Ti piace questa pagina? Consigliala!

PASTORE SVIZZERO BIANCO

LA STORIA

CLICCA QUI PER VISUALIZZARLA

 

IL CARATTERE   Il Pastore Svizzero Bianco è un cane che dal punto di vista morfologico rassomiglia molto al Pastore Tedesco di 70 anni fa, meno angolato nel posteriore, ma molto ben strutturato....e anche dal punto di vista caratteriale è possibile affermare che vi sono parecchi aspetti comportamentali identici.  

PASTORE SVIZZERO BIANCO    

Egli è vivace, atletico, tenace, molto resistente alla fatica, pieno di voglia di apprendere, molto sensibile agli odori e a ogni sorta di rumore : queste sono le qualità tipiche del Pastore Svizzero Bianco. In effetti , malgrado la denominazione internazionale, si tratta della variante bianca del Pastore Tedesco (gene "C" recessivo che si manifesta solo in forma omozigote , che causa il bianco del colore del manto con mantenimento però del pigmento scuro di occhi e mucose...senza altre problematiche di tipo morfologico o comportamentale ). E dunque ha le stesse caratteristiche comportamentali del suo "fratello maggiore" nero-focato; è molto attaccato al suo capobranco, ai bambini e al nucleo famigliare in generale ed ha un atteggiamento protettivo nei confronti di tutto ciò che rientra nel suo ambito territoriale: questa suo spiccato spirito territoriale e questa sua grande devozione per l'essere umano e per la famiglia deriva dal suo istinto naturale e dal suo antico impiego, che si è manifestato nei secoli nel vivere costantemente a fianco dell'essere umano.   In epoca primordiale l'uomo fu sostanzialmente un cacciatore di grosse prede per motivi di sopravvivenza. E dalla vicinanza all'uomo egli-stesso trovava motivo di sopravvivenza , in quanto si nutriva dei resti dei grandi mammiferi cacciati. Poi l'uomo divenne Pastore e lui accettò, sempre per motivi di sopravvivenza,  il Pastore come suo "capobranco" . Imparo a cooperare con l'uomo per la conduzione e la guardia del "gregge". Ovviamente dovette sviluppare una chiara tendenza di supremazia sul gregge al fine di conquistarsi un posto di privilegio all'interno di questo sistema.  

PASTORE SVIZZERO BIANCO

I Pastori Bianchi vennero utilizzati come cani da conduzione e da protezione del gregge specialmente  sugli altopiani e sulle colline innevate dell'Europa settentrionale e continentale (con clima temperato-freddo) , dove questi cani avevano la possibilità di mimetizzarsi con l'ambiente circostante e dove potevano proteggere il gregge dagli attacco esterni di lupi e di altri predatori facilmente identificabile perché di colore differente sia rispetto all'ambiente che al gregge stesso.   Con lo sviluppo dell'agricoltura e delle proprietà agricole divenne sempre meno frequentemente "conduttore di gregge" e sempre più "guardiano della proprietà".   Da vero Pastore egli ha tendenza innata a riunire e a proteggere. Ha molto temperamento, apprende molto velocemente, ma ha bisogno di essere addestrato con costanza, motivandolo e stimolandolo per quello che fa, poiché ha la tendenza ad annoiarsi altrettanto facilmente.
E' meno nervoso dell'attuale Pastore Tedesco e non ama molto abbaiare: rispetto ad altri cani presenta una notevole varietà di suoni, (oltre all'abbaio.. guaiti e ululati) che sembrano essere stati presi in prestito dall'antenato comune di tutte le razze,"il Lupo"), variabili al variare del suo stato d'animo. Ha una mimica facciale molto varia: lo vedrete spesso esprimere gioia, malcontento, dubbio, malinconia...rabbia !!  

