, cerco solo qualcuno che come me condivida questo amore così forte x tutti gli animali non solo x quelli domestici, pure i confronti gradisco xchè fanno parte della vita ma che siano sereni!!

sandy
25-07-05, 01:11 PM
questo deve essere chiaro, non cerco battibecchi, cerco solo qualcuno che come me condivida questo amore così forte x tutti gli animali non solo x quelli domestici, pure i confronti gradisco xchè fanno parte della vita ma che siano sereni!!

Koa
25-07-05, 01:15 PM
Citazione:Messaggio inserito da sandy

questo deve essere chiaro, non cerco battibecchi, cerco solo qualcuno che come me condivida questo amore così forte x tutti gli animali non solo x quelli domestici, pure i confronti gradisco xchè fanno parte della vita ma che siano sereni!!



allora stai all'occhio anche alla cosmetica.....INCREDIBILE!!!![V][xx(][:0]

Koa
25-07-05, 01:15 PM
Citazione:Messaggio inserito da sandy

questo deve essere chiaro, non cerco battibecchi, cerco solo qualcuno che come me condivida questo amore così forte x tutti gli animali non solo x quelli domestici, pure i confronti gradisco xchè fanno parte della vita ma che siano sereni!!



allora stai all'occhio anche alla cosmetica.....INCREDIBILE!!!![V][xx(][:0]

sandy
25-07-05, 01:18 PM
Citazione:Messaggio inserito da Koa


Citazione:Messaggio inserito da sandy

questo deve essere chiaro, non cerco battibecchi, cerco solo qualcuno che come me condivida questo amore così forte x tutti gli animali non solo x quelli domestici, pure i confronti gradisco xchè fanno parte della vita ma che siano sereni!!



allora stai all'occhio anche alla cosmetica.....INCREDIBILE!!!![V][xx(][:0]


certo!!!!
ci mancherebbe se leggi i miei post ho citao pure questo Koa

sandy
25-07-05, 01:18 PM
Citazione:Messaggio inserito da Koa


Citazione:Messaggio inserito da sandy

questo deve essere chiaro, non cerco battibecchi, cerco solo qualcuno che come me condivida questo amore così forte x tutti gli animali non solo x quelli domestici, pure i confronti gradisco xchè fanno parte della vita ma che siano sereni!!



allora stai all'occhio anche alla cosmetica.....INCREDIBILE!!!![V][xx(][:0]


certo!!!!
ci mancherebbe se leggi i miei post ho citao pure questo Koa

zarino
25-07-05, 01:31 PM
è terribile l'ultima parte!!
cm tutto il resto!!:(:(

zarino
25-07-05, 01:31 PM
è terribile l'ultima parte!!
cm tutto il resto!!:(:(

Koa
25-07-05, 01:38 PM
Citazione:Messaggio inserito da sandy


Citazione:Messaggio inserito da Koa


Citazione:Messaggio inserito da sandy

questo deve essere chiaro, non cerco battibecchi, cerco solo qualcuno che come me condivida questo amore così forte x tutti gli animali non solo x quelli domestici, pure i confronti gradisco xchè fanno parte della vita ma che siano sereni!!



allora stai all'occhio anche alla cosmetica.....INCREDIBILE!!!![V][xx(][:0]


certo!!!!
ci mancherebbe se leggi i miei post ho citao pure questo Koa


non ho tempo di leggere tutto il papiro Sandy!;)
Cmq non solo trucchi, cremette, ma anche shampoo, balsamo, bagnoschiuma, creme solari di tutto di più!!! Siamo talmente circondati da roba testata sugli animali che per non comprare i prodotti incriminati....per fare la spesa dobbiamo impiegarci 2 mesi!
Che roba!!!!!!!:( Io nella mia frenesia secondo voi posso?????????
Mi sento in gabbia!!!!!!!!!! E meno male che non mi trucco!!!!!!!!

Koa
25-07-05, 01:38 PM
Citazione:Messaggio inserito da sandy


Citazione:Messaggio inserito da Koa


Citazione:Messaggio inserito da sandy

questo deve essere chiaro, non cerco battibecchi, cerco solo qualcuno che come me condivida questo amore così forte x tutti gli animali non solo x quelli domestici, pure i confronti gradisco xchè fanno parte della vita ma che siano sereni!!



allora stai all'occhio anche alla cosmetica.....INCREDIBILE!!!![V][xx(][:0]


certo!!!!
ci mancherebbe se leggi i miei post ho citao pure questo Koa


non ho tempo di leggere tutto il papiro Sandy!;)
Cmq non solo trucchi, cremette, ma anche shampoo, balsamo, bagnoschiuma, creme solari di tutto di più!!! Siamo talmente circondati da roba testata sugli animali che per non comprare i prodotti incriminati....per fare la spesa dobbiamo impiegarci 2 mesi!
Che roba!!!!!!!:( Io nella mia frenesia secondo voi posso?????????
Mi sento in gabbia!!!!!!!!!! E meno male che non mi trucco!!!!!!!!

sandy
25-07-05, 01:41 PM
Citazione:Messaggio inserito da Koa


Citazione:Messaggio inserito da sandy


Citazione:Messaggio inserito da Koa


Citazione:Messaggio inserito da sandy

questo deve essere chiaro, non cerco battibecchi, cerco solo qualcuno che come me condivida questo amore così forte x tutti gli animali non solo x quelli domestici, pure i confronti gradisco xchè fanno parte della vita ma che siano sereni!!



allora stai all'occhio anche alla cosmetica.....INCREDIBILE!!!![V][xx(][:0]


certo!!!!
ci mancherebbe se leggi i miei post ho citao pure questo Koa


non ho tempo di leggere tutto il papiro Sandy!;)
Cmq non solo trucchi, cremette, ma anche shampoo, balsamo, bagnoschiuma, creme solari di tutto di più!!! Siamo talmente circondati da roba testata sugli animali che per non comprare i prodotti incriminati....per fare la spesa dobbiamo impiegarci 2 mesi!
Che roba!!!!!!!:( Io nella mia frenesia secondo voi posso?????????
Mi sento in gabbia!!!!!!!!!! E meno male che non mi trucco!!!!!!!!




infatti quasi tutto purtroppo è testato e molte volte non lo sappiamo neppure, pure io non mi trucco!!!![:7]

sandy
25-07-05, 01:41 PM
Citazione:Messaggio inserito da Koa


Citazione:Messaggio inserito da sandy


Citazione:Messaggio inserito da Koa


Citazione:Messaggio inserito da sandy

questo deve essere chiaro, non cerco battibecchi, cerco solo qualcuno che come me condivida questo amore così forte x tutti gli animali non solo x quelli domestici, pure i confronti gradisco xchè fanno parte della vita ma che siano sereni!!



allora stai all'occhio anche alla cosmetica.....INCREDIBILE!!!![V][xx(][:0]


certo!!!!
ci mancherebbe se leggi i miei post ho citao pure questo Koa


non ho tempo di leggere tutto il papiro Sandy!;)
Cmq non solo trucchi, cremette, ma anche shampoo, balsamo, bagnoschiuma, creme solari di tutto di più!!! Siamo talmente circondati da roba testata sugli animali che per non comprare i prodotti incriminati....per fare la spesa dobbiamo impiegarci 2 mesi!
Che roba!!!!!!!:( Io nella mia frenesia secondo voi posso?????????
Mi sento in gabbia!!!!!!!!!! E meno male che non mi trucco!!!!!!!!




infatti quasi tutto purtroppo è testato e molte volte non lo sappiamo neppure, pure io non mi trucco!!!![:7]

sandy
25-07-05, 01:58 PM
Roma, morta cavalla durante trasporto


25/07/2005-

Ieri una cavalla è morta fra indicibili sofferenze dopo che la Polizia Stradale, su richiesta dell’associazione tedesca “Animals Angels”, aveva sanzionato due autisti romeni per sovraccarico ed altre irregolarità di un camion di equini destinati alla macellazione. Gli animali erano stati scaricati d’urgenza in una stalla non autorizzata di Lunghezza (Roma) vicino all’autostrada A24, nonostante ci sia a poca distanza l’autorizzato Centro Carni della Capitale, per un carico effettuato in Spagna e diretto a Taurisano in provincia di Lecce.

“Chiediamo di accertare anche le responsabilità del veterinario della Usl Roma B che pur chiamato dagli agenti nella dovuta reperibilità notturna di domenica non solo è giunto ben tre ore dopo la chiamata e senza alcun farmaco ma non è intervenuto e non ha chiamato un altro collega capace, come hanno riferito i volontari presenti – ha detto Gianluca Felicetti, responsabile trasporti della LAV – per questo chiediamo al Presidente del Lazio, Marrazzo, ed all’Assessore alla Sanità, Battaglia, di aprire un’inchiesta sul malfunzionamento della sanità animale, a tutela degli animali e dei consumatori, disponendo come succede in altre Regioni di cancellare il divieto imposto dalla precedente Giunta di negare addirittura, tramite il numero 118, di fornire il numero di reperibilità notturna e festiva dei veterinari delle Aziende Usl, un servizio che i cittadini pagano tanto quanto quello della sanità umana”.

“La ditta di trasporto in questione, la catalana Montalban, peraltro recidiva, è la stessa infatti della morte nel novembre scorso di tredici bovini ed equini sul traghetto Barcellona-Civitavecchia, episodio a seguito del quale era intervenuta in maniera evidentemente insufficiente la Commissione Europea – ha proseguito Gianluca Felicetti che ieri è intervenuto a sostegno degli animalisti tedeschi – Come certificato dalla Polizia Stradale sia a Montecatini prima ed a Roma Nord poi, il camion non aveva svolto la sosta dovuta di 24 ore, la cavalla in seguito morta giaceva a terra a seguito di ferite e non aveva ottenuto alcun soccorso, aveva la testa ed il muso gonfi come documentato dai volontari di “Animals Angels”, ottenendo solo alla fine e forzatamente, senza la dovuta presenza veterinaria, solo uno scarico peraltro effettuato con corde e ruspa in una stalla non autorizzata in Via di Lunghezzina (Roma) dove i cavalli sono ancora fermi. Ora l’Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Lazio disponga l’autopsia ed i trentadue cavalli sopravvissuti siano graziati”.
Lav


tanto x cambiare!!!!

sandy
25-07-05, 01:58 PM
Roma, morta cavalla durante trasporto


25/07/2005-

Ieri una cavalla è morta fra indicibili sofferenze dopo che la Polizia Stradale, su richiesta dell’associazione tedesca “Animals Angels”, aveva sanzionato due autisti romeni per sovraccarico ed altre irregolarità di un camion di equini destinati alla macellazione. Gli animali erano stati scaricati d’urgenza in una stalla non autorizzata di Lunghezza (Roma) vicino all’autostrada A24, nonostante ci sia a poca distanza l’autorizzato Centro Carni della Capitale, per un carico effettuato in Spagna e diretto a Taurisano in provincia di Lecce.

