Il Collare Elisabetta

1
2

Il collare Eliisabetta è quella specie di imbuto che si vede alcune volte al collo di cani e gatti e  molte volte ci strappa un sorriso per la simpatica "buffagine" degli animaletti che lo indossano , ma che per diverse patologie o cure risulta utilissimo se non addirittura indispensabile, per evitare che i cani i gatti o i coniglietti si grattino o si lecchino zone malate o medicate.
Il nome gli deriva dalla regina Elisabetta seconda che usava completare la sua vestizione con  degli enormi colletti o "collari " bianchi.

3
4

1.         Usando uno spago preferibilmente "gavetta", misurare la distanza tra il collare e la punta del tartufo e aggiungete altri 5 cm.

2.         Disegnare un semicerchio con raggio uguale alla lunghezza del laccio e, mantenendo lo stesso centro, un altro semicerchio con raggio di 5 cm.per un gatto mentre di adeguate misure per un cane in base alle diverse taglie dello stesso.

 

Link sponsorizzati

 

3.         Tagliare il collare e forarlo. Misurano: se risulterà troppo stretto,potremo ripiegare la curva interna.

4.         Rivestire con cerotto o altra imbottitura l'interno per non lacerare la pelle del collo dell'animale e allacciare.

 

 

 

Utility di Inseparabile

Spot

Le Schede