PASTORE SVIZZERO BIANCO

Dicevamo che la fiducia nel padrone è molto forte, così come è molto forte il suo attaccamento a tutta la famiglia. Le sue manifestazioni di affetto sono a volte eccessive !! Nei confronti del mondo esterno, delle altre persone e degli altri animali egli appare talvolta curioso, ma distaccato, sicuramente mai pauroso o eccessivamente aggressivo. (fatta eccezione per i maschi che spesso tendono alla dominanza su altri maschi che incontrano...di qualsiasi Razza..) Il Pastore Svizzero Bianco ha un atteggiamento protettivo all'interno della famiglia che viene considerata a tutti gli effetti il suo "branco".
Per evitare problemi che potrebbero insorgere in futuro, bisognerà chiaramente stabilire una precisa gerarchia all'interno di casa, che il cane dovrà necessariamente riconoscere ed accettare per il suo futuro equilibrio. Il cucciolo ha un'altissima capacità di apprendimento e di osservazione, ed è proprio in questo periodo che è necessario dimostrarsi  particolarmente sensibili e vigilanti. Il cucciolo deve socializzare il più possibile e deve essere stimolato con la giusta cautela, In questa fase ha bisogno di conoscere tutti i tipi di suono e di rumore e deve poter fiutare diversi tipi di odore.  

cuccioli PASTORE SVIZZERO BIANCO


Il gruppo dona serenità e stabilità al cane il quale, avendo un ruolo ben stabilito e per nulla ambiguo, vivrà in modo equilibrato. A tal proposito ricordiamo che si dovranno privilegiare condizionamenti e sistemi di rinforzo positivi basati sulla ricompensa e sul gioco. La fermezza si renderà necessaria soltanto in caso di eccessiva tendenza alla dominanza. Si rammenta infine che la coercizione e la violenza non sono sinonimo di autorità per coloro che utilizzano queste pratiche. Il cane ubbidisce per paura e non per piacere. Questo sistema "obsoleto" di addestramento e di educazione crea nel lungo periodo cani eccessivamente sottomessi-timorosi- apatici (se i soggetti sono dotati di scarso temperamento...)  o cani addirittura iperirritabili ed iperaggressivi se al contrario si tratta di soggetti con alta tempra e alto temperamento. Se riuscirete a mantenere la vostra autorità con il Pastore Svizzero Bianco senza coercizione e senza usare i rinforzi negativi (questo discorso si può estendere a tutte le razze), non arriverete mai a momenti "critici" di rapporto.   A questo punto è doveroso fare delle precisazioni e delle distinzioni, affinchè non si corra il rischio di trovare insoddisfatte le proprie aspettative. Occorre pertanto tenere bene a mente i seguenti punti:   - il Pastore Svizzero Bianco rischiò l'estinzione poichè per anni vi fu l'errata credenza che Bianco fosse sinonimo di alterazioni biologiche o di albinismo. Molti allevatori europei di inizio secolo soppressero i cuccioli che erano bianchi nel colore del manto. Il colore bianco non era infatti in linea con le aspettative culturali e con i desideri della Borghesia Tedesca dei primi del novecento, la quale idealizzava un cane scuro, possibilmente con orecchie erette e con un aspetto simile al lupo che doveva (anche per il colore..) incutere timore e rispetto.  

gioco PASTORE SVIZZERO BIANCO

Il Pastore Tedesco divenne l'orgoglio della Germania intera e di tutta la Borghesia Tedesca di quegli anni, e da cane da Pastore, si trasformò in breve tempo in attento e vigilante guardiano della proprietà (anche urbana...)
- la storia del Pastore Bianco è stata tutto un susseguirsi di tristi epiloghi e di palesi ingiustizie perpetrate a causa di "posizioni integraliste" da una sparuta minoranza di esseri umani ignoranti, arroganti e presuntuosi. A causa di questi avvenimenti è ovvio che lo sviluppo della Razza subì una forte battuta d'arresto agli inizi del 900. I pochi "superstiti" di Pastore Tedesco Bianco vennero importati in Canada e negli Stati Uniti ad opera di alcuni amatori della Razza agli inizi del secolo. Queste persone allevarono e svilupparono la Razza partendo da pochi esemplari. E dunque è ovvio che servirà altro tempo per stabilizzare in maniera ottimale la Selezione della Razza.   - a differenza del Pastore Tedesco non si è ancora lavorato sulla separazione delle linee (bellezza - lavoro).   - in alcuni soggetti, si potrebbero osservare  caratteristiche nel comportamento tendenti più al "cane primordiale" e al lupoide piuttosto che al "cane urbano".   E quindi a volte (per fortuna non spesso...) ci si imbatte in  soggetti estremamente timidi, paurosi nei confronti del mondo esterno (paura delle automobili, dei rumori cittadini, della gente estranea, delle novità in generale...) ; soggetti che, lasciati da soli in casa, hanno tendenze distruttive come mangiare le sedie, divani, prese della corrente, addirittura l'intonaco dei muri. Tutto questo al di là dell'addestramento...e dell'imprinting, anche se comunque è possibile intervenire con un programma di educazione a D.O.C. oppure, prevenire, in parte, queste problematiche informandosi preventivamente presso persone qualificate sulla Razza prima di acquistare un soggetto con una certa genealogia.  

