Indietro

Advertising

trovacuccilibannere

traovalosubitobanner

 

FILA BRASILEIRO

FILA BRASILEIRO


NAZIONALITÀ' Brasile

ORIGINE Discende dai cani che i conquistadores spagnoli portarono con loro in Brasile agli inizi del 1600 e vale a dire bulldog, mastiff, bloodhound.
C'è chi sostiene che discenda dal cane da guerra spagnolo e Olandese e quindi le sue origini devono ritenersi ancora più antiche. Certo le razze da Voi citate hanno sicuramente contribuito in seguito, come innesti, alla formazione del Fila attuale e venivano utilizzate secondo l'uso che i vari Allevatori si prefiggevano. Ecco perchè in Brasile quando si vuole definire l'utilità del cane rispondono: "pau para toda obra" (serve per tutti gliusi)

DESCRIZIONE  

FILA BRASILEIRO


TAGLIA deve superare i 65 cm preferibile dai 70 ai 78
CORPO ha un fisico ben proporzionato con muscolatura forte da vero molossoide.
TESTA grande e quadrata; muso muscoloso con stop mediamente marcato, tartufo largo e scuro, dentatura a forbice, orecchie lunghe larghe e portate pendenti caratteristica che deve aver preso dal  bloodhound, gli occhi sono leggermente a mandorla e gli conferiscono uno sguardo pensoso
PELO corto e morbido, sono ammessi tutti i colori tranne il bianco

UTILIZZO Veniva un tempo impiagato per la ricerca degli schiavi che fuggivano dalle piantagioni di cotone, in seguito ha   trovato posto come ottimo guardiano e difensore delle mandrie. Oggi è utilizzato come cane da guardia in grandi tenute o in ville con molto giardino, dove fa la ronda con il suo passo compassato ed elastico come quello di un felino. Può vivere anche in  piccoli appartamenti ed un balcone di scarse dimensioni. Al Fila importa solo di vivere accanto al suo padrone e nella sua casa; poco gli importa delle dimensioni di questa. E' vero: assomiglia ad un felino nello scatto e nella corsa, ma è anche molto pigro! consigliamo tuttavia di farlo uscire per almeno mezzora due volte al giorno possibilmente senza guinzaglio.

CARATTERE Coraggioso, vigile, impetuoso, molto devoto al padrone ma diffidente con gli estranei.

maschio FILA BRASILEIRO

I bellissimi fila Armagnac e Fresia sono Dell'allevamento dell'Ubriaco

RAZZA richiesta da MASSIMILIANO G. (RM)

GLI ALLEVAMENTI CONSIGLIATI DA INSEPARABILE SONO:

Link sponsorizzati

Nessun allevamento da segnalare 
se vuoi sapere come segnalare il tuo, CLICCA QUI

STANDARD 
per comodità lasceremo sia quello n. 225 del 21/03/1988 -  sia quello del N. 225 - 10-3-2004

FILA BRASILEIRO - STANDARD FCI  N. 225 - 10-3-2004

1 - CONFORMAZIONE GENERALE - ALTEZZA - PESO: razza tipicamente molossoide. Ossatura potente, struttura rettangolare e compatta ma armonica e ben proporzionata. Presenta, unitamente alla sua mole, un grande concentrato di agilità facilmente percepibile. Le femmine devono mostrare una femminilità molto spiccata che le differenzia nettamente dai maschi. In altezza i maschi vanno da un minimo di 65 cm ad un massimo di 75 cm al garrese, le femmine da un minimo di 60 cm ad un massimo di 70 cm. Il peso: maschi min. 50 kg, le femmine min. 40 kg.

