Indietro

Advertising

trovacuccilibannere

traovalosubitobanner

 

TIBETAN TERRIER

TIBETAN TERRIER
i soggetti delle foto sono degli allevamenti Toe-Khaley e Nam-Yu

STORIA
Secondo la teoria più comune, il Terrier del Tibet sarebbe la più antica delle piccole razze originarie di questa parte dell'Asia. Ciò fa di lui uno dei cani più vecchi del mondo: il Terrier del Tibet ha infatti più di 2'000 anni!!!

Cane sacro, cane portafortuna, il Terrier del Tibet era oggetto di mille attenzioni da parte dei suoi maestri, sia in ragione della sua storia sia a causa della sua grande intelligenza e della sua viva partecipazione nella società umana. Veniva allevato nei monasteri ed era altamente considerato. Aveva il ruolo di sentinella e pertanto avvertiva i monaci qualora qualcuno si avvicinasse al monastero.

Oggi si pensa che la docilità e l'assenza di aggressività siano dovuti al fatto che questi cani siano vissuti in un ambiente raccolto e spirituale quale quello dei monasteri.

I Tibetani li soprannominavano "Piccole Persone", probabilmente a causa della loro adattabilità alla vita umana, inoltre li consideravano portatori di felicità e di fortuna.

Per una forma rispetto, il Terrier del Tibet non veniva mai venduto, ma offerto a visitatori o amici, in pegno di felicità e di prosperità.

È in questo modo che, nel 1920, la dottoressa Agnès Greig introdusse in Europa i primi soggetti di questa razza, che una principessa tibetana le aveva offerto in segno di ringraziamento per le cure mediche ricevute.

cucciolo TIBETAN TERRIER

CARATTERISTICHE:
Cane da compagnia al 100%, ma il Terrier del Tibet è anche un personaggio.
Molto naturale nel suo aspetto e nel suo comportamento, è spontaneo, franco, allegro, piuttosto calmo, e soprattutto molto vicino al suo padrone. Non è il caso di fare del Terrier del Tibet un cane prezioso e sofisticato, che preferisce i cuscini e i nastrini a l'esercizio fisico. È infatti una razza rustica, attiva, perspicace e piena di vivacità.

Il Terrier del Tibet è un piccolo cane (il più grande dei piccoli cani), con il carattere e il temperamento d'un grande, la cui educazione richiede una certa psicologia e fermezza.

La sua indole naturale si accompagnerebbe male ad ogni tipo di brutalità. Né bambolotto né schiavo, questo cane vuole essere rispettato. Abbastanza individualista, ma non dominatore, è un esperto della seduzione, aspetto che fa parte del suo mondo e della sua identità.

Malgrado in suo nome, non abbiamo a che fare con un vero e proprio terrier, ma piuttosto con un "guardiano", che saprà avvertire il suo padrone all'arrivo di un estraneo.

A causa della sua taglia, della sua vivacità, del suo umorismo, del suo carattere affettuoso e della sua adattabilità, il Terrier del Tibet è il cane che abbiamo sempre sognato per la vita di famiglia. Più vivrete in sua compagnia, più gli parlerete, più gli farete conoscere il mondo esteriore e gli farete incontrare nuove persone, più lui vi stupirà. A contatto con gli umani, la sua intelligenza si desta, il suo spirito si aguzza, e ben presto catturerà l'attenzione di tutti i presenti.

TIBETAN TERRIER

CARATTERE

I cani di questa razza sono  diffidenti verso gli estranei, resistenti; si adattano bene alle diverse condizioni climatiche.
Si prestano all'addestramento. scattante; energico, equilibrato, vivace e con reazioni di difesa attiva.

CURE
il bagno:

Tutti i bagni hanno lo stesso procedimento, sia che il cane abbia tanto o poco pelo, sia che sia giovane o vecchio.

A temperatura normale per un umano, bagnate il cane sul corpo con la doccia, versate un po' di shampoo diluito con dell'acqua tiepida, fatelo penetrare evitando di massaggiare in tutte le direzioni (eviterete in questo modo i nodi). Pulite con insistenza nelle regioni della bocca e del sedere.

Pulite le orecchie esteriormente, non in profondità.

Risciacquate e ripetete l'operazione.

Strizzate il pelo del cane con le mani, poi tamponatelo con l'asciugamano in modo da assorbire al massimo l'acqua. evitate di massaggiare in tutte le direzioni per evitare i nodi!

Con l'aiuto di un asciugacapelli e di una spazzola, asciugate il cane partendo dalla base del pelo e proseguendo verso l'estremità. Asciugate le zampe spazzolando in contropelo per dare più volume. Non dimenticate di asciugare bene l'interno delle orecchie.

Terminate passando il pettine su tutto il corpo

cuccioli TIBETAN TERRIER

La pulizia

La pulizia del cane dipende da voi, dalla vostra disponibilità, dalla vostra pazienza, dalla vostra intuizione e dalla vostra reazione.

