Indietro

Advertising

trovacuccilibannere

traovalosubitobanner

APALONE SPINIFERA (Tartaruga dal guscio molle)

APALONE SPINIFERA

 

Classe     Reptilia  
Famiglia 
Trionychidae
Genere   
Apalone
Specie     
Spinifera

 Distribuzione

L'Apalone Spinifera lo possiamo trovare  in una vasta area che va da centro all'ovest degli Stati Uniti, negli stati orientali di New York sino al sud Carolina, dal lago Ontario e il Minnesota,  Florida sino ai confini del Messico.

GLI ALLEVAMENTI CONSIGLIATI DA INSEPARABILE SONO:

Link sponsorizzati

Nessun allevamento da segnalare 
se vuoi sapere come segnalare il tuo, contatta: marketing@inseparabile.it 

Descrizione

L'Apalone Spinifera ha un carapace soffice piatto e arrotondato e privo di scuti. La sua coda è flessibile con delle piccole spine sulla punta; in alcune sottospecie orientali queste spine sono verso il fronte del carapace in altre sono presenti sulla parte terminale del carapace (ad esempio l'Apalone Spinifera pallida) ed in altre sono in vari punti del carapace. Il suo naso è lungo affusolato e con la fine rivolta verso l'alto con delle piccole creste. L'A. ha due distinte strisce gialle bordate di nero ai lati della testa che proseguono sul lungo collo, mentre in alcune sottospecie orientali s'interrompe. Il piastrone è bianco o giallo chiaro ed anch'esso mancante di scuti e sotto la pelle è visibile l'ossatura. Le zampe sono munite di lunghi artigli e i piedi sono palmati, perché questa tartaruga è un'ottima nuotatrice. Il corpo dell'Apalone Spinifera è di colore verde oliva con delle piccole macchie nere ed ha una bordatura scura sul bordo del carapace. Il maschio caratterizzato da una coda più lunga e tozza della femmina ha una dimensione che va dai 13 cm ai 24 cm, mentre la femmina assume una colorazione grigia in età adulta e può raggiungere i 48 cm e la sua coda è piccola al punto che non esce da sotto il carapace. L'Apalone Spinifera ha un'altra caratteristica che la rende molto particolare, quella di poter respirare sott'acqua sfruttando una sorta di branchie situate nella faringe e nella cloaca e cattura l'ossigeno anche con la pelle, questo fa sì che l'Apalone può rimanere sott'acqua per lunghissimi periodi, per la caccia e l'agguato e il letargo invernale.

Comportamento in natura

L'Apalone Spinifera è un rettile diurno che passa la maggior parte del tempo facendo basking o alla ricerca di cibo Spesso possono essere viste prendere il sole su tronchi semi sommersi o sulle rive assolate, ma al minimo rumore s'immergono seppellendosi sotto la sabbia del fondo lasciando emergere solo la testa. Per la caratteristica vista prima la loro permanenza sott'acqua si può protrarre per lunghi periodi. Da ottobre a marzo l'Apalone s'immerge e passa tutto l'inverno seppellito sul fondo in letargo.

APALONE SPINIFERA

Allevamento

L'Apalone Spinifera, in natura, è una tartaruga prettamente acquatica, raramente si avventura sulla terra ferma, solo per la deposizione delle uova e il basking sotto il sole, questo perché la loro pelle deve essere costantemente idratata. Fatta questa premessa e viste le ragguardevoli dimensioni che questa tartaruga raggiunge, l'acquario dovrà essere molto grande, dai 400 l ai 600 l per garantire all'animale un giusto spazio per nuotare e riscaldata ad una temperatura di 24°. La parte emersa può essere rappresentata anche solo da una radice che emerge dal bordo dell'acqua tanto per offrire un appoggio per l'emersione. L'illuminazione mediante un neon con emissione di raggi UVA-B è necessaria e un piccolo spot che riscalda la parte per il basking è consigliato. La qualità dell'acqua è fondamentale per questa specie perché la pelle che ricopre il carapace è molto vulnerabile alle infezioni e ai parassiti, ed anche per la peculiarità di questa tartaruga di poter respirare sott'acqua, per questi motivi si consiglia un ottimo filtraggio esterno e frequenti cambi parziali d'acqua. E' consigliabile dare all'acqua della vasca una leggera salinità nella misura di un cucchiaino ogni 5 litri d'acqua. Il fondo della vasca dovrebbe essere sabbioso e di un certo spessore perché l'Apalone Spinifera ama in natura nascondersi sul fondo facendo uscire solo il lungo collo e la testa tanto che sembra un piccolo serpente. Sarà quindi opportuno porre ad almeno 15 cm dal fondo il pescaggio del filtro ed installare un pre-filtro per evitare che la sabbia rovini la pompa. Un'alternativa alla sabbia può essere rappresentata da ghiaia piccola che difficilmente viene aspirata ma non offre alla tartaruga lo stesso ambiente. Alcuni allevatori, viste queste difficoltà, rinunciano alla realizzazione del fondo inserendo solo una radice e delle piante acquatiche per fornire un riparo all'animale, ad ogni modo, nell'allestimento della vasca bisogna evitare d'inserire elementi che possano ferire le delicata pelle della tartaruga. Nel caso si voglia allestire un laghetto per far passare l'estate alla tartaruga non si deve usare cemento o mattoni nella costruzione, che potrebbero graffiare la pelle della tartaruga, ma preferire laghetti artificiali in resina. L'Apalone è una tartaruga territoriale e per questo motivo si mostra molto aggressivo nei confronti dei suoi simili, soprattutto se più piccoli, per cui se ne sconsiglia la convivenza di più esemplari nella stessa vasca.

