Indietro

Advertising

trovacuccilibannere

traovalosubitobanner

 

SETTER GORDON


Per le bellissime foto di questa scheda ringraziamo Il Presidente C.V.S.G. Alberto Lenzi - clubvalorizzazionesettergordon.it

Breve Storia

Ha preso il nome dal duca Alexander IV di Gordon Castle che, allo scopo di ottenere un cane rustico, robusto, abile nella caccia della pernice scozzese, scelse di incrociare i Setter locali colore "black and tan" con i Setter Inglesi ed Irlandesi.

Nel 1890, fissò la razza. L'opera del duca di Gordon fu affiancata dal duca Douglas di Broughty e lord Penmure e Thompson. Considerato un cane bello, buono e dedito totalmente ai proprietari, di cui è in grado di difenderne la proprietà pur non essendo conosciuto come cane da guardia.

In generale

È un cane da ferma dalla classe incontestabile, costruito per il galoppo. La conformazione deve essere armoniosa da tutti i punti di vista. Intelligente, facile da addestrare e pieno di dignità il Gordon è un cane ardito, socievole e per natura calmo e gentile. Il suo aspetto nobile attira l’attenzione del profano ed è rafforzato dal suo sguardo pieno di tenerezza.

Carattere

E' un cane che ha della classe, costruito per i galoppi, dall'aspetto, in rapporto con la costruzione, che richiama quello di un "hunter" (cavallo da caccia), capace di sostenere una corporatura robusta.

La conformazione in tutte le sue parti deve essere armoniosa.
E' un cane intelligente, capace, pieno di dignità; baldanzoso, socievole, di natura gentile e calma.

Caratteristiche

La testa è più alta che larga ma più larga rispetto al muso. con scatola cranica ben sviluppata. Lo stop è nettamente marcato; le guance poco cariche contribuiscono a conferire all’intera testa un aspetto asciutto. Il muso è lungo con linee quasi parallele. Gli occhi hanno espressione vivace e intelligente, gli orecchi : sono di dimensione media e sottili, e il collo è lungo, asciutto e arcuato. Il corpo è di lunghezza media, gli arti posteriori forti e muscolosi e l’andatura regolare, sciolta e decisa.

Taglia: l’altezza al garrese è di 66 cm nel maschio, di 62 cm nella femmina.

Coda: diritta o leggermente a , scimitarra: non deve superare il garretto.

Colori: nero antracite intenso e lucente. senza traccia di ruggine, con focature di un rosso castano vivo.

Da evitare

. Muso appuntito, a soffietto

. labbra pendenti

GLI ALLEVAMENTI CONSIGLIATI DA INSEPARABILE SONO:

Link sponsorizzati

Nessun allevamento da segnalare 
se vuoi sapere come segnalare il tuo, CLICCA QUI

STANDARD

Testa:
Dolicocefala: la sua lunghezza totale è di 4/10 dell'altezza al garrese.
La lunghezza del cranio è uguale alla lunghezza del muso e la metà della lunghezza del muso e la metà della lunghezza totale della testa si trova sulla linea orizzontale che congiunge i due angoli interni degli occhi.
L'indice cefalico totale
non deve oltrepassare il n.50, e quindi la larghezza bizigomatica del cranio non deve essere superare la metà della lunghezza totale della testa.
Le direzioni degli assi longitudinali superiori del cranio e del muso sono fra di loro paralleli.
La testa piuttosto voluminosa, non leggera, deve essere in rapporrto alla costruzione generale che è relativamente pesante. Non deve presentare rughe sul cranio e la pelle è ben aderente ai tessuti sottostanti.

Tartufo:
Il tartufo deve essere grande, fresco, umido, con narici bene aperte, grandi e mobili, sulla stessa linea della canna nasale e , visto di profilo, la sua faccia anteriore si trova sul medesimo piano verticale anteiore delle labbra.
Il pigmento è nero.