2 - MOVIMENTO: andatura allungata ed elastica (sciolta e agile), che ricorda quella dei felini, e avente come principale caratteristica un passo laterale in due tempi in cui gli arti di ciascun lato si muovono avanti e indietro esattamente accoppiati ("passo del cammello" o ambio), conferendo al cane un movimento ondulante e rullante  che si estende, dal tronco alle anche,  per tutta la lunghezza della linea dorsale superiore e che si accentua ancor più quando la coda è portata alta. Quando cammina, la testa è mantenuta sotto la linea dorsale. Trotto sciolto, armonioso, libero e senza sforzo con un potente allungo. Il galoppo è potente con insospettabile velocità per un cane così grosso e pesante. In virtù delle sue lasse articolazioni, tipiche dei molossoidi, i movimenti del Fila Brasileiro danno l'impressione, e in realtà è così, che sia capace di cambiamenti di direzione istantanei e molto rapidi.

3 - PELLE: è una delle più importanti caratteristiche della razza; deve essere spessa e lassa su tutto il corpo, principalmente al collo dove forma delle pronunciate giogaie, e la stessa cosa, spesso, si può vedere al petto e all'addome. Alcuni soggetti presentano una plica ai lati della testa, e un'altra che dal garrese discende verso la spalla. Se il cane è a riposo, la testa è priva di rughe; in attenzione, la contrazione della pelle del cranio con l'innalzamento delle orecchie, forma delle piccole rughe longitudinali sul cranio stesso.

4 - LINEA DORSALE - PROFILO INFERIORE: garrese leggermente più basso della groppa, in linea discendente, largo a causa del distanziamento delle scapole. Partendo dal garrese, la linea superiore cambia direzione risalendo dolcemente fino alla parte anteriore della groppa, senza alcuna tendenza ad insellarsi nè ad inarcarsi (dorso di carpa). Il torace è lungo e parallelo al suolo per tutta la sua estensione; il ventre risale lievemente, mai alla maniera dei levrieri.

5 - TESTA: grande, pesante, massiccia, sempre in armonia con l'intero corpo. Vista dall'alto, essa ha un aspetto trapezoidale iscrivibile nella foggia di una pera. Cranio: di profilo esso presenta una curva dolce dallo stop all'occipite, che è ben delineato e prominente nei cuccioli. Di fronte esso è largo, ampio, con la linea superiore leggermente curva. I profili laterali discendono con curvature poco pronunciate, pressoché verticalmente, richiudendosi verso il muso in linea continua.                                                                                                      Proporzioni importanti: muso leggermente più corto rispetto al cranio.           Difetti gravi:  muso  corto

6 - MUSO: forte, largo e profondo sempre in armonia con il cranio. Di buona profondità alla radice, senza essere più profondo che lungo. Visto dall'alto esso è pieno sotto gli occhi, si restringe in maniera molto leggera verso la metà, allargandosi ancora leggermente fino al profilo anteriore. Vista di profilo la canna nasale si presenta dritta o leggermente arcuata, (profilo romano) ma mai verso l'alto. La linea frontale è pressoché perpendicolare alla canna nasale con una leggera depressione proprio sotto il naso.    Labbra:  il labbro superiore, spesso e pendente, si sovrappone al labbro inferiore in una curva perfetta: la linea inferiore del muso è così pressoché parallela alla linea superiore. Il labbro inferiore è ben aderente fino ai canini; da questo punto esso è lasso fino alla parte posteriore, con i bordi dentellati. La rima labiale è sempre visibile. I margini delle labbra formano una profonda U invertita

7 - ORECCHIE: pendenti, grandi, spesse, a forma di V. Larghe alla base, si restringono all'estremità in forma arrotondata.  Inserite nella parte posteriore del cranio, esse si presentano all'altezza della linea degli occhi quando il cane è a riposo mentre si innalzano al di sopra della posizione originale quando esso è in attenzione. L'attaccatura è in obliquo con il bordo anteriore più alto di quello posteriore. Pendenti sulle guance o ripiegate all'indietro che permettono di vederne l' interno (a rosa).

8 - STOP: visto di fronte esso è praticamente non esistente, con il solco mediano che risale dolcemente all'incirca fino al centro del cranio. Visto di profilo, esso è poco evidente, inclinato e virtualmente formato dalle arcate sopraccigliari molto sviluppate.  Difetti molto gravi:  stop pronunciato visto di fronte.