“Chiediamo di accertare anche le responsabilità del veterinario della Usl Roma B che pur chiamato dagli agenti nella dovuta reperibilità notturna di domenica non solo è giunto ben tre ore dopo la chiamata e senza alcun farmaco ma non è intervenuto e non ha chiamato un altro collega capace, come hanno riferito i volontari presenti – ha detto Gianluca Felicetti, responsabile trasporti della LAV – per questo chiediamo al Presidente del Lazio, Marrazzo, ed all’Assessore alla Sanità, Battaglia, di aprire un’inchiesta sul malfunzionamento della sanità animale, a tutela degli animali e dei consumatori, disponendo come succede in altre Regioni di cancellare il divieto imposto dalla precedente Giunta di negare addirittura, tramite il numero 118, di fornire il numero di reperibilità notturna e festiva dei veterinari delle Aziende Usl, un servizio che i cittadini pagano tanto quanto quello della sanità umana”.

“La ditta di trasporto in questione, la catalana Montalban, peraltro recidiva, è la stessa infatti della morte nel novembre scorso di tredici bovini ed equini sul traghetto Barcellona-Civitavecchia, episodio a seguito del quale era intervenuta in maniera evidentemente insufficiente la Commissione Europea – ha proseguito Gianluca Felicetti che ieri è intervenuto a sostegno degli animalisti tedeschi – Come certificato dalla Polizia Stradale sia a Montecatini prima ed a Roma Nord poi, il camion non aveva svolto la sosta dovuta di 24 ore, la cavalla in seguito morta giaceva a terra a seguito di ferite e non aveva ottenuto alcun soccorso, aveva la testa ed il muso gonfi come documentato dai volontari di “Animals Angels”, ottenendo solo alla fine e forzatamente, senza la dovuta presenza veterinaria, solo uno scarico peraltro effettuato con corde e ruspa in una stalla non autorizzata in Via di Lunghezzina (Roma) dove i cavalli sono ancora fermi. Ora l’Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Lazio disponga l’autopsia ed i trentadue cavalli sopravvissuti siano graziati”.
Lav


tanto x cambiare!!!!

sandy
25-07-05, 01:59 PM
Le aziende approvate

Le aziende elencate sono le prime imprese italiane che sono state approvate dalla LAV e che hanno sottoscritto l’impegno a rispettare lo standard, e quindi a non commissionare e a non effettuare test su animali sul proprio prodotto e sulle materie prime che lo compongono.
Scegliendo i prodotti di queste aziende, potrete acquistare cosmetici, saponi, prodotti per l’igiene orale e detersivi, con la certezza di non contribuire alla sperimentazione animale. Nel file allegato ( LISTA ) troverete per ogni azienda l’elenco delle categorie di prodotti, dove è possibile acquistarli e il sito internet dell’azienda, per conoscere più da vicino la loro filosofia e i loro prodotti.



http://www.infolav.org/allegati/3/4528_lista.pdf

sandy
25-07-05, 01:59 PM
Le aziende approvate

Le aziende elencate sono le prime imprese italiane che sono state approvate dalla LAV e che hanno sottoscritto l’impegno a rispettare lo standard, e quindi a non commissionare e a non effettuare test su animali sul proprio prodotto e sulle materie prime che lo compongono.
Scegliendo i prodotti di queste aziende, potrete acquistare cosmetici, saponi, prodotti per l’igiene orale e detersivi, con la certezza di non contribuire alla sperimentazione animale. Nel file allegato ( LISTA ) troverete per ogni azienda l’elenco delle categorie di prodotti, dove è possibile acquistarli e il sito internet dell’azienda, per conoscere più da vicino la loro filosofia e i loro prodotti.



http://www.infolav.org/allegati/3/4528_lista.pdf

Koa
25-07-05, 02:02 PM
Citazione:Messaggio inserito da sandy

Le aziende approvate

Le aziende elencate sono le prime imprese italiane che sono state approvate dalla LAV e che hanno sottoscritto l’impegno a rispettare lo standard, e quindi a non commissionare e a non effettuare test su animali sul proprio prodotto e sulle materie prime che lo compongono.
Scegliendo i prodotti di queste aziende, potrete acquistare cosmetici, saponi, prodotti per l’igiene orale e detersivi, con la certezza di non contribuire alla sperimentazione animale. Nel file allegato ( LISTA ) troverete per ogni azienda l’elenco delle categorie di prodotti, dove è possibile acquistarli e il sito internet dell’azienda, per conoscere più da vicino la loro filosofia e i loro prodotti.



http://www.infolav.org/allegati/3/4528_lista.pdf



Grazie Sandy! Questo mi torna utile.......perchè se proprio non posso rinunciare a cose alimentari come ho già detto in precedenza....al resto sì....insomma ce la metterò tutta. :(

Koa
25-07-05, 02:02 PM
Citazione:Messaggio inserito da sandy

Le aziende approvate

Le aziende elencate sono le prime imprese italiane che sono state approvate dalla LAV e che hanno sottoscritto l’impegno a rispettare lo standard, e quindi a non commissionare e a non effettuare test su animali sul proprio prodotto e sulle materie prime che lo compongono.
Scegliendo i prodotti di queste aziende, potrete acquistare cosmetici, saponi, prodotti per l’igiene orale e detersivi, con la certezza di non contribuire alla sperimentazione animale. Nel file allegato ( LISTA ) troverete per ogni azienda l’elenco delle categorie di prodotti, dove è possibile acquistarli e il sito internet dell’azienda, per conoscere più da vicino la loro filosofia e i loro prodotti.



http://www.infolav.org/allegati/3/4528_lista.pdf



Grazie Sandy! Questo mi torna utile.......perchè se proprio non posso rinunciare a cose alimentari come ho già detto in precedenza....al resto sì....insomma ce la metterò tutta. :(

sammy
25-07-05, 02:56 PM
non conosco nemmeno una marca!!! però ci proverò pure io!:D

sammy
25-07-05, 02:56 PM
non conosco nemmeno una marca!!! però ci proverò pure io!:D

sammy
25-07-05, 03:01 PM
Citazione:Messaggio inserito da sandy


Citazione:Messaggio inserito da sammy

il seitan un pò più mangiabile e non malaccio ma cacchio non sa di niente!!!!!!!! beh ragazze oggi ho mangiato pure i tortellini con la carne... ma come si fa a resistere a questi piatti!!! io non ci riesco e dopo di questi cibi pessimi non ci resisterò mai più!!!!!! la carne è buonissima!! certo non mangerò tutti i tipi di carne ma non posso resisterci.. e in questa settimana che ho provato a non mangiarla l'ho scoperto ancora di più!

sandy io il tofu l'avevo preso già pronto confezionato... della marca compagnia italiana alimenti biologici.. ho preso quello naturale e diceva di metterlo 5 minuti sulla padella appena oliata... ho fatto così,, poi l'ho provato a mangiare ma che schifo! tu come lo fai?? perchè ne ho un altro pezzo in frigo ed ero tentata a buttarlo ma visto che è costato mi dai un consiglio su come renderlo più mangiabile?? grazie:D pure il seitan se ti va..


ricordari che pure chi smette di fumare diventa pazzo di sigarette le vede ovunque, ma pian piano tutto si dimentica, i cibi non sono pessimi bisogna saperli più che altro cucinare

sammy
25-07-05, 03:01 PM
Citazione:Messaggio inserito da sandy


Citazione:Messaggio inserito da sammy

il seitan un pò più mangiabile e non malaccio ma cacchio non sa di niente!!!!!!!! beh ragazze oggi ho mangiato pure i tortellini con la carne... ma come si fa a resistere a questi piatti!!! io non ci riesco e dopo di questi cibi pessimi non ci resisterò mai più!!!!!! la carne è buonissima!! certo non mangerò tutti i tipi di carne ma non posso resisterci.. e in questa settimana che ho provato a non mangiarla l'ho scoperto ancora di più!

sandy io il tofu l'avevo preso già pronto confezionato... della marca compagnia italiana alimenti biologici.. ho preso quello naturale e diceva di metterlo 5 minuti sulla padella appena oliata... ho fatto così,, poi l'ho provato a mangiare ma che schifo! tu come lo fai?? perchè ne ho un altro pezzo in frigo ed ero tentata a buttarlo ma visto che è costato mi dai un consiglio su come renderlo più mangiabile?? grazie:D pure il seitan se ti va..


ricordari che pure chi smette di fumare diventa pazzo di sigarette le vede ovunque, ma pian piano tutto si dimentica, i cibi non sono pessimi bisogna saperli più che altro cucinare

sandy
25-07-05, 03:57 PM
Citazione:Messaggio inserito da sammy


Citazione:Messaggio inserito da sandy


Citazione:Messaggio inserito da sammy

il seitan un pò più mangiabile e non malaccio ma cacchio non sa di niente!!!!!!!! beh ragazze oggi ho mangiato pure i tortellini con la carne... ma come si fa a resistere a questi piatti!!! io non ci riesco e dopo di questi cibi pessimi non ci resisterò mai più!!!!!! la carne è buonissima!! certo non mangerò tutti i tipi di carne ma non posso resisterci.. e in questa settimana che ho provato a non mangiarla l'ho scoperto ancora di più!

sandy io il tofu l'avevo preso già pronto confezionato... della marca compagnia italiana alimenti biologici.. ho preso quello naturale e diceva di metterlo 5 minuti sulla padella appena oliata... ho fatto così,, poi l'ho provato a mangiare ma che schifo! tu come lo fai?? perchè ne ho un altro pezzo in frigo ed ero tentata a buttarlo ma visto che è costato mi dai un consiglio su come renderlo più mangiabile?? grazie:D pure il seitan se ti va..


