TUTTE LE RAZZE

Ti piace questa pagina? Consigliala!

COTON DE TULEAR

Coton de Tulear  

Descrizione:

La parola "Coton" in francese significa cotone. Specificato questo è di facile intuizione che il motivo per cui questo cane sia chiamato "Coton de Tulear", risiede nel fatto che la sua caratteristica principale è il suo manto molto lungo, morbido e lanuginoso. Il pelo soffice copre le sottili zampe anteriori. Il Coton de Tulear si può trovare nelle due varietà di colore: bianco o bianco e nero. Alcuni esemplari possono avere delle macchie color giallastro sulle orecchie.   

Cucciolo di Coton de Tulear

Temperamento:

 Il Coton de Tulear per quanto riguarda il temperamento, ricorda il bichon. E' un cane molto amichevole, attento ed affezionato al suo padrone. Il Coton è un cane molto socievole e non ha difficoltà di convivenza con altri animali domestici ed è paziente con i bambini, se ben socializzato fin da cucciolo. Il Coton de Tulear è molto affezionato alla sua casa e al suo padrone, tanto da non volersene mai separare. Prova un grandissimo piacere stando sempre a contatto con il nucleo famigliare. Il Coton de Tulearè un ottimo cane da guardia. E' un cane molto giocherellone e simpatico, disposto ad esibirsi nei suoi migliori numeri ad un solo comando del suo padrone: ad esempio è solito alzarsi e camminare sulle zampe posteriori! E' vivace e  di compagnia. Il Coton de Tulear è facilmente addestrabile anche grazie ad un'intelligenza sviluppata che però a volte lo fa essere cocciuto e testardo. 

Altezza e peso:

Altezza: 25-30 cm

Peso     : 5.5 kg - 7 kg 

Condizioni di vita:

Il Coton de Tulear si adatta bene alla vita d'appartamento e non necessita di giardino. 

Esercizio:

Il Coton de Tulear si diverte moltissimo a giocare con il suo padrone e ama nuotare. E' un cane molto vivace ed ha una buona resistenza fisica: è un buon compagno di jogging. Inoltre il Coton de Tulear  può ottenere dei buoni risultati nelle competizioni di cani specialmente nelle prove di fermo e di agilità. Vive benissimo in casa e si sa adattare alla vita famigliare. 

Longevità:

Il Coton de Tulear è un cane longevo, infatti vive in media 12-14 anni. 

Mantenimento:

Il  pelo lungo e lanuginoso del Coton de Tulear richiede diverse attenzioni ed una spazzolata quotidiana è necessaria per avere il proprio cane in ordine ed eliminare il pelo morto. Il pelo in eccedenza tra le dita delle zampe e all'interno degli orecchi andrebbe eliminato. Uno o due bagni all'anno sono sufficienti per mantenerlo pulito. Il manto non dovrebbe essere tagliato. Il Coton de Tulear perde poco o per nulla il pelo. Per chi soffre di allergia ma adora i cani, è l'ideale. 

Origine:

 Il Coton de Tulear è simile al Bichon Francese e al Bolognese italiano. Fece la sua comparsa con tutta probabilità nel Madagascar portato dalle truppe francesi. Questa razza era del tutto sconosciuta fino a venti anni fa, quando è stata reintrodotta in Europa ed America. Per molti anni il Coton de Tulear era il compagno degli uomini più ricchi di Tulear nel Madagascar del sud, dove hanno continuato ad allevarne la razza. C'era anche un altro cane simile al Bichon e quindi al Coton, ma purtroppo è andato estinto. Questi tipi di cani riconducibili al Bichon hanno mille anni di storia. 

Gruppo:

Cane da compagnia.

GLI ALLEVAMENTI CONSIGLIATI DA INSEPARABILE SONO:

Nessun allevamento da segnalare 
se vuoi sapere come segnalare il tuo, CLICCA QUI

 

COTON DE TULEAR

Standard F.C.I. n° 283/04.02.2000/

ORIGINE: Madagascar

UTILIZZO: cane da compagnia

CLASSIFICAZIONE FCI
Gruppo 9 : Cani da compagnia
Sezione 1.2 : Coton de Tuléar
Senza prova di lavoro

CENNI STORICI: questa razza fu importata per la prima volta in Europa negli anni '70 in Francia. Oggi è diffuso in tutto il mondo.

