TUTTE LE RAZZE

Ti piace questa pagina? Consigliala!

BEAUCERON   (Pastore delle beauce) 

Beauceron

 

NAZIONALITÀ: Francia

ORIGINE: prima del suo riconoscimento nel 1889, il nostro Beauceron era un cane ringhioso e coraggioso usato dai pastori per la difesa del gregge. Pur mantenendo la sua forza e la sua resistenza, con la selezione, i francesi sono riusciti a rendere il Beauceron più mansueto nei contatti con l’uomo.

DESCRIZIONE: il Beauceron è un cane di taglia grande ben costruito. E’ il più grande tra i cani adibiti alla conduzione delle greggi.

TAGLIA: la sua altezza media è di 70 centimetri. E il suo peso va dai 30 ai 45 Kg

CORPO: il suo corpo è molto muscoloso senza risultare appesantito

TESTA: il muso è abbastanza affilato con stop ben pronunciato; il tartufo del Beauceron è largo e di colore nero; gli occhi scuri e intelligenti; le orecchie se tagliate sono portate erette altrimenti ricadono leggermente in avanti come quelle del pastore delle brie “che ha origini comuni”; la dentatura deve avere chiusura a forbice.

COLLO: molto muscoloso

ARTI: devono essere in buon appiombo. Come la maggior parte dei cani da pastore francesi sulle zampe posteriori presenta la caratteristica di avere il doppio sperone e cioè sei dita.

PELO: di lunghezza medio corta, lucido e aderente al corpo; il Beauceron è munito di folto sottopelo impermeabile che lo difende dalle intemperie.

COLORE: i colori ammessi sono due: il nero focato, e il più raro arlecchino, al quale è stato ridato pieno titolo dallo standard del 1967 e progredisce (pur rimanendo molto raro) lentamente ma con sicurezza.

CARATTERE:

Per la sua eleganza, il cane da pastore della Bauce, è stato definito "un gentiluomo di campagna", difatti ha un carattere equilibrato ed è facilmente addestrabile.

Dati i suoi precedenti di cane molto aggressivo è consigliato un addestramento adeguato. Ha bisogno di grandi spazi aperti e non si lascia facilmente avvicinare dagli estranei.

UTILIZZO: un tempo, e in alcuni casi ancora oggi, temibile guardiano e conduttore delle greggi, oggi il Beauceron è impiegato come cane da guardia da difesa e anche come cane delle forze dell’ordine francesi. 

 

Razza richiesta da Carlotta A. (VI )

GLI ALLEVAMENTI CONSIGLIATI DA INSEPARABILE SONO:

Nessun allevamento da segnalare 
se vuoi sapere come segnalare il tuo, CLICCA QUI

 

 

Guarda il Video del Beauceron

 

FCI - Standard N°44 / 19.12.2001 / FR

BERGER DE BEAUCE ("Beauceron", "BAS ROUGE")

ORIGINE: Francia

DATA DI PUBBLICAZIONE DELLO STANDARD IN VIGORE: 29.11.2001

UTILIZZO: Cane da pastore e da guardia

CLASSIFICAZIONE: Gruppo 1: Cani da pastore e da bovari (esclusi bovari svizzeri). Sottoposto a prova di lavoro per il titolo di Campione Internazionale

ASPETTO GENERALE: Il Beauceron è un cane di grande taglia, solido, rustico, potente, ben costruito e muscoloso non pesante.

PROPORZIONI IMPORTANTI: Il Pastore della Beauce è un cane mediolineo. La lunghezza del corpo dalla punta della spalla all'estremità della natica deve essere leggermente superiore all'altezza al garrese.
La testa è lunga 2/5 dell'altezza al garrese. La larghezza del cranio e l'altezza della testa sono leggermente inferiori alla metà della lunghezza della testa. Il cranio e la canna nasale sono di eguale lunghezza.

COMPORTAMENTO/CARATTERE: Cane franco e senza paura. L'espressione è franca, mai cattiva né paurosa o insicura. Il carattere del Beauceron deve essere saggio e ardito

TESTA: La testa è ben cesellata con delle linee armoniose. Vista di profilo, linee del cranio della canna nasale sono sensibilmente parallele.

REGIONE CRANICA:
Cranio:
piatto o leggermente arrotondato da un lato all'altro. Il solco mediale è poco accentuato, la cresta occipitale è visibile sulla sommità del cranio.
Stop: poco pronunciato, ad uguale distanza all'occipite e l'estremità del muso.

REGIONE FACCIALE:
Tartufo:
in rapporto al muso, ben sviluppato, mai diviso e sempre nero.
Muso: né stretto né appuntito.
Labbra: ferme e sempre ben pigmentate. Il labbro superiore deve coprire quello inferiore senza ballonzolare. Alla loro unione, le labbra devono formare un leggero principio di "tasca" che deve essere ferma.
Mandibola, denti: Dentatura forte con chiusura a
Occhi: Orizzontali, di forma leggermente ovale. L'iride deve essere sempre marrone scuro, e comunque mai più chiaro di un nocciola scuro se le focature sono chiare. Per la varietà arlecchino è ammesso l'occhio gazzuolo.
Orecchie: Piazzate alte. Sono portate diritte se tagliate, non divergenti né convergenti, puntando leggermente in avanti. L'orecchio ben portato è quello che la linea mediana passa per una linea immaginaria che si prolunga dai lati dell'incollatura. Le orecchie integre sono semi diritte o cadenti. Esse non dovranno mai essere schiacciate. Si presentano piatte e piuttosto corte. La lunghezza dell'orecchia integra deve essere eguale alla metà della lunghezza della testa.