ricordari che pure chi smette di fumare diventa pazzo di sigarette le vede ovunque, ma pian piano tutto si dimentica, i cibi non sono pessimi bisogna saperli più che altro cucinare




io compro il tofu al sesamo che contiene + calcio ed è anche + saporito, pentola olio e aromi del tipo salvia e rosmarino, come ripeto non è il massimo ma così non è male, dopo puoi arricchirlo come + ti va, con verdure etc, il setain io lo cucino o sulla piastra di ghisa come se fosse una classica bistecca e poi condisco con olio e prezzemolo oppure in una pentola normale scaldo olio con uno scalogno aggiungo i pomodorini freschi, pisellini e il seitan taglio a cubetti mezzo bicchiere acqua, sale e pepe a fine cottura ancora un goccino di olio fai riposare pochi minuti e gnam gnam, devi usarlo come se fosse carne, qualche esperimento e via, ciao

sandy
25-07-05, 03:57 PM
Citazione:Messaggio inserito da sammy


Citazione:Messaggio inserito da sandy


Citazione:Messaggio inserito da sammy

il seitan un pò più mangiabile e non malaccio ma cacchio non sa di niente!!!!!!!! beh ragazze oggi ho mangiato pure i tortellini con la carne... ma come si fa a resistere a questi piatti!!! io non ci riesco e dopo di questi cibi pessimi non ci resisterò mai più!!!!!! la carne è buonissima!! certo non mangerò tutti i tipi di carne ma non posso resisterci.. e in questa settimana che ho provato a non mangiarla l'ho scoperto ancora di più!

sandy io il tofu l'avevo preso già pronto confezionato... della marca compagnia italiana alimenti biologici.. ho preso quello naturale e diceva di metterlo 5 minuti sulla padella appena oliata... ho fatto così,, poi l'ho provato a mangiare ma che schifo! tu come lo fai?? perchè ne ho un altro pezzo in frigo ed ero tentata a buttarlo ma visto che è costato mi dai un consiglio su come renderlo più mangiabile?? grazie:D pure il seitan se ti va..


ricordari che pure chi smette di fumare diventa pazzo di sigarette le vede ovunque, ma pian piano tutto si dimentica, i cibi non sono pessimi bisogna saperli più che altro cucinare




io compro il tofu al sesamo che contiene + calcio ed è anche + saporito, pentola olio e aromi del tipo salvia e rosmarino, come ripeto non è il massimo ma così non è male, dopo puoi arricchirlo come + ti va, con verdure etc, il setain io lo cucino o sulla piastra di ghisa come se fosse una classica bistecca e poi condisco con olio e prezzemolo oppure in una pentola normale scaldo olio con uno scalogno aggiungo i pomodorini freschi, pisellini e il seitan taglio a cubetti mezzo bicchiere acqua, sale e pepe a fine cottura ancora un goccino di olio fai riposare pochi minuti e gnam gnam, devi usarlo come se fosse carne, qualche esperimento e via, ciao

sandy
26-07-05, 09:27 AM
PESCA A STRASCICO? MERLUZZO ADDIO...
Denuncia della nave di Greenpeace, reti lunghe anche 40 chilometri.

26 luglio 2005 - La nave di Greenpeace, Esperanza, è arrivata nell'Atlantico nordoccidentale per documentare "la devastazione indiscriminata dell'ecosistema dei fondali da parte del metodo di pesca industriale più distruttivo, la pesca a strascico in profondità".
Il 60% della pesca a strascico in profondita' avviene proprio nell'Atlantico nordoccidentale ad opera di alcuni Paesi come Portogallo, Spagna, Germania, Canada e Russia. I pescherecci usano reti sottomarine lunghe anche 40 chilometri che vengono trascinate sul fondale attraverso pesanti catene che distruggono tutto quello che incontrano, dalla barriera corallina alle spugne, fino ad ogni forma vivente incontrata. Un elevato numero di pesci che non hanno valore commerciale vengono poi pescati e rigettati in mare morti. "Sono dei bulldozer degli oceani che distruggono tutto quello che incontrano. Se le Nazioni unite non adottano subito una moratoria a questa pratica, molta della biodiversita' degli Oceani scomparira' ed anche sui banchi delle pescherie arrivera' ben poco" afferma Bunny McDiarmid, reponsabile Oceani di Greenpeace. Innanzitutto, e' la tesi, scordiamoci il merluzzo: tra le prime vittime di questa situazione.
In Canada, spiega ancora Greenpeace, esiste un'organizzazione che regola la pesca a strascico in profondita', ma i risultati ottenuti sono deludenti, secondo un rapporto reso noto oggi dall'associazione ambientalista. Il merluzzo e' una delle prime vittime del sovrasfruttamento delle risorse ittiche.
Gia' alla fine degli anni '80 i merluzzi dell'Atlantico nordoccidentale erano in forte diminuzione e dal '92 e' in vigore in quell'area una moratoria.
(Com/Val/ Dire)

sandy
26-07-05, 09:27 AM
PESCA A STRASCICO? MERLUZZO ADDIO...
Denuncia della nave di Greenpeace, reti lunghe anche 40 chilometri.

26 luglio 2005 - La nave di Greenpeace, Esperanza, è arrivata nell'Atlantico nordoccidentale per documentare "la devastazione indiscriminata dell'ecosistema dei fondali da parte del metodo di pesca industriale più distruttivo, la pesca a strascico in profondità".
Il 60% della pesca a strascico in profondita' avviene proprio nell'Atlantico nordoccidentale ad opera di alcuni Paesi come Portogallo, Spagna, Germania, Canada e Russia. I pescherecci usano reti sottomarine lunghe anche 40 chilometri che vengono trascinate sul fondale attraverso pesanti catene che distruggono tutto quello che incontrano, dalla barriera corallina alle spugne, fino ad ogni forma vivente incontrata. Un elevato numero di pesci che non hanno valore commerciale vengono poi pescati e rigettati in mare morti. "Sono dei bulldozer degli oceani che distruggono tutto quello che incontrano. Se le Nazioni unite non adottano subito una moratoria a questa pratica, molta della biodiversita' degli Oceani scomparira' ed anche sui banchi delle pescherie arrivera' ben poco" afferma Bunny McDiarmid, reponsabile Oceani di Greenpeace. Innanzitutto, e' la tesi, scordiamoci il merluzzo: tra le prime vittime di questa situazione.
In Canada, spiega ancora Greenpeace, esiste un'organizzazione che regola la pesca a strascico in profondita', ma i risultati ottenuti sono deludenti, secondo un rapporto reso noto oggi dall'associazione ambientalista. Il merluzzo e' una delle prime vittime del sovrasfruttamento delle risorse ittiche.
Gia' alla fine degli anni '80 i merluzzi dell'Atlantico nordoccidentale erano in forte diminuzione e dal '92 e' in vigore in quell'area una moratoria.
(Com/Val/ Dire)

sandy
26-07-05, 09:55 AM
da leggere fino in fondo sopratutto x tutti i dubbiosi, oltre tutto è un testo scritto da un medico che penso tutti conoscano

La mia dieta anti-cancro
Niente carne e frutta e verdura a volontà. E' la scelta di Umberto Veronesi. Che ci spiega perché la salute dipenda molto più da ciò che mangiamo che da ciò che respiriamo
Umberto Veronesi
Fonte: L'Espresso
11 febbraio 2005
Ne uccide più la gola che la spada: questo antichissimo proverbio mi viene quasi automaticamente alla memoria quando si affronta il problema di come ci troviamo a vivere. Perché tutti siamo convinti che la minaccia maggiore alla nostra salute arrivi da ciò che respiriamo, ma questo è vero solo in minima parte. Siamo tutti in psicosi da smog e da effetto-serra (due situazioni che non sono certo da sottovalutare), ma pochi sanno che è l'alimentazione il più grande determinante della salute. La salute dipende molto di più da ciò che mangiamo che da ciò che respiriamo. E questo vale soprattutto in campo oncologico.

Se fumiamo, la nicotina, il catrame e le altre sostanze nocive sviluppate dalla combustione del tabacco possono procurarci il carcinoma del polmone e altri tumori, ma anche un'alimentazione non sana può essere cancerogena. Basta ricordare che i tumori dello stomaco sono diventati sempre più rari da quando è stato inventato il frigorifero, e io sono convintissimo di un ragionamento che ripeto spesso: si sarebbe dovuto conferire un premio a chi ha inventato il frigorifero e la lavatrice. Sono due strumenti che hanno accompagnato lo sviluppo di oltre la metà del mondo, e che hanno migliorato la salute. Il frigorifero ha portato praticamente a zero le intossicazioni alimentari e ha ridotto al minimo i tumori dello stomaco; la lavatrice ha liberato le donne dal peso del bucato (risparmiandone le forze, e quindi la salute) e ha permesso di arrivare a un'igiene del vestire che i secoli precedenti non avevano mai conosciuto.


Il cibo ci è necessario per vivere, come a tutti gli esseri viventi, ma la quantità, la qualità e la natura di questo cibo sono come l'antica statua di Giano bifronte, che aveva un volto per la guerra e un altro per la pace. L'alimentazione ci può aiutare a conservare la salute, oppure al contrario può comprometterla, perché il cibo può diventare un veicolo di sostanze nocive, tossiche per l'apparato cardiocircolatorio e per il sistema digerente, e talvolta potenzialmente in grado di provocare tumori.


Il filosofo tedesco Ludwig Feuerbach, che criticò la filosofia hegeliana, aveva postulato che l'uomo dovesse avere l'obiettivo di passare dalla religione (l'uomo che pone al di là di sé l'amore, il senso d'infinito e la perfezione), all'antropologia, riconoscendo l'origine naturale della religione nelle aspirazioni dell'uomo stesso. Nello sviluppare questa filosofia che correla strettamente gli uomini tra di loro, nel 1850 Feuerbach recensì favorevolmente uno scritto del fisiologo Jakob Moleschott sull'alimentazione, interpretata come la base che rende possibile il costituirsi e perfezionarsi della cultura umana: un popolo può migliorare migliorando l'alimentazione. Nel 1862, Feuerbach scrisse il saggio per cui viene ricordato come un materialista: 'Il mistero del sacrificio o l'uomo è ciò che mangia'. Il filosofo tedesco sosteneva che esiste un'identificazione dell'anima con la psiche, e che per pensare meglio dobbiamo alimentarci meglio. Ora, io credo che una buona alimentazione faccia una buona salute, ivi compreso il buon funzionamento del cervello.