ASPETTO GENERALE: piccolo cane da compagnia a pelo lungo, di colore bianco i tessitura cotonosa, occhi rotondi scuri, vivi e intelligenti

PROPORZIONI IMPORTANTI
Rapporto altezza al garrese/lunghezza del corpo:2/3
Lunghezza della testa barba lunghezza del corpo:2/5
Lunghezza del cranio/lunghezza del musello:9/5

COMPORTAMENTO/CARATTERE: di carattere allegro, stabile, molto socievole con gli esseri umani e con gli altri cani. Si adatta perfettamente a tutti gli stili di vita. Il carattere è uno dei tratti caratteristici di questa razza.

TESTA: corta, triangolare vista dal di sopra

REGIONE CRANIALE
Cranio:
visto di fronte leggermente bombato; piuttosto largo in rapporto alla lunghezza. Arcate sopracciliari poco sviluppate. Leggero solco frontale. Protuberanza e cresta occipitale poco sviluppate. Arcate zigomatiche bene sviluppate.
Stop: poco accentuato.
REGIONE FACCIALE
Tartufo:
nel prolungamento della canna nasale; nero, tollerato il colore marrone; narici bene aperte.
Musello: dritto.
Labbra: fini, tese, del colore del tartufo.
Mascelle/denti: ben allineati, articolazione a forbice ed a tenaglia; mancanza di PM1 non penalizzabile; i M3 non presi in considerazione.
Guance: asciutte.
Occhi: piuttosto rotondi, scuri, vivi , ben distanziati; bordo delle palpebre pigmentato di nero oppure di marrone secondo il colore del tartufo.
Orecchie: cadenti, triangolari, attaccate alte sul cranio, fini all'estremità; portate aderenti alla guancia, raggiungono la commessura delle labbra. Ricoperte di peli bianchi o con qualche traccia di colore grigio chiaro o da una mescolanza di peli bianchi e fulvi che danno un color albicocca.

COLLO: molto muscoloso, leggermente ricurvo. Forte incollatura. Rapporto collo/corpo: 1/5. Pelle ben tesa senza fanoni.

CORPO
Linea del dorso molto leggermente convessa. Cane più lungo che alto
Garrese: poco accentuato.
Groppa: obliqua , corta e muscolosa
Petto: ben sviluppato, ben disceso livello dei gomiti, lungo; costole ben arrotondate
Ventre: retratto ma non di levriero
Dorso e regione lombare: dorso fermo, parte superiore leggermente convessa. Lombi molto muscolose.

CODA: attaccata bassa, in prolungamento dell'asse della colonna vertebrale. A riposo scende al di sotto del garretto, con l'estremità rialzata. In azione portata " gaiamente " (ricurva al di sopra del dorso, punta diretta verso la nuca, il garrese, il dorso o il rene). Nei soggetti a pelo lungo, l'estremità può esser appoggiata sulla regione dorso lombare.

ARTI
ARTI ANTERIORI
Gli anteriori sono in appiombo.
Spalle e braccio: spalla obliqua, muscolosa. Angolo scapoloomerale di circa 120 gradi. Lunghezza dell'omero uguale a quella della scapola.
Avambraccio: angolo omero radiale di circa 120 gradi; avambraccio verticale e parallelo, molto muscoloso, con buona ossatura; lunghezza della avambraccio praticamente uguale a quella del braccio.
Carpo: carpo nel prolungamento della linea dell'avambraccio.
Metacarpo: Metacarpo solido, leggermente flesso visto di profilo.
Piedi anteriori: piccoli, di forma rotonda; dita serrate, arcuate; cuscinetti pigmentati.
ARTI POSTERIORI
I posteriori sono in appiombo. Presenza di speroni non penalizzabile ma non ricercata.
Cosce: molto muscolose; angolo coxo femorale di circa 80 gradi.
Gamba: obliqua, forma con il femore un angolo di circa 120 gradi.
Garretto: asciutto, ben disegnato; angolo del garretto circa 160 gradi.
Metatarso: verticale.

