Indietro

Advertising

trovacuccilibannere

traovalosubitobanner

 

BOLOGNESE

Bolognese

 

La storia

 Le antiche origini del Bolognese sembrano risalire ad un cagnolino da compagnia a pelo lungo, descritto da Aristotele, che già allietava le giornate delle ricche matrone romane. Nell’XI secolo era ritenuto cane di gran pregio e degno di vivere solo in ambienti patrizi. La storia del Bolognese va di pari passo con quella di imperatori, dame e principesse. Era dono ambito tra esponenti della nobiltà. Insomma, non è mai stato un cane popolare e col declino della nobiltà rischiò persino di estinguersi. Dopo la seconda guerra mondiale solo  l’impegno di un pugno di appassionati allevatori riuscì a salvare la razza dall’oblio.

In dettaglio

Il Bolognese è piccolo, con un tronco raccolto e compatto, questo piccolo cane da compagnia è coperto da una pelliccia color bianco puro, dal pelo lungo e soffice. È costruito nel quadrato, di modo che la lunghezza del corpo sia uguale all’altezza al garrese. Molto serio, in generale non turbolento, il Bolognese è tuttavia intraprendente, docile e fortemente attaccato al padrone e alla famiglia.

La testa del Bolognese è di lunghezza media e raggiunge quasi un terzo dell’altezza al garrese. La sua larghezza, misurata a livello delle arcate zigomatiche, è uguale alla sua lunghezza. Lo stop del Bolognese è piuttosto accentuato, il cranio è di forma ovoidale e piuttosto piatto nella parte superiore. Gli assi cranio-facciali sono paralleli e il tartufo voluminoso, sempre nero. Gli orecchi del Bolognese sono inseriti alti, lunghi e pendenti, ma con base piuttosto rigida. Gli occhi sono di grandezza superiore alla norma, in posizione subfrontale. Il torace è ampio, disceso fino al livello dei gomiti, con costole ben cerchiate. Il dorso è rettilineo, leggermente convesso il

Profilo lombare; groppa poco inclinata e molto larga. Il pelo su tutto il corpo è lungo, tranne che sul muso, dove è più Corto.

Caratteristiche

Taglia: un maschio di Bolognese misura tra 27 e 30 cm al garrese, una femmina da 25 a 28. Il peso è compreso tra 2,5 e 4 chilogrammi.

Colori: il Bolognese deve essere bianco puro senza alcuna macchia né sfumatura.
Coda: inserita nella linea della groppa, ricurva sul dorso.

Da evitare

. Convergenza o divergenza degli assi cranio-facciali

. Canna nasale montonina

. Prognatismo, enognatismo

. Colore diverso dal bianco. Depigmentazione del tartufo O delle palpebre. Iride gazzuolo

. Anurismo, brachiurismo

RAZZA RICHIESTA DA LUCA .S (CB)

GLI ALLEVAMENTI CONSIGLIATI DA INSEPARABILE SONO:

Link sponsorizzati

Nessun allevamento da segnalare 
se vuoi sapere come segnalare il tuo, CLICCA QUI

Lo standard ufficiale ENCI del Bolognese

  1. Aspetto generale del cane

    Di piccolo formato, con tronco raccolto e compatto, ricoperto da pelo bianco puro, lungo sollevato.

  2. Proporzioni importanti

    Cane costruito nel quadrato, per cui l'altezza al garrese è pari alla lunghezza del tronco. La testa è piuttosto corta rispetto al tronco.

  3. Comportamento e carattere

    Molto serio, apparentemente poco vivace. Creativo, docile, attaccato ai suoi compagni sino all'abnegazione.

  4. Testa

    Mesocefala, la sua lunghezza totale raggiunge 1/3 dell'altezza al garrese. Piuttosto larga, alle arcate zigomatiche.

    1. Regione cranica

      Il cranio di forma poco ovoidale in senso sagittale, piuttosto piatto nella parte superiore, ha le pareti piuttosto convesse ed i seni frontali ben sviluppati. Gli assi cranio-facciali sono fra di loro paralleli, la sutura metopica poco accentuata, l'apofisi occipitale poco marcata. La lunghezza del cranio è leggermente superiore a quella del muso, la larghezza, misurata alle arcate zigomatiche è uguale alla sua lunghezza.

      Stop

      Abbastanza accentuato

    2. Regione facciale

      tartufo

      Sulla medesima linea della canna nasale, visto di profilo la sua faccia anteriore si trova sulla verticale. E' voluminoso, assolutamente di colore nero.

      Muso

      La sua lunghezza è pari ai 2/5 della lunghezza totale della testa, la canna nasale è rettilinea, le facce laterali sono fra di loro parallele, per cui la faccia anteriore del muso è abbastanza quadrata. La regione sottorbitale è ben cesellata.

      Labbra

      Quelle superiori sono poco sviluppate in altezza, per cui non ricoprono le inferiori ed il profilo inferiore del muso è dato dalla mandibola.

      Mascelle

      Di normale sviluppo, con arcate che combaciano perfettamente.

      Denti

      Bianchi, regolarmente allineati, completi per sviluppo e numero. Chiusura degli incisivi a forbice, tollerata quella a tenaglia.

      Occhi

      In posizione subfrontale, ben aperti, di grandezza superiore alla normale. La rima palpebrale è rotonda il globo oculare non deve essere prominente, ne la sclerosa è visibile. I margini palpebrali sono di rigore neri ed il colore dell'iride è ocra scuro.