STANDARD PRECEDENTE

FILA BRASILEIRO - STANDARD FCI  n. 225 del 21/03/1988

 Paese d'origine: Brasile

Utilizzazione: cane da guardia e difesa

Classificazione F.C.I.: gruppo 2 Cani di tipo Pinscher e Schnauzer Molossoidi e cani Bovari Svizzeri

Sezione 2° molossoidi di tipo mastino senza prova di lavoro.


CONFORMAZIONE GENERALE
- Razza tipicamente molossoide. Ossatura potente, struttura rettangolare, compatto ma armonico e proporzionato. Aggiunta alla sua poderosità è facile osservare una grande agilità. Le femmine devono mostrare una femminilità molto spiccata che le differenzia immediatamente dai maschi. .  

CARATTERE E TEMPERAMENTO - Il coraggio la determinazione e una fierezza fuori del comune fanno parte delle sue caratteristiche. È docile con il suo padrone e la sua famiglia ed estremamente tollerante verso i bambini. La sua fedeltà è diventata proverbiale in Brasile (Fedele come un Fila).

È sempre alla ricerca della compagnia del suo padrone. Una delle sue caratteristiche è la diffidenza verso gli estranei. Esso mostra una disposizione calma, fiducia e sicurezza di sé non essendo disturbato da rumori insoliti o quando è messo di fronte a un nuovo ambiente. Un guardiano insuperato della proprietà esso è anche per istinto ben portato alla caccia della grossa selvaggina ed alla custodia delle mandrie.  

MOVIMENTO -  il Fila dovrebbe avere un'andatura allungata ed elastica. Il suo lungo agile passo ricorda i movimenti dei grossi felini. La sua caratteristica principale è l'ambio, un passo laterale in due tempi in cui gli arti di ciascun lato si muovono avanti e indietro esattamente accoppiati, che provoca un movimento ondulante e rullante del corpo del cane (chiamato passo del cammello) accentuato per tutta la lunghezza della linea dorsale superiore fino alla coda. Durante la camminata esso tiene la testa più bassa rispetto alla regione posteriore. Ha un trotto agile, libero e senza sforzo con un potente allungo. Il suo galoppo è potente con insospettabile velocità in un cane così grosso e pesante. In virtù delle sue lasse articolazioni, tipiche dei molossoidi, i movimenti del Fila danno l'impressione, e in realtà è così, che sia capace di cambiamenti di direzione istantanei e molto rapidi.

ESPRESSIONE - A riposo è calmo, nobile e pienamente sicuro di sé. Non mostra mai un'espressione assente o annoiata. Quando è attento la sua espressione mostra determinazione e stato di all'erta, con un deciso sguardo negli occhi.

 

TESTA - La testa del Fila è grande, massiccia e sempre proporzionata al resto del corpo. Vista dall'alto somiglia a una figura trapezoidale nella quale la testa è inserita in una forma del profilo a pera. Di profilo, il muso ed il cranio debbono essere approssimativamente in proporzione 1:1, con il muso leggermente più corto del cranio.

 

CRANIO - Il profilo del Fila mostra una dolce curva regolare dallo stop all'occipite, che è protuberante, specialmente nei cuccioli. Frontalmente, è grande, largo e con la linea superiore leggermente curva. Le linee laterali scendono quasi verticalmente, in una curva che si restringe verso il muso. Non si vede mai uno stop.  

 

STOP - DEPRESSIONE FRONTALE -visto di fronte esso è particolarmente non esistente. Il solco mediano è leggero e sale dolcemente. Visto lateralmente lo stop è basso, inclinato e virtualmente formato solamente dalle ben sviluppate sopraciglia.

MUSO - forte, largo e profondo sempre in armonia con il cranio. Visto dall'alto esso è pieno sotto gli occhi e si va stringendo leggermente verso la metà del muso e di nuovo allargandosi lievemente al profilo anteriore.