Nella buona alimentazione, caposaldo della prevenzione, devono entrare molti vegetali e poca o nulla carne. Io sono un vegetariano convinto per ragioni etiche (non mi va di soddisfare la gola a spese del dolore e della morte di altri animali), ma nel fare queste affermazioni mi baso su ragioni scientifiche più che accertate. Noi siamo circondati da sostanze inquinanti, che la sensibilità collettiva ritiene ormai un rischio per la nostra vita. Sono sostanze nocive se le respiriamo, ma lo sono molto di più se le ingeriamo. Consumando carne, ci mettiamo proprio in questa situazione, perché dall'atmosfera queste sostanze ricadono sul terreno, e quindi sull'erba che, mangiata dal bestiame, si accumulano nei suoi depositi adiposi, e infine arrivano sul nostro piatto quando mangiamo la carne. Una sostanza tossica è più pericolosa se viene ingerita piuttosto che se viene respirata. Io porto sempre l'esempio del gatto, che è l'animale più colpito da cancro. I ricercatori che hanno indagato su questo fatto, hanno scoperto una ragione che ci deve trovare molto attenti: il gatto infatti ha per sua abitudine quella di lavarsi leccandosi il pelo, che è impregnato di sostanze tossiche e cancerogene cadute sul terreno. Con il suo continuo leccarsi, il povero micio introduce queste sostanze nel suo organismo, rimanendone vittima.


L'inquinamento ambientale è un rischio soprattutto per le sue conseguenze sulla catena alimentare, e ogni tanto ci sono notizie alle quali bisognerebbe prestare molta più attenzione. Una recentissima, viene dal Dipartimento di alimentazione umana dell'Università di Pavia: in una ricerca su 230 puerpere, è stato trovato che nell'80 per cento di esse il latte conteneva l'ochratoxina A, che è un possibile agente tossico, e che nel latte di una di queste mamme, intenzionata ad allattare la sua creatura, c'era addirittura l'aflatossina, la potentissima sostanza cancerogena che si trova a volte anche nel mais. Non posso qui non ricordare che il mais geneticamente modificato riesce a difendersi dal parassita piralide e dalle micotossine prodotte dalle muffe che si insediano dove la piralmide scava i suoi buchi, e una delle quali è la temibile aflatossina.


A novembre 2004, quando ho presentato il 'Manifesto biotech', 18 società scientifiche l'hanno sottoscritto, affermando: "Non ci sono prove di danni in chi consuma prodotti derivati da coltivazioni geneticamente modificate". Si sono levate molte contestazioni, e tuttavia io sono convinto che l'agricoltura tecnologica contribuirà a risolvere il problema della fame nel mondo, che riguarda 800 milioni di persone. Siamo già sei miliardi di individui, nel 2020 saremo otto miliardi. Procediamo con cautela, ma procediamo. Non penso che sia utile, umano e intelligente opporsi alla ricerca. Le grandi questioni dell'umanità e del nostro futuro non si risolveranno con meno ricerca, ma con più ricerca, più conoscenza e cultura.


In un mondo che ha fame, il consumo di carne costituisce uno spreco economico enorme, e l'ascoltato economista e sociologo Jeremy Rifkin ne ha dato una dimostrazione in cifre: se nel mondo ci sono 800 milioni di persone che soffrono la fame è perché gran parte del terreno coltivabile viene dedicato a farvi nascere foraggio e cibo per gli animali da carne. Ogni anno sono destinati a bovini, ovini, suini e polli circa 150 milioni di tonnellate di cereali. Con uno spreco finale enorme, perché se facciamo un bilancio tra quanto nutrimento s'impiega per allevare un animale da carne e quanta resa se ne ha ai fini dell'alimentazione umana, vediamo che il conto non torna. È molto più conveniente impiegare direttamente nell'alimentazione umana un chilo di cereali (può nutrire più persone in un giorno, e non ha sprechi) che impiegarne la stessa quantità per nutrire un animale da macello.


Non è vero che la carne è necessaria al nostro sostentamento. Non solo i vegetali ci mettono a disposizione tutto quanto occorre alla vita, ma in essi si trovano anche le proteine, contrariamente a quanto la gente crede. Del resto, in termini evoluzionistici l'uomo discende dalla scimmia, è un primate. Proprio la recentissima mappatura del genoma ci ha permesso la prova scientifica dell'intuizione di Darwin. Il 99 per cento del nostro Dna è esattamente identico a quello dello scimpanzé, e noi siamo uguali a lui per le nostre funzioni di ogni tipo. Abbiamo in più il gene del linguaggio, e questo ci differenzia. Senza linguaggio non c'è civiltà, come senza la scrittura non ci sarebbe la storia del genere umano. Per il resto, il nostro metabolismo è quello dei primati, che non sono carnivori e che si nutrono di bacche, cereali, legumi, frutti.


Il nostro organismo, come quello delle scimmie, è programmato proprio per il consumo di frutta, verdura e legumi. Una dieta priva di carne non ci indebolirebbe certamente: pensiamo alla potenza fisica del gorilla. E pensiamo al neonato, che nei primi mesi quadruplica il suo peso nutrendosi solo di latte. Non solo una dieta di frutta e verdura ci farebbe bene, ma servirebbe proprio a tenere lontane le malattie. Solo tre anni fa, il Rapporto dell'Organizzazione mondiale della Sanità sulla salute nel mondo attribuiva a un insufficiente consumo di frutta e legumi quasi tre milioni di decessi.[:7]

sandy
26-07-05, 09:55 AM
da leggere fino in fondo sopratutto x tutti i dubbiosi, oltre tutto è un testo scritto da un medico che penso tutti conoscano

La mia dieta anti-cancro
Niente carne e frutta e verdura a volontà. E' la scelta di Umberto Veronesi. Che ci spiega perché la salute dipenda molto più da ciò che mangiamo che da ciò che respiriamo
Umberto Veronesi
Fonte: L'Espresso
11 febbraio 2005
Ne uccide più la gola che la spada: questo antichissimo proverbio mi viene quasi automaticamente alla memoria quando si affronta il problema di come ci troviamo a vivere. Perché tutti siamo convinti che la minaccia maggiore alla nostra salute arrivi da ciò che respiriamo, ma questo è vero solo in minima parte. Siamo tutti in psicosi da smog e da effetto-serra (due situazioni che non sono certo da sottovalutare), ma pochi sanno che è l'alimentazione il più grande determinante della salute. La salute dipende molto di più da ciò che mangiamo che da ciò che respiriamo. E questo vale soprattutto in campo oncologico.

Se fumiamo, la nicotina, il catrame e le altre sostanze nocive sviluppate dalla combustione del tabacco possono procurarci il carcinoma del polmone e altri tumori, ma anche un'alimentazione non sana può essere cancerogena. Basta ricordare che i tumori dello stomaco sono diventati sempre più rari da quando è stato inventato il frigorifero, e io sono convintissimo di un ragionamento che ripeto spesso: si sarebbe dovuto conferire un premio a chi ha inventato il frigorifero e la lavatrice. Sono due strumenti che hanno accompagnato lo sviluppo di oltre la metà del mondo, e che hanno migliorato la salute. Il frigorifero ha portato praticamente a zero le intossicazioni alimentari e ha ridotto al minimo i tumori dello stomaco; la lavatrice ha liberato le donne dal peso del bucato (risparmiandone le forze, e quindi la salute) e ha permesso di arrivare a un'igiene del vestire che i secoli precedenti non avevano mai conosciuto.


Il cibo ci è necessario per vivere, come a tutti gli esseri viventi, ma la quantità, la qualità e la natura di questo cibo sono come l'antica statua di Giano bifronte, che aveva un volto per la guerra e un altro per la pace. L'alimentazione ci può aiutare a conservare la salute, oppure al contrario può comprometterla, perché il cibo può diventare un veicolo di sostanze nocive, tossiche per l'apparato cardiocircolatorio e per il sistema digerente, e talvolta potenzialmente in grado di provocare tumori.


Il filosofo tedesco Ludwig Feuerbach, che criticò la filosofia hegeliana, aveva postulato che l'uomo dovesse avere l'obiettivo di passare dalla religione (l'uomo che pone al di là di sé l'amore, il senso d'infinito e la perfezione), all'antropologia, riconoscendo l'origine naturale della religione nelle aspirazioni dell'uomo stesso. Nello sviluppare questa filosofia che correla strettamente gli uomini tra di loro, nel 1850 Feuerbach recensì favorevolmente uno scritto del fisiologo Jakob Moleschott sull'alimentazione, interpretata come la base che rende possibile il costituirsi e perfezionarsi della cultura umana: un popolo può migliorare migliorando l'alimentazione. Nel 1862, Feuerbach scrisse il saggio per cui viene ricordato come un materialista: 'Il mistero del sacrificio o l'uomo è ciò che mangia'. Il filosofo tedesco sosteneva che esiste un'identificazione dell'anima con la psiche, e che per pensare meglio dobbiamo alimentarci meglio. Ora, io credo che una buona alimentazione faccia una buona salute, ivi compreso il buon funzionamento del cervello.


Nella buona alimentazione, caposaldo della prevenzione, devono entrare molti vegetali e poca o nulla carne. Io sono un vegetariano convinto per ragioni etiche (non mi va di soddisfare la gola a spese del dolore e della morte di altri animali), ma nel fare queste affermazioni mi baso su ragioni scientifiche più che accertate. Noi siamo circondati da sostanze inquinanti, che la sensibilità collettiva ritiene ormai un rischio per la nostra vita. Sono sostanze nocive se le respiriamo, ma lo sono molto di più se le ingeriamo. Consumando carne, ci mettiamo proprio in questa situazione, perché dall'atmosfera queste sostanze ricadono sul terreno, e quindi sull'erba che, mangiata dal bestiame, si accumulano nei suoi depositi adiposi, e infine arrivano sul nostro piatto quando mangiamo la carne. Una sostanza tossica è più pericolosa se viene ingerita piuttosto che se viene respirata. Io porto sempre l'esempio del gatto, che è l'animale più colpito da cancro. I ricercatori che hanno indagato su questo fatto, hanno scoperto una ragione che ci deve trovare molto attenti: il gatto infatti ha per sua abitudine quella di lavarsi leccandosi il pelo, che è impregnato di sostanze tossiche e cancerogene cadute sul terreno. Con il suo continuo leccarsi, il povero micio introduce queste sostanze nel suo organismo, rimanendone vittima.


L'inquinamento ambientale è un rischio soprattutto per le sue conseguenze sulla catena alimentare, e ogni tanto ci sono notizie alle quali bisognerebbe prestare molta più attenzione. Una recentissima, viene dal Dipartimento di alimentazione umana dell'Università di Pavia: in una ricerca su 230 puerpere, è stato trovato che nell'80 per cento di esse il latte conteneva l'ochratoxina A, che è un possibile agente tossico, e che nel latte di una di queste mamme, intenzionata ad allattare la sua creatura, c'era addirittura l'aflatossina, la potentissima sostanza cancerogena che si trova a volte anche nel mais. Non posso qui non ricordare che il mais geneticamente modificato riesce a difendersi dal parassita piralide e dalle micotossine prodotte dalle muffe che si insediano dove la piralmide scava i suoi buchi, e una delle quali è la temibile aflatossina.


