Indietro

Advertising

trovacuccilibannere

traovalosubitobanner

 

BRIARD o PASTORE DELLE BRIE

Briard o Pastore delle Brie

 La storia del Briard o Pastore delle Brie

Per diversi secoli, l'unica selezione applicata per diverse razze di cani da pastore fu quella del lavoro quotidiano sui pa­scoli degli ovini. A partire dal 1870, c'era un tipo di cane molto diffuso tra i pastori dell’Ile de France. Da questa selezione empirica nacquero due razze distinte: il Beauceron e il Briard, ufficializzate nel 1896 in occasione di una gara con pecore, con la redazione di uno standard. Negli anni Venti, il Briard (o Briard o Pastore delle Brie) divenne il n. 1 della famiglia, abbandonando sempre più pascoli per trasferirsi nei salotti e sui ring di esposizione.

In generale

Il Briard è un cane di taglia superiore alla media,con la caratteristica distintiva rispetto ad altre razze francesi di avere una pelliccia a pelo di capra, lungo, secco, flessuoso, che scricchiola sotto le dita, con sottopelo leggero. Il Briard o Pastore delle Brie è un cane rustico, muscoloso e ben proporzionato, agile, il Briard è  sveglio e vivace, dal carattere equilibrato; non deve dimostrare ne aggressività ne timidezza. La testa è forte e lunga, con muso di lunghezza equivalente a quella del cranio. Le orecchie, attaccate alte, di preferenza sono tagliate e portate diritte. Il collo è muscoloso, ben sciolto dalle spalle. Il dorso diritto termina con una groppa un po' inclinata. Gli arti posteriori hanno doppi speroni.

Carattere

Sensibile ed obbediente, è stato selezionato per la compagnia, ha però un carattere estremamente timido nei confronti degli estranei. Molto bello e decorativo, ma soprattutto con un buon carattere. Veniva utilizzato come cane da pastore per condurre il gregge e, dato il suo carattere estremamente docile, oggi è un ottimo cane da compagnia.

Caratteristiche:

Non deve esserci disarmonia tra il cranio e il muso. La canna nasale è rettilinea e termina con un tartufo robusto. nero, dalle narici ben aperte. Il Briard (o Pastore delle Brie) è leggermente più lungo che alto, in particolare la femmina. Gli arti sono bene in appiombo, muscolosi e dall’ossatura forte. Il mantello del Pastore delle Brie è composto da un pelo flessuoso, lungo e secco, che deve misurare almeno 7 cm di lunghezza (in realtà questa è una lunghezza rarissima da riscontrare; in molti soggetti, il pelo raggiunge, in alcuni punti, addirittura i 30 cm)con sottopelo leggero.

Taglia: da 62 a 68 cm il maschio, da 56 a 64 cm la femmina, con una tolleranza di 2 cm per la taglia massima.
Colori: fulvo, nero, grigio (che nasce nero), blu (che nasce grigio).
Coda: la code è intera, con pelo folto, forma un uncino all’estremità portata bassa, non deviata, raggiunge almeno la punta del garretto o lo supera di 5 cm al massimo.

Da evitare:

. Speroni semplici o assenti

. Macchie antracite troppo marcate ai bordi del mantello

. Taglia eccessiva o insufficiente

. Tartufo non nero

GLI ALLEVAMENTI CONSIGLIATI DA INSEPARABILE SONO:

Link sponsorizzati

Nessun allevamento da segnalare 
se vuoi sapere come segnalare il tuo, CLICCA QUI

STANDARD del Briard o Pastore delle Brie

ORIGINE
Francia 

CARATTERI GENERALI
Il Briard o Pastore delle Brie è un cane rustico, agile, muscoloso e ben proporzionato, di andatura vivace e briosa, di carattere equilibrato,né aggressivo, né pauroso.
Penalizzazioni: Aggressivo, fiacco, pauroso, balordo.