Visto di lato il naso è diritto o ha un profilo Romano, ma non è mai curvato verso l'alto. La linea frontale del muso e vicina alla perpendicolare con una depressione diritta sotto il naso e che forma una curva perfetta con le labbra superiori che sono spesse, pendule ricadenti sopra le labbra inferiori, dando forma al profilo inferiore del muso che è quasi parallelo alla linea superiore. La rima labiale è sempre visibile. Le labbra inferiori sono aderenti e dalde sino ai canini e da lì sono lasse con bordi dentellati. Il muso ha una grande profondità alla radice ma senza sorpassare la dimensione della lunghezza. I margini delle labbra formano una "U" invertita.

NASO - Narici ampie e ben sviluppate, che non occupano mai tutta la larghezza della maschera. Colore nero.  

OCCHI - dimensioni da medie a grosse, a forma di mandorla, ben distanziate, mediamente incassati.

Colori permessi: Colori permessi, dal bruno scuro al giallo, sempre in concordanza con il colore del mantello. A causa della profusione di pelle lassa molti soggetti presentano palpebre inferiori cascanti il che non è considerato difetto dato che tale dettaglio aumenta l'espressione malinconica che è tipica della razza.

ORECCHIE- pendenti, grosse, spesse a forma di "V". Larghe alla base e che vanno restringendosi verso la fine. Punte arrotondate. Inserite nella parte posteriore del cranio in linea con gli occhi quando a riposo.Quando alzate, le orecchie sono sopra la posizione originale. La radice è obliqua con il bordo anteriore più alto del bordo posteriore. Cascanti sulle guance o piegate all'indietro permettono di vedere il loro interno.

 

DENTI - più spessi che lunghi, forti e bianchi. Gli incisivi superiori sono larghi alla loro radice e aguzzi ai margini. I canini o zanne sono potenti, ben inseriti e ben distanziati. Il morso ideale è a forbice ma quello a tenaglia è accettabile

 

COLLO - Straordinariamente forte e muscoloso, dà l'impressione di essere un collo corto. Leggermente incurvato al lato superiore e ben distaccato dal cranio. Giogaie alla gola.

 

LINEA SUPERIORE - garrese in una linea obliqua, i garresi sono posti ben distanziati l'un l'altro per la distanza tra le scapole. I garresi sono posti ad un livello più basso della groppa. Dopo il garrese la linea superiore cambia direzione risalendo dolcemente verso la groppa. La linea dorsale non mostra tendenza ad insellarsi o al dorso di carpa..

 

GROPPA - larga, lunga, con una angolazione di circa trenta gradi dalla linea orizzontale mostrando una lieve curva. La groppa è posta un po'più alta rispetto al garrese. Vista da dietro la groppa è ampia approssimativamente quanto la larghezza del torace essendo permesso che nelle femmine sia più larga.

 

CORPO - forte, largo e profondo, coperto da pelle spessa e lassa. Il torace è più lungo dell'addome. La lunghezza del corpo è uguale all'altezza più il 10% quando si misura dalla punta della spalla alla punta della natica.

 

TORACE - costole ben rilevate senza che interferiscano con la posizione delle spalle. Torace profondo e largo che scende a livello dei gomiti. Petto ben pronunciato.

 

LOMBI - più corti e non così profondi come il torace che mostrano bene una separazione delle due parti componenti. Nelle femmine le parti inferiori dei lombi sono più sviluppate. Visti dall'alto i reni sono più stretti rispetto al torace e alla groppa ma non devono formare un profilo della vita.

 

PROFILO  INFERIORE - un torace lungo e parallelo al terreno per tutta la sua estensione. Si spiega lievemente verso l'alto ma mai come nei levrieri.

 

ARTI ANTERIORI - la struttura delle spalle deve essere composta da due ossa di eguale lunghezza (scapola e omero) con la prima a 45° dal piano orizzontale ed il secondo a 90° rispetto alla prima. L'articolazione scapolo-omerale forma il punto della spalla che è situato a livello del prosterno ma un poco dietro ad esso. Nella posizione ideale la punta della spalla dovrebbe essere a metà strada tra il gomito ed il garrese. Una linea immaginaria perpendicolare che discenda dal garrese dovrebbe tagliare il gomito e raggiungere il piede.