A novembre 2004, quando ho presentato il 'Manifesto biotech', 18 società scientifiche l'hanno sottoscritto, affermando: "Non ci sono prove di danni in chi consuma prodotti derivati da coltivazioni geneticamente modificate". Si sono levate molte contestazioni, e tuttavia io sono convinto che l'agricoltura tecnologica contribuirà a risolvere il problema della fame nel mondo, che riguarda 800 milioni di persone. Siamo già sei miliardi di individui, nel 2020 saremo otto miliardi. Procediamo con cautela, ma procediamo. Non penso che sia utile, umano e intelligente opporsi alla ricerca. Le grandi questioni dell'umanità e del nostro futuro non si risolveranno con meno ricerca, ma con più ricerca, più conoscenza e cultura.


In un mondo che ha fame, il consumo di carne costituisce uno spreco economico enorme, e l'ascoltato economista e sociologo Jeremy Rifkin ne ha dato una dimostrazione in cifre: se nel mondo ci sono 800 milioni di persone che soffrono la fame è perché gran parte del terreno coltivabile viene dedicato a farvi nascere foraggio e cibo per gli animali da carne. Ogni anno sono destinati a bovini, ovini, suini e polli circa 150 milioni di tonnellate di cereali. Con uno spreco finale enorme, perché se facciamo un bilancio tra quanto nutrimento s'impiega per allevare un animale da carne e quanta resa se ne ha ai fini dell'alimentazione umana, vediamo che il conto non torna. È molto più conveniente impiegare direttamente nell'alimentazione umana un chilo di cereali (può nutrire più persone in un giorno, e non ha sprechi) che impiegarne la stessa quantità per nutrire un animale da macello.


Non è vero che la carne è necessaria al nostro sostentamento. Non solo i vegetali ci mettono a disposizione tutto quanto occorre alla vita, ma in essi si trovano anche le proteine, contrariamente a quanto la gente crede. Del resto, in termini evoluzionistici l'uomo discende dalla scimmia, è un primate. Proprio la recentissima mappatura del genoma ci ha permesso la prova scientifica dell'intuizione di Darwin. Il 99 per cento del nostro Dna è esattamente identico a quello dello scimpanzé, e noi siamo uguali a lui per le nostre funzioni di ogni tipo. Abbiamo in più il gene del linguaggio, e questo ci differenzia. Senza linguaggio non c'è civiltà, come senza la scrittura non ci sarebbe la storia del genere umano. Per il resto, il nostro metabolismo è quello dei primati, che non sono carnivori e che si nutrono di bacche, cereali, legumi, frutti.


Il nostro organismo, come quello delle scimmie, è programmato proprio per il consumo di frutta, verdura e legumi. Una dieta priva di carne non ci indebolirebbe certamente: pensiamo alla potenza fisica del gorilla. E pensiamo al neonato, che nei primi mesi quadruplica il suo peso nutrendosi solo di latte. Non solo una dieta di frutta e verdura ci farebbe bene, ma servirebbe proprio a tenere lontane le malattie. Solo tre anni fa, il Rapporto dell'Organizzazione mondiale della Sanità sulla salute nel mondo attribuiva a un insufficiente consumo di frutta e legumi quasi tre milioni di decessi.[:7]

Koa
26-07-05, 09:58 AM
Citazione:Messaggio inserito da sandy

da leggere fino in fondo sopratutto x tutti i dubbiosi, oltre tutto è un testo scritto da un medico che penso tutti conoscano

La mia dieta anti-cancro
Niente carne e frutta e verdura a volontà. E' la scelta di Umberto Veronesi. Che ci spiega perché la salute dipenda molto più da ciò che mangiamo che da ciò che respiriamo
Umberto Veronesi
Fonte: L'Espresso
11 febbraio 2005
Ne uccide più la gola che la spada: questo antichissimo proverbio mi viene quasi automaticamente alla memoria quando si affronta il problema di come ci troviamo a vivere. Perché tutti siamo convinti che la minaccia maggiore alla nostra salute arrivi da ciò che respiriamo, ma questo è vero solo in minima parte. Siamo tutti in psicosi da smog e da effetto-serra (due situazioni che non sono certo da sottovalutare), ma pochi sanno che è l'alimentazione il più grande determinante della salute. La salute dipende molto di più da ciò che mangiamo che da ciò che respiriamo. E questo vale soprattutto in campo oncologico.

Se fumiamo, la nicotina, il catrame e le altre sostanze nocive sviluppate dalla combustione del tabacco possono procurarci il carcinoma del polmone e altri tumori, ma anche un'alimentazione non sana può essere cancerogena. Basta ricordare che i tumori dello stomaco sono diventati sempre più rari da quando è stato inventato il frigorifero, e io sono convintissimo di un ragionamento che ripeto spesso: si sarebbe dovuto conferire un premio a chi ha inventato il frigorifero e la lavatrice. Sono due strumenti che hanno accompagnato lo sviluppo di oltre la metà del mondo, e che hanno migliorato la salute. Il frigorifero ha portato praticamente a zero le intossicazioni alimentari e ha ridotto al minimo i tumori dello stomaco; la lavatrice ha liberato le donne dal peso del bucato (risparmiandone le forze, e quindi la salute) e ha permesso di arrivare a un'igiene del vestire che i secoli precedenti non avevano mai conosciuto.


Il cibo ci è necessario per vivere, come a tutti gli esseri viventi, ma la quantità, la qualità e la natura di questo cibo sono come l'antica statua di Giano bifronte, che aveva un volto per la guerra e un altro per la pace. L'alimentazione ci può aiutare a conservare la salute, oppure al contrario può comprometterla, perché il cibo può diventare un veicolo di sostanze nocive, tossiche per l'apparato cardiocircolatorio e per il sistema digerente, e talvolta potenzialmente in grado di provocare tumori.


Il filosofo tedesco Ludwig Feuerbach, che criticò la filosofia hegeliana, aveva postulato che l'uomo dovesse avere l'obiettivo di passare dalla religione (l'uomo che pone al di là di sé l'amore, il senso d'infinito e la perfezione), all'antropologia, riconoscendo l'origine naturale della religione nelle aspirazioni dell'uomo stesso. Nello sviluppare questa filosofia che correla strettamente gli uomini tra di loro, nel 1850 Feuerbach recensì favorevolmente uno scritto del fisiologo Jakob Moleschott sull'alimentazione, interpretata come la base che rende possibile il costituirsi e perfezionarsi della cultura umana: un popolo può migliorare migliorando l'alimentazione. Nel 1862, Feuerbach scrisse il saggio per cui viene ricordato come un materialista: 'Il mistero del sacrificio o l'uomo è ciò che mangia'. Il filosofo tedesco sosteneva che esiste un'identificazione dell'anima con la psiche, e che per pensare meglio dobbiamo alimentarci meglio. Ora, io credo che una buona alimentazione faccia una buona salute, ivi compreso il buon funzionamento del cervello.


Nella buona alimentazione, caposaldo della prevenzione, devono entrare molti vegetali e poca o nulla carne. Io sono un vegetariano convinto per ragioni etiche (non mi va di soddisfare la gola a spese del dolore e della morte di altri animali), ma nel fare queste affermazioni mi baso su ragioni scientifiche più che accertate. Noi siamo circondati da sostanze inquinanti, che la sensibilità collettiva ritiene ormai un rischio per la nostra vita. Sono sostanze nocive se le respiriamo, ma lo sono molto di più se le ingeriamo. Consumando carne, ci mettiamo proprio in questa situazione, perché dall'atmosfera queste sostanze ricadono sul terreno, e quindi sull'erba che, mangiata dal bestiame, si accumulano nei suoi depositi adiposi, e infine arrivano sul nostro piatto quando mangiamo la carne. Una sostanza tossica è più pericolosa se viene ingerita piuttosto che se viene respirata. Io porto sempre l'esempio del gatto, che è l'animale più colpito da cancro. I ricercatori che hanno indagato su questo fatto, hanno scoperto una ragione che ci deve trovare molto attenti: il gatto infatti ha per sua abitudine quella di lavarsi leccandosi il pelo, che è impregnato di sostanze tossiche e cancerogene cadute sul terreno. Con il suo continuo leccarsi, il povero micio introduce queste sostanze nel suo organismo, rimanendone vittima.


L'inquinamento ambientale è un rischio soprattutto per le sue conseguenze sulla catena alimentare, e ogni tanto ci sono notizie alle quali bisognerebbe prestare molta più attenzione. Una recentissima, viene dal Dipartimento di alimentazione umana dell'Università di Pavia: in una ricerca su 230 puerpere, è stato trovato che nell'80 per cento di esse il latte conteneva l'ochratoxina A, che è un possibile agente tossico, e che nel latte di una di queste mamme, intenzionata ad allattare la sua creatura, c'era addirittura l'aflatossina, la potentissima sostanza cancerogena che si trova a volte anche nel mais. Non posso qui non ricordare che il mais geneticamente modificato riesce a difendersi dal parassita piralide e dalle micotossine prodotte dalle muffe che si insediano dove la piralmide scava i suoi buchi, e una delle quali è la temibile aflatossina.


A novembre 2004, quando ho presentato il 'Manifesto biotech', 18 società scientifiche l'hanno sottoscritto, affermando: "Non ci sono prove di danni in chi consuma prodotti derivati da coltivazioni geneticamente modificate". Si sono levate molte contestazioni, e tuttavia io sono convinto che l'agricoltura tecnologica contribuirà a risolvere il problema della fame nel mondo, che riguarda 800 milioni di persone. Siamo già sei miliardi di individui, nel 2020 saremo otto miliardi. Procediamo con cautela, ma procediamo. Non penso che sia utile, umano e intelligente opporsi alla ricerca. Le grandi questioni dell'umanità e del nostro futuro non si risolveranno con meno ricerca, ma con più ricerca, più conoscenza e cultura.