PASTORE SVIZZERO BIANCO

Fortunatamente sono poche le testimonianze di persone rimaste "spiazzate" da soggetti così difficili da gestire. Per questo vi consigliamo di informarvi presso il nostro Club di Razza per avere informazioni preventive e dettagliate sulle linee di sangue e sulle possibili problematiche psico-fisiche in cui ci si potrebbe imbattere con il nuovo arrivato. Casi particolari a parte, del resto comuni per tutte le Razze, siamo sicuri che il Pastore Svizzero Bianco sarà fonte di grande gioia e soddisfazione da parte di tutti voi !! Insomma la sfida è lanciata ! Vedremo il giudizio di appassionati e degli esperti. Sicuramente i prossimi anni decreteranno sicuramente il successo di questa splendida Razza !!    

PASTORE SVIZZERO BIANCO

  Paolo Delfini.   

GLI ALLEVAMENTI CONSIGLIATI DA INSEPARABILE SONO:

 

LO STANDARD 

 

(Weisser Schweizer Schäferhund)       

 (White Swiss Shepherd Dog)

 (Berger Blanc Suisse)           

  testa PASTORE SVIZZERO BIANCO                                  

 

F.C.I.STANDARD N° 347 /

del 18.12.2002 /

                      

TRADUZIONE: Sig.Paolo Delfini.

 

ORIGINE: Svizzera.

 

DATA DI PUBBLICAZIONE DELLO STANDARD ORIGINALE

IN VIGORE DAL 26.11.2002.                                                          

 

                                                          

UTILIZZAZIONE:

Cane da famiglia e da compagnia, guardiano e custode vigilante. Adora tutte le persone specialmente i bambini.

Cane da lavoro pieno di voglia di imparare e che apprende molto velocemente;allegro e docile nello stesso tempo.

 

CLASSIFICAZIONE F.C.I.:

Gruppo  1              Cani da Pastore e da Bovaro (escluso Bovari Svizzeri) 

Sezione 1              Cani da Pastore senza prove di lavoro

 

BREVE SOMMARIO STORICO: In USA ed in Canada i Pastori Bianchi sono divenuti poco a poco una Razza distinta e accettata come tale.  I primi cani di questa razza sono stati importati in Svizzera all'inizio degli anni 70. Il maschio americano "Lobo", nato il 5 Marzo 1966 , può essere considerato come il progenitore della razza in Svizzera. I discendenti di quel maschio sono stati iscritti nel Libro Genealogico Svizzero (LOS) così come tutti gli altri cani da Pastore Bianchi importati dagli USA e dal Canada, i quali furono progressivamente allevati e si diffusero in quasi tutta Europa . Attualmente esiste un buon numero di esemplari di razza pura che nel corso di diverse generazioni si sono gradualmente moltiplicati. Per questa ragione, dal Giugno 1991, questi cani sono stati iscritti come "nuova razza " all'appendice del Libro Genealogico  Svizzero (LOS).

 

 

PROPORZIONI IMPORTANTI

 

PASTORE SVIZZERO BIANCO

 

APPARENZA GENERALE: Cane da Pastore robusto e potente , muscoloso, di taglia media, con orecchie erette e con un manto bianco a doppio pelo, di lunghezza media o lunga. Egli ha una forma allungata : dotato di un'ossatura mediamente robusta, la sua linea è elegante ed armoniosa.

 

 

PROPORZIONI IMPORTANTI:

 

Scrivibile in un rettangolo leggermente allungato. il rapporto tra la lunghezza del corpo (misurata dall'apice della spalla al punto estremo della natica) e l'altezza al garrese = 12: 10. La distanza tra la depressione naso-frontale e il tartufo supera leggermente quella tra la depressione naso-frontale e l'apofisi occipitale esterna.

 

  PASTORE SVIZZERO BIANCO

 

Le proporzioni e le angolazioni di un Pastore Tedesco e di un Pastore Svizzero Bianco.

 

COMPORTAMENTO / CARATTERE: Pieno di temperamento senza nervosismo, egli è attento e vigilante. Qualche volta leggermente riservato verso gli estraneii, tuttavia  egli non è mai pauroso o aggressivo.