PIEDI: piccoli, di forma rotonda, dita serrate, arcuate; cuscinetti pigmentati.

ANDATURE: libere e facili, non coprono molto terreno. In azione la linea del soccorso resta ferma e il cane non ondeggia nelle sue andature.

PELLE: fine, ben tesa su tutto il corpo; di colore rosa, può essere pigmentata.

MANTO
Pelo:
è una delle caratteristiche principali di questa razza come indica il suo stesso nome. Molto dolce e soffice, cotonoso, mai duro o ruvido, il pelo è denso, abbondante e può essere leggermente ondulato.
Colore: colore di fondo bianco. Sono ammesse sulle orecchie tracce di colore grigio chiaro (mescolanza di peli bianchi e peli neri) o albicocca (mescolanza di peli bianchi e peli fulvi). Simili tracce sono anche accettate nelle altre parti del corpo, purché non alterino l'aspetto generale di bianco; pertanto non sono da ricercarsi.

TAGLIA
Altezza al garrese
Maschi: da 26 a 28 cm Tollerati 2 centimetri in più e un centimetro in meno
Femmine: da 23 a 25 cm Tollerati 2 centimetri in più e un centimetro in meno

PESI
Maschi: da 4 a 6 kg
Femmine:da 3,5 a 5 kg

DIFETTI
Ogni scarto da quanto sopra deve essere considerato un difetto da penalizzare in funzione della sua gravità

DIFETTI GRAVI
Cranio troppo piatto o troppo bombato; cranio stretto
Sproporzione cranio/canna nasale
Occhi chiari, troppo a mandorla
Entropion, ectropion
Collo troppo corto, incassato fra le spalle, debole
Linea del dorso troppo incavata o inarcata
Groppa orizzontale, stretta
Spalla dritta
Piede d'anatra, cagnolo, gomiti scollati, garretti troppo aperti o troppo chiusi , angoli dritti
Pelo troppo corto, troppo ondulato, arricciato
Pigmentazione parziale o troppo chiara delle palpebre o delle labbra; tartufo decolorato o macchiettato

DIFETTI ELIMINATORI
Mancanza di tipicizzazione
Taglia e pesi fuori standard
Canna nasale montonina
Occhi prominenti con segni di nanismo, troppo chiari; vaironi
Orecchie dritte o semi dritte
Coda che non raggiunge il garretto; attaccatura alta, arrotolata completamente e strettamente; aderente al dorso o contro la coscia; a candela; anuria
Pelo atipico, tranciato, lanoso, setoso
Manto fortemente macchiato, qualsiasi macchia nera
Mancanza di pigmentazione di una palpebra o del tartufo o delle labbra
Prognatismo superiore o inferiore con perdita di contatto; soluzione di continuità degli incisivi superiori e inferiori
Mancanza di denti (PM1 e M3 non presi in considerazione)
Soggetto aggressivo o estremamente timido

N.B. I maschi devono avere i testicoli di aspetto normale completamente discesi nello scroto.

PER APPROFONDIRE L'ARGOMENTO INSEPARABILE CONSIGLIA:

LIBRI  

Il Coton de TuléarL'Enciclopedia Internazionale dei Cani - storia, caratteristiche, consigli e tutte le razze Piccolo manuale del cane Cani di razza

DVD

IL LINGUAGGIO DEL CANE - DVD  QUAL'E' IL CANE PER TE? - DVD


Guarda il video del Coton de Tulear

 

  .Forum
  .Pubbicizzati
  .CONCORSI  
  .Pet shop
 

 

google

cani
gatti
piccoli mammiferi
uccelli
rettili
anfibi
pesci
del cortile e della stalla
Piante, Alberi, Arbusti

Autore: Manuel Battafarano

. DISCLAIMER  . PUBBLICIZZATI SU INSEPARABILE
Copyright Inseparabile 18/12/2000 - 2014 contact info@inseparabile.com