TAGLIA: Da 62 a 68 cm per i maschi, da 56 a 64 cm per le femmine. La lunghezza del tronco deve essere maggiore dell'altezza al garrese: il Briard è longilineo.
Penalizzazioni: Cane nel quadrato: escluso l'Eccellente: Taglie superiori a 68 cm e a 64 cm.
Squalifica: Sotto la taglia minima; sopra la taglia massima di oltre due cm. I soggetti che non raggiungono la taglia minima non potranno essere confermati.
- Ogni motivo di squalifica, ed ogni qualifica inferiore a "Buono", comporterà l'esclusione dalla conferma del soggetto. I maschi devono avere due testicoli di aspetto normale, completamente discesi nello scroto.

ARTI: Ben muscolosi, con forte ossatura ed appiombi corretti.
Penalizzazioni: Appiombi non corretti, spalle scollate, cosce aperte, metacarpi deboli o troppo diritti, appoggio sulle dita; angolazione della spalla non corretta, pelo corto sugli arti, arti gracili, ossatura debole.
Squalifica: Gravi difetti di appiombo

CODA: Integra, ben guarnita, formante uncino all'estremità, potata bassa, non deviata; essa deve raggiungere la punta del garretto od oltrepassarlo al massimo di cinque centimetri.
Penalizzazioni: Un po' troppo corta, assenza di uncino, pelo troppo corto;
- portata molto al di sopra della linea dorsale,
- portata sotto il ventre,
- portata sotto il ventre in movimento.
Squalifica: Portata sul dorso "a corno di caccia" o perpendicolare (rigida). Tracce di intervento correttivo del portamento.

COLLO: Muscoloso e che esce bene dalle spalle.
Penalizzazioni: Collo troppo lungo, gracile o troppo corto.

DENTI: Forti, bianchi e perfettamente combacianti.
Penalizzazioni:
- Mancanza di un incisivo,
- dentizione difettosa, leggero prognatismo senza perdita di contatto,
- Mancanza di un premolare,
- Mancanza di due incisivi,
- Mancanza di due premolari.
Squalifica: Prognatismo accentuato con perdita di contatto. Mancanza di 2 P4 o di tre denti, quali che siano.

DORSO: Diritto.
Penalizzazioni: Dorso leggermente insellato o leggermente carpato.

GARRETTI: Non troppo bassi e angolati, con metatarsi tendenti alla verticale.
Penalizzazioni:
- Situati troppo in alto o in basso,
- angolazione non corretta.
Squalifica: Gravi difetti di appiombo.

GROPPA: Poco inclinata, di forma leggermente arrotondata.
Penalizzazioni:
- Groppa avvallata, groppa orizzontale,
- gli stessi difetti accentuati,
- groppa nettamente più elevata del garrese.

MANTELLO: Tutti i colori uniformi sono ammessi, salvo i colori sotto indicati. I colori carichi sono da preferire. Da non confondersi il bicolore con una tinta leggermente più chiara alle estremità, che rappresenta solo un inizio di depigmentazione. Questa tinta leggermente più chiara deve rimanere nella stessa gamma di colore (fulvo scuro su fulvo chiaro, nero intenso su nero meno carico, grigio scuro su grigio più chiaro, ecc.). Il fulvo deve essere caldo ed uniforme, non chiaro né slavato.
Penalizzazioni:
- Nero con troppi riflessi rossastri.
- Fulvo non sufficientemente caldo, macchia bianca al petto.
- Carbonature troppo marcate, al limite del mantello.
- Fulvo molto chiaro, slavato.
Squalifica: Colore bianco, marrone, mogano, bicolore, lista bianca, peli bianchi all' estremità degli arti. Manto fulvo a mantello. Tinta troppo chiara.
Nota: per il bicolore, osservare il colore della pelle, che tenderà al blu alla base delle zone scure e sarà rosato in corrispondenza di quelle chiare.

MUSO: Né stretto né appuntito.
Penalizzazioni: Appuntito, stretto o troppo grosso; labbra cascanti.

NASO: Più quadrato che rotondo; tartufo sempre nero, grosso e aperto.
Penalizzazioni: Tartufo piccolo, stretto, appuntito, non nero o con tracce di depigmentazione.
Squalifica: Tartufo marrone o più chiaro, depigmentato.

CANNA NASALE: Rettilinea.
Penalizzazioni: Troppo lunga, esile, troppo corta, montonina.