PASTORE SVIZZERO BIANCO

LA TESTA: Forte, asciutta, finemente cesellata e ben proporzionata al corpo. Visto dall'alto e di profilo essa ha la forma di un cono. Le linee superiori del cranio e del setto nasale sono parallele.

 

PASTORE SVIZZERO BIANCO  

 

 

LA REGIONE CRANIALE:

 

CRANIO : Soltanto leggeramente arrotondato ; solco medio-frontale appena abbozzato, ma chiaramente percettibile.

 

DEPRESSIONE NASO-FRONTALE : poco marcata, ma nettamente visibile.

 

PASTORE SVIZZERO BIANCO   PASTORE SVIZZERO BIANCO

 Normale                                                                   Difetto

 

LA REGIONE FACCIALE:

 

TARTUFO : di medie dimensioni; la pigmentazione nera è da preferire : il tartufo meno pigmentato o schiarito è comunque accettato.

 

MUSO: solido e di media lunghezza in rapporto al cranio; il profilo dorso nasale e la linea inferiore-laterale del muso sono dritte e convergono leggeramente in direzione del tartufo.

 

LABBRA: anche queste possibilmente nere, asciutte e ben convergenti.

 

MASCELLE / DENTI : dentatura forte e completa con incisivi ben articolati.. I denti dovrebbero essere impiantati a corona ben allineati alle mascelle di uguale lunghezza (ortogmatismo).

 

  

Ortogmatismo con chiusura a tenaglia          

 

 

 

                   

   

 

GLI OCCHI: di medie dimensioni, a forma di mandorla, disposti leggermenti obliqui; essi sono di colore da bruno a bruno fuocato : le pupille il cui bordo nero è desiderabile , sono conformi al globo oculare.

 

LE ORECCHIE

Orecchie erette con attaccatura alta. Si tratta di grandi orecchie portate perfettamente erette, parallele che puntano bene in avanti  in forma di triangolo allungato che si arrotonda leggermente alla sua estremità.

 

PASTORE SVIZZERO BIANCO

 

LE REGIONI DEL TRONCO

 

IL COLLO: di lunghezza media e ben muscoloso, si eleva armoniosamente sul tronco senza giogaia ; la linea superiore del collo sagomata con eleganza si congiunge senza interruzioni alla testa portata moderatamente alta al garrese.

IL CORPO: Vigoroso e muscoloso di lunghezza media.

IL GARRESE : ben pronunciato.

IL DORSO : orizzontale e solido.

I LOMBI : molto muscolosi.

LA GROPPA : lunga e di larghezza media; a partire dall'inizio essa si inclina dolcemente verso la regione dell'attaccatura della coda.

IL PETTO : non troppo largo e profondo circa del 50 % dell'altezza al garrese, raggiunge i gomiti ; la gabbia toracica è di forma ovale, ben sviluppata verso la parte anteriore ed è ricorperta di manto bianco molto ben accentuato. 

VENTRE e FIANCHI : ben delineati e fissi . Linea sottostante leggermente rimontata verso gli arti posteriori.

 

Corporatura armoniosa

 

LA CODA: a forma di "scimitarra" (sciabola), molto fitta e folta su tutta la sua circonferenza, essa si affila verso la sua estremità ;

inserita ed attaccata piuttosto in basso, raggiunge solo minimamente il  garretto; a riposo pende dritta o leggermente incurvata a "scimitarra" nella sua ultima terza-parte. Quando il cane è in movimento essa viene portata più alta, ma mai più alta della linea del dorso.    

PASTORE SVIZZERO BIANCO    

GLI ARTI : Forti, asciutti di larghezza e spessore medio.  

ARTI ANTERIORI : visti dal davanti, dritti e moderatamente aperti ; visti di profilo ben angolati.

 

SPALLA : Omoplata lunga, ben obliqua e formante una angolo corretto con il braccio; tutta la regione delle spalle è molto muscolosa.

BRACCIA : di buona lunghezza e molto muscolose.

GOMITI : verticali ben ancorati fra braccio e avambraccio.

AVAMBRACCIO : lungo eretto e asciutto.

METACARPO : solido e solo leggermente obliquo.  

  PASTORE SVIZZERO BIANCO

ARTI POSTERIORI : Visti dal retro diritti e paralleli , moderatamente distanziati; visti di profilo ben angolati.