Canna nasale:
Retta, lunga quanto il cranio e con asse longitudinale parallelo a quello del cranio. La sua larghezza, alla metà dello sviluppo totale, corrisponde al 40% della sua lunghezza.

Labbra e muso:
Le labbra superiori sono sottili, non penzolanti nè rilassate, aderenti aderenti alla mascella; viste di fronte determinano al loro margine inferiore un semicerchio; abbastanza abbondanti; la faccia anteriore del muso, data l'altezza e la larghezza delle pareti parallele deve essere piatta (muso quadrato).
Le labbra superiori coprono la mandibola e quindi il profilo inferiore del muso è dato dalle labbra, visto di profilo è interrotto dalla connessura, che è evidente, ma non troppo. Il profilo antero-inferiore-laterale del muso presenta il disegno di un semicerchio a corda non molto chiusa.

Mascelle:
Di sviluppo normale, con le branche della mandibola tendenti alla linea retta e con le arcate dentarie combaciantesi perfettamente (a forbice). Dentatura sana, completa per sviluppo e numero didenti.

Depressione naso frontale:
Molto marcata, ma non con brusca pendenza. I seni frontali non sono molto sviluppati in alto e in avanti.

Cranio:
La sua lunghezza è uguale alla lunghezza del muso e la sua larghezza bizigomatica deve essere inferiore alla metà della lunghezza totale della testa.
Visto di fronte e di profilo di forma sferoide; questa forma è accentuata sulla sommità del cranio tanto da ricordare un pò la forma a cupola. Il suo asse longitudinale superiore è parallelo all'asse della canna nasale.
Sutura metopica marcata, apofisi o cresta occipitale netta marcata senza esagerazione. Seni frontali non molto sviluppati in altezza, in lunghezza e in senso trasversale.
Pelle aderente alle parti sottostanti, senza rughe.

Orecchie:
Pendente, fino al tatto, morbido di forma triangolare con la punta leggermente arrotondata, piatto, aderente alla guancia, si inserisce all'altezza dell'arcata zigomatica.
In stazione normale e con la testa in posizione orizzontale, la sua lunghezza sorpassa di circa cm. 3 la linea inferiore della gola. La sua pelle sulla faccia esterna è ricoperta di pelo setaceo, lungo due centimetri oltre la punta.

Occhi:
Grande, con sguardo dolce, rima palpebrale tendente al rotondo, palpebre bene aderenti al bulbo, che non deve essere nè sporgente, nè infossato, in posizione sub-frontale; il colore dell'iride è marrone scuro e la pigmentazione del margine palpebrale è uguale a quella del tartufo, cioè nera.

Collo
Asciutto, esente da giogaia, muscoloso, con inserzione alla nuca ben marcata, si unisce alle spalle armoniosamente. La sua lunghezza raggiunge 4/10 dell'altezza al garrese (in un cane di cm.60 al garrese la lunghezza del collo sarà di circa cm. 24) il suo perimetro è di 2/3 dell'altezza al garrese.
Profilo superiore arcuato.
Profilo inferiore non disturbato da pelle lassa, ma aderente ai muscoli.

Corpo:
La lunghezza del tronco misurato dalla punta della spalla ( articolazione scapolo omerale) alla punta della natica (punta posteriore dell'ischio) è uguale all'altezza al garrese (sta nel quadrato).
La linea superiore del tronco (linea dorso-lombare) ha profilo retto (dorso) e profilo leggermente arcuato (lombo).
La linea inferiore segue approssimativamente la linea superiore e cioè un profilo quasi retto per tutta la lunghezza della regione sternale (la regione sternale deve essere lunga e il suo profilo non è perfettamente retto, ma leggermente convesso): dopo l'appendice xifoide il profilo è dato dal ventre e rimonta leggermente verso l'alto.
 

Petto:
Sviluppato in larghezza, aperto e fornito di muscolatura ben sviluppata. La sua larghezza misurata fra i margini supero-anteriori delle braccia, deve essere un pò più del 27% dell'altezza al garrese.
Il manubrio dello sterno è a livello della punta delle spalle.
 