 

GAMBE -  ossatura forte arti paralleli e diritti sino ai pasturali. Metacarpo corto, carpo di aspetto forte lievemente curvo. La lunghezza della gamba dal terreno al gomito dovrebbe essere il 50% della lunghezza dal terreno al garrese.  
PIEDI
-  dita forti e ben arcuate non troppo ravvicinate. Cuscinetti spessi, larghi e alti. La posizione ideale del piede è diritta verso l'avanti. Unghie scure forti, unghie bianche accettabili quando questo sia il colore di piede e dita

   

 

 ARTI POSTERIORI -  con ossatura meno pesante che negli anteriori ma mai leggeri nell'insieme. Parte superiore della coscia a margini arrotondati formati da forti muscoli che originano dall'ilio e ischio, che disegnano i confini del posteriore e per questo motivo l'ischio deve avere una buona lunghezza. Gli arti posteriori sono paralleli, con forte tarso, metatarso leggermente inclinato, più alto del metacarpo. Moderatamente angolati grassella e metacarpo.

PIEDI POSTERIORI -  un poco più ovali degli anteriori ma per la per la descrizione complessiva vale quanto detto per essi. Non dovrebbero essere presenti gli speroni (il quinto dito).
CODA
-molto larga alla radice, inserita ad altezza media, si assottiglia molto quando arriva a livello del garretto. Quando il cane è in attenzione la coda viene tenuta alta e la curva alla sua estremità è più accentuata. Non deva essere portata arrotolata sul dorso. 

ALTEZZA -

 

·       Maschi    :   da 65 cm (27") a 75 cm (29.52") alla spalla

·       Femmine :   da 60 cm (24") a 70 cm (27.56") alla spalla

 

PESO -

·       Maschi    :   minimo 50 kg (100lb)

·       Femmine :   minimo 40 kg ( 90lb)

 

COLORE - sono ammessi tutti i colori uniformi eccetto quelli che comportano squalifica (bianco e grigio-topo, cani con chiazze o mantello maculato, i colori azzurro e black&tan). I tigrati con un mantello uniforme possono avere strisce di intensità minore o strisce di uno scuro molto forte. Una maschera nera può essere presente o meno. In tutti i colori ammessi sono permessi segni bianchi sui piedi,torace e punta della coda. Non desiderabili in qualsiasi altra parte del manto. Macchie bianche che eccedono un quarto del totale del corpo devono essere penalizzate.

 

PELLE - una delle più importanti caratteristiche della razza è la pelle spessa e lassa sull'intero corpo, principalmente al collo, che forma pronunciate giogaie e la stessa cosa, spesso, può essere vista al petto ed all'addome. Alcuni soggetti presentano una plica ai lati della testa, ed inoltre un'altra che dal garrese discende verso le spalle. Se il cane è a riposo la testa è priva di rughe. Quando in attenzione la contrazione della pelle del cranio forma piccole rughe che decorano in senso longitudinale sul cranio.

   

 

MANTELLO - Corto, morbido, fitto ed aderente al corpo.  


TEST DI CARATTERE: è obbligatorio per tutti i soggetti (dopo i 12 mesi) per ottenere un titolo di campionato registrato.Tutti i campioni devono avere un certificato di approvazione del test di carattere. Questo tipo di test è eseguito a tutte le mostre speciali. È opzionale alle esposizioni generali, in base al parere del Giudice, a patto che sia pubblico e abbia luogo fuori del ring. La prova comprende:

1: Attacco con il bastone. Si suppone che il cane attacchi di fronte al conduttore, senza essere allenato, e l'espositore o il conduttore rimanga nella sua posizione. È vietato toccare o battere l'animale.

2: Test allo sparo. Si spara a salve ad una distanza di 5 metri dal cane. Il cane dovrebbe esprimere attenzione, mostrare fiducia e sicurezza di sé.