In un mondo che ha fame, il consumo di carne costituisce uno spreco economico enorme, e l'ascoltato economista e sociologo Jeremy Rifkin ne ha dato una dimostrazione in cifre: se nel mondo ci sono 800 milioni di persone che soffrono la fame è perché gran parte del terreno coltivabile viene dedicato a farvi nascere foraggio e cibo per gli animali da carne. Ogni anno sono destinati a bovini, ovini, suini e polli circa 150 milioni di tonnellate di cereali. Con uno spreco finale enorme, perché se facciamo un bilancio tra quanto nutrimento s'impiega per allevare un animale da carne e quanta resa se ne ha ai fini dell'alimentazione umana, vediamo che il conto non torna. È molto più conveniente impiegare direttamente nell'alimentazione umana un chilo di cereali (può nutrire più persone in un giorno, e non ha sprechi) che impiegarne la stessa quantità per nutrire un animale da macello.


Non è vero che la carne è necessaria al nostro sostentamento. Non solo i vegetali ci mettono a disposizione tutto quanto occorre alla vita, ma in essi si trovano anche le proteine, contrariamente a quanto la gente crede. Del resto, in termini evoluzionistici l'uomo discende dalla scimmia, è un primate. Proprio la recentissima mappatura del genoma ci ha permesso la prova scientifica dell'intuizione di Darwin. Il 99 per cento del nostro Dna è esattamente identico a quello dello scimpanzé, e noi siamo uguali a lui per le nostre funzioni di ogni tipo. Abbiamo in più il gene del linguaggio, e questo ci differenzia. Senza linguaggio non c'è civiltà, come senza la scrittura non ci sarebbe la storia del genere umano. Per il resto, il nostro metabolismo è quello dei primati, che non sono carnivori e che si nutrono di bacche, cereali, legumi, frutti.


Il nostro organismo, come quello delle scimmie, è programmato proprio per il consumo di frutta, verdura e legumi. Una dieta priva di carne non ci indebolirebbe certamente: pensiamo alla potenza fisica del gorilla. E pensiamo al neonato, che nei primi mesi quadruplica il suo peso nutrendosi solo di latte. Non solo una dieta di frutta e verdura ci farebbe bene, ma servirebbe proprio a tenere lontane le malattie. Solo tre anni fa, il Rapporto dell'Organizzazione mondiale della Sanità sulla salute nel mondo attribuiva a un insufficiente consumo di frutta e legumi quasi tre milioni di decessi.[:7]



Teniamo conto però che la frutta e la verdura sono cariche di pesticidi......

Koa
26-07-05, 09:58 AM
Citazione:Messaggio inserito da sandy

da leggere fino in fondo sopratutto x tutti i dubbiosi, oltre tutto è un testo scritto da un medico che penso tutti conoscano

La mia dieta anti-cancro
Niente carne e frutta e verdura a volontà. E' la scelta di Umberto Veronesi. Che ci spiega perché la salute dipenda molto più da ciò che mangiamo che da ciò che respiriamo
Umberto Veronesi
Fonte: L'Espresso
11 febbraio 2005
Ne uccide più la gola che la spada: questo antichissimo proverbio mi viene quasi automaticamente alla memoria quando si affronta il problema di come ci troviamo a vivere. Perché tutti siamo convinti che la minaccia maggiore alla nostra salute arrivi da ciò che respiriamo, ma questo è vero solo in minima parte. Siamo tutti in psicosi da smog e da effetto-serra (due situazioni che non sono certo da sottovalutare), ma pochi sanno che è l'alimentazione il più grande determinante della salute. La salute dipende molto di più da ciò che mangiamo che da ciò che respiriamo. E questo vale soprattutto in campo oncologico.

Se fumiamo, la nicotina, il catrame e le altre sostanze nocive sviluppate dalla combustione del tabacco possono procurarci il carcinoma del polmone e altri tumori, ma anche un'alimentazione non sana può essere cancerogena. Basta ricordare che i tumori dello stomaco sono diventati sempre più rari da quando è stato inventato il frigorifero, e io sono convintissimo di un ragionamento che ripeto spesso: si sarebbe dovuto conferire un premio a chi ha inventato il frigorifero e la lavatrice. Sono due strumenti che hanno accompagnato lo sviluppo di oltre la metà del mondo, e che hanno migliorato la salute. Il frigorifero ha portato praticamente a zero le intossicazioni alimentari e ha ridotto al minimo i tumori dello stomaco; la lavatrice ha liberato le donne dal peso del bucato (risparmiandone le forze, e quindi la salute) e ha permesso di arrivare a un'igiene del vestire che i secoli precedenti non avevano mai conosciuto.


Il cibo ci è necessario per vivere, come a tutti gli esseri viventi, ma la quantità, la qualità e la natura di questo cibo sono come l'antica statua di Giano bifronte, che aveva un volto per la guerra e un altro per la pace. L'alimentazione ci può aiutare a conservare la salute, oppure al contrario può comprometterla, perché il cibo può diventare un veicolo di sostanze nocive, tossiche per l'apparato cardiocircolatorio e per il sistema digerente, e talvolta potenzialmente in grado di provocare tumori.


Il filosofo tedesco Ludwig Feuerbach, che criticò la filosofia hegeliana, aveva postulato che l'uomo dovesse avere l'obiettivo di passare dalla religione (l'uomo che pone al di là di sé l'amore, il senso d'infinito e la perfezione), all'antropologia, riconoscendo l'origine naturale della religione nelle aspirazioni dell'uomo stesso. Nello sviluppare questa filosofia che correla strettamente gli uomini tra di loro, nel 1850 Feuerbach recensì favorevolmente uno scritto del fisiologo Jakob Moleschott sull'alimentazione, interpretata come la base che rende possibile il costituirsi e perfezionarsi della cultura umana: un popolo può migliorare migliorando l'alimentazione. Nel 1862, Feuerbach scrisse il saggio per cui viene ricordato come un materialista: 'Il mistero del sacrificio o l'uomo è ciò che mangia'. Il filosofo tedesco sosteneva che esiste un'identificazione dell'anima con la psiche, e che per pensare meglio dobbiamo alimentarci meglio. Ora, io credo che una buona alimentazione faccia una buona salute, ivi compreso il buon funzionamento del cervello.


Nella buona alimentazione, caposaldo della prevenzione, devono entrare molti vegetali e poca o nulla carne. Io sono un vegetariano convinto per ragioni etiche (non mi va di soddisfare la gola a spese del dolore e della morte di altri animali), ma nel fare queste affermazioni mi baso su ragioni scientifiche più che accertate. Noi siamo circondati da sostanze inquinanti, che la sensibilità collettiva ritiene ormai un rischio per la nostra vita. Sono sostanze nocive se le respiriamo, ma lo sono molto di più se le ingeriamo. Consumando carne, ci mettiamo proprio in questa situazione, perché dall'atmosfera queste sostanze ricadono sul terreno, e quindi sull'erba che, mangiata dal bestiame, si accumulano nei suoi depositi adiposi, e infine arrivano sul nostro piatto quando mangiamo la carne. Una sostanza tossica è più pericolosa se viene ingerita piuttosto che se viene respirata. Io porto sempre l'esempio del gatto, che è l'animale più colpito da cancro. I ricercatori che hanno indagato su questo fatto, hanno scoperto una ragione che ci deve trovare molto attenti: il gatto infatti ha per sua abitudine quella di lavarsi leccandosi il pelo, che è impregnato di sostanze tossiche e cancerogene cadute sul terreno. Con il suo continuo leccarsi, il povero micio introduce queste sostanze nel suo organismo, rimanendone vittima.


L'inquinamento ambientale è un rischio soprattutto per le sue conseguenze sulla catena alimentare, e ogni tanto ci sono notizie alle quali bisognerebbe prestare molta più attenzione. Una recentissima, viene dal Dipartimento di alimentazione umana dell'Università di Pavia: in una ricerca su 230 puerpere, è stato trovato che nell'80 per cento di esse il latte conteneva l'ochratoxina A, che è un possibile agente tossico, e che nel latte di una di queste mamme, intenzionata ad allattare la sua creatura, c'era addirittura l'aflatossina, la potentissima sostanza cancerogena che si trova a volte anche nel mais. Non posso qui non ricordare che il mais geneticamente modificato riesce a difendersi dal parassita piralide e dalle micotossine prodotte dalle muffe che si insediano dove la piralmide scava i suoi buchi, e una delle quali è la temibile aflatossina.


A novembre 2004, quando ho presentato il 'Manifesto biotech', 18 società scientifiche l'hanno sottoscritto, affermando: "Non ci sono prove di danni in chi consuma prodotti derivati da coltivazioni geneticamente modificate". Si sono levate molte contestazioni, e tuttavia io sono convinto che l'agricoltura tecnologica contribuirà a risolvere il problema della fame nel mondo, che riguarda 800 milioni di persone. Siamo già sei miliardi di individui, nel 2020 saremo otto miliardi. Procediamo con cautela, ma procediamo. Non penso che sia utile, umano e intelligente opporsi alla ricerca. Le grandi questioni dell'umanità e del nostro futuro non si risolveranno con meno ricerca, ma con più ricerca, più conoscenza e cultura.


In un mondo che ha fame, il consumo di carne costituisce uno spreco economico enorme, e l'ascoltato economista e sociologo Jeremy Rifkin ne ha dato una dimostrazione in cifre: se nel mondo ci sono 800 milioni di persone che soffrono la fame è perché gran parte del terreno coltivabile viene dedicato a farvi nascere foraggio e cibo per gli animali da carne. Ogni anno sono destinati a bovini, ovini, suini e polli circa 150 milioni di tonnellate di cereali. Con uno spreco finale enorme, perché se facciamo un bilancio tra quanto nutrimento s'impiega per allevare un animale da carne e quanta resa se ne ha ai fini dell'alimentazione umana, vediamo che il conto non torna. È molto più conveniente impiegare direttamente nell'alimentazione umana un chilo di cereali (può nutrire più persone in un giorno, e non ha sprechi) che impiegarne la stessa quantità per nutrire un animale da macello.


Non è vero che la carne è necessaria al nostro sostentamento. Non solo i vegetali ci mettono a disposizione tutto quanto occorre alla vita, ma in essi si trovano anche le proteine, contrariamente a quanto la gente crede. Del resto, in termini evoluzionistici l'uomo discende dalla scimmia, è un primate. Proprio la recentissima mappatura del genoma ci ha permesso la prova scientifica dell'intuizione di Darwin. Il 99 per cento del nostro Dna è esattamente identico a quello dello scimpanzé, e noi siamo uguali a lui per le nostre funzioni di ogni tipo. Abbiamo in più il gene del linguaggio, e questo ci differenzia. Senza linguaggio non c'è civiltà, come senza la scrittura non ci sarebbe la storia del genere umano. Per il resto, il nostro metabolismo è quello dei primati, che non sono carnivori e che si nutrono di bacche, cereali, legumi, frutti.