Torace:
Ben convesso a metà della sua altezza, ben disceso da oltrepassare di poco il gomito (uno o due centimetri); le costole vanno graddatamente diminuendo la loro convessità verso lo sterno; senza però formare carena.
Il profilo della regione sternale deve essere lngo e rimonta leggermente verso l'addome.
Le misure del torace sono in un Gordon di cm. 60 di altezza al garrese, circonferenza (dietro il gomito), un quarto circa in più dell'altezza al garrese=cm. 75.
Perimetro degli archi costali cm. 65. Profondità cm. 30. Altezza cm. 31, diametro trasversale cm. 19.
L'indice toracico sarà rappresentato da un numero non superiore a sette.
 

Dorso:
Garrese elevato sulla linea del dorso, con profilo superiore retto.
La lunghezza del dorso è di poco inferiore ad 1/3 dell'altezza al garrese.


Lombo e rene:

Arcuato, visto di profilo, con muscolatura ben sviluppata in larghezza. La sua lunghezza è un pò meno di 1/5 dell'altezza al garrese e la larghezza un pò meno della lunghezza. 

Ventre e fianchi:
La linea inferiore del tronco deve rimontare, dopo la regione sternale, verso i fianchi, ma leggermente. I fianchi devono essere lunghi quanto i lombi. 

Groppa:
Larga 1/7 dell'altezza la garrese, muscolosa e lasua lunghezza pari circa ad 1/3 dell'altezza al garrese, la sua inclinazione è di circa 10° sull'orizzontale, quindi è considerata orizzontale. 

Coda:
Data la poca inclinazione della groppa la coda è inserita alta; grossa e robusta alla radice, va gradatamente diminuendo di grossezza verso la punta. La sua lunghezza deve essere uguale all'altezza dell'arto anteriore al gomito o poco più. Portata orizzontalmente. Il suo portamento dovrebbe essere una linea quasi retta in tutta la sua lunghezza, tuttavia una coda a forma di scimitarra può essere ammessa. È fornita di frangia a forma di triangolo isoscele, che ha inizio a due o tre centimetri dalla radice della coda. 

Organi sessuali
Normalmente sviluppati e nella loro sede naturale: i due testicoli devono essere di corretto e uguale sviluppo, contenuti nello scroto. 

Arti anteriori

Appiombi normali visti di profilo:
1) La verticale, abbassata dall'articolazione scapolo-omerale (punta della spalla o del braccio) deve cadere toccando la punta delle dita.

2) La verticale abbassata dall'articolazione omero-radiale deve dividere in due parti uguali (qusi eguali e la maggiore è la parte anteriore), l'avambraccio, il carpo, uscendo fuori posteriormente a livello della metà della lunghezza del metacarpo.

Appiombi normali visti di fronte:
La verticale abbassata dall'articolazione scapolo-omerale deve dividere in due parti quasi uguali l'avambraccio, il carpo, il metacarpo e il piede.
La lunghezza dell'arto anteriore al gomito è uguale alla metà dell'altezza al garrese. 

Spalla:
Lunga 1/4  dell'altezza al garrese, inclinata di 45°- 55° sull'orizzontale, con muscoli ben sviluppati e libera nei movimenti.
Le punte delle scapole avvicinate fra loro.
 

Braccio:
Come la spalla fornito di muscoli molto sviluppati e di forte ossatura. Ha una inclinazione di circa 65° sull'orizzontale e la lunghezza  è circa il 30% dell'altezza al garrese. La sua direzione è quasi parallela al piano mediano del corpo. 

Avambraccio:
Di forte ossatura, visto di fronte deve seguire la verticale abbassata dalla punta dell'articolazione scapolo-omerale, la sua sezione è ovale. Lungo quanto il braccio. I gomiti devono trovarsi in un piano parallelo al piano mediano del corpo. 