COLLO: Ben muscoloso, di buona lunghezza, raccordato armoniosamente con le spalle.

CORPO:
Linea superiore: Il dorso deve essere diritto. Rene corto, largo e ben muscoloso. La groppa è un poco inclinata.
Garrese: Ben marcato.
Petto: Il perimetro toracico supera l'altezza al garrese di più di 1/5. Il petto scende bene fino alla punta del gomito. E' largo, alto e lungo.

CODA: Intera, portata bassa, essa scende almeno fino alla punta del garretto, senza deviazioni, formando un leggero uncini a forma di "J". In movimento la coda può essere portata al massimo all'altezza della linea dorsale.

ARTI:

ARTI ANTERIORI: Sono ben in appiombo, visti sia di faccia che di profilo.
Spalle: Oblique e mediamente lunghe.
Avambracci: Muscolosi.
Piedi: Forti, rotondi, compatti. Le unghie devono essere sempre nere. I cuscinetti sono duri ma contemporaneamente elastici.

ARTI POSTERIORI: Bene in appiombo visti sia di profilo che posteriormente.
Cosce: Larghe e muscolose.
Garretto: Forte, disceso non troppo vicino al suolo, la punta si trova a circa1/4 dell'altezza del cane al garrese, formando con la gamba un angolo ben aperto. I metatarsi sono quasi verticali, leggermente arretrati alla punta della natica.
Piedi: Forti, rotondi, compatti.
Speroni: Per tradizione, i pastori sono tenuti a conservare i doppi speroni. Gli speroni formano dei pollici ben separati con unghie, assai vicini al piede.

ANDATURA: Morbida e sciolta. Gli arti restano bene in linea. Il Pastore della Beauce deve presentare un trotto allungato con una buona ampiezza di movimento.

MANTELLO:

PELO: Raso sulla testa, forte, corto, grosso, fermo e steso sul corpo di 3-4 cm di lunghezza. Le natiche e la parte inferiore della coda sono leggermente ma obbligatoriamente frangiate. Sottopelo corto, fine, denso e lanoso, di preferenza grigio scuro, molto stretto, che non si veda attraverso il pelo del mantello.

COLORI:
a) Nero focato: bas rouge. Il colore nero è deciso il rosso deve essere cuoio scuro. Le focature devono disposte come segue:

  • Pasticche al disopra degli occhi

  • Sui lati del muso, disunendo progressivamente sulle guance senza mai arrivare al disotto delle orecchie

  • Sul petto: due placche sono preferite

  • La gola

  • Sotto la coda

  • Sugli arti, si perdono progressivamente salendo senza tuttavia invader più di 1/3 dell'arto, salendo un poco di più nella parte interna.

b) Arlecchino: grigio, nero focato, son ripartiti in parte uguale il grigio ed il nero, a macchie ben distinte, con parti più di nero che di grigio. Medesima disposizione del nero per quanto riguarda le focature. Macchia bianca di piccole dimensioni è tollerata sul petto.

TAGLIA: Maschio: da 65 a 70 cm al garrese. Femmine: da 61 a 68 al garrese.

DIFETTI: Tutto ciò che fuoriesce da quanto sopra è da considerarsi difetto e pertanto penalizzato in funzione della sua gravità.

DIFETTI DA SQUALIFICA:

  • Cane aggressivo e molto pauroso.

  • Taglia fuori dei limiti dello standard.

  • Ossatura molto leggera.

  • Occhio troppo chiaro o gazzuolo (tranne che per l'arlecchino)

  • Penna a granchio, tartufo di altro colore che nero o brufoloso

  • Prognatismo con perdita di contatto, assenza di 3 o più denti(i PC 1 non sono presi in considerazione).

  • Orecchie integre totalmente diritte e ferme.

  • Arti anteriori che presentano un eccessivo panardismo.

  • Sperone semplice o totalmente assenti agli arti posteriori.

  • Coda corta o arrotolata sul dorso.

  • Mantello: colori e tessitura diverse da quelle definite nello standard. Assenza totale di focature. Pelo irsuto. Netta macchia bianca ben visibile sul petto. Varietà arlecchino: troppo grigio, nero da un lato grigio dall'altra, testa tutta grigia (assenza di nero).

N.B.: I maschi devono avere due testicoli d'aspetto normale completamente discesi nello scroto.

PER APPROFONDIRE L'ARGOMENTO INSEPARABILE CONSIGLIA:

LIBRI  

Il BeauceronL'Enciclopedia Internazionale dei Cani - storia, caratteristiche, consigli e tutte le razze Piccolo manuale del cane Cani di razza

DVD

IL LINGUAGGIO DEL CANE - DVD  QUAL'E' IL CANE PER TE? - DVD

  .Forum
  .Pubbicizzati
  .CONCORSI  
  .Pet shop
 

 

google

cani
gatti
piccoli mammiferi
uccelli
rettili
anfibi
pesci
del cortile e della stalla
Piante, Alberi, Arbusti

Autore: Manuel Battafarano

. DISCLAIMER  . PUBBLICIZZATI SU INSEPARABILE
Copyright Inseparabile 18/12/2000 - 2014 contact info@inseparabile.com