OCCHI: Orizzontali, bene aperti, piuttosto grandi, non a mandorla, di colore scuro, di espressione intelligente e calma. L' occhio grigio in un grigio non è penalizzabile.
Penalizzazioni: Occhio troppo piccolo, a mandorla o di colore chiaro.
Squalifica: Occhi dissimili, stralunati, di colore troppo chiaro.

ORECCHIE: Inserite alte, di preferenza amputate e portate erette, non aderenti e piuttosto corte se lasciate integre. A parità di bellezza, sarà preferibile il soggetto con orecchie tagliate ed erette. La lunghezza dell'orecchia non amputata deve essere uguale o leggermente inferiore alla metà della lunghezza della testa; in ogni caso le orecchie devono essere piatte e ricoperte di lungo pelo.
Penalizzazioni: Ricoperte da pelo troppo corto, troppo lunghe, portate male.
Squalifica: Orecchie accartocciate, attaccate troppo basse, sotto il livello dell'occhio, coperte di pelo raso, portate naturalmente erette; rettifica di cartilagine.

PELO: Flessuoso, lungo, secco (tipo pelo di capra), con leggero sottopelo.
Penalizzazioni:
- Non sufficientemente secco, leggermente arricciato; assenza di sottopelo,
- troppo corto,
- pelo fino.
Squalifica: Pelo di lunghezza inferiore a sette centimetri. Pelo molle o lanoso.

PIEDI: Forti, di forma rotondeggiante (intermedia tra il piede di gatto ed il piede di lepre).
Penalizzazioni:
- Piedi troppo lunghi, piatti, schiacciati.
- Portati in fuori (mancini) o in dentro (cagnoli), non sufficientemente ricoperti di pelo.
Squalifica: Gravi difetti di appiombo.

DITA: Chiuse.
Penalizzazioni: Dita divaricate, troppo lunghe o portate a piatto.

SUOLE: Dure.
Penalizzazioni: Suole non elastiche, troppo piatte, troppo tenere.

UNGHI: Nere.
Penalizzazioni: Unghie grigie.
Squalifica: Unghie bianche.

SPERONI: Speroni doppi agli arti posteriori. I soggetti con sperone semplice, anche se molto bene in tipo, non potranno essere qualificati. I doppi speroni devono essere costituiti da due parti ossee munite di unghie, situati il più possibile vicini al suolo, onde assicurare il miglior appoggio del piede.
Penalizzazioni:
- Inseriti troppo in alto (a metà del metatarso),
- assenza di due unghie;
- assenza di una parte ossea in un doppio sperone.
Squalifica:
- Speroni semplici,
- assenza di speroni,
- assenza di due parti ossee in un doppio sperone anche se ci sono le unghie,
- assenza di una parte ossea in ciascun doppio sperone, anche se ci sono le unghie.

TORACE: Largo (tra i due gomiti deve esserci la larghezza di una mano), profondo e ben disceso fino al gomito.
Penalizzazioni: Troppo stretto, non sufficientemente ovvero troppo disceso, poco profondo; costole troppo piatte o troppo cerchiate.

TESTA: Forte, lunga, con depressione fronte-nasale marcata e posta a eguale distanza dalla sommità della testa e dall'estremità del tartufo, guarnita di peli che formano barba, baffi e sopracciglia che velano leggermente gli occhi.
Penalizzazioni: Testa corta, troppo lunga; disarmonia tra muso e cranio. Sproporzione fra testa e corpo. Testa troppo pelosa al punto da risultarne mascherata la forma; barba, baffi e sopracciglia insufficienti; stop troppo pronunciato o mancante.
Squalifica: Difetti menzionati troppo pronunciati.

FRONTE: Molto lievemente arrotondata.
Penalizzazioni: Troppo piatta, troppo arrotondata, troppo larga,sporgente sopra gli occhi.

PER APPROFONDIRE L'ARGOMENTO INSEPARABILE CONSIGLIA:

LIBRI  

Il Pastore della Brie Cani - una raccolta di immagini e citazioni dedicata a tutti gli Piccolo manuale del cane Cani di razza

DVD

IL LINGUAGGIO DEL CANE - DVD  QUAL'E' IL CANE PER TE? - DVD


Guarda il video del BRIARD o PASTORE DELLE BRIE

 

Utility di Inseparabile

Spot

Le Schede