3: Durante tutta l'esibizione sul ring il Giudice analizzerà il comportamento ed il temperamento del soggetto, facendo attenzione alla sua espressione. Durante il test comportamentale si dovrà tenere conto in particolare:

a) l'antipatia verso gli estranei

b) la sicurezza di sé, il coraggio, la determinazione e il valore di ciascun soggetto.

N.B.:Questo test non previsto in Italia è obbligatorio in Brasile e molto più completo negli Stati Uniti.


DIFETTI GENERALI -
Criptorchidismo o monorchidissimo, uso di mezzi artificiali per ottenere certi effetti, albinismo, mancanza di tipicità, etc.

                                                                                  

DIFETTI DA SQUALIFICA -

1.     Aggressività verso il padrone

2.     Codardia

3.     Tartufo rosa

4.     Enognatismo

5.     Prognatismo con denti visibili a bocca chiusa

6.     Mancanza di un canino o di una molare con l'eccezione del terzo

7.     Occhi azzurri (tipo porcellana)

8.     Orecchie tagliate o coda mozza

9.     Groppa più bassa del garrese

10.  Cane interamente bianco, grigio-topo, cane pezzato o mantello a macchie

11.  Al di sotto dell'altezza minima

12.  Mancanza di pelle floscia

13.  Mancanza del passo tipico (passo di cammello)

 

DIFETTI MOLTO GRAVI -

1.     Testa piccola

2.     Labbro superiore teso (labbra non pendenti)

3.     Stop pronunciato visto dal davanti

4.     Occhi sporgenti

5.     Mancanza di due denti

6.     Mancanza della giogaia

7.     Soggetto apatico o timido

8.     Sensibilità negativa agli spari

9.     Dorso cifotico

10.  Linea dorsale livellata (non risalente verso la groppa)

11.  Eccessiva rimboccatura (groppa rialzata)

12.  Garretti vaccini

13.  Mancanza di angolazione degli arti posteriori (garretti diritti)

14.  Ossatura leggera

15.  Mancanza di solidità

16.  Altezza maggiore del massimo (75 cm per i maschi, 70 cm per le femmine)

17.  Macchie bianche superiori a un quarto del corpo

18.  Mancanza di pigmentazione al bordo degli occhi

19.  Occhi tondi

20.  Struttura quadrata

 

DIFETTI GRAVI -

1.     Muso corto

2.     Orecchie piccole

3.     Orecchie attaccate troppo in alto

4.     Occhi eccessivamente chiari

5.     Rughe sul cranio quando l'animale è in riposo

6.     Prognatismo

7.     Mancanza di due denti

8.     Pieghe di pelle sotto la gola che non sia una giogaia (pieghe orizzontali)

9.     Lordosi

10.  Groppa stretta

11.  Coda arricciata portata sul dorso

12.  Cassa toracica priva di profondità

13.  Ogni deviazione del carpo e del metacarpo

14.  Arti posteriori troppo angolati

15.  Passi corti

 

DIFETTI MINORI - Ogni cosa in discordanza dallo standard  

N.B.: i maschi devono avere due testicoli di normale aspetto pienamente discendenti nello scroto.

 Questo standard revisionato è stato approvato dall'Assemblea Generale nel 1987 in Gerusalemme.

Il primo Standard fu scritto nel 1946. Riconosciuto nel 1954 dal Kennel Club Brasiliano e nel 1968 dalla F.C.I. Revisionato prima nel 1978 e poi nel 1984.  

PER APPROFONDIRE L'ARGOMENTO INSEPARABILE CONSIGLIA:

LIBRI  

Obiettivo zootecnico sul fila brasilero in Fazenda OBIETTIVO ZOOTECNICO SULLA PRESERVAZIONE DEL FILA BRASILEIRO ORIGINALE Fila Brasileiro  Cani di razza

DVD

IL LINGUAGGIO DEL CANE - DVD  QUAL'E' IL CANE PER TE? - DVD


Guarda un video del FILA BRASILEIRO per apprezzare la camminata

 

Utility di Inseparabile

Spot

Le Schede