Il nostro organismo, come quello delle scimmie, è programmato proprio per il consumo di frutta, verdura e legumi. Una dieta priva di carne non ci indebolirebbe certamente: pensiamo alla potenza fisica del gorilla. E pensiamo al neonato, che nei primi mesi quadruplica il suo peso nutrendosi solo di latte. Non solo una dieta di frutta e verdura ci farebbe bene, ma servirebbe proprio a tenere lontane le malattie. Solo tre anni fa, il Rapporto dell'Organizzazione mondiale della Sanità sulla salute nel mondo attribuiva a un insufficiente consumo di frutta e legumi quasi tre milioni di decessi.[:7]



Teniamo conto però che la frutta e la verdura sono cariche di pesticidi......

sandy
26-07-05, 09:58 AM
Citazione:Messaggio inserito da Koa


Citazione:Messaggio inserito da sandy

da leggere fino in fondo sopratutto x tutti i dubbiosi, oltre tutto è un testo scritto da un medico che penso tutti conoscano

La mia dieta anti-cancro
Niente carne e frutta e verdura a volontà. E' la scelta di Umberto Veronesi. Che ci spiega perché la salute dipenda molto più da ciò che mangiamo che da ciò che respiriamo
Umberto Veronesi
Fonte: L'Espresso
11 febbraio 2005
Ne uccide più la gola che la spada: questo antichissimo proverbio mi viene quasi automaticamente alla memoria quando si affronta il problema di come ci troviamo a vivere. Perché tutti siamo convinti che la minaccia maggiore alla nostra salute arrivi da ciò che respiriamo, ma questo è vero solo in minima parte. Siamo tutti in psicosi da smog e da effetto-serra (due situazioni che non sono certo da sottovalutare), ma pochi sanno che è l'alimentazione il più grande determinante della salute. La salute dipende molto di più da ciò che mangiamo che da ciò che respiriamo. E questo vale soprattutto in campo oncologico.

Se fumiamo, la nicotina, il catrame e le altre sostanze nocive sviluppate dalla combustione del tabacco possono procurarci il carcinoma del polmone e altri tumori, ma anche un'alimentazione non sana può essere cancerogena. Basta ricordare che i tumori dello stomaco sono diventati sempre più rari da quando è stato inventato il frigorifero, e io sono convintissimo di un ragionamento che ripeto spesso: si sarebbe dovuto conferire un premio a chi ha inventato il frigorifero e la lavatrice. Sono due strumenti che hanno accompagnato lo sviluppo di oltre la metà del mondo, e che hanno migliorato la salute. Il frigorifero ha portato praticamente a zero le intossicazioni alimentari e ha ridotto al minimo i tumori dello stomaco; la lavatrice ha liberato le donne dal peso del bucato (risparmiandone le forze, e quindi la salute) e ha permesso di arrivare a un'igiene del vestire che i secoli precedenti non avevano mai conosciuto.


Il cibo ci è necessario per vivere, come a tutti gli esseri viventi, ma la quantità, la qualità e la natura di questo cibo sono come l'antica statua di Giano bifronte, che aveva un volto per la guerra e un altro per la pace. L'alimentazione ci può aiutare a conservare la salute, oppure al contrario può comprometterla, perché il cibo può diventare un veicolo di sostanze nocive, tossiche per l'apparato cardiocircolatorio e per il sistema digerente, e talvolta potenzialmente in grado di provocare tumori.


Il filosofo tedesco Ludwig Feuerbach, che criticò la filosofia hegeliana, aveva postulato che l'uomo dovesse avere l'obiettivo di passare dalla religione (l'uomo che pone al di là di sé l'amore, il senso d'infinito e la perfezione), all'antropologia, riconoscendo l'origine naturale della religione nelle aspirazioni dell'uomo stesso. Nello sviluppare questa filosofia che correla strettamente gli uomini tra di loro, nel 1850 Feuerbach recensì favorevolmente uno scritto del fisiologo Jakob Moleschott sull'alimentazione, interpretata come la base che rende possibile il costituirsi e perfezionarsi della cultura umana: un popolo può migliorare migliorando l'alimentazione. Nel 1862, Feuerbach scrisse il saggio per cui viene ricordato come un materialista: 'Il mistero del sacrificio o l'uomo è ciò che mangia'. Il filosofo tedesco sosteneva che esiste un'identificazione dell'anima con la psiche, e che per pensare meglio dobbiamo alimentarci meglio. Ora, io credo che una buona alimentazione faccia una buona salute, ivi compreso il buon funzionamento del cervello.


Nella buona alimentazione, caposaldo della prevenzione, devono entrare molti vegetali e poca o nulla carne. Io sono un vegetariano convinto per ragioni etiche (non mi va di soddisfare la gola a spese del dolore e della morte di altri animali), ma nel fare queste affermazioni mi baso su ragioni scientifiche più che accertate. Noi siamo circondati da sostanze inquinanti, che la sensibilità collettiva ritiene ormai un rischio per la nostra vita. Sono sostanze nocive se le respiriamo, ma lo sono molto di più se le ingeriamo. Consumando carne, ci mettiamo proprio in questa situazione, perché dall'atmosfera queste sostanze ricadono sul terreno, e quindi sull'erba che, mangiata dal bestiame, si accumulano nei suoi depositi adiposi, e infine arrivano sul nostro piatto quando mangiamo la carne. Una sostanza tossica è più pericolosa se viene ingerita piuttosto che se viene respirata. Io porto sempre l'esempio del gatto, che è l'animale più colpito da cancro. I ricercatori che hanno indagato su questo fatto, hanno scoperto una ragione che ci deve trovare molto attenti: il gatto infatti ha per sua abitudine quella di lavarsi leccandosi il pelo, che è impregnato di sostanze tossiche e cancerogene cadute sul terreno. Con il suo continuo leccarsi, il povero micio introduce queste sostanze nel suo organismo, rimanendone vittima.


L'inquinamento ambientale è un rischio soprattutto per le sue conseguenze sulla catena alimentare, e ogni tanto ci sono notizie alle quali bisognerebbe prestare molta più attenzione. Una recentissima, viene dal Dipartimento di alimentazione umana dell'Università di Pavia: in una ricerca su 230 puerpere, è stato trovato che nell'80 per cento di esse il latte conteneva l'ochratoxina A, che è un possibile agente tossico, e che nel latte di una di queste mamme, intenzionata ad allattare la sua creatura, c'era addirittura l'aflatossina, la potentissima sostanza cancerogena che si trova a volte anche nel mais. Non posso qui non ricordare che il mais geneticamente modificato riesce a difendersi dal parassita piralide e dalle micotossine prodotte dalle muffe che si insediano dove la piralmide scava i suoi buchi, e una delle quali è la temibile aflatossina.


A novembre 2004, quando ho presentato il 'Manifesto biotech', 18 società scientifiche l'hanno sottoscritto, affermando: "Non ci sono prove di danni in chi consuma prodotti derivati da coltivazioni geneticamente modificate". Si sono levate molte contestazioni, e tuttavia io sono convinto che l'agricoltura tecnologica contribuirà a risolvere il problema della fame nel mondo, che riguarda 800 milioni di persone. Siamo già sei miliardi di individui, nel 2020 saremo otto miliardi. Procediamo con cautela, ma procediamo. Non penso che sia utile, umano e intelligente opporsi alla ricerca. Le grandi questioni dell'umanità e del nostro futuro non si risolveranno con meno ricerca, ma con più ricerca, più conoscenza e cultura.


In un mondo che ha fame, il consumo di carne costituisce uno spreco economico enorme, e l'ascoltato economista e sociologo Jeremy Rifkin ne ha dato una dimostrazione in cifre: se nel mondo ci sono 800 milioni di persone che soffrono la fame è perché gran parte del terreno coltivabile viene dedicato a farvi nascere foraggio e cibo per gli animali da carne. Ogni anno sono destinati a bovini, ovini, suini e polli circa 150 milioni di tonnellate di cereali. Con uno spreco finale enorme, perché se facciamo un bilancio tra quanto nutrimento s'impiega per allevare un animale da carne e quanta resa se ne ha ai fini dell'alimentazione umana, vediamo che il conto non torna. È molto più conveniente impiegare direttamente nell'alimentazione umana un chilo di cereali (può nutrire più persone in un giorno, e non ha sprechi) che impiegarne la stessa quantità per nutrire un animale da macello.


Non è vero che la carne è necessaria al nostro sostentamento. Non solo i vegetali ci mettono a disposizione tutto quanto occorre alla vita, ma in essi si trovano anche le proteine, contrariamente a quanto la gente crede. Del resto, in termini evoluzionistici l'uomo discende dalla scimmia, è un primate. Proprio la recentissima mappatura del genoma ci ha permesso la prova scientifica dell'intuizione di Darwin. Il 99 per cento del nostro Dna è esattamente identico a quello dello scimpanzé, e noi siamo uguali a lui per le nostre funzioni di ogni tipo. Abbiamo in più il gene del linguaggio, e questo ci differenzia. Senza linguaggio non c'è civiltà, come senza la scrittura non ci sarebbe la storia del genere umano. Per il resto, il nostro metabolismo è quello dei primati, che non sono carnivori e che si nutrono di bacche, cereali, legumi, frutti.


Il nostro organismo, come quello delle scimmie, è programmato proprio per il consumo di frutta, verdura e legumi. Una dieta priva di carne non ci indebolirebbe certamente: pensiamo alla potenza fisica del gorilla. E pensiamo al neonato, che nei primi mesi quadruplica il suo peso nutrendosi solo di latte. Non solo una dieta di frutta e verdura ci farebbe bene, ma servirebbe proprio a tenere lontane le malattie. Solo tre anni fa, il Rapporto dell'Organizzazione mondiale della Sanità sulla salute nel mondo attribuiva a un insufficiente consumo di frutta e legumi quasi tre milioni di decessi.[:7]



Teniamo conto però che la frutta e la verdura sono cariche di pesticidi......


non quelle biologiche[:7]

sandy
26-07-05, 09:58 AM
Citazione:Messaggio inserito da Koa


Citazione:Messaggio inserito da sandy

da leggere fino in fondo sopratutto x tutti i dubbiosi, oltre tutto è un testo scritto da un medico che penso tutti conoscano

La mia dieta anti-cancro
Niente carne e frutta e verdura a volontà. E' la scelta di Umberto Veronesi. Che ci spiega perché la salute dipenda molto più da ciò che mangiamo che da ciò che respiriamo
Umberto Veronesi
Fonte: L'Espresso
11 febbraio 2005
Ne uccide più la gola che la spada: questo antichissimo proverbio mi viene quasi automaticamente alla memoria quando si affronta il problema di come ci troviamo a vivere. Perché tutti siamo convinti che la minaccia maggiore alla nostra salute arrivi da ciò che respiriamo, ma questo è vero solo in minima parte. Siamo tutti in psicosi da smog e da effetto-serra (due situazioni che non sono certo da sottovalutare), ma pochi sanno che è l'alimentazione il più grande determinante della salute. La salute dipende molto di più da ciò che mangiamo che da ciò che respiriamo. E questo vale soprattutto in campo oncologico.