      Orecchie

      Inserite alte, al di sopra dell'arcata zigomatica, lunghe e pendenti, ma con base piuttosto rigida, tanto che la parte superiore dei padiglioni auricolari è scostata dal cranio, dando cosÏ la sensazione che la testa sia pi~ larga di quanto in effetti sia.

  5. Collo

    Non ha giogaia ed ha una lunghezza pari a quella totale della testa.

  6. Tronco

    Costruzione quadrata, la lunghezza del tronco, misurata dalla punta della spalla a quella della natica, è pari all'altezza al garrese.

    Profilo superiore

    Il profilo del dorso è rettilineo, leggermente convesso quello dei lombi, che si fonde con armonia, alla linea della groppa.

    Garrese

    E' poco elevato sulla linea del dorso a causa della distanza fra le punte delle scapole.

    Torace

    Ampio, disceso sino al livello dei gomiti, con coste ben cerchiate, ha una profondità, che raggiunge quasi la metà dell'altezza al garrese.

    Petto

    Il manubrio dello sterno è poco evidente.

    Groppa

    E' pochissimo inclinata e molto larga.

    Linea inferiore

    Il profilo inferiore del ventre, dopo quello dello sterno, rimonta di poco in alto verso l'addome.

    Coda

    Inserita sulla linea della groppa, è portata ricurva sul dorso

  7. Arti

    1. Arti anteriori

      Visti nell'insieme perfettamente in appiombo, sono paralleli fra di loro rispetto al piano mediano del tronco.

      Spalle

      Hanno una lunghezza pari a 1/4 dell'altezza al garrese, rispetto alla linea dell'orizzonte sono abbastanza oblique e tendono alla verticale rispetto al piano mediano del tronco. Sono ben sciolte nei movimenti.

      Braccio

      Ben saldato al tronco, di lunghezza quasi uguale a quella della spalla, ma meno inclinato di questa.

      Gomiti

      Si trovano su un piano parallelo a quello mediano del tronco.

      Avambraccio

      Ha una lunghezza pari a quella del braccio e segue una linea perfettamente verticale verso il terreno.

      Carpo e metacarpo

      Visti di fronte, seguono la linea verticale dell'avambraccio. Visti di lato, i metacarpi sono alquanto flessi.

      Piedi

      Sono di forma ovale, con unghia e suole, molto dure, di colore nero.

    2. Arti posteriori

      Visti nell'insieme guardati da dietro, devono seguire, dalla punta della natica verso terra, una linea perfettamente verticale. Sono fra di loro paralleli.

      Cosce

      La sua lunghezza è pari ad 1/3 dell'altezza al garrese. E' obliqua dall'alto in basso e dall'indietro in avanti; rispetto al piano mediano del tronco è perfettamente parallela.

      Gamba

      Più lunga della coscia.

      Garretto

      L'angolo tibio-tarsico non è molto chiuso.

      Metatarsi

      La distanza fra la punta dell'articolazione tibio-tarsica e la pianta del piede è leggermente inferiore ad un terzo dell'altezza al garrese.

      Piedi

      Con le medesime caratteristiche di quelli anteriori, ma meno ovali.

  8. Andature

    Sciolta. Vigorosa con portamento alto della testa.

  9. Pelle

    Ben tesa, ed aderente con tutte le mucose esterne, e le sclerose che sono rigorosamente pigmentate nere.

  10. Mantello

    Pelo

    Lungo su tutto il corpo, dalla testa alla coda, dalla linea dorsale sino ai piedi. E' più corto sulla canna nasale. Piuttosto sollevato e, quindi non piatto, ma a bioccoli, non forma mai frange. Bianco puro, senza alcuna macchia ne sfumature.

  11. Taglia e peso

    Altezza al garrese: da 27 a 30 cm. nei maschi; da 25 a 28 cm. nelle femmine. Peso: da 2,5 a 4 Kg. Tutti i maschi devono avere due testicoli di aspetto normale e ben discesi nello scroto.

  12. Difetti

    Ogni deviazione dalla descrizione delle caratteristiche di ciascuna regione costituisce un difetto, che sarà penalizzato dai giudici a seconda della sua gravità e della sua diffusione, cosÏ come lo strabismo.

    1. Difetti eliminatori

      Convergenza o divergenza accentuate degli assi cranio-facciali - canna nasale montonina - prognatismo se deturpa l'aspetto esteriore del muso - altezza inferiore ai 25 cm. e superiore ai 33 cm. nei maschi e inferiore ai 22 ed ai 32 nelle femmine.

    2. Difetti da squalifica

      Enognatismo - depigmentazione del tartufo, nonché qualsiasi altro colore che sia diverso dal nero - depigmentazione bilaterale delle palpebre - iride gazzuolo - anurismo, brachiurismo tanto naturale che artificiale - qualsiasi colore diverso dal nero nel mantello - macchie e moschettature - monorchidismo - criptorchidismo - deficiente sviluppo di uno o dei due testicoli - uno o due testicoli non ben discesi nello scroto.

      PER APPROFONDIRE L'ARGOMENTO INSEPARABILE CONSIGLIA:

      LIBRI  

      Il Bolognese Il Maltese, il Bolognese e gli altri Bichon Bolognese Cani di razza

      DVD

      Il Maltese e il Bolognese - DVD  QUAL'E' IL CANE PER TE? - DVD


Guarda il video della mamma Bolognese che allatta 

 

Utility di Inseparabile

Spot

Le Schede