Alimentazione

L'Apalone Spinifera, come molte tartarughe, è onnivora, ma predilige un'alimentazione quasi esclusivamente animale. In natura si nutre con quasi tutto quello che il luogo dove vive può offrire: insetti e larve d'insetti, piccoli pesci che preda direttamente e carcasse di grossi pesci predati da altri animali, chiocciole lombrichi, gamberi, piccoli, crostacei, piccole rane e le tartarughe che vivono in acque salmastre anche cozze e altri molluschi.

Riassumendo possiamo dire che la dieta tipo di un Apalone può dividersi in queste proporzioni:

36% pesci già morti

6%   piccoli pesci predati

55% gamberi e piccoli crostacei

3%   vegetali

In cattività l'Apalone tende a diventare esclusivamente carnivoro, ma può mostrare interesse per piante acquatiche o qualche foglia di lattuga, ma gradirà soprattutto pesci, gamberi, lombrichi, lumache, insetti come grilli, scarafaggi, cavallette, ma possiamo offrire in piccole quantità cibi in pellet per tartarughe acquatiche. Nei primi 6 masi di vita è importante non farle mai ingozzare di cibo perché potrebbe essere loro fatale, usare pellet o pezzi di lombrico o di pesce, ma sempre in piccole quantità una volta al giorno. Dal 6° mese in poi possiamo aumentare le dosi e variare la dieta introducendo anche le verdure mantenendo in ogni caso un'alimentazione giornaliera.

APALONE SPINIFERA

Riproduzione

L'Apalone spinifera matura sessualmente tra gli 8 e i 10 anni e la loro vita media è di circa 50 anni. Il loro accoppiamento avviene in acqua profonda a fine primavera, il maschio colpisce delicatamente la testa della femmina con gli arti anteriori e se la femmina accetta il corteggiamento, il maschio gli nuoterà sopra accoppiandosi senza afferrare la femmina come fanno le altre specie di tartarughe acquatiche. La femmina depone poi le uova su una spiaggia assolata o nel fango in una cavità a forma di fiasco che essa scava più vicina possibile all'acqua. Questa operazione verrà fatta nel minor tempo possibile per evitare i predatori di uova (circa un'ora). L'Apalone si accoppia in genere più di una volta nella stagione e depone fra le 8 e le 32 uova tonde con guscio calcareo, queste si schiuderanno verso agosto e settembre. Il sesso degli embrioni non dipenderà dalla temperatura d'incubazione come altre specie di rettili.

APALONE SPINIFERA tartaruga dal guscio molle

 

PER APPROFONDIRE L'ARGOMENTO INSEPARABILE CONSIGLIA:

LIBRI  

Guida alle tartarughe acquatiche (nuova edizione) Tartarughe acquatiche e palustri: la guida completa Il grande libro delle tartarughe Guide fotografiche. Terralog. Tartarughe del mondo. Vol 2  

DVD 

COFANETTO VITA A SANGUE FREDDO - DVD

 

Altri Rettili dalla A alla S
ANFIBOLURO APALONE SPINIFERA BOA CONSRICTOR
CAIMANO CAMALEONTE CHRISEMYS PICTA BELLI
DEIROCHELYS RETICULATA DEIROCHELYS RETICULARIA MIARIA DEIROCHELYS RETICULARIA RETICULARIA
DRAGO BARBUTO ELAPHE GUTTATA GECO LEOPARDO
GEOCHELONE PARDALIS GEOMYDA SPINOSA GLIPTEMYS INSCULPTA
GRAPTEMYS BARBOURI GRAPTEMYS CAGLEI GRAPTEMYS ERNSTI
GRAPTEMYS FLAVIMACULATA GRAPTEMYS GEOGRAPHICA GRAPTEMYS GIBBOSI
GRAPTEMYS KOHNII GRAPTEMYS NIGRINODA GRAPTEMYS OCULIFERA
GRAPTEMYS OUACHITENSIS GRAPTEMYS PSEUDOGEOGRAPHICA GRAPTEMYS PULCHRA
GRAPTEMYS VERSA HEOSEMYS SPINOSA IGUANA
KACHUGA TECTA KINOSTERNON SUBRUBRUM LUCERTOLA DELLA SAVANA
MATA MATA OCADIA SINENSIS PALEOMEDUSA SUBRUFA
PITONE REALE RHINOCLEMMYS PULCHERRIMA MANNI SERPENTE RE - Lampropeltis getulus
STERNOTHERUS ODORATUS

Ringraziamo il sito tartaportal.it Per la realizzazione di questa scheda.

Utility di Inseparabile

Spot

Le Schede