Advertising

trovacuccilibannere

traovalosubitobanner

 

 I PASTORI BELGA

PASTORE BELGA Malinois  PASTORE BELGA Tervuren  PASTORE BELGA gROENENLANDER  PASTORE BELGA Laekenois

Introduzione
Durante il 1800, i pastori europei hanno perfezionato parecchie razze di cani per radunare, guidare e proteggere le loro greggi. 
La Germania ha creato il pastore tedesco; La Francia il  Briard e il Beauceron; Il Portogallo il Castro antico Laboreiro; L'Ungheria il Puli; La Polonia il Tatra e l' Owczarek Nizinny; ed il Belgio il delle fiandre e quattro tipi di pastori appunto i PASTORI BELGA.
I quattro belgi si sono sviluppati per gli stessi utilizzi di base. Ma si sono distinti, quattro tipi che sono  il Groenenlander il Malinois, il Tervuren; e il Lakenois.
Inizialmente, gli allevatori hanno "prodotto" gli stessi  cani del mantello differente all'interno delle stesse cucciolate in seguito si è iniziato a distinguere le quattro razze.  Tre tipi hanno preso i nomi dalla zona in cui si sono sviluppati. Così la sezione del Parc du Laeken di Bruxelles ha creato il Laekenois,  la regione di Malines ha dato il nome al Malinois; e la città di Tervueren ha perfezionato il Tervuren. Il Groenendael ha ottenuto il relativo nome da Chateau Groenendael, un ristorante posseduto dal selezionatore Nicolas Rosa.
I cani del Belgio sono perfetti come cani da famiglia
I tre cani da pastore belga si sono adattati molto bene al loro nuovo ruolo di cani da guardia e da difesa da quando la pastorizia è andata in crisi.
Oggi servono come cani poliziotto, cani da salvataggio e da ricerca, guardiani e cani da guida per  ciechi ed eccellono nello nell'agilità, nel obedience, nel flyball.
Come la maggior parte delle altre razze da guardia, i belgi possono essere sospettosi nei confronti degli sconosciuti e delle situazioni non conosciute ed aggressivi con i piccoli animali, compresi i gatti. Per questo necessitano di una buona socializzazione da cuccioli.
Come tutte le razze altamente intelligenti, hanno inoltre bisogno di un addestramento costante e di stimoli continui. 
L'addestramento non va eseguito con metodi violenti e con punizioni dure altrimenti il cane può diventare pericoloso.

Caratteristiche

Le caratteristiche della razza per i quattro sono virtualmente identici tranne il tipo ed il colore del mantello. I cani sono ben equilibrati, eleganti, forti, attenti, agili e muscolosi . Il maschio è più imponente della femmina.
Anche se hanno una rassomiglianza superficiale con il pastore tedesco, i cani belgi sono quadrati, non rettangolari, una volta osservati dal lato. 
Temperamento questi cani  dovrebbero essere sicuri, riservati con gli sconosciuti e naturalmente protettivi nei confronti della famiglia e delle loro proprietà. Non sono mai aggressivi senza motivo e sono molto addestrabili.
Gli occhi dovrebbero mostrare la vigilanza, la fiducia e l'intelligenza.

GLI ALLEVAMENTI CONSIGLIATI DA INSEPARABILE SONO:

Link sponsorizzati

Nessun allevamento da segnalare 
se vuoi sapere come segnalare il tuo, CLICCA QUI

accenni allo standard

CLASSIFICAZIONE: Gruppo 1: cani da pastore e bovari (esclusi gli svizzeri).
VITA MEDIA: 10-14 anni.
ETÀ MATURA: 18-24 mesi.
TESTA: A forma di cuneo, lunga senza esagerazione, muso con canna nasale dritta, stop moderato. 
ORECCHIE: Attaccate alte, triangolari, erette e rigide. 
OCCHI: Di grandezza media, a mandorla e scuri. 
TRONCO: Potente ma non pesante, costruito nel quadrato. Dorso largo e muscoloso, torace ampio e profondo. 
ARTI: Bene in appiombo, asciutti e muscolosi, angolati in modo da consentire un'andatura vivace e sciolta. 
CODA: Di lunghezza media, pendente se a riposo, portata a mezz'aria se il cane è al lavoro. 
ASPETTO GENERALE: Robusto, elegante ed armonico, con portamento altero della testa. La taglia è di 62 cm al garrese per il maschio e di 58 cm per la femmina, con una tolleranza di 2 cm in meno e di 4 in più. Il peso si aggira intorno ai 30 kg. 