Se fumiamo, la nicotina, il catrame e le altre sostanze nocive sviluppate dalla combustione del tabacco possono procurarci il carcinoma del polmone e altri tumori, ma anche un'alimentazione non sana può essere cancerogena. Basta ricordare che i tumori dello stomaco sono diventati sempre più rari da quando è stato inventato il frigorifero, e io sono convintissimo di un ragionamento che ripeto spesso: si sarebbe dovuto conferire un premio a chi ha inventato il frigorifero e la lavatrice. Sono due strumenti che hanno accompagnato lo sviluppo di oltre la metà del mondo, e che hanno migliorato la salute. Il frigorifero ha portato praticamente a zero le intossicazioni alimentari e ha ridotto al minimo i tumori dello stomaco; la lavatrice ha liberato le donne dal peso del bucato (risparmiandone le forze, e quindi la salute) e ha permesso di arrivare a un'igiene del vestire che i secoli precedenti non avevano mai conosciuto.


Il cibo ci è necessario per vivere, come a tutti gli esseri viventi, ma la quantità, la qualità e la natura di questo cibo sono come l'antica statua di Giano bifronte, che aveva un volto per la guerra e un altro per la pace. L'alimentazione ci può aiutare a conservare la salute, oppure al contrario può comprometterla, perché il cibo può diventare un veicolo di sostanze nocive, tossiche per l'apparato cardiocircolatorio e per il sistema digerente, e talvolta potenzialmente in grado di provocare tumori.


Il filosofo tedesco Ludwig Feuerbach, che criticò la filosofia hegeliana, aveva postulato che l'uomo dovesse avere l'obiettivo di passare dalla religione (l'uomo che pone al di là di sé l'amore, il senso d'infinito e la perfezione), all'antropologia, riconoscendo l'origine naturale della religione nelle aspirazioni dell'uomo stesso. Nello sviluppare questa filosofia che correla strettamente gli uomini tra di loro, nel 1850 Feuerbach recensì favorevolmente uno scritto del fisiologo Jakob Moleschott sull'alimentazione, interpretata come la base che rende possibile il costituirsi e perfezionarsi della cultura umana: un popolo può migliorare migliorando l'alimentazione. Nel 1862, Feuerbach scrisse il saggio per cui viene ricordato come un materialista: 'Il mistero del sacrificio o l'uomo è ciò che mangia'. Il filosofo tedesco sosteneva che esiste un'identificazione dell'anima con la psiche, e che per pensare meglio dobbiamo alimentarci meglio. Ora, io credo che una buona alimentazione faccia una buona salute, ivi compreso il buon funzionamento del cervello.


Nella buona alimentazione, caposaldo della prevenzione, devono entrare molti vegetali e poca o nulla carne. Io sono un vegetariano convinto per ragioni etiche (non mi va di soddisfare la gola a spese del dolore e della morte di altri animali), ma nel fare queste affermazioni mi baso su ragioni scientifiche più che accertate. Noi siamo circondati da sostanze inquinanti, che la sensibilità collettiva ritiene ormai un rischio per la nostra vita. Sono sostanze nocive se le respiriamo, ma lo sono molto di più se le ingeriamo. Consumando carne, ci mettiamo proprio in questa situazione, perché dall'atmosfera queste sostanze ricadono sul terreno, e quindi sull'erba che, mangiata dal bestiame, si accumulano nei suoi depositi adiposi, e infine arrivano sul nostro piatto quando mangiamo la carne. Una sostanza tossica è più pericolosa se viene ingerita piuttosto che se viene respirata. Io porto sempre l'esempio del gatto, che è l'animale più colpito da cancro. I ricercatori che hanno indagato su questo fatto, hanno scoperto una ragione che ci deve trovare molto attenti: il gatto infatti ha per sua abitudine quella di lavarsi leccandosi il pelo, che è impregnato di sostanze tossiche e cancerogene cadute sul terreno. Con il suo continuo leccarsi, il povero micio introduce queste sostanze nel suo organismo, rimanendone vittima.


L'inquinamento ambientale è un rischio soprattutto per le sue conseguenze sulla catena alimentare, e ogni tanto ci sono notizie alle quali bisognerebbe prestare molta più attenzione. Una recentissima, viene dal Dipartimento di alimentazione umana dell'Università di Pavia: in una ricerca su 230 puerpere, è stato trovato che nell'80 per cento di esse il latte conteneva l'ochratoxina A, che è un possibile agente tossico, e che nel latte di una di queste mamme, intenzionata ad allattare la sua creatura, c'era addirittura l'aflatossina, la potentissima sostanza cancerogena che si trova a volte anche nel mais. Non posso qui non ricordare che il mais geneticamente modificato riesce a difendersi dal parassita piralide e dalle micotossine prodotte dalle muffe che si insediano dove la piralmide scava i suoi buchi, e una delle quali è la temibile aflatossina.


A novembre 2004, quando ho presentato il 'Manifesto biotech', 18 società scientifiche l'hanno sottoscritto, affermando: "Non ci sono prove di danni in chi consuma prodotti derivati da coltivazioni geneticamente modificate". Si sono levate molte contestazioni, e tuttavia io sono convinto che l'agricoltura tecnologica contribuirà a risolvere il problema della fame nel mondo, che riguarda 800 milioni di persone. Siamo già sei miliardi di individui, nel 2020 saremo otto miliardi. Procediamo con cautela, ma procediamo. Non penso che sia utile, umano e intelligente opporsi alla ricerca. Le grandi questioni dell'umanità e del nostro futuro non si risolveranno con meno ricerca, ma con più ricerca, più conoscenza e cultura.


In un mondo che ha fame, il consumo di carne costituisce uno spreco economico enorme, e l'ascoltato economista e sociologo Jeremy Rifkin ne ha dato una dimostrazione in cifre: se nel mondo ci sono 800 milioni di persone che soffrono la fame è perché gran parte del terreno coltivabile viene dedicato a farvi nascere foraggio e cibo per gli animali da carne. Ogni anno sono destinati a bovini, ovini, suini e polli circa 150 milioni di tonnellate di cereali. Con uno spreco finale enorme, perché se facciamo un bilancio tra quanto nutrimento s'impiega per allevare un animale da carne e quanta resa se ne ha ai fini dell'alimentazione umana, vediamo che il conto non torna. È molto più conveniente impiegare direttamente nell'alimentazione umana un chilo di cereali (può nutrire più persone in un giorno, e non ha sprechi) che impiegarne la stessa quantità per nutrire un animale da macello.


Non è vero che la carne è necessaria al nostro sostentamento. Non solo i vegetali ci mettono a disposizione tutto quanto occorre alla vita, ma in essi si trovano anche le proteine, contrariamente a quanto la gente crede. Del resto, in termini evoluzionistici l'uomo discende dalla scimmia, è un primate. Proprio la recentissima mappatura del genoma ci ha permesso la prova scientifica dell'intuizione di Darwin. Il 99 per cento del nostro Dna è esattamente identico a quello dello scimpanzé, e noi siamo uguali a lui per le nostre funzioni di ogni tipo. Abbiamo in più il gene del linguaggio, e questo ci differenzia. Senza linguaggio non c'è civiltà, come senza la scrittura non ci sarebbe la storia del genere umano. Per il resto, il nostro metabolismo è quello dei primati, che non sono carnivori e che si nutrono di bacche, cereali, legumi, frutti.


Il nostro organismo, come quello delle scimmie, è programmato proprio per il consumo di frutta, verdura e legumi. Una dieta priva di carne non ci indebolirebbe certamente: pensiamo alla potenza fisica del gorilla. E pensiamo al neonato, che nei primi mesi quadruplica il suo peso nutrendosi solo di latte. Non solo una dieta di frutta e verdura ci farebbe bene, ma servirebbe proprio a tenere lontane le malattie. Solo tre anni fa, il Rapporto dell'Organizzazione mondiale della Sanità sulla salute nel mondo attribuiva a un insufficiente consumo di frutta e legumi quasi tre milioni di decessi.[:7]



Teniamo conto però che la frutta e la verdura sono cariche di pesticidi......


non quelle biologiche[:7]

Koa
26-07-05, 03:39 PM
non quelle biologiche ;)

Già....ho provato anche io a comprarle....ma sono troppo care!!!!
Almeno qui da me......3.50 un kg di mele (che poi sono 4 mele).
Bha...che schifo il mondo.

Koa
26-07-05, 03:39 PM
non quelle biologiche ;)

Già....ho provato anche io a comprarle....ma sono troppo care!!!!
Almeno qui da me......3.50 un kg di mele (che poi sono 4 mele).
Bha...che schifo il mondo.

sandy
26-07-05, 04:27 PM
Citazione:Messaggio inserito da Koa

non quelle biologiche ;)

Già....ho provato anche io a comprarle....ma sono troppo care!!!!
Almeno qui da me......3.50 un kg di mele (che poi sono 4 mele).
Bha...che schifo il mondo.


si sono un po carucce effettivamente, ma che ci vuoi fare oramai tutto è caro!!

sandy
26-07-05, 04:27 PM
Citazione:Messaggio inserito da Koa

non quelle biologiche ;)

Già....ho provato anche io a comprarle....ma sono troppo care!!!!
Almeno qui da me......3.50 un kg di mele (che poi sono 4 mele).
Bha...che schifo il mondo.


si sono un po carucce effettivamente, ma che ci vuoi fare oramai tutto è caro!!

Koa
26-07-05, 04:48 PM
Bha.....carne no, pesce no, frutta no, che cacchio mangio????? Latte nemmeno, mi fa schifo e poi per produrlo fanno delle ca.zzate anche lì sia per pecora, mucca e capra
insomma....per stare entro certi protocolli dobbiamo mangiare insetti e radici!!!!