Per ottenere rapidamente pulizia e ordine, bisogna avere degli orari precisi sia per i pasti sia per i periodi di riposo. Bisogna sapere che un cane fa i suoi bisogni il più delle volte al suo risveglio e 2-3 ore dopo i pasti. È importante che non giochiate con il cane quando lo portate fuori a fare i suoi bisogni. Lasciategli un po' di tempo e quando avrà terminato incoraggiatelo, felicitandovi con lui e accarezzandolo.

Se disponete di un giardino chiuso, sarebbe interessante farlo passeggiare con il guinzaglio. Infatti, molti cani rifiutano di fare i loro bisogni se attaccati al guinzaglio, ciò che crea problemi al momento di una trasferta. Quando il cane ha finito di fare i suoi bisogni può rientrare in casa e continuare a giocare.

Il numero delle uscite quotidiane per fare i suoi bisogni dovrebbe aggirarsi attorno alle 5 o 6 volte. L'importante è che il cane sia in grado di fare i suoi bisogni all'esterno, senza più sporcare in casa, dopo 10-15 giorni. Se, al contrario, continuasse a sporcare all'interno dell'abitazione, dovrete punirlo affinché comprenda il suo errore. Se dovesse restare indifferente davanti al suo errore, mettetevi in ginocchio con la faccia davanti alla sua, prendetelo per la pelle del collo (senza fargli troppo male), mettetelo davanti al suo errore, punitelo con un NO fermo e severo e in seguito lasciatelo andare. Questo va fatto appena sporca, altrimenti se passano anche solo pochi minuti non serve più a nulla, in quanto il cane potrebbe non associare il vostro gesto al suo sbaglio.

Lontano dalla sua presenza, pulite attentamente la sporcizia affinché i cattivi odori scompaiano. Sorvegliatelo in modo da prevenire un nuovo errore.

Dal momento in cui comincia a girare in tondo e ad annusare per terra portatelo immediatamente fuori. In questo modo, associando le uscite regolari, le felicitazioni e i rimproveri, il vostro cane dovrebbe diventare pulito rapidamente. Se a 4 mesi, continuerà ad essere sporco, bisognerà mostrare più severità nelle punizioni. Tuttavia bisogna tenere in considerazione che vi sono soggetti più facili e precoci e soggetti più difficili.

GLI ALLEVAMENTI CONSIGLIATI DA INSEPARABILE SONO:

Link sponsorizzati

Nessun allevamento da segnalare 
se vuoi sapere come segnalare il tuo, CLICCA QUI

LO STANDARD

 

Aspetto generale: al primo colpo d'occhio deve dare l'impressione di un cane quadrato. La distanza dalla punta della spalla alla coda deve essere uguale all'altezza del garrese. Cane compatto e muscoloso.

Taglia: da 35,6 a 40,6 cm circa, per un peso che va da 8 a 13 kg.

Testa: folta, ricca di lunghi peli. Cranio né a cupola né piatto, leggermente ristretto verso l'occhio. "Stop net" (tra fronte e muso). Le mascelle formano una curva netta. Leggera barba. Naso nero. Bocca a livello o leggermente ridente.

Chiusura dei denti: è preferita la chiusura a forbice.

Occhi: grandi, scuri, abbastanza distanti, né sporgenti né incavati. Pupille scure.

Orecchie: pendenti, a forma di V, medie, molto frangiate, non troppo attaccate alla testa.

Corpo: compatto, vigoroso, folto nella regione della gabbia toracica, reni leggermente arcuate.

Arti posteriori: muniti di pelo abbondante. Leggermente più lunghi di quelli anteriori. Ginocchio ben angolato e garretti bassi riportano la schiena su una linea orizzontale.

Arti anteriori: arti paralleli e muniti di pelo abbondante con leggera angolazione dei metacarpi.

Piedi: grandi, rotondi, forniti di pelo abbondante, anche tra le dita. Le dita dei piedi non devono arcuarsi.

Coda: di media lunghezza, uscita di coda piuttosto alta, portata arrotolata sopra la schiena. Molto ben sfrangiata. C'è spesso un ricciolo vicino alla punta.

Movimento: quando cammina o trotta il posteriore si manterrà sulla stessa traiettoria dell'anteriore.

Pelo: doppio, sottopelo lanoso e sottile, pelo di copertura  abbondante, sottile ma non setoso né lanoso, lungo, diritto o ondulato

 

PER APPROFONDIRE L'ARGOMENTO INSEPARABILE CONSIGLIA:

LIBRI  

I cani tibetani Tibetan Terrier: A Complete and Reliable Handbook

DVD

IL LINGUAGGIO DEL CANE - DVD  QUAL'E' IL CANE PER TE? - DVD


 

Guarda un video del Tibetan Terrier

 

Utility di Inseparabile

Spot

Le Schede