Malinois

PASTORE BELGA

Varietà a pelo corto fulvo carbonato. In pratica un "belga senza la pelliccia", identico nel fisico alle altre varietà. E' chiamato così perché nato nei dintorni della città di Malines. Meno diffuso delle varietà a pelo lungo, perché considerato "troppo simile al pastore tedesco", in realtà il portamento e l'indole sono spiccatamente belghe. Ottimo per la difesa personale, in quanto il suo morso risulta il più efficace delle quattro varietà, usato anche come poliziotto, in quanto "pensa meno e ubbidisce più in fretta degli altri belgi". Proprio queste sue qualità caratteriali ne hanno incrementato di recente la diffusione, che prima era di molto inferiore ai cugini per ragioni esclusivamente estetiche. 

  
Groenendael

PASTORE BELGA       PASTORE BELGA
il magnifico esemplare della foto è di proprietà di Luciano Rela e Daniela Cogo 

Pastore belga a pelo lungo, liscio e nero su tutto il corpo, con a volte una zona bianca sul petto.
I primi soggetti di questo tipo furono selezionati dopo il 1890 da Nicole Rosé. Nel 1898 guadagnarono l'ingresso nel libro delle origini delle razze pure. Il progenitore selezionato da Rosé venne chiamato Duc de Groenendael, dal nome del suo castello. Da qui discende dunque il nome della varietà. E' il belga più diffuso, a causa forse del pelo lungo e lucente, dal caratteristico colore nero corvino, che lo differenzia da tutti gli altri cani pastori di stazza e aspetto simile. Eccelle nella conduzione dei greggi grazie alla sua spiccata attitudine a lavorare con l'uomo, e anche nelle gare di obbedienza e di lavoro. E' molto usato anche dagli addetti alla protezione civile come cane da cerca nelle macerie, mentre meno nella polizia, perché non ha la stessa metodicità del pastore tedesco (poliziotto inarrivabile). Grazie al suo fisico agile e scattante dà soddisfazioni anche nell'agility dog.

 
Tervuren Belga

PASTORE BELGA

Varietà a pelo lungo fulvo carbonato. Del tutto simile al cugino groenendael per tessitura del pelo, differisce solo nel colore. Il capostipite è lo stesso dei belgi neri, solo che da quella cucciolata furono scelti quelli fulvi, che inizialmente non furono riconosciuti come razza pura. Terveuren è il nome di una località nella periferia di Bruxelles. E' sempre stato considerato il cugini povero del Groenendael, ma da un decennio a questa parte i suoi acquisti sono in aumento, dal momento che si tratta di un bellissimo cane che meritava questo successo da tempo. Curiosamente è molto sensibile alla voce femminile, tant'è che apprende meglio se addestrato da una donna! Buono anche per la difesa personale e per l'agility, non può competere nella conduzione del gregge col cugino nero, incontrastato leader nella specialità.

Laekenois

PASTORE BELGA

Se i cani belgi fossero disposti parallelamente, pochi collegherebbero il Laekenois con i suoi cugini. Il suo pelo duro, aggrovigliato, moderatamente lungo caratterizza il il mantello sulla testa e sul muso, dandogli una rassomiglianza al bovaro delle fiandre
Il Laekenois è semprefulvo con  tracce di nero, specialmente sul muso e sulla coda.

PER APPROFONDIRE L'ARGOMENTO INSEPARABILE CONSIGLIA:

LIBRI  

I pastori belgi OBIETTIVO ZOOTECNICO SUL CANE DA PASTORE BELGA GROENENDAEL - TERVUEREN - MALINOIS - LAEKENOIS L'Enciclopedia Internazionale dei Cani - storia, caratteristiche, consigli e tutte le razze  Cani di razza

DVD

Il Pastore Belga - DVD  QUAL'E' IL CANE PER TE? - DVD


  

Guarda il video di un Pastore Belga

 

Utility di Inseparabile

Spot

Le Schede