 

COSCIA : di lunghezza media, molto muscolosa.

GAMBA : di lunghezza media, in posizione obliqua, molto muscolosa e dotata di una robusta ossatura.

GARRETTO : dotato di un'ossatura molto forte e di una buona angolazione.

METATARSO : di lunghezza media, dritto e asciutto; gli speroni devono essere eliminati, salvo in quei Paesi dove la loro incisione è vietata dalla Legge.

PIEDI :di forma ovalata; i piedi posteriori sono un pò più lunghi dei piedi anteriori . Dita ben chiuse e curvate ; cuscinetti  rigidi, resistenti e neri ; unghie di colore scuro ricercate.  

ANDATURA : Marcia a ritmo regolare , sciolto e sostenuto : falcate di grande ampiezza con spinta potente ; al trotto il movimento è disteso e facile.

 

PASTORE SVIZZERO BIANCO  PASTORE SVIZZERO BIANCO

 

PELLE : senza pieghe, di una pigmentazione scura.  

MANTELLO / PELO : pelo doppio di lunghezza media o lunga, denso e ben stratificato. Sotto-pelo abbondante ; pelo di copertura liscio e folto ; la faccia, le orecchie e la parte anteriore degli arti presentano un pelo un pò più corto ; sulla nuca e sulla parte posteriore degli arti il pelo è un pò più lungo ; un pelo leggermente ondulato, ma duro, è ammesso.

 

 

   Pelo Corto                                                             Pelo Mezzo-Lungo     

 

IL COLORE: Bianco.  

MISURE e PESO:

Maschi  -  altezza al garrese :  60 - 66 cm           Peso : 30-40 Kg circa

Femmine -  altezza al garrese :  55 - 61 cm           Peso : 25-35 Kg circa

I soggetti ben tipizzati di una taglia leggermente al disotto o al di sopra del limite previsto dallo standard non devono essere eliminati.  

I DIFETTI : tutto quello che segue in questo rapporto deve essere considerato come un difetto che sarà  più o meno penalizzante in funzione della sua gravità.  

DIFETTI LEGGERI/ MINORI:

- presenza discreta di pelo di colore fulvo carbonato chiaro ( leggera ombratura di colore da giallastro a rosso bruno) alla punta delle orecchie , sul dorso e sulla coda.

- assenza di pigmento sul tartufo, sulle labbra e, o sui bordi delle palpebre  

DIFETTI GRAVI :  

- Soggetti di aspetto sgraziato, di forma quadrata (troppo corta);

- Caratteri sessuali distintivi dei maschi e delle femmine insufficientemente marcati ;

- Assenza di più di due PM1 : le M3 non sono prese in considerazione;

- Orecchie cadenti, orecchie semi cadenti , orecchie tagliate.

- Linea del dorso fortemente decliva.

- Coda avvolta, tagliata, ad uncino,  portata sul dorso.

- Pelo floscio, setoso, lanoso, riccio, mal disteso ; pelo nettamente lungo senza sotto pelo.

- Presenza marcata di pelo di colore fulvo carbonato chiaro

(macchie di colore da giallastro a rosso bruno ) alla punta delle orecchie, sul dorso e sulla coda.  

DIFETTI ELIMINATORI :  

Cani paurosi, cani aggressivi.

Un occhio o entrambi gli occhi blu. Occhi globulosi.

Entropia, ectropia.

Prognatismo superiore o inferiore, arcata incisiva deviata.

Tartufo, labbra e bordi delle palpebre totalmente depigmentati.

Pelle e cuscinetti totalmente depigmentati.

Albinismo.

 

N.B. I maschi devono avere due testicoli di aspetto normale completamente discesi nello scroto.  

Per la realizzazione di questa scheda ringraziamo Paolo Delfini e vi invitiamo a visitare il suo sito

http://www.geocities.com/paolodelfini/  

PER APPROFONDIRE L'ARGOMENTO INSEPARABILE CONSIGLIA:

LIBRI  

Il Cane da Pastore a lavoro (Sheepdog) L'Enciclopedia Internazionale dei Cani - storia, caratteristiche, consigli e tutte le razze Piccolo manuale del cane Cani di razza

DVD

IL LINGUAGGIO DEL CANE - DVD  QUAL'E' IL CANE PER TE? - DVD


 Guarda un video del Pastore Svizzero Bianco

 

Utility di Inseparabile

Spot

Le Schede