Carpo:
Sulla linea verticale dell'avambraccio visto di fronte; i metacarpi visti di profilo devono essere stesi in modo che la verticale abbassata dall'articolazione omero radiale deve dividere in due parti uguali l'avambraccio e il carpo e uscire fuori a metà della lunghezza del metacarpo. La sua lunghezza è un pò superiore di 1/6 dell'altezza di tutto l'arto al gomito. 

Piede:
Di forma ovale con dita ben vicine fra loro e arcuate, ricoperte di pelo fitto. Suola dure e unghie forti ricurve e pigmentate di nero. 

Arti posteriori

Appiombi normali visti di profilo:
La verticale abbassata dalla punta della natica deve toccare la punta delle dita, dovendo il metatarso essere sempre in posizione verticale.

Appiombi normali visti posteriormente:
La verticale abbassata dalla punta della natica deve dividere in due parti eguali la punta del garretto, metatarso e piede. 

Coscia:
Larga, lunga, e muscolosa con margine posteriore convesso, la sua direzione è obliqua dall'alto al basso e dall'indietro in avanti (75%) e, rispetto alla verticale, parallela al piano mediano del corpo. La sua lunghezza deve essere inferiore al terzo dell'altezza al garrese e la larghezza della faccia esterna di 1/4 della altezza al garrese. 

Gamba:
Con forte ossatura, con muscolatura asciutta nella sua parte superiore e scanalatura gambale ben marcata. La sua lunghezza è di poco inferiore a quella della coscia e la sua inclinazione è di circa 40°-45° sull'orizzontale. 

Garretto:
Le sue facce devono essere molto larghe ed il suo angolo abbastanza chiuso.
La linea posteriore che dalla punta del garretto scende a terra deve trovarsi sulla verticale e sul prolungamento della linea delle natiche. La distanza dalla punta del garretto a terra deve essere di circa il 27% dell'altezza al garrese.
 

Metatarso:
Robusto, asciutto. Per la sua lunghezza vedi garretto. Il metatarso deve essere sempre in posizione verticale. Visto di profilo è in appiombo normale se la verticale abbassata dalla punta della natica tocca la punta delle dita. La sua faccia interna deve essere priva di speroni.

Piede:
Con tutti i requisiti dell'anteriore e un pò meno ovale.

Pelo:
Lungo da 5 a 6 cm., di tessitura setaceo, leggermente ondulato, con ricche frange, non folte. Lungo sul corpo, sulla faccia esterna del padiglione, forma frangia al margine posteriore degli arti, alla regione sternale, alla gola e alla coda. I piedi fra le dita, sono ben guarnite di pelo. Sottopelo abbondante solo nella stagione invernale. 

Colore del manto:
Nero cupo, ma brillante con riflessi blu e con macchie di colore mogano a sedi fisse. Le macchie devono essere di tinta senza tizzonature e sono così distribuite:
1) Due macchie nette alle regioni sopraccigliari con diametro non superiore a due centimetri.
2) Alle facce laterali del muso non  più alte della base del tartufo.
3) Alla gola
4) Due larghe macchie al petto.
5) Agli arti anteriori fino quasi al gomito nella faccia interna e poco più su del carpo anteriormente.
6) Alla faccia interna della coscia e possono estendersi fino al garretto e al margine esterno del metatarso; la frangia del metatarso deve essere di colore nero.
7) Sui piedi.
8) Attorno all'ano.
È tollerata una piccola macchia bianca al petto.
 

Pelle:
Sottile, ben aderente in ogni regione del corpo, non deve formare giogaia alla gola e al collo, nè rughe sul cranio. Le mucose e le sclerose devono avere pigmento nero e così pure le unghie e le suola dei cuscinetti digitali e plantari devono essere nere.

Altezza al garrese:
Nei maschi da cm. 58 a cm. 64; nelle femmine da cm. 52 a cm. 62, con tolleranza di due centimetri in più e in meno.

Peso:
Da Kg. 22 a 30 

Andatura:
Al galoppo.

Altezza:
L'altezza ideale è di cm. 60 .

Utility di Inseparabile

Spot

Le Schede